Elenco di COM + consente di correggere in Windows XP Service Pack 2 e in Windows XP Tablet PC Edition 2005

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 838211 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

In questo articolo sono elencate le problemi di COM + e il aggiornamenti che sono stati risolti in Windows XP Service Pack 2 (SP2) e in Windows XP Tablet PC Edition 2005.

Per ulteriori informazioni sui problemi risolti in Windows XP SP2, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
811113Elenco delle correzioni incluse in Windows XP Service Pack 2

Informazioni

Gli aggiornamenti risolti in Microsoft Windows XP SP2 e di problemi di COM + sono i seguenti:

Componente RPCSS in modo che una modifica viene eseguito con l'account LocalSystem, mentre un altro componente viene eseguito con l'account servizio di rete

Questo aggiornamento modifica il servizio Remote Procedure Call Server (RPCSS), in modo che un componente del servizio viene eseguito con l'account LocalSystem, mentre un altro componente del servizio viene eseguito con l'account servizio di rete.

Modificare il controllo delle autorizzazioni DCOM

Questo aggiornamento consente di impostare autorizzazioni diverse per le applicazioni Component Object Model (COM) seconda che il chiamante sia locale o remoto. Un chiamante locale indica che il messaggio COM è stato inviato utilizzando una chiamata RPC lightweight (LRPC). Un chiamante remoto indica che il messaggio COM è stato inviato utilizzando un protocollo RPC remoto, ad esempio TCP. Ad esempio, è possibile configurare un server di COM per accettare le chiamate locali di tutti gli utenti e accettare le chiamate remote solo dagli amministratori.

Aggiungere voci di controllo di accesso locale e remoto accesso ACE a DCOM

Questo aggiornamento aggiunge due elenchi di controllo di accesso (ACL) per consentire di restrizioni a livello di computer su tutti i server DCOM. Questo aggiornamento consente di configurare limiti di accesso su tutti i server DCOM nel computer. Inoltre, questo crea limiti di accesso in RPCSS in modo che non consente i chiamanti non autenticati. Queste restrizioni creare un criterio a livello di computer per limitare le impostazioni predefinite e le impostazioni di override che sono state configurate. Questo aggiornamento si applica a autorizzazioni di accesso e autorizzazioni di avvio.

Aggiungere di registrazione di interfaccia solo locale RPC per DCOM

Questo aggiornamento consente di configurare DCOM di utilizzare una nuova API RPC per la registrazione i chiamanti. La nuova API richiede ai chiamanti dell'interfaccia di trovarsi sullo stesso computer come server DCOM. DCOM è possibile utilizzare questa API per le interfacce locale private che DCOM utilizza per la comunicazione tra Ole32 e RPCSS. Se l'accesso al server DCOM è limitato per i chiamanti locali, DCOM può inoltre utilizzare questa API per registrare le interfacce COM. Con questo aggiornamento, DCOM non si è soggetti alle impostazioni dei criteri di RPC a livello che influiscono sull'autenticazione. DCOM segue invece le impostazioni sono configurate per il server. (I limiti sono a livello di computer).

Limitare le transazioni di rete in ingresso in Distributed Transaction Coordinator

Quando le transazioni di rete sono attivate nella versione originale di Windows XP o in Windows XP Service Pack 1 (SP1), sono consentite sia le transazioni vengono avviate da altri computer e le transazioni vengono avviate dal computer locale. Tuttavia, verrà in genere viene utilizzato come sistema operativo client. In questo scenario, in cui verrà funge da un client, non sono necessario si verificano le transazioni in entrata. È disponibile una nuova opzione che divide l'accesso alla rete nei seguenti due tipi:
  • Solo le transazioni in uscita
  • Transazioni in arrivo e in uscita
Questo aggiornamento consente transazioni in uscita durante il blocco di transazioni in arrivo.

Rendere disponibili in Criteri di gruppo impostazioni di configurazione DCOM

Con quest'aggiornamento, è possibile che un amministratore di rete utilizzare criteri di gruppo per configurare le impostazioni di DCOM su computer basati su Windows XP SP2.

Aggiungere la proprietà IRpcOptions::Query COMBND_SERVER_LOCALITY Windows XP

Questo aggiornamento aggiunge l'opzione di COMBND_SERVER_LOCALITY per il metodo di Strumentazione gestione Windows (WMI) IRpcOptions::Query . WMI utilizza questa opzione per determinare se una connessione WMI è locale o remoto.

Aggiungere il supporto per OLE a 16 bit versioni incorporate di Windows XP

Questo aggiornamento aggiunge il supporto per OLE DLL a 16 bit nelle edizioni incorporate di Windows XP.

Potrebbe essere danneggiato l'heap di pagina se si verifica un errore di registrazione nel Microsoft Windows Media Player

Se si verifica un errore in uno delle registrazioni di Windows Media Player, potrebbe essere danneggiato l'heap di pagina quando si chiude Windows Media Player.

Riavvio imprevisto del computer dopo l'installazione di Microsoft Security Bulletin MS03-026

Se si configura un modello di protezione per attivare il valore del Registro di sistema CrashOnAuditFailure, il computer viene riavviato in modo imprevisto dopo l'installazione di Microsoft Security Bulletin MS03-026.

Generato un errore mancata corrispondenza di modello di threading

Quando si crea un'applicazione server COM + è multithreading e che utilizza il codice proxy/stub , il catalogo di COM + è configurato per contenere informazioni non corrette. In questo scenario, informazioni non corrette vengono salvate nella colonna di database del catalogo savedThreadinModel . Pertanto, si verifica errore mancata corrispondenza di un modello di threading.

McAfee VirusScan ASaP non viene aggiornato dopo l'installazione di Windows XP SP2

Dopo aver installato una versione non definitiva di Windows XP SP2, McAfee VirusScan ASaP non aggiorna le definizioni dei virus. Quando si tenta di aggiornare le definizioni dei virus, viene visualizzato il seguente messaggio di errore:
Impossibile creare oggetto Installer CAB.
Servizio agente potrebbe non essere in esecuzione correttamente. Fare clic qui per ulteriori informazioni.



I prodotti di terze parti che in questo articolo viene descritto sono forniti da produttori indipendenti. Microsoft non rilascia alcuna garanzia, implicita o di altra natura, relativa alle prestazioni o all'affidabilità di questi prodotti.

Proprietà

Identificativo articolo: 838211 - Ultima modifica: mercoledì 10 novembre 2004 - Revisione: 2.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows XP Professional Service Pack 2 (SP2)
  • Microsoft Windows XP Home Edition Service Pack 2 (SP2)
  • Microsoft Windows XP Media Center Edition Service Pack 2 (SP2)
  • Microsoft Windows XP Tablet PC Edition 2005
Chiavi: 
kbmt kbtshoot kbfix kbbug KB838211 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 838211
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com