Condivisione di uno spazio degli indirizzi SMTP in Exchange 2000 Server o in Exchange Server 2003

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 321721 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

In questo articolo viene descritto come configurare Microsoft Exchange Server 2003 o Microsoft Exchange 2000 Server per il supporto di uno spazio degli indirizzi SMTP condiviso.

Per ulteriori informazioni sulla configurazione di Exchange Server 5.5 per la condivisione dello spazio dei nomi di dominio SMTP (Simple Mail Transfer Protocol), fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
258203 Configurazione di Exchange per la condivisione dello spazio dei nomi di dominio SMTP

Informazioni

Le esigenze aziendali possono richiedere la condivisione dello stesso spazio degli indirizzi SMTP tra due o pi¨ sistemi diversi di posta elettronica. In un ambiente Exchange Server ci˛ significa che occorre condividere lo spazio degli indirizzi SMTP tra Exchange Server e un sistema di posta elettronica basato su UNIX o tra ambienti Exchange configurati in foreste Active Directory diverse. In una simile situazione gli utenti di ciascun sistema di posta elettronica hanno lo stesso suffisso di dominio nei rispettivi indirizzi di posta elettronica.

Nel presente articolo i termini "spazio degli indirizzi" e "dominio" vengono utilizzati come sinonimi in quanto viene adottata la prospettiva secondo la quale il server Exchange Ŕ il gateway SMTP in ingresso da Internet. Quando Exchange riceve un messaggio SMTP in ingresso da Internet, tenta per prima cosa di risolvere gli indirizzi di posta elettronica visualizzati nei campi dei destinatari in oggetti di Active Directory. Se tali indirizzi vengono risolti in cassette postali di Exchange, i messaggi vengono inoltrati verso le rispettive cassette postali, in caso contrario vengono inoltrati al sistema di posta elettronica con cui Ŕ condiviso lo spazio degli indirizzi SMTP. Il sistema di posta elettronica ricevente consegna quindi il messaggio a un cassetta postale locale oppure genera un messaggio di notifica sullo stato del recapito consistente in un rapporto di mancato recapito. Il sistema di posta elettronica con cui Ŕ condiviso lo spazio degli indirizzi SMTP non Ŕ in grado di inoltrare i destinatari non risolti al gateway SMTP in ingresso di Exchange. Se si configura l'ultimo sistema di posta elettronica di una catena affinchÚ i destinatari non risolti vengano inoltrati al gateway di posta elettronica in ingresso, viene a crearsi un ciclo di messaggi di posta elettronica che vengono rimbalzati continuamente da un server di posta elettronica all'altro.

Metodo 1: Condividere lo stesso spazio degli indirizzi SMTP con un sistema di posta elettronica diverso

Solo un sistema di posta elettronica pu˛ essere autorevole per un determinato spazio degli indirizzi SMTP. Se un sistema di posta elettronica non Ŕ autorevole per uno spazio degli indirizzi SMTP, la posta elettronica deve essere inoltrata a un sistema di posta elettronica che sia autorevole per lo spazio degli indirizzi SMTP, al fine di assicurare che venga generato un rapporto di mancato recapito qualora non sia possibile consegnare a un destinatario un messaggio di posta elettronica. Uno spazio degli indirizzi SMTP pu˛ essere condiviso con vari sistemi di posta elettronica diversi. In questa configurazione ciascun sistema di posta elettronica funge da collegamento in una catena di sistemi di posta elettronica. Il primo sistema di posta elettronica della catena invia i messaggi al secondo sistema e cosý via. Questo processo continua fino a quando il messaggio non viene recapitato a un destinatario o fino a quando l'ultimo sistema di posta elettronica della catena non genera un rapporto di mancato recapito del messaggio.

Exchange deve essere autorevole per lo spazio degli indirizzi SMTP primario specificato nel criterio del destinatario predefinito. Non occorre invece che Exchange sia autorevole per eventuali altri spazi degli indirizzi SMTP. In questa situazione Ŕ unicamente necessario aggiungere lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso a un altro criterio di destinatario, impostare tale spazio degli indirizzi SMTP come primario e quindi deselezionare la casella di controllo Questa organizzazione di Exchange Ŕ responsabile di tutti i recapiti a questo indirizzo nella finestra di dialogo ProprietÓ - Indirizzo SMTP.

