Come forzare Aggiornamenti automatici 2.2 a eseguire un ciclo di rilevamento

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 326693 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Per impostazione predefinita, il client Aggiornamenti automatici 2.2 effettua un ciclo di rilevamento ogni 17-22 ore. In questo articolo viene descritto come forzarlo a eseguire un ciclo di rilevamento ogni volta che è necessario.

Informazioni

Per forzare il client Aggiornamenti automatici a eseguire un ciclo di rilevamento, attenersi alla seguente procedura:
  1. Eseguire Gpedit.msc per configurare il percorso del server che esegue Software Update Services utilizzando i criteri di gruppo locali. Configurare solo il criterio "Specificare la posizione del servizio di aggiornamento Microsoft nella rete Intranet". Non configurare invece il criterio "Configura Aggiornamenti automatici". Questo consente di attivare o disattivare il servizio utilizzando il Pannello di controllo.

    NOTA: se le impostazioni dei criteri vengono applicate dal livello di dominio, non potranno essere sovrascritte dai criteri di gruppo locali.
  2. Se il client è basato su Microsoft Windows 2000, avviare lo strumento Aggiornamenti automatici nel Pannello di controllo. Se il client è basato su Microsoft Windows XP, fare clic con il pulsante destro del mouse su Risorse del computer, scegliere Proprietà, quindi scegliere la scheda Aggiornamenti automatici.
  3. Impostare le opzioni come desiderato. Deselezionare la casella di controllo Abilita aggiornamenti automatici, quindi scegliere Applica.
  4. Attendere alcuni secondi, selezionare la casella di controllo Abilita aggiornamenti automatici, quindi scegliere OK. Questo consentirà di forzare un ciclo di rilevamento.
Una volta svolta questa procedura, un ciclo di rilevamento dovrebbe essere svolto in 5-10 minuti. Per verificare che venga effettuato un ciclo di rilevamento, attenersi alla seguente procedura:
  1. Avviare Regedit.exe. Individuare e fare clic sulla seguente chiave di registro:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\WindowsUpdate\Auto Update
  2. Verificare che il valore di AUState sia 2.
  3. Visualizzare il valore di DetectionStartTime. L'indicatore orario dovrebbe corrispondere all'incirca all'ora in cui la funzione di aggiornamento automatico è stata eseguita l'ultima volta.
  4. Il valore di DetectionStartTime verrà eliminato dopo l'esecuzione del ciclo di rilevamento. Questa operazione può richiedere dai 5 ai 10 minuti e solitamente viene eseguita in meno di 5 minuti.
  5. Visualizzare il file registro per cercare voci che indichino l'avvenuto contatto con il server che esegue Software Update Services.
Importante Le procedure descritte in questo articolo funzionano solo se il client Aggiornamenti automatici è stato configurato manualmente, mentre non funzionano se è stato configurato utilizzando un'impostazione dei criteri di gruppo. In quest'ultimo caso, non sarà possibile modificare l'impostazione del client senza prima rimuovere quest'ultimo dall'unità organizzativa a cui il criterio è stato applicato.

Proprietà

Identificativo articolo: 326693 - Ultima modifica: venerdì 6 febbraio 2004 - Revisione: 4.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Software Update Services 1.0 alle seguenti piattaforme
    • Microsoft Windows XP Tablet PC Edition
    • Microsoft Windows XP Professional
    • Microsoft Windows XP Media Center Edition
    • Microsoft Windows XP Home Edition
    • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
    • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
    • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
    • Microsoft Windows 2000 Server
Chiavi: 
kbinfo kbenv KB326693
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com