Descrizione di Service Pack 2 per SQL Server 2000: November 9, 2001

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 889552 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

Microsoft SQL Server 2000 Service Pack 2 (SP2) fornisce gli aggiornamenti per i componenti di database di un'installazione di SQL Server 2000. In questo articolo si illustra:
  • Versioni Service Pack e come rimuovere Service Pack 2.
  • Come scaricare e come estrarre Service Pack 2.
  • Come installare Service Pack 2.
  • Come ridistribuire i componenti di database di client componenti di Service Pack 2.
  • Come gestire i problemi che influiscono sui siti sui server che eseguono Service Pack 2.

Contenuti

Informazioni

Introduzione 1,0

Questa versione di Service Pack 2 (SP2) per Microsoft SQL Server 2000 viene fornita in tre parti:
  • Componenti di database di SP2 forniscono gli aggiornamenti per i componenti di database di un'istanza di SQL Server 2000 per l'esclusione delle istanze dello SQL Server 2000 Desktop Engine. Componenti di database di SP2 includono gli aggiornamenti a:
    • Il motore di dati.
    • Strumenti di database client e le utilità come SQL Server Enterprise Manager e osql.
    • Componenti di database di connettività client quale il Microsoft OLE DB Provider for SQL Server 2000, ad esempio quale il driver ODBC di SQL Server 2000 e quale le librerie di rete client.
  • SP2 Analysis Services fornisce gli aggiornamenti per i componenti di SQL Server 2000 Analysis Services di un'installazione di SQL Server 2000 include:
    • Analysis Services.
    • Componenti client di Analysis Services Analysis Manager e il Provider Microsoft OLE DB inclusi per Analysis Services.
    • Componenti di database di connettività client quale il Microsoft OLE DB Provider for SQL Server 2000, ad esempio quale il driver ODBC di SQL Server 2000 e quale le librerie di rete client.
  • SP2 Desktop Engine fornisce gli aggiornamenti per i componenti di database inclusi di un'istanza dello SQL Server 2000 Desktop Engine (inoltre denominato come MSDE 2000):
    • Il motore di dati.
    • Componenti di database di connettività client quale il Microsoft OLE DB Provider for SQL Server 2000, ad esempio quale il driver ODBC di SQL Server 2000 e quale le librerie di rete client.
Queste tre parti di SP2 possono essere applicate come singolarmente, come segue:
  • I siti di SQL Server 2000 possono utilizzare componenti di database di SP2 per aggiornare i componenti di database aggiornando i loro componenti di Analysis Services o le istanze del loro SQL Server 2000 Desktop Engine.
  • I siti di Analysis Services 2000 possono utilizzare SP2 Analysis Services per aggiornare i componenti di Analysis Services aggiornando le istanze del Desktop Engine o i loro componenti di database.
  • I siti Desktop Engine possono utilizzare SP2 Desktop Engine per eseguire l'aggiornamento delle istanze del Desktop Engine effettuando l'aggiornamento di Analysis Services o delle istanze di altre edizioni di SQL Server 2000.

    Nota: Se si dispone delle istanze separate del Desktop Engine e altre edizioni di SQL Server nello stesso computer, sarà necessario applicare il SP2 Desktop Engine alle istanze Desktop Engine 2000 e ai componenti di database di SP2 alle altre istanze di SQL Server 2000.
"Per ulteriori informazioni sull'installazione del Desktop Engine, vedere Sezione 2,2" File SP2 Desktop Engine"E Sezione 3.7"Installare SP2 Desktop Engine."

Nota: SP2 Desktop Engine è l'unico la parte di Service Pack renduta disponibile nel portoghese (Brasile), nello svedese e nell'olandese perché SQL Server 2000 Desktop Engine è l'unica versione di SQL Server 2000 ha prodotto per quelle lingue. I componenti di SQL Server 2000 aggiornati da componenti di database di SP2 o SP2 Analysis Services non sono disponibili per queste lingue. Gli utenti portoghesi (Brasile) svedesi e olandesi che desiderano applicare Service Pack 2 a una versione di SQL Server oltre che che è necessario che il Desktop Engine scarichi i file di Service Pack 2 corrispondenti alla lingua dell'edizione che esse aggiorneranno come il download dei file di Service Pack 2 nella lingua inglese se esse eseguono una versione di SQL Server 2000 nella lingua inglese. "Si troverà le istruzioni di download di seguito in Sezione 2,0" Il download ed estrarre SP2."
I dettagli di installare componenti di database di SP2
Installazione componenti di database di SP2 rileva automaticamente è presente nell'istanza di SQL Server 2000 che si aggiorna e solo aggiorna l'edizione di SQL Server 2000 i componenti che si sono installati per quell'istanza. Ad esempio, quando il service pack si applica a un computer che esegue SQL Server 2000 Standard Edition, esso non tenterà di aggiornare i componenti forniti solo con SQL Server 2000 Enterprise Edition.

È possibile che si applichino componenti di database di SP2 a una singola istanza predefinita o l'istanza denominata di SQL Server. Se più di SQL Server 2000 istanze devono essere aggiornate a SP2, è necessario applicare SP2 a ciascuna istanza. Quando si aggiorna un'istanza in un computer con una o più istanze di SQL Server 2000 a SP2, tutti gli strumenti si aggiorneranno a SP2. Le copie separate degli strumenti per ogni istanza in un computer non esistono.
Rimuovere SP2
Quando si installa il service pack, esso esegue le modifiche alle tabelle di sistema per i motivi di manutenzione ed esso aggiorna inoltre i database di utente e distribuzione che sono i membri di una topologia di replica. A causa di questi cambiamenti, SP2 non può essere rimosso facilmente. Per ripristinare la generazione che si è eseguito prima di avere installato SP2, è necessario innanzitutto disinstallare l'istanza di SQL Server 2000. Quindi è necessario reinstallare quell'istanza di SQL Server 2000. Se ha eseguito SQL Server 2000 SP1, quindi si dovrà riapplicare SP1 all'istanza. "Per ulteriori informazioni sulla disinstallazione di SP2, vedere Sezione 3,13" Disinstallare SP2."

Nota: Per rimuovere SP2, si deve contenere un backup dei database di master, model e msdb richiesti di applicare SP2 immediatamente. "Per ulteriori informazioni, vedere Sezione 3,1" Eseguire il backup dei database di SQL Server" ' e Sezione 3,2 polliceEseguire il backup dei database di Analysis Services."
Ulteriori informazioni su SP2
Un il elenco delle correzioni contenute in questo Service Pack viene fornito nell'articolo Q306908 di Microsoft Knowledge Base. Ogni correzione elencata in 306.908 ha un collegamento a un articolo di Knowledge Base che descrive il problema risolto dalla correzione. Questi articoli sono pubblicati Microsoft Product Support Services Knowledge Base.
Considerare i collegamenti agli articoli FIX per visualizzare le informazioni su ogni correzione.

Tutte le informazioni pertinenti a SQL Server 2000 Service Pack 2 che non era disponibile per essere incluso nella volta in questo file Leggimi nella volta si pubblicheranno nell'articolo Q306909 di Microsoft Knowledge Base. Questo articolo è disponibile Microsoft Product Support Services Knowledge Base.
QFE risolve
Se ha ricevuto una correzione QFE dopo October 3, 2001, non è probabile che la correzione si includa in SP2. Rivolgere al provider di supporto principale su una correzione QFE contro SP2.