Importante Non Ŕ possibile condividere uno spazio degli indirizzi SMTP per il quale Exchange Ŕ autorevole. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
823158 Domini autorevoli e non autorevoli in Exchange 2000 Server e in Exchange Server 2003


I criteri dei destinatari indicano gli spazi degli indirizzi SMTP per i quali Exchange Ŕ autorevole. Per stabilire se Exchange Ŕ autorevole per un determinato spazio degli indirizzi SMTP, attenersi alla procedura seguente:
  1. Nel Gestore di sistema di Exchange fare clic con il pulsante destro del mouse sul criterio del destinatario e scegliere ProprietÓ.
  2. Fare clic sulla scheda Indirizzi di posta elettronica (Criterio), scegliere un indirizzo di posta elettronica e fare clic su Modifica.
  3. Se la casella di controllo Questa organizzazione di Exchange Ŕ responsabile di tutti i recapiti a questo indirizzo Ŕ selezionata, Exchange Ŕ autorevole per lo spazio degli indirizzi SMTP. Se questa casella di controllo non Ŕ selezionata, Exchange non Ŕ autorevole per lo spazio degli indirizzi SMTP.
Per condividere lo spazio degli indirizzi SMTP con un diverso sistema di posta elettronica, attenersi alla procedura seguente.

Passaggio 1: Modificare l'indirizzo SMTP primario per il criterio del destinatario predefinito

Se si desidera condividere lo spazio degli indirizzi SMTP specificato come primario nel criterio del destinatario predefinito, Ŕ necessario creare un nuovo spazio degli indirizzi SMTP che funga da spazio degli indirizzi SMTP primario nel criterio del destinatario predefinito. Non Ŕ necessario che il nuovo spazio degli indirizzi SMTP primario sia valido nel DNS Internet. ╚ possibile utilizzare uno spazio degli indirizzi SMTP privato, ad esempio @localhost o @example.local. Questo spazio degli indirizzi Ŕ lo spazio degli indirizzi SMTP che Exchange utilizzerÓ per inoltrare i messaggi di posta elettronica interni.

Per modificare lo spazio degli indirizzi SMTP primario specificato nel criterio del destinatario predefinito, attenersi alla procedura seguente.

Nota Per impostazione predefinita, il dominio specificato al momento dell'installazione di Active Directory Ŕ lo spazio degli indirizzi SMTP per il quale Exchange Ŕ autorevole. Se tale spazio degli indirizzi SMTP non Ŕ quello che si desidera condividere, saltare i passaggi a-g e andare al "Passaggio 2: Configurare lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso". Questa procedura Ŕ valida solo se Exchange Ŕ autorevole per lo spazio degli indirizzi SMTP da condividere.
  1. Avviare il Gestore di sistema di Exchange, scegliere Criteri destinatari, fare clic con il pulsante destro del mouse su Criterio predefinito, quindi scegliere ProprietÓ.
  2. Nella finestra di dialogo ProprietÓ - Criterio predefinito fare clic sulla scheda Indirizzo di posta elettronica (Criterio), quindi scegliere Nuovo.
  3. Nella finestra di dialogo Nuovo indirizzo di posta elettronica fare clic su Indirizzo SMTP, quindi scegliere OK.
  4. Nella finestra di dialogo ProprietÓ - Indirizzo SMTP digitare lo spazio degli indirizzi SMTP per il quale Exchange deve essere autorevole. Ad esempio, digitare @example.local.
  5. Selezionare la casella di controllo Questa organizzazione di Exchange Ŕ responsabile di tutti i recapiti a questo indirizzo e quindi scegliere OK.

    Nota Lo spazio degli indirizzi di posta elettronica specificato deve essere indicato in tutti gli oggetti abilitati alla posta elettronica in Active Directory. In particolare, questo spazio degli indirizzi di posta elettronica deve essere indicato negli account utente che dispongono di cassette postali. Ci˛ consente agli utenti di accedere al server virtuale di Outlook Web Access.
  6. Fare clic sul nuovo indirizzo SMTP, quindi scegliere Imposta come principale.
  7. Rimuovere l'indirizzo SMTP da condividere dal criterio del destinatario predefinito. A questo scopo, fare clic sull'indirizzo SMTP da condividere, quindi scegliere Rimuovi.

