Descrizione delle opzioni utili per la protezione dei fogli di lavoro in Excel 2003 ed Excel 2002

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 826923 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo vengono descritte le opzioni di protezione dei fogli di lavoro disponibili in Microsoft Excel 2002 e Microsoft Office Excel 2003.

Informazioni

Menu e barre degli strumenti

Nel menu Strumenti, nell'opzione Protezione, si trova l'opzione Consenti agli utenti la modifica degli intervalli. Nella finestra di dialogo Consenti agli utenti la modifica degli intervalli Ŕ possibile elencare gli intervalli con nome e le corrispondenti celle a cui specifici utenti, computer o gruppi possono accedere con autorizzazioni speciali utilizzando una password assegnata. Tramite questa finestra di dialogo Ŕ anche possibile creare nuovi intervalli, modificare quelli esistenti o eliminare gli intervalli per i quali Ŕ stata concessa l'autorizzazione di modifica.

Nota La finestra di dialogo Consenti agli utenti la modifica degli intervalli non Ŕ disponibile se il foglio di lavoro Ŕ protetto.

In Excel 2003 Ŕ presente una barra degli strumenti che contiene tutti i comandi disponibili nel sottomenu Protezione, oltre che il comando Blocca cella. ╚ possibile fare in modo che la barra degli strumenti Protezione venga visualizzata. A questo fine, selezionare la casella di controllo Protezione in Barre degli strumenti nel menu Visualizza.

Aggiunta di autorizzazioni utente o di gruppo

Per limitare l'accesso alle cartelle di lavoro di Excel, Ŕ possibile utilizzare le autorizzazioni di modifica basate su utenti o gruppi anzichÚ ricorrere alle password.

Nella finestra di dialogo Consenti agli utenti la modifica degli intervalli Ŕ inclusa la sezione Specificare chi pu˛ modificare l'intervallo senza una password, che a propria volta contiene il pulsante Autorizzazioni. Il pulsante Autorizzazioni Ŕ disponibile anche nelle finestre di dialogo Nuovo intervallo e Modifica intervallo.

Quando si fa clic sul pulsante Autorizzazioni, viene visualizzata la finestra di dialogo Autorizzazioni per Range Nome.

La finestra di dialogo Autorizzazioni per Range Nome contiene gli elementi seguenti:
  • L'elenco Utenti e gruppi (Microsoft Windows XP) o Nome (Microsoft Windows 2000), che contiene alcuni utenti e gruppi. A questo elenco vengono aggiunti i nomi, che possono essere selezionati in base alle necessitÓ per accordare o negare le autorizzazioni di modifica dell'intervallo.
  • Mediante il pulsante Aggiungi viene visualizzata la finestra di dialogo Seleziona utenti, computer o gruppi. ╚ possibile selezionarvi gli utenti e i gruppi a cui si desidera accordare le autorizzazioni e quindi aggiungerli all'elenco Nome della finestra di dialogo Autorizzazioni per Range Nome.

    Nota Per ulteriori informazioni sugli utenti e sui gruppi oppure sulla finestra di dialogo Seleziona utenti, computer o gruppi, consultare la Guida in linea di Windows 2000 o Windows XP.
  • Mediante il pulsante Rimuovi Ŕ possibile rimuovere l'elemento selezionato nell'elenco dei nomi. Non viene visualizzato un messaggio di conferma che consenta di annullare l'operazione. ╚ invece necessario scegliere Annulla nella finestra di dialogo Autorizzazioni per Range Nome.
  • La casella di gruppo Autorizzazioni contiene le caselle di controllo per concedere o negare all'utente o al gruppo selezionato l'autorizzazione di modifica dell'intervallo senza utilizzare una password.
Se si seleziona la casella di controllo Consenti, l'utente specificato potrÓ modificare l'intervallo senza immettere una password, a condizione che sia connesso al dominio convalidato da Windows 2000 o Windows XP.