1,1 Identificare la versione corrente di SQL Server o Analysis Services

Utilizzare le seguenti tecniche per trovare fuori quale versione di SQL Server o Analysis Services si è installato.
SQL Server
Versione di SQL installato Server 2000, tipo, per identificarsi, SELEZIONA VERSION al prompt di comandi quando utilizza le utilità osql o isql o nella finestra Query in SQL Query Analyzer. La relazione tra la stringa di versione segnalata da VERSION e dal numero di versione di SQL Server 2000 nella seguente tabella è illustrata.
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
VERSIONE @Versione di SQL Server 2000
8.00.194SQL Server 2000 RTM
8.00.384Componenti di database di SP1
8.00.532Componenti di database di SP2
Desktop Engine on Windows NT 5.0 (Build 2195: Service Pack 2) Enterprise Evaluation Edition on Windows NT 5.0 (Build 2195: Service Pack 2) Developer Edition on Windows NT 5.0 (Build 2195: Service Pack 2) Personal Edition on Windows NT 5.0 (Build 2195: Service Pack 2) Standard Edition on Windows NT 5.0 (Build 2195: Service Pack 2) Enterprise Edition on Windows NT 5.0 (Build 2195: Service Pack 2)
Nota: L'inizio della riga indica l'edizione di SQL Server. Ciò è seguito dalle informazioni correnti sul sistema operativo.

Analysis Services
Per identificare che versione di Analysis Services si è installato, procedere come segue:
  1. Dal menu Start, scegliere Programma, SQL Server 2000, Analysis Services e scegliere Analysis Manager.
  2. Nella struttura di Analysis Manager, fare clic con il pulsante destro del nodo Analysis Server e selezionare About Analysis Services.
  3. Di che versione di Analysis Services si dispone nella seguente tabella è illustrato.
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
InformazioniVersione di Analysis Services
8.0.194SQL Server 2000 Analysis Services RTM
8.0.382SP1 di Analysis Services
8.0.532SP2 di Analysis Services

Il download 2,0 e l'estrazione di SP2

Questo Service Pack si distribuisce in tre modi:
  • Sopra uno SQL Server 2000 Service Pack 2 CD-ROM, quello contiene Service Pack dei seguenti componenti:
    • Componenti di database di SP2
    • SP2 di Analysis Services
    • SP2 Desktop Engine
    Nota: CD-ROM Questo include tutti i file necessari per aggiornare le istanze esistenti del Desktop Engine. Il numero massimo di istanze supportate per il Desktop Engine è i 16.
  • In tre file autoestraente che possono scaricare da Internet:
    • SQL2KSP2.exe (componenti di database di SP2)
    • SQL2KASP2.exe (SP2 di Analysis Services)
    • SQL2KDeskSP2.exe (SP2 Desktop Engine)
    Nota: Il file SQL2KDeskSP2.exe Il include un aggiornamento per una singola istanza del Desktop Engine che veniva creato solo da sqlrun01.msi. "Per ulteriori informazioni, vedere Sezione 2,2" File SP2 Desktop Engine."
  • Sopra uno SQL Server 2000 Desktop Engine Service Pack 2 CD-ROM (solo Desktop Engine)
Nota: Solo lo SQL Server 2000 Desktop Engine Service Pack 2 CD-ROM contiene i moduli di unione o i file msi che si richiede che installino una nuova istanza del Desktop Engine.

2,1 file di Database e SP2 Analysis Services

Durante il download e durante l'estrazione di componente Database o file di installazione SP2 Analysis Services da Internet, utilizzare le seguenti indicazioni.

Scaricare uno dei file elencati nella sezione 2,0 e inserire il file autoestraente in una cartella sul computer che esegue l'istanza di SQL Server 2000 in cui si installa il service questo pack. Da quella cartella, eseguire il file. Il programma self-extraction richiederà il nome della cartella in cui si desidera inserire i file di Service Pack.

Sul disco locale scaricati i file di installazione di Service Pack, lo spazio disponibile la dimensione circa tre volto del file autoestraente sarà necessario. Ciò include lo spazio per memorizzare il file, lo spazio in cui memorizza i file estratti di Service Pack e lo spazio temporaneo di lavoro richiesto dal programma self-extraction.

La marca importante, è possibile rinominare la cartella scelta dopo estrarre i componenti il nome di directory tuttavia non contiene gli spazi vuoti. È possibile utilizzare la stessa cartella di destinazione per ognuno dei file precedenti, esse non sovrascriveranno; non interferiranno con altri.

I file autoestraente si utilizzano per generare un insieme di directory e file nel computer contenuti stesso. Se si scarica SP2, si deve estrarre i file per creare le directory di Service Pack prima di eseguire programma di installazione di SQL Server.

Per il componente Database e Analysis Services, il processo di installazione è l'identico per lo CD-ROM SP2 e per i file estratti di SP2.

Nota: Alcuni dei file in Service Pack sono i file di sistema impossibile visualizzarli a meno che si attenga a questa procedura : In Esplora risorse dal menu Visualizza fa clic su Opzioni, fa clic sulla scheda Visualizza e quindi seleziona la casella di controllo Mostra tutti i file.

File Desktop Engine SP2 2,2

Durante il download e durante l'estrazione del file di installazione SP2 Desktop Engine da Internet, utilizzare le seguenti indicazioni.

Scaricare ed estrarre il file Desktop Engine SP2 descritto in precedenza per il componente Database e per i file SP2 Analysis Services con le seguenti eccezioni.

Se si scarica il file SP2 Desktop Engine da Internet, è possibile applicare il service pack alle istanze solo del Desktop Engine che veniva installato da sqlrun01.msi. Se si tenta di applicare il service pack alle istanze create utilizzando sqlrun16.msi di u sqlrun02.msi dal file Setup.exe che veniva scaricato da Internet, si riceverà uno dei messaggi di errore:
Impossibile aprire questo pacchetto di installazione. Verificare che il pacchetto esista, potere accedere a esso e potere contattare il fornitore di applicazione per verificare che ciò sia un pacchetto valido di Windows Installer.
-o--
È possibile che la patch di aggiornamento non si installi mediante il servizio Windows Installer perché il programma aggiornato può essere che manchi o la patch di aggiornamento può aggiornare una versione diverse del programma. Verificare che il programma aggiornato esista nel computer e che si disponga della patch corretta di aggiornamento.
Aggiornare le istanze del Desktop Engine creato utilizzando sqlrun02.msi sqlrun16.msi è necessario applicare il service pack dal CD di Microsoft.

Installazione Service Pack 3,0

Per installare SP2, seguire le seguenti istruzioni per l'installazione. A seconda di che dei seguenti componenti di SQL Server 2000 delle configurazioni a cui si collega il service pack non tutti i passaggi sono necessari:
  • Componenti server database
  • Il database Client componenti
  • Analysis Services
  • Desktop Engine
  • Cluster di failover
  • Server di replica
Per ogni passaggio di installazione, i componenti applicabili sono elencati.

Nota: Il Service Pack è il linguaggio specifico. Applicare il service pack con la stessa lingua come il componente di SQL Server che si aggiorna.

Prima di installare SP2 sulla versione francese di Windows NT 4.0, Nota: Leggere e seguire le istruzioni disponibili nell'articolo 259.484 di Knowledge Base. È possibile accedere all'articolo Microsoft Product Support Services Knowledge Base.

