Informazioni sull'attributo AutoEventWireup

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 814745 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

In questo articolo viene descritto l'attributo AutoEventWireup :
  • AutoEventWireup è un attributo booleano che indica se gli eventi di una pagina Web Form vengono connessi automaticamente.
  • Il valore predefinito per AutoEventWireup è TRUE e può essere impostato come indicato di seguito:
    • TRUE quando autowiring di evento viene attivato.
    • FALSE se l'evento-autowiring non è attivata.

Informazioni

In Visual Studio .NET o in Visual Studio 2005, gli eventi vengono associati ai metodi di gestore di eventi mediante delegati dell'evento. Se si utilizza Progettazione Web Form per la progettazione Web Form, la finestra di progettazione genera automaticamente il codice per associare eventi ai relativi metodi gestore di eventi.

In Visual Basic .NET o in Visual Basic 2005, la finestra di progettazione esegue l'associazione utilizzando la parola chiave Handles nella dichiarazione del metodo gestore eventi.

Il codice di esempio riportato di seguito illustra la parola chiave Handles in Visual Basic .NET o in Visual Basic 2005:
Private Sub Page_Load(ByVal sender As System.Object, ByVal e As System.EventArgs) Handles MyBase.Load
In Visual C#. NET, la finestra di progettazione genera un delegato dell'evento esplicita:
this.Load += new System.EventHandler(this.Page_Load);
framework di pagine di ASP.NET supporta un meccanismo alternativo che utilizza l'attributo AutoEventWireup di una pagina Web Form per associare automaticamente i metodi di gestore di eventi e gli eventi di pagina. Se l'attributo AutoEventWireup della direttiva @ Page è impostata su TRUE (o se non viene specificato perché il valore predefinito è TRUE), il framework della pagina ASP.NET chiama automaticamente i metodi del gestore di eventi di pagina.

Ad esempio, i metodi di gestore eventi Page_Init e Page_Load vengono esplicitamente chiamati dal framework della pagina ASP.NET senza utilizzare la parola chiave Handles o un delegato dell'evento esplicita.

Tuttavia, lo svantaggio di utilizzare l'attributo AutoEventWireup per associare automaticamente gli eventi di pagina e i metodi di gestore eventi è che metodi del gestore di evento devono disporre di nomi standard e predefiniti. Questo limita il modo in cui è possibile denominare metodi del gestore di evento.

Visual Studio .NET e Visual Studio 2005 non è necessario la stessa limitazione sui nomi di metodo. In Visual Studio .NET e in Visual Studio 2005, l'impostazione predefinita per AutoEventWireup è FALSE. Inoltre, la finestra di progettazione utilizza sempre la parola chiave Handles o un delegato di evento esplicita per associare eventi ai relativi metodi di gestore eventi. Di conseguenza, è possibile utilizzare nomi non standard per metodi di gestore eventi.

Conclusione

Quando si imposta in modo esplicito AutoEventWireup su TRUE, Visual Studio .NET o Visual Studio 2005, per impostazione predefinita, genera il codice per associare eventi ai relativi metodi gestore di eventi. Allo stesso tempo, il framework della pagina ASP.NET chiama automaticamente i metodi di gestore di eventi in base ai loro nomi predefiniti. Questo può portare allo stesso metodo gestore eventi chiamato due volte quando si esegue la pagina. Si consiglia pertanto di che sempre AutoEventWireup impostato su FALSE durante l'utilizzo in Visual Studio. NET.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, visitare i seguenti siti Web MSDN:
ASP.NET Server Control Event Model
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/59t350k3(vs.71).aspx
@ Page
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/ydy4x04a(vs.71).aspx

Proprietà

Identificativo articolo: 814745 - Ultima modifica: lunedì 3 dicembre 2007 - Revisione: 3.5
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • MSDN 2003 Universal Edition
  • Microsoft .NET Framework 1.1
  • Microsoft .NET Framework 1.0
  • Microsoft Visual Studio 2005 Professional Edition
  • Microsoft Visual Studio 2005 Standard Edition
  • Microsoft Visual Studio .NET 2003 Professional Edition
  • Microsoft Visual Studio .NET 2003 Enterprise Architect
  • Microsoft Visual Studio .NET 2003 Enterprise Developer
  • Microsoft Visual Studio .NET 2003 Academic Edition
  • Microsoft Visual Studio .NET 2002 Professional Edition
  • Microsoft Visual Studio .NET 2002 Enterprise Architect
  • Microsoft Visual Studio .NET 2002 Enterprise Developer
  • Microsoft Visual Studio .NET 2002 Academic Edition
  • Microsoft .NET Framework 2.0
Chiavi: 
kbmt kbvs2005swept kbvs2005applies kbdesigner kbhelp kbdocs kbonline kbinetdev kbenv kbevent kbctrl kbcontrol kbwebforms kbprogramming kbdocerr KB814745 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 814745
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com