Un server in un cluster potrebbe failover quando si tenta di creare un file di dettagli dell'archivio informazioni utilizza ADPlus o Userdump in Exchange 2000 Server o Exchange Server 2003

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 841673 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
In questo articolo Ŕ una sintesi degli articoli precedentemente disponibili riportati: 823487 e 841673
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sintomi

Si tenta di creare un file dump del processo che ospita la risorsa cluster, ad esempio MAD.exe, Store.exe, emsmta.exe, Inetinfo.exe e cosý via. Questo scopo utilizzare il ADPlus o l'utilitÓ Userdump in un cluster basato su Microsoft Windows 2000 Server o in un cluster basato su Windows Server 2003 con Microsoft Exchange 2000 Server o Microsoft Exchange Server 2003. Tuttavia, le risorse di Exchange potrebbero bloccarsi e il failover su un altro nodo del cluster.

Risoluzione

Metodo 1: ╚ disattiva l'opzione di risorsa "Influisce sul gruppo"

Per risolvere il problema, disattivare l'opzione risorsa influisce sul gruppo , raccogliere il file di dump di archivio informazioni e quindi attivare nuovamente l'opzione risorsa influisce sul gruppo . Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Avviare Amministrazione Cluster.
  2. Espandere il contenitore server e quindi espandere Active risorse .
  3. L'istanza di risorsa virtuale appropriata che si desidera fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere ProprietÓ .
  4. Fare clic sulla scheda Avanzate fare clic per deselezionare influisce sul gruppo e quindi fare clic su OK .
  5. Chiudere Amministrazione Cluster.
  6. ╚ possibile utilizzare l'utilitÓ di ADPlus o l'utilitÓ Userdump per raccogliere il file di dump di archivio informazioni.
  7. Dopo aver raccolto il file di dump, attivare l'opzione di risorsa influisce sul gruppo in Amministrazione Cluster.

Metodo 2: Aumenta il valore di timeout server

Per risolvere il problema, Ŕ possibile aumentare il valore di timeout server 600.000 millisecondi (600 secondi o 10 minuti). Il timeout predefinito valore in Exchange 2000 Server e in Exchange Server 2003 Ŕ 180.000 millisecondi (180 secondi o 3 minuti).

Exchange 2000 Server

In Exchange 2000 Server, l'archivio di Exchange PendingTimeOut proprietÓ controlla del tempo in cui la risorsa pu˛ rimanere in uno stato non rispondono prima del timeout. Per aumentare il valore di timeout in Exchange 2000 Server, attenersi alla seguente procedura:
  1. Aprire una finestra del prompt dei comandi.
  2. Per visualizzare le impostazioni di proprietÓ PendingTimeOut , digitare cluster res "nome risorsa" /prop e quindi premere INVIO .
  3. Per modificare il valore della proprietÓ PendingTimeOut , digitare cluster res "nome risorsa" /prop PendingTimeOut = 600000:DWORD , quindi premere INVIO .

    Questo valore viene letto quando la risorsa viene innanzitutto portata in linea. Se si apporta una modifica, Ŕ necessario disconnettere la risorsa e quindi portare in linea la risorsa.

Exchange Server 2003

In Exchange Server 2003, l'archivio di Exchange IsAliveTimeOut proprietÓ controlla del tempo in cui la risorsa pu˛ rimanere in uno stato non rispondono prima del timeout. Per aumentare il valore di timeout in Exchange Server 2003, eseguire la procedura:
  1. Aprire una finestra del prompt dei comandi.
  2. Per modificare il valore, tipo cluster res < nome risorsa > /priv IsAliveTimeout = 600000:DWORD, quindi premere INVIO .

    Questo valore viene letto quando la risorsa viene innanzitutto portata in linea. Se si apporta una modifica, Ŕ necessario disconnettere la risorsa e quindi portare in linea la risorsa.

Informazioni

Per impostazione predefinita, tutte le risorse di cluster, ad esempio l'archivio informazioni di Exchange sono configurate per influire sul gruppo in cui appartengono. Per ulteriori informazioni sul servizio cluster failover criteri, fare clic sul seguente numero per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
197047Criteri di failover/failback on Microsoft Cluster Server
Per ulteriori informazioni sui cluster di server, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
836566Come configurare le proprietÓ private IsAlive per cluster di Exchange Server 2003

Status

Microsoft ha confermato che questo problema riguarda i prodotti sono elencati nella sezione "Si applica a".

ProprietÓ

Identificativo articolo: 841673 - Ultima modifica: giovedý 3 aprile 2008 - Revisione: 3.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
  • Microsoft Exchange 2000 Enterprise Server
  • Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition
Chiavi:á
kbmt kbprb KB841673 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 841673
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com