INFORMAZIONI: Guida di Microsoft per la progettazione di componenti di livello dati e il passaggio di dati attraverso i livelli

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 829025 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sommario

Vengono fornite informazioni della Guida di Microsoft, Progettazione componenti di livello dati e passaggio dei dati da un livello a altro . Questa guida informazioni sulla migliore esporre come i dati per applicazioni basate su .NET Framework su Microsoft. Vengono inoltre fornite informazioni su come implementare una strategia efficace per passare dati tra i livelli di un'applicazione distribuita.

Informazioni

Progettazione di componenti di livello dati e passaggio dei dati da un livello a altro contiene i seguenti nove capitoli e un'appendice:
  • Introduzione
    In questo capitolo vengono presentati i livelli pi¨ comuni di un'applicazione distribuita. Inoltre vengono illustrati i componenti della logica di accesso ai dati e componenti di entitÓ aziendali. In questo capitolo introduce anche altri capitoli vengono visualizzati in questa Guida.
  • mapping di dati relazionali a entitÓ aziendali
    In genere, i database contengono dati che sono organizzati in numerose tabelle. Le relazioni tra le tabelle vengono implementate le chiavi primarie e le chiavi esterne visualizzate in queste tabelle. Quando si definiscono le entitÓ aziendali per rappresentare i dati nell'applicazione Framework, Ŕ necessario decidere come mappare le tabelle a entitÓ aziendali. In questo capitolo Ŕ il processo decisionale.
  • implementazione di componenti della logica di accesso ai dati
    Un componente per la logica di accesso ai dati Ŕ una classe senza informazioni sullo stato che fornisce metodi per accedere a uno o pi¨ tabelle correlate. In genere, i metodi di un componente per la logica di accesso ai dati chiamano stored procedure per eseguire le operazioni. Questo capitolo vengono illustrati i dettagli di implementazione logica di gestiscono i componenti di accesso ai dati.
  • implementazione delle entitÓ aziendali
    Esistono molti modi per rappresentare entitÓ aziendali nell'applicazione. Queste modalitÓ vanno da un modello incentrato sui dati in una rappresentazione pi¨ orientato agli oggetti. In questo capitolo descrive come rappresentare dati di entitÓ aziendali in ciascuno dei seguenti formati:
    • XML
    • DataSet generico
    • DataSet tipizzato
    • Componenti di entitÓ aziendali personalizzate
    • Componenti di entitÓ aziendali personalizzate con CRUD comportamenti
  • transazioni
    Le applicazioni pi¨ recenti devono supportare transazioni per mantenere l'integritÓ dei dati contenuti in un sistema. Esistono diversi approcci alla gestione delle transazioni. Tuttavia, ogni approccio rientra in uno dei seguenti modelli di programmazione base:
    • transazioni manuali
      ╚ scrivere codice che utilizza le transazioni funzionalitÓ di supporto di ADO.NET o Transact-SQL direttamente nel codice componente o in una stored procedure.
    • le transazioni automatiche.
      ╚ possibile utilizzare Microsoft .NET Enterprise Services (COM +) per aggiungere attributi dichiarativi alle classi .NET Framework per specificare i requisiti transazionali degli oggetti in fase di esecuzione. ╚ possibile utilizzare questo modello per configurare agevolmente pi¨ componenti per eseguire attivitÓ nella stessa transazione.
    In questo capitolo vengono fornite indicazioni e consigli che consentono di implementare transazione supportano in componenti della logica di accesso ai dati e componenti di entitÓ aziendali.
  • convalide
    In questo capitolo viene illustrato come eseguire la convalida dei dati in ogni livello dell'applicazione. I tipi seguenti di convalida siano appropriati in diversi livelli:
    • Le applicazioni client Ŕ possono convalidare localmente, dati dell'entitÓ aziendale prima dell'invio dei dati.
    • Utilizzando uno schema XSD, Ŕ possono che i processi aziendali convalidare documenti aziendali quando vengono ricevuti i documenti.
    • Logica di accesso ai dati i componenti e le stored procedure possono convalidare dati per verificare l'integritÓ referenziale e consente di applicare vincoli e le regole aziendali non semplici.
  • Gestione delle eccezioni
    In questo capitolo viene illustrato come gestire gli errori che si verificano nell'applicazione. Quando si verificano errori nelle applicazioni Framework, Microsoft consiglia che Ŕ necessario generare eccezioni anzichÚ restituire i valori di errore dai metodi. Di seguito sono due tipi di eccezioni generali:
    • Eccezioni tecniche, incluse le seguenti:
      • ADO.NET
      • Connessione al database
      • Non sono disponibili risorse (ad esempio un database, una condivisione di rete o Microsoft Message Queuing)
    • Eccezioni della logica aziendale, incluse le seguenti:
      • Errori di convalida
      • Errori nelle stored procedure che implementano la logica aziendale
  • autorizzazione e protezione
    In questo capitolo illustra come che protezione verrÓ applicata ai componenti della logica di accesso ai dati che i componenti di entitÓ aziendali. Microsoft common language runtime utilizza oggetti autorizzazioni per implementare il meccanismo per l'applicazione di restrizioni su codice gestito. Esistono tre tipi di autorizzazioni oggetti. Ogni tipo Ŕ uno scopo specifico:
    • protezione dall'accesso di codice
      ╚ possibile utilizzare questi oggetti autorizzazioni per proteggere le risorse e operazioni dall'utilizzo non autorizzato.
    • identitÓ
      ╚ possibile utilizzare questi oggetti autorizzazioni per specificare le caratteristiche di identitÓ necessari un assembly necessari per l'esecuzione.
    • protezione basata sui ruoli
      ╚ possibile utilizzare questi oggetti autorizzazioni per determinare se un utente (o l'agente che opera per conto dell'utente) dispone di una determinata identitÓ o appartenente a un ruolo specificato. L'oggetto PrincipalPermission Ŕ l'oggetto di autorizzazioni di solo protezione basata sui ruoli.
  • distribuzione
    Vengono fornite indicazioni utili per decidere come distribuire i componenti della logica di accesso ai dati e componenti di entitÓ aziendali.
  • Appendice
    In questa appendice Ŕ articolata come segue:
    • Definizione di un componente della logica di accesso ai dati classe
    • Utilizzo di XML per rappresentare insiemi e gerarchie di dati
    • Come applicare un foglio di stile a livello di codice in un .NET Application
    • Creazione di un DataSet tipizzato
    • Definizione di un componente di entitÓ aziendali
    • Come rappresentare insiemi e gerarchie di dati in un componente di entitÓ aziendali
    • ModalitÓ di associazione di componenti di entitÓ aziendali a utente controlli interfaccia
    • L'esposizione di eventi in un'entitÓ business componenti
    • Serializzazione in componenti di entitÓ aziendali XML formato
    • Serializzazione in componenti di entitÓ aziendali SOAP formato
    • Serializzazione in formato binario di componenti di entitÓ aziendali

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web Microsoft Developer Network (MSDN):
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/ms978496.aspx

ProprietÓ

Identificativo articolo: 829025 - Ultima modifica: giovedý 19 aprile 2007 - Revisione: 1.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft .NET Framework 1.1
  • Microsoft .NET Framework 1.0
  • Microsoft Visual C# .NET 2003 Standard Edition
  • Microsoft Visual C# .NET 2002 Standard Edition
Chiavi:á
kbmt kbpag kbdatabase kbappdev kbsystemdata kbarchitecture kbxml kbguidelines kbinfo KB829025 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 829025
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com