Prima di avviare un'installazione
È cambiato da SP1

Applica a tutte le installazioni di componente eccetto Analysis Services:

Installazione SP2 non aggiorna i database di utente salvo quei database di utente attivamente coinvolti nelle topologie di replica. I database non coinvolti nelle topologie di replica non hanno le eventuali dipendenze sopra SP2. Ad esempio
  • È possibile ripristinare un backup di utente di database da un'istanza di SQL Server 2000 o un'istanza di SQL Server 2000 SP1 a un'istanza di SQL Server 2000.
  • È possibile ripristinare un backup di utente di database a un'istanza di SQL Server 2000 SP2, un'istanza di SQL Server 2000 SP1 o un'istanza di SQL Server 2000 da un'istanza di SQL Server 2000 SP2.
  • È possibile scollegare un database di utente da un'istanza di SQL Server 2000 o un'istanza di SQL Server 2000 SP1 ed è possibile associarlo a un'istanza di SQL Server 2000 SP2.
  • È possibile scollegare un database di utente da un'istanza di SQL Server 2000 SP2 ed è possibile associarlo a un'istanza di SQL Server 2000 o un'istanza di SQL Server 2000 SP1.
  • Si può impegnare nel registro che si fornisce fra le istanze di SQL Server 2000, fra le istanze di SQL Server 2000 SP1 e fra le istanze di SQL Server 2000 SP2. Installazione SP2 aggiorna i database di utente che sono i membri di una topologia di replica.
Prima di installare SP2, assicurarsi che i database di replica e il filegroup siano scrivibili e che l'account utente che esegue Installazione disponga di autorizzazione di accesso ai database. "Per ulteriori informazioni sull'applicazione di SP2 ai database coinvolti nelle topologie di replica, vedere Sezione 3,11" Installare sui server replicati."

Esso se Installazione SP2 rileva alcun database di utente o filegroup che non sono modificabili:
  • Applica gli aggiornamenti di replica di SP2 a tutti i database di utente scrivibile.
  • Si registra un elenco dei database non-writable nel log di Installazione che si trova a winnt\sqlsp.log.
  • Visualizza il seguente messaggio di avviso:
    Ha rilevato un o più database e filegroup che non sono modificabili.
Si può ignorare questo avviso a meno che alcuni dei database elencati nel file di registro di installazione siano i membri di una topologia di replica. Se qualsiasi database non-writable elencato nel file di registro di installazione è i membri di una topologia di replica, si deve effettuare scrivibile quei database e riapplicare Installazione SP2 a quell'istanza di SQL Server 2000.

Nota: Questo messaggio non si influirà sulle installazioni automatiche. "Per ulteriori informazioni sulle installazioni automatiche, consultare Sezione 4,0" Installazioni automatiche."

"Per ulteriori informazioni su effettuare scrivibile un database, vedere Sezione 3,12" Applicare SP2 ai database o al filegroup non-writable." "Per ulteriori informazioni su riapplicare SP2, consultare Sezione 3,14" Riapplicare SP2."

Nota: Durante l'installazione, l'installazione non effettua alcuna distinzione fra i database che non sono la linea o sospetto e fra i database di lettura sola che non è. Se un database di replica o un filegroup è durante l'installazione in una di queste condizioni e se è coinvolgere da un filegroup in una topologia di replica, il Service Pack si deve riapplicare dopo la creazione di scrivibile il database.

Nota: Poiché i database non-writable non provocheranno più non completarsi l'installazione, non è necessario rimuovere più il registro che si fornisce prima di eseguire l'aggiornamento a SP2.

Preparare un Systems Management Server ha distribuito l'installazione

SQL Server 2000 Service Pack 2 non può essere installato in remoto. Utilizzare Microsoft Systems Management Server tuttavia è possibile per installare SP2 automaticamente su più computer che eseguono Microsoft Windows NT Server 4.0. Allo scopo, è necessario utilizzare un file di definizione di pacchetto (file Smssql2ksp2.pdf) che automatizza la creazione di un pacchetto SQL Server in Systems Management Server. Quindi il pacchetto SQL Server si può distribuire e può essere installato sui computer che eseguono Systems Management Server. Il file Sms2kdef.bat è un file batch che rileva la piattaforma del computer e che esegue la versione appropriata del Setup program.

È che non si utilizzi possibile per installare il SP2 Desktop Engine.

3,1 Eseguire il backup dei database di SQL Server

Applica a tutte le installazioni di componente eccetto Componenti client Database:

Prima di installare componenti di database di SP2 o SP2 Desktop Engine, eseguire il backup dei database di master, msdb e model. L'installazione del service pack apporta le modifiche ai database di master, msdb e model che effettua non compatibile esse con le versioni pre-SP2 di SQL Server. Questi backup sono necessari se si decide di reinstallare SQL Server 2000 senza SP2.

È anche prudente eseguire il backup dei database di utente malgrado SP2 solo eseguirà gli aggiornamenti nei database che sono i membri di topologie di replica.

3,2 Eseguire il backup dei database di Analysis Services

Riguarda solo Analysis Services:

Che si installa indietro dei database di Analysis Services per l'impostazione predefinita nella cartella C:\Programmi prima di SP2 Analysis Services copiando la cartella Services\Data Microsoft Analysis. Non la migrazione del repository di Analysis Services a SQL Server, eseguire una copia di backup del file Msmdrep.mdb che si trova nella cartella Services\bin Microsoft Analysis. Salvare le voci di Registro di sistema all'Analysis Server eseguendo Regedit.exe e utilizzando l'elemento Esporta file del Registro di sistema dal menu Registro di sistema per esportare la chiave è inoltre possibile
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\OLAP Server
A un file per il backup.

3,3 si Assicurano che i database di sistema dispongano di spazio libero sufficiente

Applica a tutte le installazioni di componente eccetto Componenti client Database e Analysis Services:

Se l'opzione di aumento non si è selezionato per i database di master e msdb, i database devono avere almeno i kilobyte di spazio disponibile (KB). Verificare che esse dispongano di questo spazio, che siano il sistema di procedura sp spaceused nell'esecuzione ha memorizzato la routine per il database di master o msdb. Se meno 500 KB è lo spazio non allocato in un database, aumentare la dimensione del database. Per ulteriori informazioni, vedere "Espandere uno Database" in documentazione in linea di SQL Server.

Se l'opzione di aumento è stata selezionata per i database di master e msdb e se la stanza sufficiente si trova nelle unità, è possibile saltare questo passaggio.

Per verificare che questa opzione sia stata selezionata in SQL Server 2000, SQL Server aperto Enterprise Manager, fare clic con il pulsante destro dell'icona per il database e scegliere Proprietà. Verificare che la casella di controllo Automatically grow file sia selezionata.

Per verificare che questa opzione sia stata selezionata in Desktop Engine, emettere le seguenti istruzioni SQL:
  • Master sp_helpdb
  • Msdb sp_helpdb
Nell'output di queste istruzioni verificare che nella colonna <B>Growth</B> non sia presente il valore 0

3,4 Arrestare i servizi e le applicazioni prima di eseguire Installazione SP2

Applica a tutti i componenti:

È possibile applicare SP2 disattivandosi i servizi. Se non si disattivano i servizi, si richiederà di riavviare quando l'installazione è completata. Impossibile avviarli i servizi senza riavviarsi.

È possibile applicare SP2 riavviando il computer arrestando i seguenti servizi e applicazioni prima di applicare il service pack:
  • Microsoft Distributed Transaction Coordinator (MS DTC) e i servizi di ricerca Microsoft e di MSSQLServerOLAPService.
  • Servizi di MSSQLServer e di SQLServerAgent per l'istanza (ad esempio NamedInstance $ MSSQL) che si aggiorna.
  • Microsoft Component Services, Accodamento messaggi Microsoft e Microsoft COM Transaction Integrator.
  • Tutte le applicazioni che si comprende Pannello di controllo. Questo passaggio è consigliabile ma non è necessario.
Impossibile arrestare i servizi in un cluster ambiente. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione 3,10.

