OFFXP: Linee guida per la selezione del formato immagine corretto

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 320314 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo Ŕ stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I320314
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo vengono affrontati i seguenti argomenti:

  • I vari formati di file immagine che Ŕ possibile inserire nei programmi di Microsoft Office XP
  • ModalitÓ di selezione del formato migliore per uno scopo specifico
  • ModalitÓ di selezione della risoluzione e dell'intensitÓ di colore appropriate per le immagini
In questo articolo i formati dei file e i limiti di ciascuno di essi non vengono descritti da un punto di vista tecnico. Viene invece fornita una descrizione generica degli impieghi principali, dei vantaggi e degli svantaggi e delle opzioni di ogni formato, come l'intensitÓ del colore e la risoluzione.

Per ulteriori informazioni sui tipi di file grafici che Ŕ possibile utilizzare nelle applicazioni di Microsoft Office in uso, scegliere Guida in linea Microsoft (nome del programma) dal menu ?, digitare tipi di file grafici nella casella dell'Assistente di Office o della Ricerca libera, quindi scegliere Trova per visualizzare gli argomenti disponibili.

Questo articolo Ŕ suddiviso nelle seguenti sezioni:
  • Formati immagine
    • Immagini raster
    • Immagini vettoriali


  • Risoluzione e intensitÓ del colore
    • Visualizzazione su schermo
    • Prodotto stampato


  • Glossario

Informazioni

Formati immagine: immagini raster

BMP: bitmap di Windows

Le bitmap di Windows memorizzano un'immagine raster singola a qualsiasi intensitÓ di colore, dal bianco e nero ai colori a 24 bit. Il formato file bitmap di Windows Ŕ compatibile con altri programmi per Microsoft Windows. Non supporta la compressione di file e non Ŕ indicato per le pagine Web.

Nel complesso il formato file bitmap di Windows presenta pi¨ svantaggi che vantaggi. Per le immagini di qualitÓ fotografica utilizzare i formati PNG, JPEG o TIFF. I file BMP sono adatti per gli sfondi di Windows.

Vantaggi:
  • Il formato BMP supporta l'intensitÓ di colore da 1 a 24 bit.
  • Il formato Ŕ largamente compatibile con i programmi per Windows esistenti, soprattutto quelli pi¨ vecchi.
Svantaggi:
  • Il formato BMP non supporta la compressione, di conseguenza i file BMP sono di grandi dimensioni.
  • I file BMP non sono supportati dai browser.

PCX: PC Paintbrush

Le immagini di PC Paintbrush, denominate anche bitmap di Z-Soft, memorizzano un'immagine raster singola a qualsiasi intensitÓ di colore. Le immagini di Paintbrush sono utilizzate soprattutto nei primi programmi per Windows e nei programmi per MS-DOS. Sono inoltre compatibili con molti programmi successivi. Le immagini in formato PCX supportano la compressione interna RLE (Run Length Encoded).

Vantaggi:
  • Il formato PCX Ŕ standard in molti programmi per Windows e MS-DOS.
  • PCX supporta la compressione interna.
Svantaggi:
  • Il formato PCX non Ŕ supportato dai browser.

PNG: Portable Network Graphics

Le immagini nel formato PNG memorizzano un'immagine raster singola a qualsiasi intensitÓ di colore. ╚ un formato che non dipende dalla piattaforma utilizzata.

Vantaggi:
  • Il formato PNG supporta un alto livello di compressione senza perdite di dati.
  • PNG supporta la trasparenza del canale alfa.
  • PNG supporta la correzione gamma.
  • PNG supporta l'interlacciamento.
  • PNG Ŕ supportato dai browser pi¨ recenti.
Svantaggi:
  • Browser e programmi datati potrebbero non supportare i file PNG.
  • Come formato file per Internet, il formato PNG fornisce una minore compressione rispetto a JPEG.
  • Come formato file per Internet, il formato PNG non supporta file con pi¨ immagini o file animati, che sono invece supportati dal formato GIF.

JPEG: Joint Photographic Experts Group

Le immagini JPEG memorizzano un'immagine raster singola a colori a 24 bit. ╚ un formato che non dipende dalla piattaforma utilizzata e supporta un alto livello di compressione che, tuttavia, comporta una perdita di dati. I file JPEG progressivi supportano l'interlacciamento.

