Descrizione di Outlook 2003 con la modalità cache in un ambiente Exchange Server 2003

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 870926 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

questo articolo viene descritto il funzionamento della modalità cache Outlook 2003 in un ambiente Microsoft Exchange Server 2003. La modalità cache è una nuova funzionalità di Microsoft Office Outlook 2003. Quando è attivata la modalità cache, Outlook 2003 utilizza una copia locale della cassetta postale. Allo stesso tempo, Outlook 2003 mantiene una connessione in linea a una copia remota della cassetta postale in Exchange Server.

INTRODUZIONE

La modalità cache è una nuova funzionalità in Outlook 2003. Quando si attiva la modalità cache in Outlook 2003, e non è disponibile la connessione dal computer che eseguono Outlook 2003 al computer Exchange Server 2003, Outlook passa per lo stato del tentativo di connessione o per lo stato disconnesso . Se la connessione viene ripristinata, Outlook passa per lo stato di connessione o per lo stato connesso (intestazioni) . Eventuali modifiche apportate mentre lavorava fuori rete verranno sincronizzate automaticamente quando è disponibile una connessione a un server. È possibile continuare a lavorare durante le modifiche vengono sincronizzate.

Outlook 2003 in modalità cache offre i seguenti vantaggi:
  • Dopo che i messaggi sono stati memorizzati localmente, le operazioni utente tipico non causano interazioni che bloccano il server. Quickflagging, contrassegnare un messaggio come già letti, risposta e modifica richiedono una piccola quantità di dati per essere inserito al server per mantenere sincronizzate le cassette postali. Tuttavia, il push dei dati avviene in background. Questo comportamento causa molto l'accesso più veloce alla messaggi e alla allegati, poiché si opererà dalla copia locale anziché la copia sul server.
  • Inoltre, modalità cache non comporta alcuna perdita di funzionalità convenzionale. Nuove notifiche di posta elettronica, tutti i dettagli elenco indirizzi globale, ricerca della disponibilità, accesso alle cartelle pubbliche delegato supportata e funzione come previsto. Tuttavia, questo vale solo quando è presente una connessione di rete a un computer Exchange Server.
  • Questa modalità offre intelligente utilizzo della larghezza di banda. Questa funzionalità è attivata per la sincronizzazione solo intestazioni su connessioni lente (le connessioni che sono più lente rispetto a 128 kilobit al secondo [Kbps]). Questa funzionalità funziona solo quando una connessione di rete è presente.
Modalità cache, inoltre, offre agli amministratori i seguenti vantaggi:
  • Ridotto il carico del server. Dopo che i messaggi vengono memorizzati nella cache localmente, riaprire lo stesso messaggio non è necessario le transazioni del server.
  • Ridotto il carico di rete. Dopo che i messaggi sono stata estratta nella rete una sola volta, gli accessi successivi a tali messaggi non determina ulteriore traffico di rete. Poiché inoltre vengono compressi i messaggi, è una riduzione sul carico di rete aggiuntiva.

Informazioni

Come attivare la modalità cache in Outlook 2003

Per impostazione predefinita, è è attivata la modalità cache quando si installa Outlook 2003 per la prima volta. Tuttavia, quando si aggiorna a Outlook 2003 da una versione precedente di Outlook, non è possibile abilitare modalità cache. Nel corso l'aggiornamento, l'amministratore di sistema può attivare o disattivare la modalità cache.

Per attivare la modalità cache in Outlook 2003, attenersi alla seguente procedura:
  1. Scegliere dal menu Strumenti , Account di posta elettronica .
  2. Nella finestra di dialogo Account di posta elettronica selezionare Visualizza o modifica esistenti di account di posta elettronica e scegliere Avanti .
  3. Verificare che Microsoft Exchange Server sia selezionata e quindi fare clic su Cambia .
  4. Nella finestra di dialogo Account di posta elettronica , fare clic per selezionare la casella di controllo Usa modalità cache e scegliere Avanti .
  5. Fare clic su OK e riavviare Outlook 2003.