3,5 Installare componenti di database di SP2

Applica a tutte le installazioni di componente eccetto Desktop Engine e Analysis Services:

Eseguire lo script Setup.bat da una di queste posizioni:
  • La directory che contiene i file estratti di Service Pack da SQL2KSP2.exe.
  • La directory di Service Pack sopra lo SQL Server 2000 SP2 CD-ROM.
Setup.bat apre una finestra di dialogo Opzioni di installazione che richiede le informazioni come si desidera o meno utilizzare autenticazione di SQL Server o autenticazione di Windows. Se si sceglie autenticazione di SQL Server, è necessario specificare il programma di installazione con la password dell'amministratore di sistema. Se si sceglie autenticazione di Windows, è necessario eseguire il programma di installazione mentre si accede a Windows utilizzando un account di Windows di accesso. Questo account di accesso deve essere una parte del ruolo predefinito di server sysadmin per l'istanza di SQL Server 2000 o Desktop Engine che si aggiorna.

Quindi il Setup program:
  • Sostituisce i file esistenti di SQL Server 2000 o Desktop Engine con i file di SP2.
  • Esegue diversi file Transact-SQL di script per aggiornare le procedure di sistema memorizzato.
  • Visualizza una finestra di dialogo Modalità di autenticazione se esso rileva che l'installazione utilizza modalità di autenticazione Mista per l'accesso di sistema con una password vuota. Per lasciare sapere di fornisce gli utenti con l'accesso amministrativo facile a SQL Server o Desktop Engine e che viene sconsigliato password vuota di accesso, proteggere i sistemi una password di sistema imporre o utilizzando autenticazione di Windows. Per ulteriori informazioni su questa finestra di dialogo, consultare Finestra Modalità di autenticazione più avanti in questa sezione.
  • Visualizza una finestra di dialogo se esso rileva che alcun database o filegroup non è modificabile. Il possibile di uno al punto se qualsiasi database o filegroup è la parte di una topologia di replica:
    1. Arrestare il processo di installazione, effettuare scrivibili questi oggetti e riavviare il programma di installazione.
    2. Continuare l'impostazione corrente di SP2 e riapplicare SP2 in un momento successivo dopo effettuare scrivibili questi oggetti.
    Nota: I passaggi precedenti solo sono necessari quando applicano SP2 ai database o ai filegroup non-writable che sono la parte di una topologia di replica. Per ulteriori informazioni, consultare SP2 Applicare 3,12 Sezione a non-Writable Databases o al filegroup.
Finestra di dialogo Modalità di autenticazione

La finestra di dialogo Modalità di autenticazione non imposta automaticamente le impostazioni correnti per l'installazione. Le impostazioni predefinite della finestra di dialogo sono:
  • Nei computer che eseguono Microsoft Windows 98 o Windows Millennium Edition, l'impostazione predefinita è modalità di autenticazione Mista (la modalità di unica autenticazione supportata in questi sistemi operativi). La finestra di dialogo richiede di specificare una password per il sa login. Se si specifica una password, il Setup program modificherà la password sa login. Se si lascia la password vuota, il Setup program connetterà e non modificherà la password.
  • Nei computer che eseguono Windows NT 4.0 o Windows 2000, l'impostazione predefinita è autenticazione di Windows. Utilizzare le finestre di dialogo per passare a modalità di autenticazione di Windows o alla modalità mista con una password sa login che non è vuota.
Prima della modifica della modalità di autenticazione o della password per il sa login, assicurarsi che questa modifica non si influisca sulle applicazioni esistenti. Ad esempio, se si modifica un'istanza di SQL Server da utilizzare modalità di autenticazione Mista a utilizzare solo autenticazione di Windows, le applicazioni esistenti che tentano le applicazioni di connettersi utilizzando autenticazione di SQL Server non riusciranno a connettersi finché non si modifica la modalità di autenticazione in modo che utilizzi autenticazione di Windows. Se si modifica la password di accesso di sistema, anche le applicazioni o i processi amministrativi che utilizzano la password vecchia non riusciranno a connettersi finché non si sono modificato in modo che utilizzino la nuova password.

Il Setup program inserisce un record delle azioni che venivano eseguiti da esso nel file Sqlsp.log nella directory di Windows del computer in cui si eseguiva. Se si aggiornano più istanze, solo l'aggiornamento più recente si registrerà in questo registro.

SP2 Installa Analysis Services 3,6

Riguarda solo Analysis Services:

Per installare SP2 Analysis Services, eseguire Setup.exe da una delle seguenti posizioni:
  • La sottodirectory Msolap\Install nella directory che contiene il file estratto SP2 Analysis Services da SQL2KASP2.exe.
  • La directory Msolap\Install sopra lo CD-ROM SP2.
Setup.exe apre una finestra di dialogo Opzioni di installazione che richiede le informazioni e che quindi completa l'installazione.

3,7 Installare SP2 Desktop Engine

Riguarda solo Desktop Engine:

Il Service Pack per lo SQL Server 2000 Desktop Engine (inoltre denominato come MSDE 2000) si riferisce agli sviluppatori che creano le applicazioni ridistribuibili che utilizzano il Desktop Engine. Se si esegue un'applicazione che utilizza il Desktop Engine, contattare il provider software per informazioni sull'aggiornamento delle istanze del Desktop Engine installato da queste applicazioni. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento "Distribuire il SQL Server 2000 Desktop Engine" in documentazione in linea di SQL Server.

Il Service Pack per il Desktop Engine viene fornito in tre forme:
  • SQL Server 2000 Service Pack 2 CD-ROM: CD-ROM Il include tutti i file necessari per aggiornare le istanze esistenti del Desktop Engine. Il numero massimo di istanze supportate per il Desktop Engine è i 16. Questo CD-ROM non include i moduli di unione o i file msi che si richiede che installino una nuova istanza del Desktop Engine.
  • SQL2KdeskSP2.exe: Questo file include un aggiornamento per una singola istanza del Desktop Engine che veniva creato da sqlrun01.msi. È che aggiorni le istanze del Desktop Engine creato utilizzando qualsiasi altro file msi (sqlrun02.msi tramite sqlrun16.msi) possibile non utilizzandosi. Il file non include i moduli di unione o i file msi che si richiede che installino una nuova istanza del Desktop Engine. "Per ulteriori informazioni, vedere Sezione 2,2" File Desktop Engine di SP2."

    Nota: Per le informazioni come determinare se si utilizzava il file msi per creare un'istanza di MSDE, vedere l'articolo Q311762 di Knowledge Base. È possibile accedere all'articolo Microsoft Product Support Services Knowledge Base.
  • SQL Server 2000 Desktop Engine Service Pack 2 CD-ROM: CD-ROM Questo è disponibile dalla richiesta di sottoscrizioni tramite Universale MSDN Microsoft Product Support. Esso include tutti i file necessari per aggiornare le istanze esistenti del Desktop Engine. Esso contiene inoltre i moduli di unione e i file msi che si richiede che installino una nuova istanza del Desktop Engine. Questo CD-ROM viene fornito agli sviluppatori che creano le applicazioni che richiedono il Desktop Engine. Per ulteriori informazioni, vedere "Distribuire SQL applicazioni server" in documentazione in linea di SQL Server.