Passaggio 2: Configurare lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso

Per configurare lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso, attenersi alla procedura seguente:
  1. Creare un nuovo criterio di destinatario per lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso. A questo scopo, fare clic con il pulsante destro del mouse su Criteri destinatari, scegliere Nuovo e quindi Criterio destinatario.
  2. Nella finestra di dialogo Nuovo criterio selezionare la casella di controllo Indirizzo di posta elettronica, quindi scegliere OK.
  3. Nella finestra di dialogo ProprietÓ digitare il nome del nuovo criterio di destinatario, scegliere Modifica e OK.

    Nota Questa operazione consente di configurare il filtro LDAP per il criterio. Inoltre Ŕ possibile modificare questo filtro in base all'ambiente d'uso.
  4. Quando viene visualizzato il seguente messaggio di errore, scegliere OK:
    La modifica di un filtro per i criteri destinatario non implica la rivalutazione automatica degli indirizzi proxy dei destinatari che potrebbero non essere pi¨ controllati dal criterio. PerchÚ questi destinatari possano ricevere proxy in base ai nuovi criteri cui ora appartengono, utilizzare Applica criterio sui criteri che influiscono su tali destinatari.
  5. Scegliere la scheda Indirizzi di posta elettronica (Criterio), quindi fare clic su Nuovo.
  6. Fare clic su Indirizzo SMTP, quindi scegliere OK.
  7. Nella casella Indirizzo digitare lo spazio degli indirizzi SMTP da condividere. Ad esempio, digitare @example.com oppure digitare @microsoft.com.
  8. Deselezionare la casella di controllo Questa organizzazione di Exchange Ŕ responsabile di tutti i recapiti a questo indirizzo e quindi scegliere OK.
  9. Fare clic sul nuovo indirizzo SMTP, quindi scegliere Imposta come principale.
  10. Scegliere OK, quindi quando viene visualizzato il seguente messaggio:
    Sono stati modificati gli indirizzi di posta elettronica di tipo [SMTP]. Si desidera aggiornare tutti gli indirizzi di posta elettronica dei destinatari in modo che corrispondano a questi nuovi indirizzi?

Passaggio 3: Modificare le proprietÓ del server virtuale SMTP per rimuovere l'inoltro dei messaggi con destinatari non risolti

A questo scopo, attenersi alla procedura seguente:
  1. Nel Gestore di sistema di Exchange espandere Gruppi amministrativi, il nome del gruppo amministrativo, Server, NomeServer, Protocolli, SMTP e infine fare clic sul server virtuale SMTP corrispondente.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Server virtuale SMTP predefinito e scegliere ProprietÓ.

    Nota Potrebbe essere necessario espandere Server virtuali SMTP per poter fare clic su Server virtuale SMTP predefinito.
  3. Fare clic sulla scheda Messaggi.
  4. Eliminare le voci visualizzate nella casella Inoltra all'host tutti i messaggi con destinatari non risolti e quindi scegliere OK.

Passaggio 4: Configurare un connettore SMTP per lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso

Dopo avere configurato lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso, Ŕ necessario specificare in quale modo Exchange deve determinare dove indirizzare i messaggi non risolti in un oggetto di Active Directory. A questo scopo creare un connettore SMTP nella cui finestra di dialogo Aggiungi spazio indirizzo sia indicato lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso. Se non si aggiunge il connettore SMTP con lo spazio degli indirizzi condiviso, qualsiasi messaggio di posta elettronica in ingresso destinato allo spazio degli indirizzi SMTP condiviso viene interpretato come un tentativo di inoltro. In una tale situazione Exchange non accetta il messaggio di posta elettronica in ingresso. Inoltre Ŕ necessario specificare un server a cui Exchange inoltrerÓ i messaggi di posta elettronica non risolti. ╚ possibile specificare questo server di destinazione utilizzandone il nome host o l'indirizzo IP.