Il livello di compressione dei file JPEG pu˛ essere aumentato o diminuito. La qualitÓ dell'immagine viene per˛ sacrificata a vantaggio delle dimensioni del file. Il rapporto di compressione pu˛ arrivare fino a 100:1 (il formato JPEG comprime senza problemi i file fino a un rapporto da 10:1 a 20:1, con perdita di qualitÓ minima). La compressione JPEG funziona bene con immagini grafiche fotorealistiche. Per immagini grafiche pi¨ semplici con pochi colori, contrasti netti, bordi spessi o grandi aree di colore in tinta unita, la compressione JPEG non garantisce risultati di grande qualitÓ. Il rapporto di compressione scende talvolta fino a 5:1, con un'elevata perdita d'integritÓ dell'immagine dovuta al fatto che lo schema di compressione JPEG comprime bene le tonalitÓ simili. Lo schema di compressione JPEG non funziona altrettanto bene con le differenze nette a livello di luminositÓ o con aree di colore in tinta unita.

Vantaggi:
  • ╚ supportata una compressione elevata per immagini fotografiche o realistiche.
  • La compressione variabile consente di controllare le dimensioni del file.
  • ╚ supportato l'interlacciamento (per file JPEG progressivi).
  • Il formato JPEG Ŕ uno standard per Internet ampiamente supportato.
Svantaggi:
  • La compressione con perdite altera i dati originali dell'immagine.
  • Quando si modificano e salvano di nuovo i file JPEG, il peggioramento dei dati originali dell'immagine aumenta. La degradazione Ŕ cumulativa.
  • Il formato JPEG non Ŕ adatto per immagini semplici che contengono pochi colori, ampie aree di colore simile o differenze di luminositÓ nette.

GIF: Graphics Interchange Format

Le immagini GIF memorizzano un'immagine raster singola o un'immagine raster multipla a colori a 8 o a 256 bit. Le immagini GIF supportano la trasparenza, la compressione, l'interlacciamento e le immagini multiple (GIF animate).

La trasparenza del formato GIF non Ŕ come quella del canale alfa e non Ŕ in grado di supportare gli effetti di semitrasparenza. La compressione GIF Ŕ di tipo LZW con un rapporto di circa 3:1. I file GIF animati sono supportati nella versione GIF89a della specifica dei file GIF.

Vantaggi:
  • Il formato GIF Ŕ uno standard per Internet ampiamente supportato.
  • Sono supportate la compressione senza perdita di dati e la trasparenza.
  • I file GIF animati sono molto diffusi e facili da creare con molti programmi di animazione GIF.
Svantaggi:
  • Il formato GIF supporta solo una tavolozza da 256 colori, pertanto le immagini dettagliate e quelle fotorealistiche perdono informazioni sul colore e appaiono poco vivaci.
  • Nella maggior parte dei casi la compressione senza perdita di dati Ŕ inferiore a quella dei formati JPEG e PNG.
  • Il formato GIF supporta un effetto trasparente limitato e nessun effetto di semitrasparenza o di dissolvenza, come quelli forniti dalla trasparenza del canale alfa.

TIFF: Tagged Image File Format

Le immagini TIFF memorizzano un'immagine raster singola a qualsiasi intensitÓ di colore. Il formato di file TIFF Ŕ il pi¨ diffuso nel settore industriale della stampa. Supporta la compressione facoltativa e non Ŕ indicato per i browser.

Il formato TIFF Ŕ estensibile. Ci˛ significa che un programmatore pu˛ modificare le specifiche originali per aggiungere altre funzioni o per soddisfare esigenze particolari. La modifica delle specifiche pu˛ comportare un'incompatibilitÓ tra tipi diversi di immagini TIFF.

Vantaggi:
  • Il formato TIFF Ŕ ampiamente supportato, soprattutto tra computer Macintosh e Windows.
  • La compressione facoltativa Ŕ supportata.
  • Il formato estensibile supporta molte funzioni facoltative.
Svantaggi:
  • Il formato TIFF non Ŕ supportato dai browser.
  • L'estensibilitÓ genera tipi diversi di immagini TIFF. Non tutti i file TIFF sono compatibili con tutti i programmi che supportano il formato TIFF standard.

Formati immagine: immagini vettoriali

DXF: Drawing Interchange File AutoCAD

Il formato DXF, basato sull'uso di vettori e scritto in ASCII, Ŕ tipico del programma AutoCAD di Autodesk. Gli schemi forniti in questo programma sono molto dettagliati e interamente scalabili.

