HOW TO: Modificare i controlli di immissione della Metabase di AuthPersistence quando client vengono autenticati

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 318863 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
╚ vivamente consigliabile che tutti gli utenti eseguire l'aggiornamento per Microsoft Internet Information Services (IIS) 7.0 in esecuzione su Microsoft Windows Server 2008. IIS 7.0 aumenta notevolmente la protezione dell'infrastruttura Web. Per ulteriori informazioni su argomenti relativi alla protezione IIS, visitare il sito di Web di Microsoft:
http://www.microsoft.com/technet/security/prodtech/IIS.mspx
Per ulteriori informazioni su IIS 7.0, visitare il sito di Web di Microsoft:
http://www.iis.net/default.aspx?tabid=1
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come modificare la metabase per controllo persistenza dell'autenticazione.

Keep-alive HTTP consentono di browser per riutilizzare la stessa connessione TCP per effettuare richieste di pi¨ su un server Web, ad esempio Internet Information Server (IIS). Se un server Web richiede l'autenticazione ad esempio Basic, Kerberos o Challenge/Response di Microsoft Windows NT, un browser Web Ŕ richiesta per l'autenticazione dal server. Il browser deve inviare le informazioni di autenticazione alla tale server. Dopo il Web browser viene autenticato dal server, il Web browser possono solo essere richiesta nuovamente dal server quando viene aperta una nuova connessione da una porta TCP diversa. Si tratta di persistenza dell'autenticazione.

Persistenza dell'autenticazione pu˛ essere controllata dalla proprietÓ della metabase AuthPersistence . ╚ consigliabile impostare questa proprietÓ, impostando la corrispondente subflag su TRUE, che imposta automaticamente un valore binario per AuthPersistence .

Descrizione delle impostazioni di persistenza di autenticazione

  • AuthPersistSingleRequest : se questa proprietÓ della metabase Ŕ impostata su TRUE, l'autenticazione persiste solo per una singola richiesta HTTP.
  • AuthPersistSingleRequestIfProxy : se questa proprietÓ della metabase Ŕ impostata su TRUE, l'autenticazione persiste solo per una singola richiesta HTTP, se Ŕ una richiesta proxy e la richiesta non viene gestita da Microsoft Proxy Server (ovvero, se proxy server e IIS sono in esecuzione sul computer locale, e la richiesta Ŕ destinata a un server remoto.)
  • AuthPersistSingleRequestAlwaysIfProxy : se questa proprietÓ della metabase Ŕ impostata su TRUE, l'autenticazione Ŕ valida per una singola richiesta HTTP se la richiesta proviene dal proxy. Nota: sola subflag di AuthPersistence pu˛ essere TRUE in una sola volta. Per impostazione predefinita, AuthPersistSingleRequestIfProxy Ŕ impostata su TRUE. Le voci della metabase attivate per impostazione predefinita non vengono visualizzati sull'enumerazione della metabase fino a quando non specificamente impostata.

Modifica della Metabase

avviso : se modificare la metabase in modo non corretto, si pu˛ causare seri problemi che potrebbero richiedere la reinstallazione dei prodotti che utilizza la metabase. Microsoft non garantisce che i problemi derivanti se si modifica in modo non corretto della metabase possano essere risolti. La modifica della metabase a proprio rischio.

Nota : eseguire sempre il backup della metabase prima di modificarlo.

Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup della metabase, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
300675HOW TO: Create un backup della Metabase utilizzando Internet Information Server 4.0 in Windows NT
300672Procedura: Creare un backup della Metabase in IIS 5
Per modificare le proprietÓ della metabase come descritto in questo articolo, eseguire il seguente comando al prompt dei comandi:
cscript.exe ADSUTIL.VBS SET W3SVC/AuthPersistSingleRequest TRUE
Nota : adsutil.vbs Ŕ in genere disponibile in Winnt\System32\Inetsrv\Adminsamples (per IIS 4.0) o in Inetpub\AdminScripts (per IIS 5.0).

Nota: Impostazione di valori di AuthPersistence pu˛ causare un le prestazioni del server IIS per ridurre. A seconda del set di subflag, il server IIS potrebbe sfida ogni browser Web per ogni richiesta HTTP inviata al server. Potrebbe essere necessario anche il server IIS per effettuare richieste di autenticazione al controller di dominio per ogni account di dominio che effettua una nuova richiesta HTTP.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sulla persistenza dell'autenticazione, vedere la documentazione in linea di IIS 5.0 il seguente sito Web Microsoft:
Getting Started with Internet Information Services (IIS)
http://www.iis.net/getstarted
Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web MSDN (informazioni in lingua inglese):
AuthPersistence
http://www.microsoft.com/technet/prodtechnol/WindowsServer2003/Library/IIS/b0b4ec5c-74f8-43e9-ac64-d8b852568341.mspx

ProprietÓ

Identificativo articolo: 318863 - Ultima modifica: giovedý 3 luglio 2008 - Revisione: 4.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Information Services 5.0
  • Microsoft Internet Information Server 4.0
Chiavi:á
kbmt kbhowtomaster KB318863 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 318863
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com