Impostazioni del Registro di sistema di HTTP.sys per IIS

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 820129 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In Microsoft Windows Server 2003, HTTP.sys Ŕ il driver in modalitÓ kernel che gestisce le richieste HTTP. ╚ possibile configurare diversi valori del Registro di sistema in base a specifici requisiti. La tabella nella sezione "Informazioni" contiene le seguenti informazioni su questi valori del Registro di sistema:
  • Nomi delle chiavi del Registro di sistema
  • Valori predefiniti
  • Intervalli di valori validi
  • Funzioni chiave del Registro di sistema
  • Codici di avviso (se appropriato)
Nota Quando si crea e configurare i valori del Registro di sistema, utilizzare impostazioni diverse da quelle predefinite, vedere la sezione "Codici di avviso" informazioni sui potenziali rischi.

In questo articolo Ŕ destinato agli utenti esperti e si presuppone che del Registro di sistema e dei rischi che sono coinvolti quando viene modificato il Registro di sistema.

Informazioni

importante Questa sezione, metodo o l'attivitÓ sono contenute procedure viene illustrato come modificare il Registro di sistema. Tuttavia, possono causare seri problemi se si modifica il Registro di sistema in modo errato. Pertanto, assicurarsi che questa procedura con attenzione. Per maggiore protezione, Ŕ eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo. ╚ quindi possibile ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e ripristino del Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
322756Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows


╚ possibile creare i seguenti valori DWORD nella seguente chiave del Registro di sistema:
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\HTTP\Parameters
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Chiave del Registro di sistemaValore predefinitoIntervallo di valori validiFunzione chiave del Registro di sistemaCodice di avviso
AllowRestrictedChars0Valore booleanoSe diverso da zero, HTTP.sys accetta caratteri di escape esadecimale nella richiesta di URL per la decodifica a U + 0000-U+0001 e u+001F e u+007F-U + 009F intervalli.0
EnableAggressiveMemoryUsage00,1Preallocare pool di memoria non di paging. Per impostazione predefinita, il servizio HTTP smette di accettare connessioni quando Ŕ disponibile inferiore a 20 megabyte (MB) di memoria di riserva non di paging. Dopo aver aggiunto questo valore al Registro di sistema, il servizio HTTP smette di accettare connessioni quando Ŕ disponibile meno di 8 MB di memoria del pool non di paging. L'impostazione di questo valore del Registro di sistema, pu˛ ridurre il numero di "Connections_refused" e gli 503 errori nel file httperr.log.0
EnableNonUTF81Valore booleanoSe il valore Ŕ zero, HTTP.sys accetta solo URL codificato con UTF-8. Se diverso da zero, HTTP.sys accetta anche gli URL codificati ANSI o DBCS le richieste.0
FavorUTF81Valore booleanoSe diverso da zero, HTTP.sys tenta sempre di decodificare un URL come UTF-8 prima; se tale conversione non riesce e EnableNonUTF8 Ŕ diverso da zero, HTTP.sys quindi tenta di decodificare, come ANSI o DBCS. Se il valore Ŕ zero (e EnableNonUTF8 Ŕ diverso da zero), HTTP.sys tenta di decodificare, come ANSI o DBCS; se ci˛ non Ŕ riuscita, tenta di una conversione UTF-8.0
MaxBytesPerSend655361-0xFFFFF (byte)Ignora le dimensioni della finestra TCP utilizzato da HTTP.sys. Un valore superiore pu˛ consentire velocitÓ pi¨ elevate download negli ambienti di rete con larghezza di banda elevata e latenza elevata.0
MaxConnectionsMAX_ULONG1024(1k) ? 2031616 connessioni (2 MB)Esegue l'override calcolo MaxConnections nel driver. Questo Ŕ principalmente una funzione di memoria.1
MaxEndpoints00 - 1024 Numero massimo di oggetti punto di fine corrente che sono consentiti. Il valore predefinito pari a zero indica che il valore massimo viene calcolato dalla memoria disponibile1
MaxFieldLength1638465534 64 (64 k - 2) byteImposta un limite superiore per ogni intestazione. Vedere MaxRequestBytes. Questo limite traduce a circa 32 k i caratteri per un URL.1
MaxRequestBytes1638416777216 256 Byte (16 MB)Determina il limite superiore per la dimensione totale della riga Request e delle intestazioni.
L'impostazione predefinita Ŕ 16 KB. Se questo valore Ŕ inferiore a MaxFieldLength, il valore di MaxFieldLength viene modificato.
1
PercentUAllowed1Valore booleanoSe diverso da zero, HTTP.sys accetta la notazione di uNNNN % in URL richiesta.0
UrlSegmentMaxCount2550 - 16.383 segmenti Numero massimo di segmenti del percorso URL. Se il valore Ŕ zero, il conteggio Ŕ delimitata dal valore massimo di ULONG.1
UriEnableCache1Valore booleanoSe diverso da zero, la cache di HTTP.sys risposta e il frammento Ŕ attivata.0
UriMaxUriBytes262144 (byte)4096(4k) ? 16777216(16MB) byte Qualsiasi risposta superiore a questo valore non viene memorizzato nella cache della risposta del kernel.1
3
UriScavengerPeriod120 (secondi)10 0xFFFFFFFF secondiDetermina la frequenza dell'analizzatore della cache. Qualsiasi risposta o il frammento che si Ŕ acceduto non il numero di secondi pari a UriScavengerPeriod viene svuotato.1
2
UrlSegmentMaxLength 2600 - 32.766 caratteri Numero massimo di caratteri in un segmento di percorso URL (l'area tra le barre nell'URL). Se il valore Ŕ zero, Ŕ la lunghezza che Ŕ racchiuso il valore massimo di ULONG.1
Rallentamento delle prestazioni in Microsoft Internet Information Services (IIS) 6.0 potrebbero verificarsi quando le applicazioni ISAPI (Internet Server API) o applicazioni CGI (Common Gateway Interface) sono ospitati in IIS 6.0 inviino le risposte. Se si verifica questo problema, Ŕ possibile aggiungere il valore DWORD MaxBufferedSendBytes al Registro di sistema.Per ulteriori informazioni su questo problema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
906977BUG: ╚ riduzione delle prestazioni quando le applicazioni ISAPI e le applicazioni CGI presenti in Internet Information Services 6.0 inviano risposte
In Microsoft Windows XP e in Microsoft Windows Server 2003, Ŕ inoltre possibile creare il seguente valore DWORD nella seguente chiave del Registro di sistema:
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\HTTPFilter\Parameters
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Chiave del Registro di sistemaValore predefinitoIntervallo di valori validiFunzione chiave del Registro di sistemaCodice di avviso
CertChainCacheOnlyUrlRetrieval10,1Per impostazione predefinita, i parametri AIA non sono seguiti durante la convalida della catena quando IIS Ŕ configurato per l'utilizzo dei certificati client. Questo comportamento Ŕ posto per motivi di prestazioni e protezione. Ad esempio, questo comportamento consentono di prevenire gli attacchi DoS. Tuttavia, questo comportamento pu˛ inoltre causare rifiuti imprevisti certificato quando Ŕ necessario recupero AIA. Per ignorare questo comportamento, Ŕ possibile impostare il parametro DWORD CertChainCacheOnlyUrlRetrieval su 0 (zero) nella chiave del Registro di sistema "HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\HTTPFilter\Parameters".Non applicabile