Come Outlook 2003 Sincronizza i dati in modalità cache

Il tempo necessario per completare la sincronizzazione iniziale tra Outlook 2003 ed Exchange Server 2003 dipende dalle principalmente sulle dimensioni della cassetta postale e la velocità della connessione al computer Exchange Server 2003.

Accesso a tutti i dati non disponibile fino a completa la sincronizzazione iniziale. Pertanto, si consiglia di utilizzare una connessione veloce quando si avvia modalità cache per la prima volta.

Una volta completata la sincronizzazione iniziale, Outlook 2003 tenere la copia locale aggiornate automaticamente. Se viene apportata una modifica ai dati sul server, Outlook 2003 viene notificato sincronizzare le modifiche. Modifiche sul server possono verificarsi se è stato ricevuto un messaggio nuovo, o se un altro client apportata una modifica ai dati esistenti. Se vengono apportate modifiche ai dati locali, il Outlook 2003 Sincronizza automaticamente la con il server le modifiche. Questo processo si verifica in tempo reale e non richiede alcun intervento da parte dell'utente.

Tempi di sincronizzazione modalità cache

Per garantire un buon bilanciamento tra utilizzabilità e migliorare l'efficienza della rete, i tempi di sincronizzazione di comunicazione tra Outlook 2003 ed Exchange Server 2003 sono stato ottimizzato utilizzando il timer di sincronizzazione.

importante Questa sezione, metodo o l'attività sono contenute procedure viene illustrato come modificare il Registro di sistema. Tuttavia, possono causare seri problemi se si modifica il Registro di sistema in modo errato. Pertanto, assicurarsi che questa procedura con attenzione. Per maggiore protezione, è eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo. È quindi possibile ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e ripristino del Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
322756Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows


È possibile modificare questi valori del timer di sincronizzazione creando e modificando le chiavi di registro di sistema seguenti e i valori nella chiave del Registro di sistema HKEY_CURRENT_USER\Software\Policies\Microsoft\Office\11.0\Outlook\Cached modalità :
  • caricare = dword:0000000f (impostazione predefinita è 15 secondi).
  • download = dword:0000001e (valore predefinito è 30 secondi)
  • massimo = dword:0000003c (valore predefinito è 60 secondi)

Per impostazione predefinita, ogni volta che il client è in modalità cache e un utente apporta una modifica locale, avvia il timer di caricamento. Le modifiche hanno i seguenti effetti:
  • Se una modifica locale si verifica durante il periodo 15 secondi del timer di caricamento, il timer di caricamento riavvia.
  • Se nessun altro locale cambia prima che scada la finestra di 15 secondi, di dati vengono sincronizzati al server.
  • Se le modifiche si verificano prima che scada la finestra di 15 secondi, tutte le modifiche sono in vengono di sincronizzati con il computer che esegue Exchange Server dopo un minuto e. Non è nessun ulteriore ritardo.
Quando il computer che esegue Exchange Server notifica a Outlook 2003 di una modifica, l'avvio del timer di download. Ritardi di Outlook riceve le informazioni di modifica. Ciò riduce il carico del server e migliora le prestazioni della rete, perché Outlook spesso vengono notificate modifiche di più server in rapida successione. Tutte le notifiche che si verificano in della finestra di 30 secondi del timer di download sono raggruppate insieme, e quindi vengono elaborati in fondo il timer. Quindi, il timer viene reimpostato per attendere la successiva notifica di server. Quando viene ricevuta una notifica di posta elettronica, Outlook 2003 consente di sincronizzare le cartelle in cui si trovano elementi nuovi o modificati. Vengono aggiornati da leggere, e quindi tutte le regole vengono elaborate.
Nota Se si utilizza Outlook 2007, i valori di intervallo di sincronizzazione predefinito sono cambiati.
Vedere il seguente articolo per informazioni dettagliate. Configurare la modalità cache in Outlook 2007 http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc179175.aspx