Se si seleziona la casella di controllo Nega, l'utente specificato dovrÓ digitare la password corretta per modificare l'intervallo. Se la casella di controllo Nega Ŕ selezionata, viene visualizzato un messaggio quando si sceglie OK o Applica. Tale messaggio segnala che le autorizzazioni Nega hanno la prioritÓ su quelle Consenti. Il messaggio consente all'utente di continuare o meno. Se all'utente sono state assegnate entrambe le autorizzazioni Nega e Consenti, per modificare l'intervallo dovrÓ digitare la password.

Importante Le autorizzazioni utente vengono ignorate se non Ŕ stata specificata una password per l'intervallo, che potrÓ quindi essere modificato da chiunque.

AffinchÚ abbia effetto l'impostazione della modificabilitÓ degli intervalli con una password, Ŕ necessario abilitare la protezione dei fogli di lavoro. Se i fogli di lavoro non vengono protetti, chiunque pu˛ modificarli.

Se la proprietÓ Bloccata delle celle non Ŕ abilitata, questo stato ha la prioritÓ sugli intervalli specificati e pertanto chiunque pu˛ modificare qualsiasi cella non bloccata.

Opzioni di protezione dei fogli di lavoro

La finestra di dialogo Proteggi foglio consente di selezionare la protezione per oggetti e scenari, come nelle versioni precedenti di Excel. In Excel 2002 e in Excel 2003 il contenuto delle celle Ŕ tuttavia sempre protetto se il foglio di lavoro Ŕ protetto.

Suggerimento ╚ possibile utilizzare Microsoft Visual Basic, Applications Edition (VBA) per proteggere oggetti e scenari, ma non il contenuto delle celle.

Il contenuto delle celle pu˛ essere sbloccato a livello di utente o password, ma le opzioni di protezione del foglio di lavoro possono essere modificate solo utilizzando la password di protezione del foglio di lavoro. Se una cella viene bloccata nella finestra di dialogo Formato celle, per la protezione del foglio di lavoro viene sempre considerata bloccata. Se un utente dispone di autorizzazioni di modifica per un intervallo contenente una cella bloccata, questa sarÓ comunque considerata bloccata perchÚ le autorizzazioni impostate per l'intervallo hanno la precedenza sul formato di cella bloccato, ma non lo modificano. Gli utenti con autorizzazioni di modifica per un intervallo di celle sono comunque limitati dalle opzioni di protezione del foglio di lavoro. Ad esempio, se la casella di controllo Formato celle Ŕ deselezionata, nessun utente potrÓ formattare le celle contenute nel foglio di lavoro protetto, anche se dispone della password o delle autorizzazioni per modificare le celle.

Nella finestra di dialogo Proteggi foglio sono contenute le seguenti caselle di controllo:
  • La casella di controllo Seleziona celle bloccate Ŕ selezionata per impostazione predefinita. Questa casella di controllo consente agli utenti di selezionare le celle la cui casella di controllo Bloccata nella finestra di dialogo Formato celle risulta selezionata. Se la casella di controllo Seleziona celle bloccate Ŕ selezionata, Ŕ selezionata automaticamente anche la casella di controllo Seleziona celle sbloccate.
  • La casella di controllo Seleziona celle sbloccate Ŕ selezionata per impostazione predefinita. Questa casella di controllo consente agli utenti di selezionare le celle la cui casella di controllo Bloccata nella finestra di dialogo Formato celle risulta deselezionata. Se la casella di controllo Seleziona celle sbloccate Ŕ deselezionata, Ŕ deselezionata automaticamente anche la casella di controllo Seleziona celle bloccate. Se in un foglio protetto non sono presenti celle sbloccate e questa casella di controllo non Ŕ selezionata, non sarÓ possibile selezionare alcuna cella del foglio di lavoro.
  • La casella di controllo Formato celle abilita la Formattazione condizionale e tutti i comandi della finestra di dialogo Formato celle per tutte le celle del foglio di lavoro, incluse le celle bloccate, con le seguenti eccezioni:
    • In un foglio protetto la scheda Protezione risulta sempre nascosta.
    • Nella scheda Allineamento la casella di controllo Unisci celle non Ŕ mai disponibile.
    Nota Non Ŕ possibile consentire la formattazione delle sole celle sbloccate.
  • La casella di controllo Formato colonne abilita ogni voce del sottomenu Colonna del menu Formato.
  • La casella di controllo Formato righe abilita tutte le voci del sottomenu Riga del menu Formato.
  • La casella di controllo Inserisci colonne consente a un utente di inserire colonne in qualunque punto del foglio di lavoro, a seconda delle condizioni.