Codici di avviso

  • 0: Nessun rischio.
  • 1: Modifica di questa chiave del Registro di sistema Ŕ considerata molto pericolosa. Questa chiave fa sý che HTTP.sys di utilizzare pi¨ memoria e pu˛ aumentare la vulnerabilitÓ agli attacchi dannosi.
  • 2: Un valore basso pu˛ causare la cache per essere scaricato con maggiore frequenza. Questo comportamento si verifica, potrebbero influire sulle prestazioni.
  • 3: Un valore basso pu˛ sulle prestazioni del contenuto statico.


Le modifiche apportate al Registro di sistema non avranno effetto finchÚ non si riavvia il servizio HTTP. Inoltre, Ŕ necessario riavviare i servizi IIS correlati.

Per riavviare il servizio HTTP, tipo e tutti i relativi servizi IIS, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic su Start , scegliere Esegui , digitare Cmd e quindi fare clic su OK .
  2. Al prompt dei comandi, un prompt dei comandi digitare net stop http e quindi premere INVIO.
  3. Al prompt dei comandi, un prompt dei comandi digitare net start http e quindi premere INVIO.
  4. Al prompt dei comandi, digitare net stop iisadmin /y al prompt dei comandi e premere INVIO.

    Nota Verranno interrotta anche i servizi IIS che dipendono dal servizio Amministrazione di IIS. Si noti i servizi IIS vengono interrotti quando si arresta il servizio Amministrazione di IIS. Ogni servizio riavvierÓ nel passaggio successivo.
  5. Riavviare i servizi IIS che sono stati interrotti nel passaggio 4. Per effettuare questa operazione, digitare net start servicename al prompt di comando e premere INVIO. Nel comando servicename Ŕ il nome del servizio che si desidera riavviare. Per riavviare il servizio pubblicazione sul Web, ad esempio, digitare net start "servizio pubblicazione sul Web" e premere INVIO.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 820129 - Ultima modifica: lunedý 25 maggio 2009 - Revisione: 8.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Information Services 6.0
  • Microsoft Internet Information Services 7.0
Chiavi:á
kbmt kbinfo KB820129 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 820129
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com