    Nota: Il Service Pack 2 CD-ROM SQL Server 2000 Desktop Engine non include il Service Pack per SQL Server o Analysis Services.
A seconda di che delle tre versioni del software di SP2 la procedura per aggiornare un'installazione esistente del Desktop Engine varia l'utilizzo e il supporto (ad esempio condivisione di CD-ROM o rete) con cui si esegue l'aggiornamento. È necessario che quando si effettua l'aggiornamento dal Desktop Engine il service pack Desktop Engine, si applichi a ogni istanza del Desktop Engine.

Requisiti

Utilizzare Setup.exe per applicare il service questo pack. Il Setup.exe in SP2 Desktop Engine accetta gli stessi parametri come lo SQL Server 2000 Desktop Engine Setup.exe rilasciato con SQL Server 2000. Si trova il materiale di riferimento per Setup.exe:
  • L'argomento "installazione di SQL Server 2000 Desktop Engine" in documentazione in linea di SQL Server 2000.
  • Le seguenti sezioni del file originale SQL Server 2000 Readme.txt:
    • 3.1.4
    • 3.1.23
    • 3.1.28
    • 3.1.29
    • 3.1.30
È possibile eseguire il programma di installazione dal disco rigido, da una condivisione di rete o da un CD-ROM. Il Setup program Desktop Engine richiede il supporto originale (ad esempio la condivisione originale di CD-ROM o rete) utilizzato per installare il Desktop Engine. È possibile solo installare il Desktop Engine da un CD-ROM se le seguenti condizioni sono soddisfatte:
  • Si era l'installazione originale del Desktop Engine con <B> non </B> installato da un CD-ROM.
  • Se si crea il CD-ROM proprio per installare SP2, l'etichetta di volume sul CD-ROM deve essere SQL2KSP2. Se è un Independent Software Vendor (ISV) che crea un CD-ROM per distribuire il Desktop Engine come un componente dell'applicazione, l'etichetta di volume CD-ROM deve essere identica alla proprietà VolumeLabel nella tabella di supporti del Windows Installer Package (*.MSI).
Se Desktop Engine era installato originariamente da un CD-ROM o una condivisione di rete che si è spostato, copiare la sottodirectory MSDE dallo SQL Server 2000 Desktop Engine Service Pack 2 CD-ROM sul disco rigido o sulla condivisione di rete e consentire di eseguire Setup.exe.

Se si deve applicare Service Pack 2 direttamente dal CD-ROM, è necessario innanzitutto aggiornare Windows Installer alla versione 2.0.2600.0 o successivo. Questo processo richiederà che si riavvii il computer.

Per aggiornare Windows Installer:
  1. Annotare il completo percorso dell'installazione originale.
  2. Eseguire InstMsi20.exe.
  3. Immettere il completo percorso dell'installazione originale nella casella di testo.
Setup.exe si trova in una delle seguenti posizioni:
  • La sottodirectory MSDE che si trova nella directory che contiene i file estratti di Service Pack da SQL2KDeskSP2.exe.
  • Il percorso sul disco rigido sulla condivisione di rete in cui si è copiato la sottodirectory MSDE dallo SQL Server 2000 SP2 CD-ROM.
Nota: La procedura di installazione è diversa se ha installato il Desktop Engine come un componente di un'altra applicazione. Contattare il fornitore di software per ulteriori informazioni sull'aggiornamento del Desktop Engine.

Applicare i pacchetti di patch

I pacchetti di patch distribuiti in questo Service Pack aggiorneranno il predefinito numerato le istanze di MSDE (01 - 16) incluso sopra il CD di SQL Server 2000. Per aggiornare un'istanza di MSDE, è necessario applicare la patch corrispondente. Ad esempio, per aggiornare un'istanza originariamente installata da SqlRun03.msi, è necessario utilizzare SQLRun03.msp.

Nota: Perché questi file sono molto grandi, la versione scaricabile di questo Service Pack contiene il pacchetto solo di patch SQLRun01.msp. Gli altri pacchetti di quindici patch sono sopra lo SQL Server 2000 Service Pack 2 CD.

Utilizzare Setup.exe dalla riga di comando per applicare un pacchetto di patch a un'istanza installata di MSDE. Se si conosce che pacchetto di installazione si utilizzava per che installasse l'istanza di Desktop Engine, è possibile specificare che Setup.exe utilizza la patch corrispondente con l'opzione /p. Ad esempio
Setup /p SQLRun03.msp
Se non si conosce che pacchetto di installazione si utilizzava, digitare SQLRUN Dopo l'opzione /p. The SQLRUN L'opzione indica che si sceglie del pacchetto di patch corretta a Setup.exe. Ciò solo funzionerà se le seguenti condizioni sono soddisfatte:
  • All of the .msp files are located in a folder named Setup directly under the folder containing Setup.exe. This requires the SQL Server 2000 Service Pack 2 CD.
  • When the instance to be upgraded is not the default instance, its instance name is specified with the INSTANCENAME variable.
Ad esempio, il seguente comando eseguirà Setup.exe per correggere un'installazione di un'istanza denominata MyInstance:
Setup /p SQLRUN INSTANCENAME=MyInstance
È inoltre possibile che il nome di istanza si specifichi in un file .ini. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento "Personalizzare Desktop Engine Setup.exe" in documentazione in linea di SQL Server.

Nota: Non utilizzare le virgolette di aprirsi e di chiusura del nome di istanza.

Se non riesce a trovare l'installazione il pacchetto di patch corretta, si visualizzerà un messaggio di errore.

Nota: Quando si utilizza setup.exe per installare SP2 MSDE in un computer che esegue Windows 98 o Windows Millennium Edition, è necessario utilizzare l'opzione UPGRADEUSER per specificare un accesso che è un membro del ruolo di server fisso sysadmin. Per ulteriori informazioni su UPGRADEUSER, vedere Sezione 3.1.23 del file originale SQL Server 2000 Readme.txt.
Ridistribuire il Service Pack

Noi consigliamo che i fornitori di software indipendenti (ISV) che desiderano ridistribuirlo ridistribuiscono questo Service Pack come segue:
  1. Installare il Service Pack sopra un'istanza di Desktop Engine configurato per corrispondere distribuito con il software a quello.
  2. Generare il pacchetto di patch proprio basato sulle differenze tra le installazioni vecchie e nuove.
  3. Distribuire la patch personalizzata ai clienti.
Per ulteriori informazioni sulla creazione di pacchetti di patch, vede la documentazione fornita con il Windows Installer Software Development Kit (SDK) che si può scaricare Microsoft Platform SDK Web site.

Nota: Si può ridistribuire una copia completa di SP2.

Percorso file

Sopra lo SQL Server 2000 Desktop Engine Service Pack 2 CD-ROM, i moduli di unione e i file di installazione si trovano in \MSDE. Per un elenco completo, vedere "Utilizzare SQL Server Desktop Engine moduli unione" in documentazione in linea di SQL Server.

3,8 Riavviare i servizi

Applica a tutti i componenti:

Al termine del Setup program, esso può richiedere di riavviare il sistema. Dopo i riavvi di sistema (o dopo l'Installazione che completa il programma richiedendo un riavvio), non utilizzare Servizi in Pannello di controllo per assicurarsi che i servizi il MS DTC, Microsoft Search, MSSQLServer, MSSQLServerOLAPService e SQLServerAgent o i loro equivalenti instance-specific siano nell'esecuzione. Eseguire il backup dei database aggiornati di master e msdb.

3,9 Riavviare le applicazioni

Applica a tutti i componenti:

Riavviare le applicazioni che si sono chiuso prima di eseguire il programma di installazione di Service Pack.