    Nota Se Ŕ deselezionata anche la casella di controllo Elimina colonne, l'utente pu˛ inserire colonne che non potranno essere eliminate se non mediante il comando Annulla.
  • La casella di controllo Inserisci righe consente a un utente di inserire righe in qualunque punto del foglio di lavoro, a seconda delle condizioni.

    Nota Se Ŕ deselezionata anche la casella di controllo Elimina righe, l'utente pu˛ inserire righe che non potranno essere eliminate se non mediante il comando Annulla.
  • La casella di controllo Inserisci collegamenti ipertestuali rende disponibile il comando Collegamento ipertestuale nel menu Inserisci se l'intervallo corrente di celle selezionate Ŕ formato solo da celle sbloccate.
  • La casella di controllo Elimina colonne consente a un utente di eliminare qualsiasi colonna che non contenga una cella bloccata. Se si tenta di eliminare una colonna contenente una cella bloccata, verrÓ visualizzato un messaggio per informare che non Ŕ possibile eliminare le celle bloccate di un foglio di lavoro protetto.
  • La casella di controllo Elimina righe consente a un utente di eliminare qualsiasi riga che non contenga una cella bloccata. Se si tenta di eliminare una riga contenente una cella bloccata, verrÓ visualizzato un messaggio per informare che non Ŕ possibile eliminare le celle bloccate di un foglio di lavoro protetto.
  • La casella di controllo Ordina abilita il comando Ordina del menu Dati. L'ordinamento Ŕ possibile solo se l'intervallo da ordinare non contiene celle bloccate. Se si tenta di ordinare un intervallo contenente celle bloccate, verrÓ visualizzato un messaggio per informare che prima di ordinare i dati Ŕ necessario rimuovere la protezione dal foglio di lavoro.
  • La casella di controllo Usa filtro automatico consente a un utente di modificare i criteri di filtraggio di un filtro automatico esistente. Non Ŕ tuttavia possibile aggiungere o rimuovere un filtro automatico tramite questa casella di controllo. ╚ necessario che il filtro automatico sia giÓ esistente prima di proteggere il foglio.
  • La casella di controllo Usa rapporti di tabella pivot consente a un utente di apportare modifiche a una tabella pivot esistente. Non Ŕ tuttavia possibile aggiungere o rimuovere una tabella pivot tramite questa casella di controllo. ╚ necessario che la tabella pivot sia giÓ esistente prima di proteggere il foglio.
  • La casella di controllo Modifica oggetti rimuove qualsiasi protezione da un oggetto tranne le proprietÓ di protezione impostate per l'oggetto.
  • La casella di controllo Modifica scenari rimuove la protezione dagli scenari.

CompatibilitÓ con le versioni precedenti

Le nuove funzionalitÓ di protezione non vengono riconosciute nelle versioni di Excel precedenti a Excel 2002. Se si salva il file in un formato file di Microsoft Excel 95 o precedente, le nuove opzioni di protezione e gli intervalli modificabili andranno persi. Le opzioni di protezione precedenti vengono salvate nel modo corretto nei formati di file delle versioni precedenti di Excel che supportano le opzioni di protezione. Queste opzioni includono la password di protezione dei fogli, la voce Modifica oggetto, la voce Modifica scenario e la voce Proteggi contenuto (non disponibile nell'interfaccia utente di Excel 2002 o Excel 2003). Le opzioni di protezione e gli intervalli modificabili con password vengono mantenuti se si salva il file nei formati di Microsoft Excel 97 e Microsoft Excel 2000. L'uso di tipi di record futuri consente di salvare il file in formato Excel 97 o Excel 2000 e mantenere le nuove funzionalitÓ quando si apre di nuovo il file in Excel 2002 o Excel 2003.