Vantaggi:
  • In AutoCAD Ŕ possibile creare schemi e disegni molto dettagliati e precisi.
  • I file AutoCAD sono diffusi in campo architettonico, di progettazione e nel settore delle incisioni.
Svantaggi:
  • Il supporto per AutoCAD in Office XP Ŕ limitato alle versioni fino alla R12.
  • Il processo di apprendimento del programma AutoCAD Ŕ lungo e difficile. Da notare che anche altri programmi di grafica sono in grado di esportare immagini DXF.

CGM: Computer Graphics Metafile

Il metafile CGM pu˛ contenere informazioni vettoriali e di bitmap. ╚ un formato di file standardizzato e internazionale utilizzato da molte organizzazioni ed enti governativi, tra cui il British Standards Institute (BSI), l'American National Standards Institute (ANSI) e il ministero della difesa degli Stati Uniti.

Vantaggi:
  • CGM Ŕ un formato standard internazionale.

CDR: CorelDRAW!

Il metafile CorelDRAW! pu˛ contenere sia informazioni vettoriali sia informazioni di bitmap.

Vantaggi:
  • Il formato CDR Ŕ ampiamente diffuso nel settore della prestampa e della progettazione artistica.
Svantaggi:
  • Il supporto per CDR in Office XP Ŕ limitato alle versioni di CorelDRAW! fino alla 6.

WMF: metafile di Windows

Il metafile di Windows Ŕ un formato di metafile a 16 bit che pu˛ contenere sia informazioni vettoriali sia informazioni di bitmap. ╚ ottimizzato per il sistema operativo Windows.

Vantaggi:
  • WMF Ŕ un formato standard per Windows che funziona bene in Office XP.

EPS: Encapsulated PostScript

Il formato Encapsulated PostScript Ŕ un linguaggio proprietario di descrizione della stampante in grado di descrivere sia informazioni vettoriali sia informazioni di bitmap.

Vantaggi:
  • EPS produce rappresentazioni accurate in qualsiasi stampante PostScript.
  • EPS Ŕ un formato standard industriale.
Svantaggi:
  • L'immagine visualizzata sullo schermo potrebbe non corrispondere al prodotto stampato. Le rappresentazioni su schermo potrebbero avere una risoluzione bassa, presentare un'immagine diversa o semplicemente un'immagine segnaposto.
  • I file EPS sono pensati per la stampa, non sono l'ideale per visualizzare informazioni sullo schermo.

EMF: Enhanced Metafile

Il formato Enhanced Metafile Ŕ un formato a 32 bit che pu˛ contenere sia informazioni vettoriali sia informazioni di bitmap. Rappresenta un miglioramento rispetto al metafile di Windows e contiene alcune funzioni estese, tra le quali sono incluse:

  • Informazioni di proporzionamento incorporate
  • Descrizioni incorporate salvate con il file
  • Miglioramenti a livello di tavolozze colori e indipendenza rispetto alle periferiche
Il formato EMF Ŕ estensibile, vale a dire che un programmatore pu˛ modificare le specifiche originali per aggiungere altre funzioni o per soddisfare esigenze particolari. Tale modifica pu˛ comportare un'incompatibilitÓ tra tipi diversi di immagini EMF.

Vantaggi:
  • Formato file estensibile
  • Pi¨ funzioni rispetto a WMF
Svantaggi:
  • L'estensibilitÓ genera tipi diversi di immagini EMF. Non tutti i file EMF sono compatibili con tutti i programmi che supportano il formato EMF standard.

PICT: immagine per Macintosh

PICT Ŕ un formato di metafile a 32 bit per il computer Macintosh. I file PICT utilizzano la compressione interna RLE (Run Length Encoded), che funziona sufficientemente bene e supportano la compressione JPEG se Ŕ installato QuickTime (solo per Macintosh).

Vantaggi:
  • PICT Ŕ il formato file migliore per la visualizzazione sullo schermo per i computer Macintosh.
  • PICT Ŕ il formato di stampa migliore per stampare da un Macintosh a una stampante non PostScript.
Svantaggi:
  • I tipi di carattere potrebbero non essere rappresentati correttamente se spostati da una piattaforma all'altra.
  • ╚ necessario che QuickTime sia installato perchÚ sia possibile visualizzare correttamente alcuni file PICT.