Ordine di sincronizzazione delle cartelle in Outlook 2003

Quando si sincronizza Outlook 2003 con un computer Exchange Server 2003, Outlook 2003 utilizza un algoritmo di apprendimento intelligente è trasparente. Questo algoritmo assegna priorità di sincronizzazione cartelle utilizzati più di frequente. Questo comportamento consente di ottenere un'esperienza ottimale. Outlook 2003 sincronizzazione delle cartelle nell'ordine seguente (fino a quando non è stato utilizzato Outlook per il tempo necessario per formare una priorità di sincronizzazione):
  1. Le cartelle di utilità (comuni visualizzazioni, visualizzazioni e le impostazioni di protezione)
  2. calendario
  3. contatti
  4. Bozze
  5. posta in arrivo
  6. Tutte le altre cartelle (definiti dall'utente)
  7. invio posta
  8. eliminazione di elementi
  9. cartella pubblica preferite (aggiunto dall'utente)

Cartella problemi di sincronizzazione di Outlook 2003

Outlook 2003 verranno ignorare e accesso non valido di elementi o elementi in formato non valido sul server e Outlook 2003 continuerà a sincronizzare correttamente. Gli elementi danneggiati vengono inseriti nella cartella errori server appropriata o nella cartella errori locali appropriata nella cartella problemi di sincronizzazione. La cartella problemi di sincronizzazione e le cartelle di pari livello sono visibili solo nella visualizzazione elenco cartelle del riquadro di spostamento. Non sono visualizzate nell'elenco tutte le cartelle di posta elettronica nella sezione messaggi del riquadro di spostamento.

Procedure ottimali per evitare quando si utilizza Outlook 2003 con la modalità cache

Poiché Outlook 2003 sono diversi modi per connettersi a Exchange Server 2003, alcune funzioni e funzionalità di Outlook 2003 non funzionano anche con la modalità cache. Le sezioni seguenti illustrano procedure ottimali per evitare. Evitare di queste procedure consente di ottenere le prestazioni complessive più efficiente quando si utilizza Outlook 2003 con la modalità cache.

Funzionalità comuni di Outlook 2003 che riduce l'efficacia della modalità cache

Alcune funzionalità di Outlook 2003 consente di ridurre l'efficacia della modalità cache che richiedono l'accesso alla rete o perché ignorare la funzionalità modalità cache. Il vantaggio principale dell'utilizzo della modalità cache è che protegge il client da problemi di rete e da problemi di connessione del server. Se non si sta utilizzando modalità cache, le funzionalità che si basano su accesso di rete possono causare ritardi Outlook 2003.

Le seguenti operazioni di Outlook 2003 si basano su accesso alla rete. Di conseguenza, queste operazioni possono causare ritardi delle prestazioni dei client la connessione a Exchange Server 2003 è lenta:
  • L'accesso di posta elettronica dai delegati
  • Apertura di calendario o la cartella di un altro utente
  • Utilizzando una cartella pubblica che non è stata memorizzata nella cache
Determinate operazioni di Outlook 2003 come ad esempio cercare le informazioni sulla disponibilità richiedono anche l'accesso di rete a recuperare le informazioni richieste. Questo requisito potrebbe causare una ritardata risposta anche utenti hanno connessioni veloci a dati di Exchange Server 2003. I ritardi possono verificarsi in modo imprevedibile anziché si verifica solo quando la funzionalità è accessibile.