Quando si apre un foglio protetto di Excel 2002 o Excel 2003 in Excel 2000 o versione precedente, la funzionalitÓ di protezione di Excel 2003 scende al livello di protezione disponibile in quella versione di Excel. In generale, le nuove funzionalitÓ di protezione di Excel 2002 ed Excel 2003 sono eccezioni al livello di protezione predefinito. In altre parole, se si utilizza Excel 2000 per aprire una cartella di lavoro creata in Excel 2003, non sarÓ possibile apportare modifiche alle celle protette in Excel 2003. Le opzioni di protezione, quali l'attivazione dell'inserimento di colonne in un foglio protetto, non sono applicabili alle versioni precedenti: tutto ci˛ che Ŕ stato disabilitato in un foglio di lavoro protetto in Excel 2000 e versioni precedenti rimane protetto, anche se la cartella di lavoro Ŕ stata creata in Excel 2003.

Gli intervalli modificabili con password non hanno alcun significato nelle versioni precedenti a Excel 2002. Utenti e password per gli intervalli non vengono convalidati, quindi la protezione non viene compromessa. Gli intervalli rimangono bloccati e le celle non possono essere modificate fintantochÚ il foglio di lavoro Ŕ protetto e il formato delle celle Ŕ impostato su Bloccata. Se non si esegue alcuna di queste azioni, le celle potranno essere modificate in Excel 2002 o in Excel 2003 senza utilizzare una password.

Le proprietÓ VBA di Excel 95, 97 e 2000 funzionano come se fossero state impostate utilizzando VBA, a condizione che le opzioni corrispondenti siano impostate nella finestra di dialogo Proteggi foglio di Excel 2003.

Quando in Excel 2003 si apre una cartella di lavoro protetta con una versione di Excel precedente a Excel 2002, tale cartella viene aperta con il livello di protezione corrispondente alle opzioni impostate nella versione precedente.

Utilizzo della crittografia avanzata

In Excel 2003 sono disponibili gli schemi di crittografia delle versioni precedenti di Excel, oltre a quelli di CryptoAPI di Microsoft Internet Explorer. CryptoAPI di Internet Explorer Ŕ stato aggiunto a Excel 2002.

Per impostare il tipo di crittografia, attenersi alla seguente procedura:
  1. Scegliere Opzioni dal menu Strumenti.
  2. Nella scheda Protezione fare clic su Avanzate.
  3. Selezionare il tipo di crittografia e le altre opzioni desiderate.
  4. Scegliere OK, quindi nuovamente OK.
╚ possibile accedere alla finestra di dialogo Tipo di crittografia nella finestra di dialogo Salva con nome. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Scegliere Salva con nome dal menu File.
  2. Nella finestra di dialogo Salva con nome fare clic su Strumenti sulla barra degli strumenti standard.
  3. Fare clic su Opzioni generali.
  4. Nella finestra di dialogo Opzioni di salvataggio fare clic su Avanzate.
  5. Selezionare il tipo di crittografia e le altre opzioni desiderate.
  6. Scegliere OK, quindi nuovamente OK.
Prestare attenzione nello scegliere il tipo di crittografia con cui proteggere una cartella di lavoro, perchÚ potrebbe non essere disponibile in tutti i sistemi. Il tipo di crittografia compatibile con Microsoft Office 97 e Microsoft Office 2000 corrisponde all'impostazione predefinita, essendo quello pi¨ probabilmente disponibile. Se si tenta di aprire una cartella di lavoro crittografata con un tipo di crittografia non installato, potrebbe essere visualizzato un messaggio per informare che la cartella di lavoro non verrÓ aperta.