Risoluzione e intensitÓ del colore

In questa sezione vengono descritte l'intensitÓ di colore e la risoluzione appropriate per le immagini raster. Se si salvano le immagini con la risoluzione e le impostazioni di colore corrette, i file creati saranno pi¨ piccoli. File di dimensioni inferiori equivalgono a documenti e presentazioni pi¨ veloci. ╚ nell'interesse dell'utente creare immagini di piccole dimensioni, nei limiti dei requisiti dell'immagine stessa.

Visualizzazione su schermo

Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Numero di colori Per Internet Non per Internet
1 (bianco e nero) GIF a 72 pixel per pollice (ppi) GIF a 72 pixel per pollice (ppi)
16 GIF a 72 ppi GIF a 72 ppi
256 (immagine semplice)* GIF a 72 ppi GIF a 72 ppi
256 (immagine complessa)* JPEG a 72 ppi JPEG a 72 ppi
Oltre 256 JPEG o PNG a 72 ppi JPEG, PNG o TIFF a 72 ppi


NOTA: Microsoft consiglia una risoluzione di 72 pixel per pollice perchÚ la maggior parte dei monitor dispone di una risoluzione compresa tra 60 e 80 pixel per pollice. Se si salva l'immagine a una risoluzione maggiore, la visualizzazione non potrÓ essere di migliore qualitÓ perchÚ il monitor non Ŕ fisicamente in grado di visualizzare pi¨ pixel di quanti ne esistano di fatto. ╚ necessario calcolare i punti per pollice in base alle dimensioni finali dell'immagine, non in base alle dimensioni originali. Se ad esempio si esegue la digitalizzazione di un foglio di carta intestata di 8,5 x 2 pollici da utilizzare in una pagina Web la cui larghezza finale sarÓ di 2 pollici, Ŕ possibile eseguire la digitalizzazione a 72 ppi per 2 pollici, per un totale di 144 pixel. L'immagine risultante sarÓ di ottima qualitÓ quando verrÓ portata a 2 pollici e visualizzata dal monitor.

*NOTA: a 256 colori i file JPEG offrono un livello di compressione maggiore rispetto ai file GIF. La compressione JPEG, tuttavia, non riduce le dimensioni di alcuni file semplici in modo altrettanto valido della compressione GIF.

  • Se l'immagine Ŕ in scala di grigi, presenta grandi aree con un solo colore in tinta unita o aree con forti contrasti (differenze nette tra aree chiare e aree scure), scegliere il formato GIF.

  • Se l'immagine Ŕ a colori e contiene numerosi colori diversi (tonalitÓ) simili a livello di luminositÓ oppure oscuritÓ (valore), scegliere il formato JPEG perchÚ offre una compressione migliore. La compressione JPEG si basa sulla tonalitÓ e funziona bene in presenza di tonalitÓ diverse con valore simile. Non produce buoni risultati in presenza di tonalitÓ simili con valori diversi.

Prodotto stampato

Come ottenere un buon prodotto stampato Ŕ un argomento complesso da trattare a causa del grande numero di stampanti disponibili e della capacitÓ di ogni stampante di produrre stampe a colori e in scala di grigi. Il fattore principale per ottenere una buona stampa Ŕ il numero di linee per pollice (LPI, Lines Per Inch) che la stampante Ŕ in grado di fornire.

Per poter stampare a colori o in scala di grigi, la stampante deve stampare in mezzitoni. I mezzitoni sono matrici di punti sistemati in una griglia che rappresentano ogni pixel di un'immagine come una gradazione di grigio. Per ottenere il grigio scuro, i punti della griglia sono per la maggior parte pieni. Per ottenere il grigio chiaro, sono pieni solo pochi punti della griglia. L'impostazione LPI della stampante determina le dimensioni della griglia. Maggiore Ŕ l'impostazione LPI, minore sarÓ la griglia e minori saranno le gradazioni di grigio che la stampante Ŕ in grado di produrre.

Per stampare a colori, la stampante deve stampare linee sovrapposte di punti colorati. Ogni punto Ŕ posizionato a un angolo diverso rispetto agli altri ed Ŕ leggermente spostato. In tal modo i punti non si coprono completamente l'uno con l'altro. Questa misura Ŕ denominata "frequenza dello schermo" ed Ŕ rappresentata in gradi di rotazione delle linee di punti che costituiscono quel colore.

La tabella seguente consente di scegliere la risoluzione migliore per la digitalizzazione delle immagini, in punti per pollice (dpi, dots per inch).

Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Tipo di stampante Dpi della stampa LPI della stampa Ppi di digitalizzazione
Stampante laser 300 55-65 120
Stampante laser 600 65-85 150
Stampante a getto d'inchiostro 300 50-60 110
Stampante a sublimazione dei colori 300 55-70 125
FotounitÓ 1250+ 120-150 300


Per calcolare la risoluzione di digitalizzazione, moltiplicare il numero di LPI della stampante per due. Questa regola ha valore generale. Per informazioni sul numero di LPI della stampante in uso, fare riferimento alla relativa documentazione.

NOTA: quando si applica la regola generale per cui si moltiplica l'LPI per due occorre procedere per tentativi. Alcune stampanti supportano risoluzioni molto alte. Se l'immagine viene salvata a oltre 300 ppi, pu˛ occupare molto spazio su disco e rallentare gli altri processi del computer. Se in un documento sono presenti molte immagini di grandi dimensioni, il programma e il sistema operativo potrebbero bloccarsi.

L'unica eccezione a questa regola Ŕ costituita da immagini in bianco e nero pure, o immagini "line art". In queste immagini viene utilizzato 1 bit per memorizzare le informazioni sul colore. La digitalizzazione di queste immagini pu˛ essere eseguita con un rapporto 1:1. Se si dispone di una stampante a 600 dpi, acquisire queste immagini a 600 ppi in modalitÓ "Line Art".

Se si desidera ottenere un'immagine in scala di grigi o con meno di 256 colori, utilizzare il formato TIFF o GIF. Il formato TIFF Ŕ lo standard del settore delle stampanti per le immagini perchÚ non impiega la compressione con perdita di dati. Altri formati, come JPEG, utilizzano la compressione con perdita di dati. Il formato TIFF supporta inoltre vari livelli di trasparenza, che pochi altri formati sono in grado di supportare.

Se l'immagine contiene oltre 256 colori, salvarla nel formato TIFF o PNG. Se si desidera ottenere l'effetto trasparente, Microsoft consiglia il formato PNG. Se non si desidera la trasparenza, scegliere il formato TIFF.

Microsoft consiglia di salvare l'immagine alla risoluzione della stampante per le dimensioni dell'immagine finale. Si supponga ad esempio di avere della carta intestata da 8,5 x 2 pollici e di volerla stampare a 2 pollici. Se la stampante supporta 600 dpi e 85 LPI, impostare la risoluzione dell'immagine a 150 ppi a 2 pollici, per una dimensione di 300 x 71 pixel.

