Necessità della risoluzione dei nomi NetBIOS per il funzionamento completo di Exchange Server 2003 ed Exchange 2000 Server

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 837391 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Nelle organizzazioni di Microsoft Exchange Server 2003 e Microsoft Exchange 2000 Server di grandi dimensioni, alcune operazioni non possono essere eseguite correttamente se nella rete non è in funzione la risoluzione dei nomi NetBIOS.

Cause

Exchange 2003 ed Exchange 2000 presentano ancora varie dipendenze da NetBIOS. Potrebbe essere necessario utilizzare la risoluzione dei nomi NetBIOS in diverse sottoreti affinché tutti i componenti di Exchange funzionino correttamente, a seconda della topologia della rete.

Risoluzione

Microsoft consiglia che nelle organizzazioni di Exchange vengano utilizzati WINS (Windows Internet Name Service) e DNS per la risoluzione dei nomi. Le installazioni di Exchange 2003 ed Exchange 2000 in organizzazioni di grandi dimensioni, incluse in sottoreti e prive di WINS non sono state del tutto collaudate. Nelle organizzazioni di grandi dimensioni, la risoluzione dei nomi NetBIOS mediante broadcast potrebbe non funzionare correttamente. Anche alcune funzionalità di Exchange potrebbero risultare compromesse.

Informazioni

Le seguenti funzionalità di Exchange dipendono ancora dalla risoluzione dei nomi WINS:
  • Il programma di installazione di Exchange Server 2003 e il programma di installazione di Exchange 2000 Server, in particolare sui server cluster.
  • Exchange Mailbox Merge Wizard (ExMerge) su un computer Exchange 2003 e su un computer Exchange 2000.
  • Modifica di una password per una cassetta postale di Exchange 2003 o di Exchange 2000 tramite Microsoft Outlook Web Access (OWA).
  • Gestore di sistema di Exchange in un computer Exchange 2003 o in un computer Exchange 2000.

    Nota Anche i client Microsoft Outlook precedenti a Microsoft Office Outlook 2003 richiedono la risoluzione dei nomi NetBIOS.

    Nell'elenco seguente vengono riepilogati i suggerimenti relativi alla collocazione di controller di dominio e di server del catalogo globale di Active Directory a supporto dell'organizzazione di Exchange:
    • Assicurarsi che DNS sia configurato correttamente nel sito hub e in tutte le filiali.
    • Assicurarsi che la risoluzione dei nomi e la funzionalità DNS funzionino correttamente.
    • Assicurarsi che il ruolo di master infrastrutture non si trovi in un server del catalogo globale.
    • Nelle filiali con più di dieci utenti, deve essere installato un server del catalogo globale in ogni sito che contiene server Exchange. Microsoft consiglia di distribuire due server del catalogo globale per ragioni di ridondanza. Se in un sito fisico non sono presenti due server del catalogo globale, è possibile configurare i controller di dominio esistenti come server del catalogo globale.
    Exchange 2003 utilizza le interfacce API Windows di risoluzione dei nomi per cercare i nomi brevi, noti anche come nomi NetBIOS. Il server, pertanto, si aspetta che i nomi brevi vengano risolti nel corso dell'operazione, il client ESM si aspetta che i nomi brevi vengano risolti nel momento in cui i server vengono contattati e i client Outlook precedenti a Outlook 2003 si aspettano la risoluzione del nome breve di un server. Se non tutti i client e i server si trovano nella stessa sottorete, il modo più semplice per far funzionare la risoluzione dei nomi brevi consiste nel configurare un server WINS.

    Il clustering di server in Microsoft Windows Server 2003, Microsoft Windows 2000 Server e Microsoft Windows NT Server 4.0 richiede NetBIOS, ma non necessariamente WINS per la risoluzione dei nomi. Se si utilizza un server DNS che supporta il protocollo di aggiornamento dinamico per i server virtuali, i cluster di server registrano i record di risorsa "A" in DNS. Quindi i client possono interrogare DNS per risolvere l'indirizzo IP del server virtuale. Non è tuttavia possibile impedire ai cluster di server di creare oggetti NetBIOS su TCP/IP per i server virtuali.

    Quando si utilizza WINS non possono esservi collisioni di nomi. In un ambiente WINS, un solo computer può chiamarsi SERVERA. In DNS, più computer possono chiamarsi SERVERA. Ad esempio, un computer può chiamarsi SERVERA.EUROPE.DOMAIN.COM e un altro SERVERA.AMERICA.DOMAIN.COM. Se un utente che si trova nel dominio AMERICA digita \\SERVERA, viene connesso a SERVERA del dominio AMERICA. Se un utente che si trova nel dominio AMERICA desidera collegarsi a SERVERA del dominio EUROPE, deve specificare il nome di dominio completo SERVERA.EUROPE.DOMAIN.COM. Alcuni programmi consentono l'utilizzo di nomi NetBIOS formati al massimo da 15 caratteri. Questi programmi possono funzionare lo stesso se è presente un meccanismo che consente di evitare i nomi host duplicati e se l'elenco dei suffissi DNS dei domini viene distribuito a tutti i client.

    Sebbene Windows Server 2003 ed Exchange Server 2003 utilizzino i nomi di dominio completo e DNS per la risoluzione dei nomi, Windows NT 4.0 e Microsoft Exchange Server 5.5 utilizzano NetBIOS e WINS per la risoluzione dei nomi host. Se nel computer non è presente un file LMHOSTS, per il computer Exchange 5.5 deve esservi un server WINS che comunichi con il computer Exchange 2003.

    Molti programmi possono funzionare con la funzionalità NetBIOS disattivata, ma non supportano questo tipo di configurazione. Ad esempio, Exchange 2003 ed Exchange 2000 non sono stati collaudati senza NetBIOS, ma potrebbero funzionare senza NetBIOS in un ambiente di dominio semplice.

    Per impostazione predefinita, in Windows Server 2003 sono disattivati il servizio Messenger e il servizio Avvisi. Affinché i messaggi di rete vengano trasmessi in Windows Server 2003, è necessario attivare e avviare questi servizi. Inoltre, in WINS deve esistere la registrazione dell'account del destinatario.

    Per ulteriori informazioni su WINS, visitare il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
    http://technet2.microsoft.com/windowsserver/en/technologies/wins.mspx

Proprietà

Identificativo articolo: 837391 - Ultima modifica: lunedì 26 novembre 2007 - Revisione: 4.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition
  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
  • Microsoft Exchange 2000 Enterprise Server
Chiavi: 
kbtshoot kbesm kbdirectory kbclustering KB837391
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com