Per configurare il connettore SMTP, attenersi alla procedura seguente:
  1. Nel Gestore di sistema di Exchange fare clic con il pulsante destro del mouse su Connettori, scegliere Nuovo e quindi Connettore SMTP.
  2. Nella finestra di dialogo ProprietÓ, digitare il nome del nuovo connettore nella casella Nome.
  3. Fare clic su Inoltra posta tramite il connettore al seguente SmartHost, quindi digitare il nome host o l'indirizzo IP del computer di destinazione. ╚ necessario racchiudere il nome host o l'indirizzo IP tra parentesi quadre ([ ]). Se ad esempio l'indirizzo IP del computer di destinazione Ŕ 192.168.1.10, digitare [192.168.1.10].

    Il computer riceverÓ tutti i messaggi di posta elettronica non risolti in oggetti di Active Directory.
  4. Scegliere Aggiungi, fare clic su un server di Exchange nella finestra di dialogo Aggiungi testa di ponte, quindi scegliere OK.
  5. Fare clic sulla scheda Spazio indirizzo, scegliere Aggiungi, fare clic su SMTP nella finestra di dialogo Aggiungi spazio indirizzo, quindi scegliere OK.
  6. Digitare lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso nella casella Dominio posta elettronica della finestra di dialogo ProprietÓ spazio indirizzo Internet. Quando si digita lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso, non includervi il simbolo @. Ad esempio, digitare example.com nella casella Dominio posta elettronica. Quindi, scegliere OK.
  7. Selezionare la casella di controllo Consenti l'inoltro dei messaggi ai domini.

    Nota PoichÚ Exchange deve ricevere anche i messaggi per lo spazio condiviso degli indirizzi di posta elettronica, Ŕ necessario consentire l'inoltro dei messaggi a questo dominio. Questa impostazione consente a tutti i server virtuali SMTP elencati in Teste di ponte locali nella scheda Generale di accettare i messaggi per lo spazio condiviso degli indirizzi di posta elettronica.
  8. Scegliere OK.

Passaggio 5: Riavviare i servizi di routing e SMTP

A questo scopo, attenersi alla procedura seguente:
  1. Nello snap-in Servizi, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare services.msc, quindi scegliere OK.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Microsoft Exchange - Modulo di routing e quindi scegliere Arresta.
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Microsoft Exchange - Modulo di routing e quindi scegliere Avvia.
  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Simple Mail Transport Protocol (SMTP) e quindi scegliere Arresta.
  5. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Simple Mail Transport Protocol (SMTP) e quindi scegliere Avvia.
  6. Chiudere lo snap-in Servizi.
Dopo aver configurato queste impostazioni, Exchange Ŕ in grado di inoltrare i messaggi a un sistema di messaggistica diverso che condivide lo stesso spazio dei nomi di dominio SMTP.

Metodo 2: Condividere lo spazio degli indirizzi SMTP utilizzando i contatti per reindirizzare la posta elettronica a un sistema di posta elettronica remoto

Exchange Ŕ in grado di condividere uno spazio degli indirizzi SMTP comune con diversi sistemi di posta elettronica utilizzando i contatti e i connettori SMTP per determinare il percorso dei messaggi di posta elettronica. La parte dell'attributo targetAddress di un contatto relativa al dominio determina il sistema di posta elettronica di destinazione. Gli indirizzi di posta elettronica visualizzati nella scheda Indirizzi di posta elettronica del contatto determinano gli indirizzi di posta elettronica che verranno risolti nel contatto stesso. Utilizzando queste informazioni Exchange Ŕ in grado di indirizzare il messaggio di posta elettronica al corretto targetAddress. L'attributo targetAddress corrisponde all'indirizzo di posta elettronica indicato nella scheda Generale del contatto. L'attributo targetAddress viene inoltre utilizzato come indirizzo SMTP primario del contatto. L'indirizzo SMTP primario Ŕ segnalato dall'acronimo "SMTP" in grassetto maiuscolo prima dell'indirizzo di posta elettronica SMTP particolare.

Quando un sistema Exchange riceve un messaggio di posta elettronica SMTP, esegue una query su Active Directory per cercare di risolvere nell'indirizzo di posta elettronica di un oggetto di Active Directory l'indirizzo di posta elettronica indicato nel campo del destinatario del messaggio. Se viene trovata una corrispondenza, il messaggio viene inviato all'indirizzo di posta elettronica specificato nell'attributo targetAddress dell'oggetto. Ai fini di questo articolo, tale indirizzo di posta elettronica Ŕ quello presente in un sistema di posta elettronica remoto che ha un dominio SMTP univoco.

