Come utilizzare la funzionalitÓ modalitÓ cache con applicazioni MAPI estese di in Outlook 2003

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 834496 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

INTRODUZIONE

La modalitÓ cache Ŕ una nuova funzionalitÓ di Microsoft Office Outlook 2003. La modalitÓ cache consente di Outlook 2003 per utilizzare una copia locale della cassetta postale dell'utente, mentre Outlook 2003 consente di mantenere una connessione in linea una copia remota della cassetta postale dell'utente in Microsoft Exchange. ╚ importante per gli sviluppatori Extended MAPI di effetti di questa funzionalitÓ le soluzioni e come poter interagire con questa funzionalitÓ.

Informazioni

Se Outlook 2003 Ŕ in esecuzione in modalitÓ cache, le applicazioni di Extended MAPI che accede alla stessa sessione sono connessi anche all'archivio di messaggi della cache. Eventuali dati che sono possibile accedere a e le eventuali modifiche apportate saranno contro la copia locale della cassetta postale. In alcuni casi, non si desidera a questo scopo. Outlook 2003 include un nuovo flag Ŕ denominato MDB_ONLINE :
#define MDB_ONLINE ((ULONG) 0x00000100)
questo flag pu˛ essere passato alla funzione IMAPISession::OpenMsgStore MAPI. Questo flag sostituisce la connessione all'archivio messaggi locale e aperto l'archivio sul server remoto.

Nota Questo flag non consentirÓ l'archivio di Exchange per essere aperto in modalitÓ cache e in modalitÓ non cache allo stesso tempo nella stessa sessione MAPI. Se giÓ stato aperto l'archivio messaggi memorizzati nella cache, Ŕ necessario chiudere l'archivio sia prima di aprirlo con questo flag o aprire una nuova sessione MAPI in cui Ŕ possibile aprire archivio di Exchange sul server remoto utilizzando clic su questo flag.

The following code demonstrates how to use this flag:
    //Obtain the table of all the message stores that are available
    hRes = lpMAPISession -> GetMsgStoresTable(0, &pStoresTbl);
    
    //Set up restrictions for the default store
    sres.rt = RES_PROPERTY;                                  //Comparing a property
    sres.res.resProperty.relop = RELOP_EQ;                   //Testing equality
    sres.res.resProperty.ulPropTag = PR_DEFAULT_STORE;       //Tag to compare
    sres.res.resProperty.lpProp = &spv;                      //Prop tag and value to compare against
    
    spv.ulPropTag = PR_DEFAULT_STORE;                        //Tag type
    spv.Value.b   = TRUE;                                    //Tag value
    
    //Convert the table to an array that can be stepped through
    //Only one message store should have PR_DEFAULT_STORE set to true, so that only one will be returned
    hRes = HrQueryAllRows(
        pStoresTbl,                                          //Table to query
        (LPSPropTagArray) &sptCols,                          //Which columns to obtain
        &sres,                                               //Restriction to use
        NULL,                                                //No sort order
        0,                                                   //Max number of rows (0 means no limit)
        &pRow);                                              //Array to return
    
    //Open the first returned (default) message store
    hRes = lpMAPISession->OpenMsgStore(
        NULL,                                                //Window handle for dialogs
        pRow->aRow[0].lpProps[EID].Value.bin.cb,             //size and...
        (LPENTRYID)pRow->aRow[0].lpProps[EID].Value.bin.lpb, //value of entry to open
        NULL,                                                //Use default interface (IMsgStore) to open store
        MAPI_BEST_ACCESS | MDB_ONLINE,                       //Flags
        &lpTempMDB);                                         //Pointer to put the store in
, inoltre, Ŕ possibile ignorare la cache su elementi specifici o cartelle, passando il flag MAPI_NO_CACHE la funzione MAPI IMsgStore::OpenEntry :
#define MAPI_NO_CACHE ((ULONG) 0x00000200)
il codice seguente viene illustrato come utilizzare questo flag:
    // Open the root folder of the message store
    hRes = lpMDB->OpenEntry(
        0,                                                   // size of entry ID                            
        NULL,                                                // Pointer to entry ID
        NULL,                                                // Use default interface (IMAPIFolder)
        MAPI_BEST_ACCESS | MAPI_NO_CACHE,                    // Flags
        &ulObjType,                                          // Output parameter indicates the type of object that is returned
        (LPUNKNOWN *)&lpRootFolder)))                        // Pointer to put the opened item in
Nota se l'archivio messaggi Ŕ stato aperto con il flag MDB_ONLINE , non Ŕ necessario utilizzare il flag MAPI_NO_CACHE .

ProprietÓ

Identificativo articolo: 834496 - Ultima modifica: giovedý 19 maggio 2005 - Revisione: 2.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Office Outlook 2003
Chiavi:á
kbmt kbprogramming kbsample kbmsg kbinfo KB834496 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 834496
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com