INFORMAZIONI: Modifiche in Gestione messaggi WM_TIMER

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 328665 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Questo articolo è stato archiviato. L?articolo, quindi, viene offerto ?così come è? e non verrà più aggiornato.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

La funzione di SetTimer crea un timer con un valore di timeout specificato e non può essere utilizzata per associare un timer con una finestra appartenente a un altro processo. Il sistema operativo mantiene un elenco interno dei timer creati con la funzione SetTimer.

Quando due processi in esecuzione sul desktop interattivo dispone di privilegi diversi, è possibile che il processo con privilegi inferiori inserire un messaggio WM_TIMER con un puntatore a una routine di callback in una finestra creata da un processo con privilegi superiori. La routine di callback viene eseguita con i privilegi del servizio con privilegi superiori.

Per impostazione predefinita, tutti i servizi sul desktop interattivo sono di pari livello e, come descritto in articolo Q327618, dovrebbe hanno gli stessi privilegi. Tuttavia, consentendo un processo per imporre una funzione di callback in un altro processo consentono un semplice utilizzo improprio servizi eseguiti con privilegi aggiuntivi. Inoltre, non vi è alcun motivo per i servizi per poter problema timer funzioni per altri processi.

Dopo l'installazione di Windows XP Service Pack 1, i messaggi WM_TIMER sono gestiti in modo diverso. La modifica impedisce la gestione dei messaggi WM_TIMER generati in questo modo (come descritto in precedenza in questo articolo) per la convalida del contenuto del messaggio WM_TIMER durante l'elaborazione da DispatchMessage. Per convalidare un timer, DispatchMessage verifica che la routine di richiamata presente nell'elenco timer e che il timer è stato creato dal processo chiamante.

importante : questa modifica non modifica le raccomandazioni Q327618 Knowledge Base riportato di seguito vengono apportate. Sebbene questa modifica rendere più difficile per un servizio per utilizzare i privilegi di un altro servizio, la modifica non rende impossibile. Come prima, tutti i servizi sul desktop interattivo sono di pari livello e infine possono effettuare richieste reciproca.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
327618INFORMAZIONI: Protezione, servizi e sul desktop interattivo
Per ulteriori informazioni su un difetto di architettura previsto in Windows, visitare il seguente sito Web:
http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc750553.aspx
Per ulteriori informazioni sui timer, vedere la documentazione di Platform SDK sulla funzione SetTimer.

Proprietà

Identificativo articolo: 328665 - Ultima modifica: mercoledì 26 febbraio 2014 - Revisione: 4.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Win32 Application Programming Interface alle seguenti piattaforme
    • the operating system: Microsoft Windows XP SP1
Chiavi: 
kbnosurvey kbarchive kbmt kbfix kbinfo kbqfe kbwndw KB328665 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 328665
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com