Questa funzionalitÓ di inoltro consente a Exchange di fungere da commutatore di posta per i domini SMTP ospitati da vari sistemi di posta elettronica. Il contatto ha un indirizzo SMTP primario che corrisponde al sistema di messaggistica remoto e un indirizzo SMTP secondario che corrisponde al dominio SMTP del sistema Exchange. I connettori SMTP configurati per l'utilizzo degli spazi degli indirizzi specifici del dominio del sistema di posta elettronica remoto vengono utilizzati per indirizzare la posta elettronica ai sistemi di posta elettronica remoti.

Gli account utente del sistema di posta elettronica remoto devono avere un indirizzo di posta elettronica SMTP primario che corrisponde allo spazio degli indirizzi SMTP condiviso e un indirizzo di posta elettronica SMTP secondario che corrisponde all'indirizzo di posta elettronica SMTP primario, noto anche come attributo targetAddress, del contatto in Active Directory.

In questa situazione, si verificano le seguenti operazioni di scambio di posta elettronica:
  1. Quando un utente del sistema di posta elettronica remoto invia un messaggio di posta elettronica in Internet, la parte dell'indirizzo per la risposta relativa al dominio corrisponde all'indirizzo di posta elettronica SMTP secondario del contatto in Active Directory.
  2. Quando l'utente Internet risponde, il messaggio viene indirizzato al server di Exchange.
  3. Quando Exchange riceve il messaggio, l'indirizzo di posta elettronica viene risolto nell'indirizzo SMTP secondario del contatto in Active Directory.
  4. Exchange inoltra il messaggio all'indirizzo di posta elettronica SMTP primario del contatto in Active Directory, ossia all'attributo targetAddress del contatto. Pertanto, il messaggio di posta elettronica viene inoltrato al sistema di posta elettronica remoto.
Per utilizzare i contatti per reindirizzare la posta elettronica a un sistema di posta elettronica remoto, attenersi alla procedura seguente.

Passaggio 1: Configurare i criteri dei destinatari per l'utilizzo con i contatti

Exchange accetta i messaggi di posta elettronica per qualsiasi spazio degli indirizzi SMTP configurato in un criterio di destinatario. Per aggiungere un dominio SMTP remoto a un criterio di destinatario, attenersi alla procedura seguente.

Nota Questo criterio di destinatario utilizza un regola di filtro NULL. Tale regola Ŕ accettabile perchÚ si utilizza il valore targetAddress corretto quando si aggiungono i contatti ad Active Directory. Una regola di filtro NULL impedisce inoltre al Servizio aggiornamento destinatari di indicare negli oggetti di Exchange lo spazio degli indirizzi SMTP del sistema di posta elettronica remoto.
  1. Nel Gestore di sistema di Exchange espandere Destinatari, fare clic con il pulsante destro del mouse su Criteri destinatari, scegliere Nuovo e quindi Criterio destinatario.
  2. Nella finestra di dialogo Nuovo criterio selezionare la casella di controllo Indirizzi di posta elettronica, quindi scegliere OK.
  3. Nella finestra di dialogo ProprietÓ digitare il nome del criterio di destinatario, quindi scegliere Modifica.
  4. Nella finestra di dialogo relativa all'individuazione dei destinatari di Exchange deselezionare tutte le caselle di controllo della scheda Generale, quindi scegliere OK.
  5. Quando viene visualizzato il seguente messaggio di errore, scegliere OK:
    Selezionare almeno un tipo di destinatario.