3,10 Installare in un cluster di failover

Applica solo ai componenti di SQL Server 2000 che fanno la parte di un cluster di failover:

Per installare il service questo pack in un cluster di failover:
  • Eseguire questo Service Pack dal nodo del proprietario del gruppo che contiene il server virtuale che si potrà aggiornare. Ciò installerà i file di Service Pack su tutti i nodi di cluster di failover.
  • Nella casella di dialogo di installazione, immettere il nome del server virtuale che si aggiorna.
  • Mantenere tutti i nodi del cluster in linea durante l'installazione. Ciò controlla per che l'aggiornamento sia che viene applicato a ciascun nodo del cluster.
Nota: SQL Server 2000 SP2 Setup può richiedere riavviare i nodi di cluster di failover. Ciò sostituisce i file che erano durante lo SQL Server 2000 SP2 Setup con i file aggiornati in uso.

Se si aggiorna l'istanza predefinita di SQL Server a un server virtuale (non nel cluster), si innanzitutto deve eseguire l'aggiornamento da un'istanza predefinita a un'istanza virtuale e quindi è necessario applicare SQL Server 2000 SP2. Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento, consultare Come aggiornare da un'istanza predefinita all'istanza predefinita cluster di SQL Server 2000 (Setup) in documentazione in linea di SQL Server.

Se si deve ricreare un nodo del cluster di failover, dovrebbe ricreare si:
  • Ricostruire il nodo del cluster di failover. Per ulteriori informazioni sulla ricostruzione di un nodo, vedere Come ripristinare dall'errore di clustering di failover in scenario 1 in documentazione in linea di SQL Server.
  • Eseguire il programma di installazione di SQL Server originale 2000 per aggiungere il nodo nuovamente al cluster di failover.
  • Eseguire SQL Server 2000 SP2 Setup.

3,11 Installare sui server replicati

Applica solo ai componenti di SQL Server 2000 che sono la parte di una topologia di replica:

Distribuire questo Service Pack sui server replicati in questa sequenza:
  1. Distributore (se separato dall'editore
  2. Autore
  3. Sottoscrittore
Nella maggior parte dei casi soprattutto nella replica di unione, Nota: il distributore e il Publisher si trovano sullo stesso server e si aggiornano allo stesso tempo.

Nella replica di unione, il database di distribuzione si utilizza per solo archiviare la cronologia di agente. Il database di distribuzione risiede in genere nello stesso computer come il database pubblicato. Definire un database di distribuzione remota per la replica di unione nei siti che desiderano utilizzare che centralizzano la registrazione di cronologia di agente tuttavia è inoltre possibile.

Può non essere possibile aggiornare immediatamente; tuttavia tutti i server in una topologia di replica, le operazioni di replica sono in genere inalterate tra i server che eseguono le istanze di SQL Server 2000 e di questo Service Pack. "Le eccezioni a ciò si trattano in Sezione 5.3.7" Ripristinare i database replicati alle versioni diverse di SQL Server."

Nota: Installazione SP2 aggiorna i database di utente che sono i membri di una topologia di replica. Se qualsiasi database che sono i membri di una topologia di replica è il non-writable, per applicare SP2 a quei database, si deve effettuare scrivibile esse e riapplicare Installazione SP2. "Per ulteriori informazioni su effettuare scrivibile un database, vedere Sezione 3,12" Applicare SP2 ai database o al filegroup non-writable." "Per ulteriori informazioni su riapplicare SP2, consultare Sezione 3,14"Riapplicare SP2."

Uno schema esistente di backup dell'accounting per la replica si consentirà di ripristinare un database a un punto noto dopo l'aggiornamento di SP2 in caso di un errore. Di applicare uno SP2, un log o un database completo, il backup si consiglia per qualsiasi database coinvolto di utente in una topologia di replica. In caso di un errore di un database di replica, SP2 non si dovrà riapplicare in questo modo dopo aver ripristinato il database.

3,12 Applicare SP2 ai database o al filegroup non-writable

Applica solo ai componenti di SQL Server 2000 che sono la parte di una topologia di replica:

Quando i database o il filegroup non-writable esistono, il Setup program visualizzerà il seguente messaggio:
Ha rilevato un o più database e filegroup che non sono modificabili.
Nel generale, è possibile ignorare questo avviso e l'installazione si continuerà. Tuttavia, se qualsiasi database non-writable elencato nel file di registro di installazione è i membri di una topologia di replica, si deve effettuare scrivibile quei database e riapplicare Installazione SP2 a quell'istanza di SQL Server 2000.

Nota: Questo messaggio non si influirà sulle installazioni automatiche. Per ulteriori informazioni sulle installazioni automatiche, consultare Installazioni Automatico 4,0 Sezione.

Nota: Durante l'installazione, l'installazione non effettua alcuna distinzione fra i database che non sono la linea o sospetto e fra i database non-writable che non è. Se un database o un filegroup è durante l'installazione in una di queste condizioni, si deve riapplicare il Service Pack. Per ulteriori informazioni su portare un database, vedere "Collegare e Scollegare uno Database" in documentazione in linea di SQL Server e per ulteriori informazioni sui database sospetti che diagnosticano in linea, vedere "Risolvere Database e Server" in documentazione in linea di SQL Server.

Per applicare SP2 a un database di lettura sola:
  1. Effettuare scrivibile per utilizzare ALTER DATABASE come segue un database di lettura sola:
    ALTER DATABASE database
    SET READ_WRITE 
  2. Ripetere passaggio 2 per tutti i database di lettura sola.
  3. Il Service Pack, il Service Pack, applicare (o riapplicare).
  4. Se richiede, effettuare la il database lettura sola per utilizzare ALTER DATABASE nuovamente come segue:
    ALTER DATABASE database
    SET READ_ONLY 
Per applicare SP2 a un filegroup di lettura sola:
  1. Effettuare scrivibile per utilizzare ALTER DATABASE come segue il filegroup di lettura sola:
    ALTER DATABASE Database
    MODIFY FILEGROUP filegroup_name READWRITE 
  2. Ripetere Passaggio 1 per tutti i filegroup di lettura sola.
  3. Il Service Pack, il Service Pack, applicare (o riapplicare).
  4. Effettuare la il filegroup lettura sola per utilizzare ALTER DATABASE nuovamente come segue:
    ALTER DATABASE Database
    MODIFY FILEGROUP filegroup_name
    READONLY 
Per ulteriori informazioni su ALTER DATABASE, consultare l'argomento di riferimento "ALTER DATABASE" di documentazione in linea di SQL Server. "Per ulteriori informazioni su riapplicare SP2, consultare Sezione 3,14" Riapplicare SP2."

3,13 Disinstallare SP2

Applica a tutti i componenti eccetto Analysis Services:

Per ripristinare la versione di componenti di SQL Server 2000 pre-SP2, si deve avere eseguito un backup dei database di master, msdb e model prima di installare SP2. "Per ulteriori informazioni, vedere Sezione 3,1" Eseguire il backup dei database di SQL Server."

