Strumenti del Resource Kit IIS 6.0

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 840671 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

INTRODUZIONE

Questo articolo viene descritto gli strumenti inclusi in Microsoft Internet Information Services (IIS) 6.0 Resource Kit Tools. IIS 6.0 Resource Kit Tools consentono amministrare, protezione e gestione di IIS. ╚ possibile utilizzare questi strumenti query nei file di registro, per distribuire SSL (Secure Sockets Layer) certificati, per verificare di autorizzazioni, risoluzione dei problemi, eseguire la migrazione del server, per l'esecuzione stress tests e altro ancora.

Informazioni

Per scaricare gli strumenti di IIS 6.0 Resource Kit, visitare il seguente sito di Web di Microsoft:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=56fc92ee-a71a-4c73-b628-ade629c89499
Nota Sebbene possa essere installato IIS 6.0 Resource Kit Tools in sia in Microsoft Windows Server 2003 e in Microsoft Windows XP Professional, non tutti gli strumenti funzionano correttamente in Windows XP Professional. La documentazione dello strumento viene installata con IIS 6.0 Resource Kit Tools contiene una sezione di "Requisiti del sistema" per ciascuno strumento. Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione di strumento.

I seguenti strumenti sono inclusi in IIS 6.0 Resource Kit Tools:

Strumento di migrazione 6.0 di IIS versione 1.0

Lo strumento di migrazione di IIS 6.0 (IISmt.exe) Ŕ un'utilitÓ della riga di comando per eseguire la migrazione sito Web di contenuto e impostazioni di configurazione da IIS 4.0, IIS 5.0 e 6.0 di IIS a IIS 6.0, quando IIS 6.0 Ŕ in esecuzione su prodotti della famiglia di sistema operativo Microsoft Windows Server 2003. Lo strumento di migrazione di IIS 6.0 consente di risparmiare tempo e riduce le possibilitÓ di errori da automatizzare molti dei processi ripetitivi coinvolti quando si sposta manualmente siti. Le impostazioni equivalenti in IIS 6.0, lo strumento di migrazione associa inoltre alcune impostazioni IIS dell'applicazione.

aggiornamento : Ŕ stata rilasciata una nuova versione dell'utilitÓ di migrazione (IISmt.exe) 6.0 IIS. Per ottenere la versione 1.1 di utilitÓ di migrazione di IIS 6.0, il seguente sito Microsoft Web:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=2aefc3e4-ce97-4f25-ace6-127f933a6cd2&displaylang=en

Apache per IIS 6.0 Migration Tool versione 1.0

Il Apache allo strumento di migrazione di IIS 6.0 (Wsmk_targ_virdir.exe e Wsmk_windows.exe) Ŕ un Perl?based, strumento della riga di comando che utilizza FTP (File Transfer Protocol) per il processo di migrazione di contenuto e la configurazione. ╚ possibile utilizzare il Apache allo strumento di migrazione di IIS 6.0 per migrare il contenuto del sito e le impostazioni di configurazione da un server Linux?based che esegue un'applicazione Web Apache a un server che esegue un prodotto della famiglia Windows Server 2003 e IIS 6.0.

Per eseguire il Apache a utilitÓ di migrazione di IIS 6.0, Ŕ necessario essere un amministratore e dispone di diritti utente principale sul server di origine Linux?based. ╚ inoltre necessario disporre dei diritti di amministratore nel server di destinazione basato su Windows. Il Apache allo strumento di migrazione di IIS 6.0 utilizza FTP per file di configurazione nella cartella di destinazione specificato nel server di destinazione e trasferimento di contenuto del sito. Di Apache allo strumento di migrazione di IIS 6.0 esegue quindi il mapping di Apache direttive per le corrispondenti impostazioni di configurazione di IIS 6.0.

CustomAuth versione 1.0

Lo strumento di CustomAuth (CustomAuth.dll e CustomAuth.ini) fornisce un client Web di autenticazione alternativa l'autenticazione di base, NTLM l'autenticazione e per altri metodi di autenticazione. Lo strumento di CustomAuth consente agli amministratori di creare pagine di accesso personalizzata per raccogliere le credenziali dell'utente. Lo strumento CustomAuth supporta inoltre disconnessione manuale o basata sul timeout disconnessione.

IISCertDeploy.vbs versione 1.0

IISCertDeploy.vbs Ŕ uno strumento per la distribuzione e per eseguire il backup di SSL dei certificati nei server che eseguono IIS 6.0. ╚ possibile utilizzare IISCertDeploy.vbs per distribuire il certificato a un server locale, a un cluster di server o a un server remoto. ╚ possibile utilizzare per eseguire il backup di un certificato Esporta il certificato da un sito Web in un Personal Information Exchange IISCertDeploy.vbs file di (PFX) che contiene sia la chiave privata e la chiave pubblica.

Supporto di host IIS versione 1.0

Host di supporto IIS (IISHostsvc.exe) registra l'intestazione host o le intestazioni di host di un sito Web che utilizza servizi di risoluzione dei nomi. ╚ possibile utilizzare IIS del supporto di host in un ambiente intranet quando non si desidera modificare manualmente i record dei nomi. Supporto di host IIS utilizza socket NetBIOS e quindi NetBIOS su TCP/IP (NetBT) registri host intestazione stringhe con WINS. Supporto di host IIS registra anche stringhe di intestazione host con il Domain Name System (DNS) utilizzando un server DNS che supporta il protocollo di aggiornamento dinamico.