Modalità cache viene distribuito, prendere in considerazione disabilitando o non implementare le funzionalità riportate di seguito:
  • Combinazione della funzionalità avvisi e le firme digitali nei messaggi di posta elettronica. Per verificare una firma digitale, è necessario che Outlook 2003 verificare la firma digitale con un server di rete. Per impostazione predefinita, Outlook 2003 visualizza un messaggio di avviso che contiene una parte di un messaggio di posta elettronica quando arrivano nuovi messaggi di posta elettronica nella posta in arrivo. Se si sceglie il messaggio di avviso per aprire un messaggio di posta elettronica firmato, Outlook 2003 utilizza accesso alla rete per cercare una firma valida messaggio di posta elettronica.
  • Più contenitori di Rubrica. In genere, la Rubrica contiene l'elenco indirizzi globale e le cartelle di contatti. Alcune organizzazioni configurare sottoinsiemi dell'elenco indirizzi globale. Queste rubriche sottoinsieme vengono visualizzati nella Rubrica. Queste rubriche sottoinsieme inoltre possono essere inclusi nell'elenco che definisce l'ordine di ricerca per le rubriche. Se sottoinsieme rubriche sono incluse nell'elenco di ordine di ricerca, in Outlook 2003 è possibile che richiede accesso alla rete per verificare queste rubriche ogni volta che un nome di un messaggio di posta elettronica viene risolto.
Nota Non includere le proprietà personalizzate nella scheda Generale della finestra di una finestra di dialogo Proprietà nell'elenco indirizzi globale. Outlook è necessario recuperare le proprietà personalizzate in linea. Se vengono visualizzate le proprietà personalizzate, può essere compromesso l'esperienza dell'utente di aprire i dettagli dell'elenco indirizzi globale. Inoltre, fare clic sulla scheda organizzazione o altre schede inoltre richiedono accesso di rete.

Componenti aggiuntivi di Outlook 2003

L'installazione di componenti aggiuntivi di Outlook 2003 particolari potrebbe offset vantaggi dell'utilizzo della modalità cache. Alcuni componenti aggiuntivi di ignorano le funzionalità previste della modalità di intestazioni ( Scarica solo intestazioni ) in modalità cache accedendo ai dati di Outlook 2003 con il modello a oggetti. Ad esempio, quando si utilizza Microsoft ActiveSync per sincronizzare un computer palmare, anziché solo le intestazioni vengono scaricati gli elementi di Outlook 2003 completi. Questo comportamento si verifica anche con una connessione lenta. Inoltre, il processo di aggiornamento saranno più lento rispetto se gli elementi vengono scaricati in Outlook 2003, poiché alcuni programmi è possono utilizzare un metodo di sincronizzazione meno efficiente.

Regole sul lato client

Quando si utilizza Outlook 2003 con Microsoft Exchange Server 2003, è possibile utilizzare regole basate su server e lato client. Regole basate sul server possono essere elaborate sul server. Potrebbe, ad esempio, che un utente che utilizza la cassetta postale per il percorso di recapito disporre di una regola che elimina tutti i messaggi di posta elettronica da uno specifico alias. Poiché sia la cartella Posta in arrivo e le nella cartella Posta eliminata vengono memorizzate sul server, la regola può essere elaborata esiste senza interazione dal client. Le regole sul lato client richiedono un'elaborazione dal client.

Ad esempio, un utente dispone di un file di cartelle personali (pst) in cui vengono memorizzare messaggi di posta elettronica di determinati tipi. Il file con estensione pst utilizza una regola che sposta tutti i messaggi di posta elettronica da uno specifico alias in tale cartella. In questo caso, il server non è in grado di eseguire tutta l'elaborazione perché il file con estensione pst si trova sul computer locale e che è possibile accedere solo da Outlook 2003 e non dal server di Exchange. Exchange Server 2003 crea un elemento di azione posticipata sul server che esegue la volta successiva che i file vengono sincronizzati. Poiché gli utenti devono essere eseguite le azioni differite, le regole sul lato client possono incidere in modo molto grande sulle prestazioni del sistema, in particolare quando operano su connessioni lente. Per alzare di livello le migliori prestazioni del sistema, prendere in considerazione le seguenti operazioni:
  • Rimuovere le regole lato client non necessarie.
  • Selezionare l'opzione Interrompi l'elaborazione altre regole nella creazione guidata regole.
  • Non utilizzare la regola posta indesiderata. La regola posta indesiderata potrebbe rallentare il processo di sincronizzazione.

Proprietà

Identificativo articolo: 870926 - Ultima modifica: giovedì 9 luglio 2009 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition
  • Microsoft Office Outlook 2003
Chiavi: 
kbmt kbexchtechbulletin kbinfo KB870926 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 870926
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com