L'impostazione di proprietÓ della metabase DisableSocketPooling non ha alcun effetto

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 813368 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sintomi

Quando si avvia Internet Information Services (IIS) 6.0 in Microsoft Windows Server 2003, IIS si associa a tutti gli indirizzi IP sul server, non solo gli indirizzi IP vengono assegnati ai siti Web. Potrebbe essere vero anche se Ŕ necessario impostare la proprietÓ della metabase DisableSocketPooling su true.

Cause

Per consentire correttamente alle applicazioni di utilizzare la stessa porta su indirizzi IP diversi, Ŕ necessario utilizzare una nuova utilitÓ, Httpcfg.exe. Httpcfg.exe si trova in CD di Windows Server 2003 nella directory Support\Tools come parte del file Support.cab.

Risoluzione

Per installare strumenti di supporto Microsoft Windows

  1. Inserire il CD di Windows Server 2003 nell'unitÓ CD-ROM o DVD-ROM.
  2. Quando viene aperto il CD, fare clic su Esegui altre operazioni .
  3. Fare clic su Sfoglia il CD .
  4. Fare doppio clic su supporto .
  5. Fare doppio clic su Strumenti .
  6. Fare doppio clic su Suptools.msi .
  7. Fare clic su Avanti , digitare le informazioni nelle caselle Nome e organizzazione , fare clic su Avanti e quindi scegliere Avanti nella schermata seguente.
  8. Fare nuovamente clic su Avanti per avviare l'installazione.
  9. Fare clic su Fine .

Per aggiungere un indirizzo IP dell'elenco di inclusione IP

  1. Fare clic su Start e quindi fare clic su Esegui .
  2. Digitare cmd e quindi fare clic su OK per aprire un prompt dei comandi.
  3. Tipo di quanto segue, dove xxx.xxx.x.x Ŕ l'indirizzo IP si desidera l'aggiungere:
    httpcfg set iplisten -i xxx.xxx.x.x
    Quando questo ha esito positivo, Httpcfg restituisce quanto segue:
    HttpSetServiceConfiguration completato con 0

    Per visualizzare i codici di stato aggiuntivo, vedere la Guida di Httpcfg.
  4. Dopo aver aggiunto l'indirizzo IP, utilizzare il comando seguente per visualizzare il questo elenco:
    Httpcfg query iplisten
    Httpcfg restituisce quanto segue:
    IP: xxx.xxx.x.x
  5. Dal prompt dei comandi, arrestare il servizio HTTP e i servizi dipendenti. Per effettuare questa operazione, digitare la stringa seguente al prompt dei comandi:
    net stop http /y
  6. Dal prompt dei comandi, riavviare il servizio HTTP e servizi dipendenti. Per effettuare questa operazione, digitare la stringa seguente al prompt dei comandi:
    net start w3svc
    Nota Quando si avvia w3svc, l'argomento tutti i servizi che sono stati interrotti quando HTTP Ŕ stato interrotto verranno avviati.

Status

Questo comportamento legato alla progettazione.

Informazioni

IIS 5.0 utilizza la proprietÓ della metabase DisableSocketPooling per consentire di applicazioni di accesso alla porta stessa su IP diversi indirizzi. Impostando questo valore True consente queste applicazioni a esistere nella stessa installazione di Microsoft Windows 2000.

PerchÚ DisableSocketPooling Ŕ definita come proprietÓ valida nello schema della metabase di IIS 6.0 (MBSchema.xml), Ŕ possibile impostare questa proprietÓ utilizzando adsutil.vbs, ma questo non ha effetto. La funzionalitÓ in IIS 6.0 Ŕ parte del nuovo driver livello di kernel HTTP.sys. Per configurare HTTP.sys, Ŕ necessario utilizzare Httpcfg.exe.

In IIS 5.0, il listener TCP Ŕ Winsock. Utilizza i socket Winsock e IIS Ŕ associato alle prestazioni e la scalabilitÓ dell'API di Winsock. Il pooling dei socket Ŕ stato introdotto per risolvere i problemi in Internet Information Server (IIS) 4.0 in cui l'utilizzo delle risorse Ŕ stato elevato con molti siti Web utilizzando indirizzi IP singoli.

Per risolvere questo problema di scalabilitÓ, IIS 5.0 utilizza il pooling dei socket per consentire di risorse per essere condivisa. Socket pool consente doppie o triple il numero di siti da essere eseguito su un server specifico con IP univoco indirizzi. La proprietÓ DisableSocketPooling viene inoltre introdotto in IIS 5.0 e viene utilizzata quando viene installata che richiede l'utilizzo di una porta che IIS Ŕ in ascolto su un'altra applicazione per impostazione predefinita (ad esempio la porta 80).

In IIS 6.0, HTTP.sys Ŕ il listener TCP, e HTTP.sys non utilizza l'API Winsock. Socket non sono una proprietÓ configurabile. HTTP.sys viene utilizzato un elenco di inclusione IP. Per impostazione predefinita, questo elenco Ŕ vuoto ed IIS Ŕ in ascolto su tutti gli indirizzi IP. ╚ possibile specificare gli indirizzi IP che IIS ascolterÓ sulla aggiungendoli all'elenco di inclusione IP.

importante L'elenco di inclusione IP Ŕ di lettura durante l'avvio del servizio HTTP. Se si modifica l'elenco, Ŕ necessario riavviare il servizio.

Nota Il servizio HTTP e il servizio SSL HTTP sono diversi servizi. Il servizio HTTP non compare nell'elenco dei servizi e deve essere riavviato al prompt dei comandi. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic su Start , scegliere Esegui e digitare cmd per aprire un prompt dei comandi. Al prompt dei comandi, digitare net stop http /y e premere INVIO. In questo modo il servizio HTTP SSL (Secure Sockets Layer) e per il pubblicazione di servizi perchÚ sono dipendenti dal servizio HTTP World Wide Web.
  2. Per avviare il servizio HTTP, digitare net start w3svc al prompt dei comandi. VerrÓ avviato il servizio SSL HTTP e il servizio HTTP.
Dopo aver aggiunto gli indirizzi IP all'elenco di inclusione IP, Ŕ necessario aggiungere ciascun indirizzo IP utilizzato da un sito Web. Se si associa un sito Web a un indirizzo IP indirizzo che non Ŕ nell'elenco, il sito Web non viene avviato.

Riferimenti

Per informazioni utilizzando questo comando, vedere la Guida in linea Httpcfg. Per accedere alla Guida in linea di Httpcfg, digitare Httpcfg /? al prompt dei comandi di oppure attenersi alla procedura descritta di seguito:
  1. Fare clic sul pulsante Start .
  2. Fare clic su tutti i programmi .
  3. Fare clic su Strumenti di supporto di Windows .
  4. Fare clic su Support Tools Help .
  5. Scegliere H in ordine alfabetico degli strumenti per nome di file .
  6. Fare doppio clic su Httpcfg.exe (HTTP Configuration Utility) .
Per ulteriori informazioni su DisableSocketPooling, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
238131Come disattivare il pooling dei socket

ProprietÓ

Identificativo articolo: 813368 - Ultima modifica: lunedý 3 dicembre 2007 - Revisione: 5.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Information Services 6.0
Chiavi:á
kbmt kbhowto KB813368 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 813368
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com