Glossario

  • Canale alfa: il canale alfa descrive un'area di trasparenza esistente in un'immagine che consente a uno sfondo di essere intravisto. Il canale alfa ammette oltre 64.000 livelli di trasparenza consentendo di utilizzare effetti di semitrasparenza e sfumature.
  • IntensitÓ del colore: per intensitÓ del colore si intende il numero di colori dell'immagine. Viene categorizzata in base al numero di bit. Se si utilizza un'intensitÓ del colore maggiore, l'immagine conterrÓ pi¨ colori ma le dimensioni del file aumenteranno.
    • 1 bit - Solo bianco e nero
    • 8 bit - 256 sfumature di grigio o 256 colori
    • 16 bit - 65.536 colori
    • 24 bit - 16.777.216 colori
    • 32 bit - 4.294.967.296 colori
  • Compressione: la compressione Ŕ uno schema matematico che riduce le dimensioni di un file rimuovendo le informazioni ridondanti. Esistono due tipi di compressione: senza perdita di dati e con perdita di dati.
  • Compressione, senza perdita di dati: la compressione senza perdita di dati Ŕ uno schema che punta a mantenere l'integritÓ dell'immagine originale. Quando l'immagine non Ŕ compressa, mantiene la stessa risoluzione e qualitÓ dell'immagine originale non compressa.
  • Compressione, con perdita di dati: la compressione con perdita di dati Ŕ uno schema che punta a ottenere un file di dimensioni minime, pur riducendo la qualitÓ dell'immagine. I file immagine compressi in tal modo sono pi¨ piccoli di quelli ottenuti con la compressione senza perdite, ma quando l'immagine viene decompressa una parte dei dati dell'originale viene persa e non pu˛ essere recuperata.
  • Dimensioni del file: le dimensioni sono l'elemento limitante per eccellenza quando si utilizzano file immagine. Le dimensioni dei file sono la causa pi¨ comune dei problemi che si verificano in Microsoft Office quando si utilizzano le immagini. Le dimensioni dei file sono determinate dai fattori seguenti: dimensioni dell'immagine, risoluzione, formato file, compressione e intensitÓ del colore.
  • Correzione gamma: Ŕ un metodo di correzione della luminositÓ o dell'oscuritÓ delle immagini, tale da fare in modo che le immagini appaiano con la stessa luminositÓ su qualsiasi monitor.
  • TonalitÓ: descrive la quantitÓ relativa di rosso, verde o blu di un colore. Tanto il rosa quando il cremisi, ad esempio, contengono il rosso.
  • Interlacciamento: Ŕ un metodo che consente di inviare immagini via Internet. Quando un'immagine Ŕ interlacciata, si verifica quanto segue: una volta scaricato un sessantaquattresimo dell'immagine, Ŕ possibile vederla nei suoi aspetti generali. Man mano che l'immagine viene scaricata, la risoluzione aumenta finchÚ non viene visualizzata l'immagine completa.
  • Immagine di metafile: un'immagine di metafile contiene in genere informazioni vettoriali. Pu˛ contenere qualsiasi tipo di dati di immagine, ad esempio un'immagine raster.
  • Tavolozza dei colori: Ŕ l'elenco dei colori disponibili per un'immagine in particolare. Formati file diversi hanno un numero massimo di colori diverso. Se l'immagine contiene pi¨ colori di quanti ne siano disponibili in uno specifico formato di immagine, i colori in pi¨ vengono sostituiti da colori esistenti nella tavolozza. I colori dell'immagine risultante possono apparire distorti e ci˛ viene definito "effetto tavolozza".
  • Pixel: Ŕ l'unitÓ di misura fondamentale in un'immagine basata su raster o su un monitor. Sia le immagini raster sia i monitor sono definiti da righe di punti a ciascuno dei quali pu˛ essere assegnato un colore. Tali punti sono denominati pixel.
  • Immagine raster: per immagine raster si intende un'immagine che viene visualizzata tramite la definizione di righe di punti colorati posizionati uno accanto all'altro. A ogni punto viene assegnato un singolo colore.
  • Risoluzione: Ŕ la quantitÓ di dati immagine contenuti in una specifica area dell'immagine. La risoluzione Ŕ in genere definita in pixel per pollice. Maggiore la risoluzione, pi¨ precisa e chiara Ŕ l'immagine. Aumentando la risoluzione, tuttavia, aumentano anche le dimensioni del file di un'immagine.
  • Trasparenza: Ŕ un metodo che consente ad alcune aree di un'immagine di apparire trasparenti rivelando lo sfondo. Esistono vari metodi per ottenere la trasparenza, tra cui il canale alfa.
  • Valore: Ŕ una proprietÓ che descrive la luminositÓ o l'oscuritÓ di un colore. Ad esempio il rosa e l'azzurro pastello hanno un valore simile nonostante abbiano tonalitÓ diverse.
  • Immagine vettoriale: un'immagine vettoriale Ŕ composta da aree definite da coordinate e formule matematiche. Questo formato file Ŕ pi¨ versatile rispetto a un formato immagine raster perchÚ le dimensioni delle immagini vettoriali possono essere modificate. In alcuni casi le immagini vettoriali possono essere separate in componenti pi¨ piccoli.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sui tipi di file grafici descritti in questo articolo, visitare i seguenti siti Web di altri produttori (informazioni in lingua inglese):
http://www.landfield.com/faqs/graphics/fileformats-faq/part3/

http://scantips.com

http://www.libpng.org/pub/png/

http://www.jpeg.org

http://partners.adobe.com/asn/developer/technotes.html#postscript
Microsoft fornisce informazioni su come contattare altri produttori allo scopo di facilitare l'individuazione del supporto tecnico. Queste informazioni sono pertanto soggette a modifica senza preavviso. Microsoft non si assume alcuna responsabilitÓ sull'accuratezza delle informazioni relative al contatto con altri produttori.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 320314 - Ultima modifica: domenica 24 novembre 2002 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Excel 2002 Standard Edition
  • Microsoft FrontPage 2002 Standard Edition
  • Microsoft Outlook 2002 Standard Edition
  • Microsoft PowerPoint 2002 Standard Edition
  • Microsoft Word 2002 Standard Edition
Chiavi:á
kbhowto kbdta KB320314
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com