HOW TO: Eseguire la migrazione di un'infrastruttura DNS esistente da un server basato su BIND a un server DNS basato su Windows Server 2003

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 323419 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questa guida dettagliata viene descritto come sostituire un'infrastruttura DNS (Domain Name System) esistente con una nuova infrastruttura DNS di Windows Server 2003. Il processo comprende l'installazione e la configurazione del server DNS basato su Windows Server 2003 per eseguire la risoluzione dei nomi e gli aggiornamenti dinamici, in modo da consentire la centralizzazione delle risorse e dei server. Si utilizzeranno inoltre i trasferimenti di zona per la migrazione delle zone server basate su BIND al server DNS basato su Windows Server 2003. Verificare l'esistenza delle seguenti condizioni:
  • Nel computer Ŕ in esecuzione Windows Server 2003, Standard Edition o Windows Server 2003, Enterprise Edition e il sistema Ŕ configurato come server membro o controller di dominio in un dominio di Windows Server 2003.
  • Si dispone dell'accesso diretto alla console del computer oppure dell'accesso attraverso l'amministrazione di Servizi terminal.
  • Si effettua l'accesso al computer locale come membro del gruppo Administrators.

Installazione e configurazione di un server DNS basato su Windows Server 2003

Prima di poter eseguire la migrazione di servizi DNS da un server DNS in cui sia in esecuzione un'altra implementazione di server DNS, come avviene ad esempio con il software BIND (Berkeley Internet Name Domain), Ŕ necessario:
  • Installare il servizio DNS di Windows Server 2003 su un computer in cui sia in esecuzione Windows Server 2003, Standard Edition o Windows Server 2003, Enterprise Edition o Windows 2003 Advanced Server.
  • Configurare il servizio DNS di Windows Server 2003.
In questa sezione vengono descritte le procedure per installare e configurare il servizio DNS di Windows Server 2003.

Installare manualmente il servizio DNS di Windows Server 2003

Prima di configurare il servizio DNS, Ŕ necessario installarlo nel server. ╚ possibile installare il servizio DNS durante l'installazione iniziale di Windows Server 2003 oppure in un secondo tempo. Se si utilizza l'Installazione guidata di Active Directory, Ŕ possibile installare e configurare il servizio DNS durante la configurazione del controller di dominio.

Per installare il servizio DNS in un'installazione esistente di Windows Server 2003, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Pannello di controllo, fare clic su Installazione applicazioni, quindi scegliere Installazione componenti di Windows.
  2. Nell'Aggiunta guidata componenti di Windows scegliere Servizi di rete (fare clic sul nome, non sulla casella di controllo) nella casella Componenti, quindi fare clic su Dettagli.
  3. Nella finestra di dialogo Servizi di rete selezionare la casella di controllo Domain Name System (DNS), se non ancora selezionata, quindi scegliere OK.
  4. Nell'Aggiunta guidata componenti di Windows scegliere Avanti per avviare il programma di installazione di Windows Server 2003. Inserire il CD di Windows Server 2003 nell'unitÓ CD-ROM o DVD-ROM del computer in uso, se viene richiesto.

    Il programma di installazione copia nel computer i file del servizio DNS e dello strumento.
  5. Al termine dell'installazione, scegliere Fine.
Per installare il servizio DNS durante l'installazione iniziale di Windows Server 2003, Standard Edition o di Windows Server 2003, Enterprise Edition seguire i passaggi 2 e 3 quando viene richiesto di installare e configurare componenti di Windows.

Per poter funzionare correttamente un server DNS richiede una zona di ricerca diretta contenente i record di tipo locator per il dominio locale del server DNS. Una zona di ricerca diretta contiene le informazioni per risolvere i nomi delle risorse di un dominio DNS. Potrebbe essere utile configurare una zona di ricerca inversa che consenta agli utenti di determinare il nome di una risorsa locale in base all'indirizzo IP.