Nota: Se qualsiasi database è coinvolgere nella replica, è necessario disattivare la pubblicazione.
  1. Disattivare la pubblicazione : Enterprise Manager Server SQL In espande un gruppo di server SQL, espande un server, fa clic con il pulsante destro della cartella Replica e quindi fa clic su Configura server di pubblicazione, su Subscribers e su Distribution.
  2. Selezionare la scheda Database di pubblicazione.
  3. Deselezionare la casella di controllo per ogni database coinvolto nella replica. Ciò si consentirà dei database essere che scollega.
Procedere per ripristinare alla versione pre-SP2 di SQL Server come segue:
  1. Scollegare tutti i database di utente. Per ulteriori informazioni, vedere Come collegare e Come scollegare un database (Enterprise Manager) in documentazione in linea di SQL Server.
  2. Disinstallare SQL Server. In Pannello di controllo, fare doppio clic su Installazione applicazioni e quindi selezionare l'occorrenza di SQL Server da disinstallare.
  3. Installare SQL Server 2000 dal CD-ROM o dalla posizione da cui si è installato SQL Server originariamente.
  4. Ripristinare il master di database, il msdb e il modello dall'ultimo backup che si creava prima di applicare SP2. Ciò allega automaticamente qualsiasi database di utente che si collegava al momento della creazione del backup.
  5. Collegare qualsiasi database di utente creato dopo l'ultimo backup del database di master.
  6. Configurare la replica necessario.

    Avviso: Quando si ripristina alla versione pre-SP2 di SQL Server, si vanno perdere tutte le modifiche apportate al master di database, al msdb e al modello dal momento che applicano SP2.

3,14 Riapplicare SP2

Applica a tutti i componenti:

Nei seguenti casi, sarà necessario riapplicare SQL Server 2000 SP2:
  • Quando il nuovo che compone SQL Server 2000 si è aggiunto dopo, si applicava SP2.
  • Quando si effettuano scrivibili i database o i filegroup che sono la parte di una topologia di replica e che erano della lettura sola durante l'applicazione iniziale del Service Pack.
"Per riapplicare SP2, procedere in Sezione 3,0 come segue" Installazione Service Pack."

Installazioni automatiche 4,0

È possibile che si applichino componenti di database di SP2 a un'istanza di SQL Server 2000 nell'esecuzione in un computer nella modalità automatica. Il CD-ROM componenti di database di SP2 contiene i file ISS che si possono utilizzare per eseguire le installazioni automatiche di SP2. Questi file si contengono nella directory principale sul CD-ROM ed è che si utilizzino possibile per eseguire diversi tipi di installazioni:
  • sql2kdef.iss è il file di installazione automatica utilizzato per applicare componenti di database di SP2 all'istanza predefinita di SQL Server 2000 che si esegue SQL Server 2000 sul sistema operativo Windows 2000 o Windows NT 4.0. Il file corrispondente batch che utilizza è Sql2kdef.bat.
  • sql2knm.iss è il file di installazione utilizzato per applicare componenti di database di SP2 all'istanza denominata di SQL Server 2000 che si esegue SQL Server 2000 sul sistema operativo Windows 2000 o Windows NT 4.0. È necessario modificare il nome di istanza nel file ISS per identificare l'istanza che si aggiorna.
  • sql2ktls.iss è il file di installazione utilizzato per applicare componenti di database di SP2 a un'installazione tools-only. È possibile che si utilizzi questo file per l'installazione senza alcune modifiche.
  • sql2k9x.iss è il file di installazione utilizzato per applicare componenti di database di SP2 in un computer che esegue il sistema operativo Windows Millennium Edition o Windows 98. Sarà necessario che il nome di istanza si modifichi per identificare l'istanza che si aggiorna.
  • sql2kcli.iss è il file di installazione utilizzato per applicare componenti di database di SP2 a un'installazione di componenti client in un computer che esegue il sistema operativo Windows 95.
  • msolap.iss è il file di installazione che archivia l'elenco di parametri per eseguire un'installazione automatica di SP2 Analysis Services.
Durante un'installazione automatica, se l'installazione rileva qualsiasi database o filegroup non-writable, Nota: quelle informazioni si registrano nel log di Installazione e l'installazione automatica si prosegue. Se qualsiasi database non-writable elencato nel file di registro di installazione è i membri di una topologia di replica, si deve effettuare scrivibile quei database e riapplicare Installazione SP2 a quell'istanza di SQL Server 2000. "Per ulteriori informazioni su effettuare scrivibile un database, vedere Sezione 3,12" Applicare SP2 ai database o al filegroup non-writable." "Per ulteriori informazioni su riapplicare SP2, consultare Sezione 3,14" Riapplicare SP2 ."

4,1 Ridistribuire il componente di SP2 per l'accesso ai dati

Questo Service Pack include un file autoestraente, Sqlredis.exe e una versione di Redist.txt. Questi file sono nei componenti di database di SP2. In base all'impostazione predefinita, quando si esegue Sqlredis.exe
  1. Esegue il Mdac_typ.exe da Microsoft Data Access Components (MDAC 2,62). Ciò installa i componenti principali 2,62 MDAC e le versioni dei componenti di connettività client di SQL Server e Desktop Engine forniti con questo Service Pack.
  2. Installa i driver Microsoft Jet ODBC e i componenti di connettività.
Si può ridistribuire il file Sqlredis.exe nei termini e nelle condizioni annotate nel file Redist.txt che accompagna questo Service Pack.

Note di documentazione 5,0

In questa sezione si trattano i problemi che si possono verificare le nuove funzionalità che saranno disponibili quando si esegue questo Service Pack. Questi problemi riguardano che eseguono il Service Pack l'aggiornamento effettuato da questi problemi a SQL Server 2000 e SQL Server 2000 SP1 e non sono il risultato di correzioni contenute in questo Service Pack.

I segmenti di Analysis Services e Meta Data Services in questa sezione non riguarderanno che installano Desktop Engine unici.

5,1 miglioramenti di database e Desktop Engine

I seguenti problemi riguardano le istanze di SQL Server 2000 in cui si sono installato i componenti di database di SP2 e le istanze Desktop Engine in cui si è installato SP2 Desktop Engine.

5.1.1 Installare le nuove istanze del Desktop Engine

Si è introdotto in SP1

Seguire queste procedure riportate per installare una nuova istanza del Desktop Engine dopo l'applicazione di SP2.
  1. Nella directory \Programmi\Microsoft Server\80\Tools\Binn\Resources\1033 SQL, rinomina i seguenti file a * .rdl:
    • semnt.rll
    • sqlsvc.rll
  2. Nella directory \Programmi\Microsoft Server\80\Tools\Binn SQL, rinomina i seguenti file a * .dld:
    • semnt.dll
    • sqlsvc.dll
    • sqlresld.dll
  3. Installare il Desktop Engine senza SP2.
  4. Rinominare i file semnt.rdl e sqlsvc.rdl nella directory \Program Files\Microsoft SQL Server\80\Tools\Binn\Resources\1033 a *.rll.
  5. Rinominare il semnt.dld, lo sqlsvc.dld, i file sqlresld.dld nella directory \Program Files\Microsoft SQL Server\80\Tools\Binn a .dll.
L'istanza appena installata del Desktop Engine sarà SP2.

5.1.2 Utilizzare i caratteri con componenti di database di SP2 nel cinese, nel giapponese o nel coreano

Si è introdotto in SP1

Se si installa componenti di database di SP2 in un server che esegue il sistema operativo Windows NT 4.0 o Windows 98 e l'aggiornamento successivo a Windows 2000, l'aggiornamento a Windows 2000 sostituisce alcuni file di sistema. Questi file di sistema sono necessari per ordinare i caratteri nel cinese, nel giapponese o nel coreano. Se si utilizzano i caratteri nel cinese, nel giapponese o nel coreano nel database di SQL Server, eseguire nuovamente la versione di Sqlredis.exe fornito con SP2 dopo aver eseguito l'aggiornamento a Windows 2000. "Per ulteriori informazioni sull'esecuzione di Sqlredis.exe, vedere Sezione 4,1"Ridistribuire il componente di SP2 per l'accesso ai dati."