    ID: c103a06e
    Microsoft Active Directory - Estensione di Exchange
  6. Quando viene visualizzato il seguente messaggio di errore, scegliere OK:
    La modifica di un filtro per i criteri destinatario non implica la rivalutazione automatica degli indirizzi proxy dei destinatari che potrebbero non essere pi¨ controllati dal criterio. PerchÚ questi destinatari possano ricevere proxy in base ai nuovi criteri cui ora appartengono, utilizzare Applica criterio sui criteri che influiscono su tali destinatari.
  7. Scegliere la scheda Indirizzi di posta elettronica (Criterio), quindi fare clic su Nuovo.
  8. Nella finestra di dialogo Nuovo indirizzo di posta elettronica fare clic su Indirizzo SMTP, quindi scegliere OK.
  9. Nella finestra di dialogo ProprietÓ - Indirizzo SMTP, digitare il dominio SMTP del sistema di posta elettronica remoto nella casella Indirizzo. Nel digitare il dominio SMTP nella casella Indirizzo occorre includere il simbolo @. Se ad esempio il dominio SMTP remoto Ŕ example.com, digitare @example.com nella casella Indirizzo. Quindi, scegliere OK.
  10. Deselezionare la casella di controllo Questa organizzazione di Exchange Ŕ responsabile di tutti i recapiti a questo indirizzo e quindi scegliere OK.
  11. Selezionare la casella di controllo del nuovo dominio SMTP creato nel passaggio i.
  12. Eseguire i passaggi g-k per creare altri domini SMTP qualora siano presenti ulteriori domini SMTP remoti.
  13. Scegliere OK e quindi No quando viene chiesto di aggiornare gli indirizzi di posta elettronica dei destinatari.

Passaggio 2: Aggiungere contatti ad Active Directory per rappresentare gli utenti remoti

╚ possibile aggiungere contatti ad Active Directory utilizzando uno o pi¨ dei metodi seguenti:
  • Mediante lo strumento Utenti e computer di Active Directory
  • Mediante lo strumento Csvde.exe
  • Mediante lo strumento Ldifde.exe
  • Mediante l'aggiunta dei contatti a livello di programmazione
PoichÚ per aggiungere i contatti ad Active Directory mediante lo strumento Utenti e computer di Active Directory potrebbe occorrere molto tempo, Ŕ consigliabile ricorrere allo strumento Csvde.exe per aggiungere i contatti ad Active Directory. Quando si utilizza Csvde.exe, Ŕ possibile modificare il file di importazione mediante Microsoft Excel. Lo strumento Csvde.exe Ŕ incluso in Microsoft Windows Server 2003 e in Microsoft Windows 2000 Server.

╚ possibile utilizzare lo strumento Csvde.exe per aggiungere facilmente molti contatti ad Active Directory. Lo strumento Csvde.exe utilizza un formato di file separato da virgole che utilizza la prima riga come intestazione. Questa intestazione contiene un elenco separato da virgole di attributi di Active Directory. Nel seguente file di esempio con intestazione viene illustrato il set di attributi minimo necessario per creare un contatto abilitato alla posta elettronica:
objectClass,dn,name,cn,sn,givenName,displayName,proxyAddresses,targetAddress,mail,mailnickname
Ogni set di valori separati da virgole per l'intestazione deve trovarsi su una sola riga nel file di importazione di Csvde.exe. Inoltre anche ciascun set di valori separati da virgole relativo a ciascun contatto deve trovarsi su un'unica riga del file di importazione di Csvde.exe.

Importante L'attributo mailnickname Ŕ importante. Senza l'attributo mailnickname la scheda Indirizzi di posta elettronica non viene visualizzata nella finestra di dialogo NomeUtente - ProprietÓ relativa all'utente in Utenti e computer di Active Directory.

Nell'esempio seguente viene illustrato l'utilizzo dell'intestazione insieme con valori di esempio per un contatto SMTP:
objectClass,dn,name,cn,sn,givenName,displayName,proxyAddresses,targetAddress,mail,mailnickname contact,"cn=Internet User,ou=internet users,dc=xo,dc=one",Internet User,Internet User,User,Internet,Internet User,SMTP:internetUser@remote.domain; smtp:internetuser@xo.one,SMTP:internetUser@remote.domain,internetUser@remote.domain,internetuser
Dopo avere aggiunto gli attributi dei contatti al file di importazione, utilizzare la seguente riga di comando per importare i contatti in Active Directory.