Configurare il servizio DNS di Windows Server 2003

Per configurare il servizio DNS di Windows Server 2003 utilizzando la Configurazione guidata server DNS, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su DNS per aprire lo snap-in MMC di DNS.
  2. Nel riquadro di esplorazione fare clic sull'oggetto Server DNS del server in uso, fare clic sull'oggetto server con il pulsante destro del mouse, quindi scegliere Configurazione server DNS per avviare la Configurazione guidata server DNS.
  3. Scegliere Avanti, selezionare una delle seguenti opzioni, quindi scegliere Avanti:
    • Creazione di una zona di ricerca diretta (consigliata per reti di piccole dimensioni)
      Il server Ŕ ritenuto di fiducia per i nomi DNS delle risorse locali ma inoltra tutte le altre richieste a un ISP o ad altri server DNS. Verranno configurati i parametri principali, ma non verranno create zone di ricerca inversa.
    • Creazione di zone di ricerca diretta e inversa (consigliata per reti di grandi dimensioni)
      Il server pu˛ essere ritenuto di fiducia per le zone di ricerca diretta e inversa e pu˛ essere configurato per l'esecuzione di risoluzioni ricorsive, l'inoltro di query ad altri server DNS o per entrambe le operazioni. Verranno configurati i parametri principali.
    • Configurazione dei parametri principali (consigliata solo per utenti esperti)
      VerrÓ effettuata soltanto la configurazione dei parametri principali. In seguito, sarÓ possibile configurare le zone di ricerca diretta e inversa e i server d'inoltro.
  4. Se Ŕ stata selezionata l'opzione Creazione di una zona di ricerca diretta o Creazione di zone di ricerca diretta e inversa nel passaggio 3, utilizzare una delle procedure seguenti per completare questi passaggi.

Creare una zona di ricerca diretta

Se si crea una zona di ricerca diretta, Ŕ possibile utilizzare il server per gestire la zona oppure utilizzare il servizio DNS del provider di servizi Internet (ISP). In questo caso, nel server locale viene mantenuta una copia della zona scaricata dall'ISP. Con la seguente procedura viene creata una zona di ricerca diretta gestita dal server:
  1. Scegliere Questo server gestirÓ la zona, quindi fare clic su Avanti.
  2. Nella casella Nome zona digitare il nome della zona. Assicurarsi che il nome sia lo stesso nome di dominio completo (FQDN) del dominio DNS per il quale la zona Ŕ considerata di fiducia. Scegliere Avanti.
  3. Scegliere una delle seguenti tre opzioni:
    1. Fare clic su Consenti soltanto aggiornamenti dinamici protetti se la zona Ŕ integrata in Active Directory.
    2. Fare clic su Consenti qualsiasi aggiornamento dinamico per tutti gli altri tipi di zona, ovvero le zone che non sono necessariamente integrate in Active Directory.
    3. Fare clic su Non consentire aggiornamenti dinamici se tutti gli aggiornamenti di questa zona dovranno essere effettuati manualmente. Scegliere Avanti.
  4. Scegliere Sý, inoltra le query ai server DNS con i seguenti indirizzi IP per inoltrare le query per i nomi esterni alla rete a un altro server DNS su Internet. Questa opzione viene utilizzata di solito se per le query di risoluzione dei nomi esterni si utilizza il server DNS dell'ISP. Digitare l'indirizzo IP del server DNS di inoltro.

    Se non si desidera risolvere i nomi all'esterno della rete inoltrando le query a un server esterno, fare clic su No, non inoltrare le query. Scegliere Avanti, quindi Fine.