Le cartelle di lavoro crittografate con tipi di crittografia pi¨ recenti non possono essere aperte nelle versioni di Excel precedenti a Excel 2002. Utilizzare sempre il tipo di crittografia compatibile con Office 97 e Office 2000 se occorre aprire le cartelle di lavoro in versioni di Excel precedenti a Excel 2002. Se si tenta di aprire una cartella di lavoro protetta con un tipo di crittografia pi¨ recente in una versione di Excel precedente a Excel 2002, viene chiesto di digitare la password e, anche se si immette la password corretta, questa non verrÓ riconosciuta e un messaggio informerÓ che la password Ŕ errata.

La cartella di lavoro pu˛ essere condivisa come nelle versioni precedenti, a eccezione del fatto che per aprire la cartella di lavoro protetta con uno schema di crittografia avanzato Ŕ necessario avere installato Excel 2002 o Excel 2003 e il provider di crittografia appropriato. Se si utilizza uno schema di crittografia avanzato, le versioni precedenti di Excel non sono in grado di convalidare la password e un messaggio informa che la password Ŕ errata. Se la cartella Ŕ condivisa, non Ŕ possibile cambiare il tipo di crittografia o la password. Gli elementi corrispondenti delle finestre di dialogo Protezione e Opzioni di salvataggio sono disabilitati se la cartella di lavoro Ŕ condivisa.

Non Ŕ possibile condividere una cartella di lavoro che ha l'impostazione Crittografia debole (XOR) in un sistema le cui impostazioni internazionali sono diverse da Francese (standard). Se si tenta di condividere la cartella di lavoro per la quale Ŕ impostata la crittografia XOR, viene visualizzato un messaggio per informare che la cartella Ŕ protetta da password con uno schema di crittografia XOR e non pu˛ essere condivisa con le impostazioni internazionali correnti.

Utilizzo di Information Rights Management (IRM, solo in Excel 2003)

La funzionalitÓ IRM disponibile in Microsoft Office Professional Edition 2003 pu˛ risultare utile nella protezione di informazioni aziendali interne riservate, ad esempio documenti di pianificazione o rendiconti finanziari confidenziali. ╚ possibile impostare criteri con cui esercitare un maggiore controllo su chi pu˛ aprire, copiare, stampare o inoltrare informazioni create in Microsoft Office Word 2003, Excel 2003, Microsoft Office PowerPoint 2003 e Microsoft Office Outlook 2003.

Con IRM Ŕ possibile impostare livelli diversi di protezione dei file.
  • Impostare le autorizzazioni per i file a livelli diversi e modificare il livello per utenti e gruppi di utenti specifici.
  • Assegnare le autorizzazioni in base ai ruoli e alle responsabilitÓ. Ad esempio, impostare autorizzazioni diverse per un visualizzatore, un revisore o un editor.
  • Limitare la possibilitÓ di stampa dei file cosý da ridurre il numero di copie cartacee prodotte.
  • Impostare date di scadenza per imporre dei limiti di tempo, trascorsi i quali non deve pi¨ essere possibile aprire un file.
  • Impedire l'apertura di file inoltrati da parte di un destinatario non autorizzato. I destinatari non possono aprire i file protetti con IRM. Viene loro visualizzato un messaggio per informarli che non dispongono dei necessari diritti di accesso.
Per ulteriori informazioni su IRM, visitare il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://www.microsoft.com/office/editions/prodinfo/technologies/irm.mspx

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sulla rimozione delle password e della protezione dai documenti, scegliere Guida in linea Microsoft Excel dal menu ?, digitare rimozione della protezione e delle password nella casella Cerca del riquadro Risorse, quindi scegliere il pulsante Inizia la ricerca per visualizzare l'argomento.

Per ulteriori informazioni sulla protezione degli intervalli di celle, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (il contenuto potrebbe essere in inglese):
826924 Applicazione di password o autorizzazioni diverse a intervalli distinti nelle cartelle di lavoro in Excel 2003 ed Excel 2002

ProprietÓ

Identificativo articolo: 826923 - Ultima modifica: lunedý 18 dicembre 2006 - Revisione: 1.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Office Excel 2003
  • Microsoft Excel 2002 Standard Edition
Chiavi:á
kbpermissions kbprivacy kbsecurity kbinfo KB826923
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com