IISState versione 3.0

IISState (IISState.exe e IISState.log) consentono di risoluzione dei problemi rallentamento delle prestazioni e degli errori delle applicazioni per le applicazioni che eseguono IIS 6.0. IISState consentono di identificare le cause di errori di ASP0115 e gli errori che Dr. Watson rileva.

Log Parser versione 2.1

Log Parser (LogParser.exe o LogParser.dll) supporta diversi formati di input, inclusi tutti i formati file di registro IIS. Log parser supporta inoltre pi¨ formati di output, ad esempio file di testo e tabelle di database. ╚ possibile utilizzare log parser alle voci di filtro, per convertire i file registro in altri formati ed eseguire di data mining.

Metabase Explorer versione 1.6

Metabase Explorer 1.6 (MBExplorer.exe) fornisce un'interfaccia utente grafica (GUI) per la visualizzazione e per la modifica della metabase IIS locale e remoto vengono memorizzati. ╚ inoltre possibile utilizzare Metabase Explorer per effettuare le seguenti operazioni:
  • Modificare le impostazioni per le chiavi di protezione
  • Esportare e importare chiavi e sottochiavi
  • Copiare e incollare le chiavi e sottochiavi
  • Confrontare i record

Le autorizzazioni Verifier versione 1.0

Le autorizzazioni Verifier (autorizzazioni Verifier.js) fornisce un esempio XML file di configurazione che Ŕ possibile utilizzare per verificare autorizzazioni su un server che esegue IIS. ╚ possibile utilizzare autorizzazioni Verifier per definire un gruppo di attivitÓ che consente di verificare le autorizzazioni e diritti di amministratore e per selezionare le attivitÓ da eseguire in fase di esecuzione. ╚ inoltre possibile utilizzare autorizzazioni Verifier per verificare Access Control Lists (ACLs) per verificare di autorizzazioni per utenti e gruppi e per assicurarsi che i problemi di autorizzazione non causino problemi del server Web.

RemapUrl versione 1.0

RemapUrl (RemapUrl.ini e RemapUrl.dll) consente di modificare dinamicamente l'URL che un client richiede l'amministratore. Se l'URL Ŕ locale al pool di applicazioni, questa azione Ŕ trasparente per il client. RemapUrl supporta inoltre la convenzionale di reindirizzamenti dell'URL e messaggi di errore personalizzato.

SelfSSL versione 1.0

SelfSSL (SelfSSL.exe) consentono di generare e installare un certificato SSL autofirmato. PoichÚ lo strumento SelfSSL genera un certificato autofirmato che non ha origine da una fonte attendibile, utilizzare lo strumento di SelfSSL solo nei seguenti scenari:
  • Quando Ŕ necessario creare un canale privato protetto tra il server e un gruppo limitato di utenti noto
  • Dopo avere problemi di certificati di terze parti

TinyGet versione 5.2

5.2 TinyGet (TinyGet.exe) Ŕ una riga di comando Hypertext Transfer client Protocol (HTTP) che supporta pi¨ thread e loop. ╚ possibile utilizzare TinyGet per verificare o risolvere la comunicazione da client a server HTTP. Utilizzando TinyGet, Ŕ possibile personalizzare la richiesta di test configurando molti fattori diversi, tra cui il metodo di autenticazione, la versione HTTP e il formato di output. ╚ inoltre possibile utilizzare script che specificano il ciclo e il multithreading.

Web Capacity Analysis Tool versione 5.2

Web Capacity Analysis Tool (WCAT) (Wcclient.exe e Wcctl.exe) Ŕ uno strumento per la verifica e pianificazione di capacitÓ. ╚ possibile utilizzare WCAT per test di diversi server e configurazioni di rete utilizzando contenuto progettati in modo personalizzato e simulazioni di carico di lavoro. ╚ possibile verificare il server dotati di processori singoli o pi¨ processori. ╚ inoltre possibile verificare i server connessi a pi¨ reti.

WFetch versione 1.3

WFetch (Wfetch.exe) Ŕ un client HTTP Ŕ un'interfaccia utente grafica. ╚ possibile utilizzare WFetch per verificare o risolvere i server HTTP. WFetch Visualizza la richiesta e la risposta per consentire la comunicazione pu˛ essere facilmente comprensibile. ╚ possibile utilizzare WFetch per creare le richieste HTTP che verifica le prestazioni di nuovi siti Web o di siti Web contenenti nuovi elementi ad esempio ASP (Active Server Pages) o protocolli senza fili. PoichÚ WFetch fornisce solo informazioni di connessione HTTP, Ŕ possibile analizzare e risoluzione dei problemi HTTP problemi di prestazioni pi¨ veloci con WFetch pi¨ eseguendo una traccia di Network Monitor.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, visitare il sito di Web di Microsoft:
http://www.iis.net/

ProprietÓ

Identificativo articolo: 840671 - Ultima modifica: lunedý 3 dicembre 2007 - Revisione: 4.4
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Information Services 6.0
Chiavi:á
kbmt kbinfo kbmigration kbdownload kbhttp kbwebserver kbserver kbclient kbcertservices kbacl KB840671 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 840671
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com