Creare zone di ricerca diretta e inversa

Per configurare le zone di ricerca diretta e inversa, attenersi alla seguente procedura:
  1. Scegliere Creazione di zone di ricerca diretta e inversa (consigliata per reti di grandi dimensioni), quindi Avanti.
  2. Scegliere Sý, crea una zona di ricerca diretta (scelta consigliata), quindi Avanti.
  3. Scegliere Zona primaria, selezionare la casella di controllo Archivia la zona in Active Directory (disponibile solo se il server DNS Ŕ un controller di dominio), quindi scegliere Avanti.
  4. Fare clic sull'opzione corretta per l'ambito di replica, quindi scegliere Avanti.
  5. Nella casella Nome zona digitare il nome della zona. Assicurarsi che il nome sia lo stesso nome di dominio completo (FQDN) del dominio DNS per il quale la zona Ŕ considerata di fiducia. Scegliere Avanti.
  6. Scegliere una delle seguenti tre opzioni:
    1. Scegliere Consenti soltanto aggiornamenti dinamici protetti se la zona Ŕ integrata in Active Directory.
    2. Scegliere Consenti qualsiasi aggiornamento dinamico per tutti gli altri tipi di zona, ovvero le zone che potrebbero non essere integrate in Active Directory.
    3. Scegliere Non consentire aggiornamenti dinamici se tutti gli aggiornamenti di questa zona dovranno essere effettuati manualmente.
    4. Scegliere Avanti.
  7. Scegliere Sý, crea una zona di ricerca diretta, quindi Avanti.
  8. Scegliere Zona primaria, selezionare la casella di controllo Archivia la zona in Active Directory (disponibile solo se il server DNS Ŕ un controller di dominio), quindi scegliere Avanti.
  9. Fare clic sul metodo di replica della zona corretto, quindi scegliere Avanti.
  10. Fare clic su ID di rete e digitare la parte dell'ID di rete dell'indirizzo IP esposta a Internet. Ad esempio, se l'indirizzo IP Ŕ 10.10.10.10 e la subnet mask Ŕ 255.255.255.0, la parte dell'ID di rete dell'indirizzo IP sarÓ 10.10.10. Fare clic su Avanti.Per ulteriori informazioni sulle zone di ricerca inversa, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito:
    164213 Description of DNS Reverse Lookups
  11. Fare clic sul metodo di aggiornamento dinamico della zona corretto, quindi scegliere Avanti.
  12. Fare clic su Sý, inoltra le query ai server DNS con i seguenti indirizzi IP per inoltrare le query per i nomi esterni alla rete a un altro server DNS su Internet. Questa opzione viene utilizzata di solito se per le query di risoluzione dei nomi esterni si utilizza il server DNS dell'ISP. Digitare l'indirizzo IP del server DNS di inoltro nell'area sottostante.

    Se si preferisce non risolvere i nomi all'esterno della rete inoltrando le query a un server esterno, fare clic su No, non inoltrare le query. Fare clic su Avanti, quindi su Fine.

Utilizzo dei trasferimenti di zona per eseguire la migrazione delle zone server basate su BIND ai server DNS basati su Windows Server 2003

Per il processo di migrazione delle zone server basate su BIND ai server DNS Windows Server 2003 Ŕ necessario eseguire le seguenti operazioni:
  • Aggiungere zone secondarie a DNS Windows Server 2003 per tutte le zone esistenti dell'organizzazione ospitate su server DNS basati su BIND.
  • Iniziare trasferimenti di zona sul server DNS basato su Windows Server 2003 per trasferire le zone dai server basati su BIND.
  • Convertire queste zone secondarie in zone primarie, dopo avere completato i trasferimenti.
  • Modificare le configurazioni dei client in modo che si riferiscano ai server DNS basati su Windows 2003.

Aggiungere una zona secondaria a un server DNS basato su Windows Server 2003

Per aggiungere una zona secondaria a un server DNS basato su Server Windows 2003, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su DNS.
  2. Nel riquadro di spostamento espandere il server DNS, fare clic con il pulsante destro del mouse su Zone di ricerca diretta, quindi fare clic su Nuova zona per avviare la Creazione guidata nuova zona. Scegliere Avanti.
  3. Scegliere Zona secondaria, quindi fare clic su Avanti. Digitare il nome della zona secondaria nella casella Nome, quindi scegliere Avanti.
  4. Nella casella Indirizzo IP digitare l'indirizzo IP del server DNS da cui si desidera copiare la zona. Scegliere Aggiungi, quindi fare clic su Avanti.
  5. Scegliere Fine.

Iniziare un trasferimento di zona per una zona secondaria

Per iniziare un trasferimento di zona per una zona secondaria, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su DNS.
  2. Nel riquadro di spostamento espandere il server DNS, espandere la cartella Zone di ricerca diretta, quindi individuare la zona secondaria per la quale si desidera iniziare il trasferimento dei dati.
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla zona e quindi scegliere Trasferisci dal master.

Cambiare il tipo di zona

Per cambiare il tipo di zona:
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione, quindi DNS.
  2. Nel riquadro di spostamento espandere il server DNS, espandere la cartella Zone di ricerca diretta e individuare la zona secondaria che si desidera modificare.
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla zona e quindi scegliere ProprietÓ. Fare clic su Cambia per visualizzare la finestra di dialogo Cambia tipo zona.
  4. Selezionare il tipo di zona in cui si desidera convertire questa zona secondaria, quindi scegliere OK.



ProprietÓ

Identificativo articolo: 323419 - Ultima modifica: sabato 28 febbraio 2004 - Revisione: 5.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86)
Chiavi:á
kbhowtomaster kbdns kbenv kbnetwork KB323419
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com