Nota L'attributo DN del contatto determina l'unitÓ organizzativa a cui il contatto viene aggiunto.
csvde ?I ?f NomeFileImportazione.csv

Passaggio 3: Modificare le proprietÓ del server virtuale SMTP per rimuovere l'inoltro dei messaggi con destinatari non risolti

A questo scopo, attenersi alla procedura seguente:
  1. Nel Gestore di sistema di Exchange espandere Gruppi amministrativi, il nome del gruppo amministrativo, Server, NomeServer, Protocolli, SMTP e infine fare clic sul server virtuale SMTP corrispondente.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Server virtuale SMTP predefinito e scegliere ProprietÓ.

    Nota Potrebbe essere necessario espandere Server virtuali SMTP per poter fare clic su Server virtuale SMTP predefinito.
  3. Fare clic sulla scheda Messaggi.
  4. Rimuovere le voci visualizzate nella casella Inoltra all'host tutti i messaggi con destinatari non risolti e quindi scegliere OK.

Passaggio 4: Creare un connettore SMTP per indirizzare la posta elettronica al sistema di posta elettronica remoto

Per creare un connettore SMTP con cui indirizzare i messaggi di posta elettronica a un sistema di posta elettronica remoto, attenersi alla procedura seguente:
  1. Nel Gestore di sistema di Exchange fare clic con il pulsante destro del mouse su Connettori, scegliere Nuovo e quindi Connettore SMTP.
  2. Nella finestra di dialogo ProprietÓ, digitare il nome del nuovo connettore nella casella Nome.
  3. Fare clic su Inoltra posta tramite il connettore al seguente SmartHost, quindi digitare il nome host o l'indirizzo IP del computer di destinazione. ╚ necessario racchiudere il nome host o l'indirizzo IP tra parentesi quadre ([ ]). Se ad esempio l'indirizzo IP del computer di destinazione Ŕ 192.168.1.10, digitare [192.168.1.10].

    Il computer riceverÓ tutti i messaggi di posta elettronica non risolti in oggetti di Active Directory.
  4. Scegliere Aggiungi, fare clic su un server di Exchange nella finestra di dialogo Aggiungi testa di ponte, quindi scegliere OK.
  5. Fare clic sulla scheda Spazio indirizzo, scegliere Aggiungi, fare clic su SMTP nella finestra di dialogo Aggiungi spazio indirizzo, quindi scegliere OK.
  6. Digitare lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso nella casella Dominio posta elettronica della finestra di dialogo ProprietÓ spazio indirizzo Internet. Quando si digita lo spazio degli indirizzi SMTP condiviso, non includervi il simbolo @. Ad esempio, digitare example.com nella casella Dominio posta elettronica. Quindi, scegliere OK.
  7. Selezionare la casella di controllo Consenti l'inoltro dei messaggi ai domini.

    Nota PoichÚ Exchange deve ricevere anche i messaggi per il dominio degli indirizzi di posta elettronica condiviso, Ŕ necessario consentire l'inoltro dei messaggi a questo dominio. Questa impostazione consente a tutti i server virtuali SMTP elencati in Teste di ponte locali nella scheda Generale di accettare i messaggi per il dominio degli indirizzi di posta elettronica condiviso.
  8. Scegliere OK.
  9. Eseguire i passaggi a-h per creare un connettore SMTP per ogni dominio di posta elettronica SMTP remoto.

    Nota Se un server di posta elettronica remoto indirizza la posta elettronica per tutti i domini remoti di posta elettronica SMTP, Ŕ sufficiente aggiungere tutti i domini SMTP remoti nella scheda Spazio indirizzo di un unico connettore SMTP.

Passaggio 5: Riavviare i servizi di routing e SMTP

A questo scopo, attenersi alla procedura seguente:
  1. Nello snap-in Servizi, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare services.msc, quindi scegliere OK.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Microsoft Exchange - Modulo di routing e quindi scegliere Arresta.
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Microsoft Exchange - Modulo di routing e quindi scegliere Avvia.
  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Simple Mail Transport Protocol (SMTP) e quindi scegliere Arresta.
  5. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Simple Mail Transport Protocol (SMTP) e quindi scegliere Avvia.
  6. Chiudere lo snap-in Servizi.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 321721 - Ultima modifica: lunedý 3 dicembre 2007 - Revisione: 7.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition
  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
  • Microsoft Windows Small Business Server 2003 Premium Edition
  • Microsoft Windows Small Business Server 2003 Standard Edition
Chiavi:á
kbinfo KB321721
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com