Nota: Non si deve riapplicare Sqlredis.exe nei computer client o nei server che non hanno che i database contengono i caratteri nel cinese, nel giapponese o nel coreano.

I team rimossi hash 5.1.3

Si è introdotto in SP1

Si sono rimosso i team hash. Stante i miglioramenti determinati a SQL Server 2000, i team hash non producono più i vantaggi di prestazione che esse hanno offrire in SQL Server 7,0 versione. La rimozione di team hash effettua inoltre più stabile SQL Server 2000.

La Query Optimizer pertanto non genera più i piani di query che utilizzano i team hash.

Nei casi rari, la rimozione di team hash può causare la query che si elabora più lentamente. Analizzare le query di tipo per visualizzare se la creazione di indici più adatti restituirà la prestazione di query al suo livello precedente.

Le opzioni aggiunte di maschera di affinità 5.1.4

Si è introdotto in SP1

Due parametri di maschera di affinità si sono aggiunto a questo Service Pack.

Opzione di affinità di maschera I/O

Con questo Service Pack, è possibile specificare che CPU si utilizzeranno CPU per che esegua le operazioni di I/O ai thread per il disco. È necessario che questa opzione si utilizzi nella combinazione con l'opzione affinity mask. Per ulteriori informazioni, vedere il 298402Microsoft Product Support Services Knowledge Base.

Opzione di maschera di affinità Connessione

Con questo Service Pack, è possibile configurare i sistemi attivati per che Virtual Interface Architecture (VIA) effettui il binding le connessioni SQL Server dalle schede determinate di rete a un processore o all'insieme di processori. È necessario che questa opzione si utilizzi nella combinazione con l'opzione affinity mask. Per ulteriori informazioni, vedere 299.641 Microsoft Product Support Services Knowledge Base.

Agente SQL Server 5.1.5 registra le informazioni sull'account

Si è introdotto in SP2

La Cronologia Processo Agente SQL Server registra ora l'account di Windows ciascun che processo che eseguiva il passaggio. Queste informazioni li facilitano agli amministratori che diagnosticano i problemi di protezione ai processi pianificati che si includono i processi pianificati definiti per la replica e per le attività Data Transformation Services.

5.1.6 ha Filtrato la vista indicizzata

Si è introdotto in SP2

Se si è rilevato l'errore 355.069 di SQL Server 2000 come sono documentati in 306.467 articolo della Microsoft Knowledge Base, questo Service Pack solo impedirà le occorrenze future di risultati imprevisti le modifiche di dati. Oltre a applicare questa correzione, tutti gli indici hanno basato per le viste con le condizioni di filtro, dovere ricreare si. Per ulteriori informazioni, vedere il 306467Microsoft Product Support Services Knowledge Base.

Miglioramenti di Analysis Services 5,2

I miglioramenti di Analysis Services in SP2 includono:
  • Partizioni remote.
  • L'installazione aggiornata di client ridistribuibili di Analysis Services.
  • Supportare i provider di algoritmo mining per i dati di terza parte.
  • Possibilità per installare Analysis Services su un computer con i file client aggiornato.
Partizioni remote 5.2.1

Si è introdotto in SP1

È necessario che quando una partizione remota si crea su un server locale che ha SP1 o la versione successiva installata sopra esso, il server remoto utilizzi un account di dominio utente che dispone di autorizzazioni di accesso completo al padre cubo sul server locale. Qualsiasi account utente che è un membro del gruppo OLAP Administrators nel server locale avrà le autorizzazioni di accesso completo.

Se SP1 è installato sopra esso nel server locale, SP1 nel server remoto deve inoltre essere installato sopra esso per creare o amministrare le partizioni remote.

L'installazione di client ridistribuibili di Analysis Services 5.2.2 updated

Si è introdotto in SP1

L'SP1 Analysis Services e le versioni successive includono le versioni aggiornate dei seguenti programmi di installazione ridistribuibili client:
  • PTSLite.exe
  • PTSFull.exe
Questi file si trovano nel percorso \msolap\install\PTS della directory di installazione di SP2.

Nota: PTSFull.exe include; PTSLite.exe non include MDAC.

Utilizzare questi programmi di installazione client aggiornato nelle applicazioni per impedire o risolvere i problemi di installazione client che si possono verificare quando si utilizzano Analysis Services e Microsoft Office XP.

Nota: Quando utilizza Analysis Services con Office XP, aggiornare il client si consiglia vivamente.

Il supporto 5.2.3 ha attivato i provider di algoritmo mining per i dati di terza parte

Si è introdotto in SP1

L'SP1 Analysis Services e supporta in seguito l'aggiunta di provider di algoritmo di dati di terza parte mining. Per ulteriori informazioni sullo sviluppo di un provider di algoritmo di dati mining, vedere il white paper "Provider data mining Terzo" e l' OLE DB for Data Mining Resource Kit che include il codice per un provider di algoritmo di dati di esempio mining nella Microsoft Data Access and Storage Development Center.

5.2.4 Installare Analysis Services su un computer con i file client aggiornato

Si è introdotto in SP1

Se si installa SQL Server 2000 Analysis Services attivo, un computer che contiene ha aggiornato i file client come SQL Server 2000 SP1 o Office XP che è possibile esplorare i cubi, è necessario applicare SP1 Analysis Services o verificare il client a quello funziona in seguito correttamente e.

Miglioramenti di replica 5,3

I miglioramenti di replica in SP2 includono:
  • Personalizzato ha memorizzato la routine per gli aggiornamenti di replica transazionale
  • Aggiornamenti di replica transazionale nelle colonne univoche
  • Le restrizioni rimosse dall'elaborazione degli snapshot concorsi
  • Possibilità alle routine di script personalizzato memorizzato nella replica transazionale
  • Unire i metadati di replica retention-based alto pulizia
  • Ripristinare i database replicati alle versioni diverse di SQL Server
  • Nuovo <B> - MaxCmdsInTran il parametro </B> per l'agente di lettura di log
Personalizzato di replica transazionale 5.3.1 UPDATE ha memorizzato la routine

Si è introdotto in SP1

Durante la replica transazionale, l'installazione, stored procedure personalizzate per l'inserimento, si elimina e le azioni di aggiornamento si creano nel database di sottoscrizione. Quante colonne un'istruzione UPDATE interessa, lo stored personalizzato di aggiornamento procedure aggiornerà tutte le colonne della tabella di sottoscrizioni. Una colonna che non si è modificato si reimposta semplicemente agli stessi valori esistenti prima dell'aggiornamento. Questa azione non causa nessun problema in genere. Se una di queste colonne sono indicizzati, tuttavia è possibile diventare costoso reimpostare.

Se solo alcuni valori di colonna si modificano stante gli aggiornamenti, si utilizza la replica transazionale e diversi indici si includono nella tabella di sottoscrizioni ed, è possibile diventare un l'overhead di manutenzione di indice fattore per le prestazioni che si limita quando le modifiche si eseguono nel server di sottoscrizione. Ad esempio, un database di sottoscrizione che si utilizza per gli scopi di report può avere come molti del database di pubblicazione indici. Dinamicamente la creazione dell'istruzione UPDATE in fase dell'esecuzione può migliorare la prestazione. L'aggiornamento includerà solo le colonne che si sono modificato per pertanto creare una stringa ottimale UPDATE.

Questo Service Pack include una nuova, sp scriptdynamicupdproc che genera uno stored procedura personalizzata che è possibile utilizzarla della sottoscrizione per creare dinamicamente l'istruzione di aggiornamento in fase dell'esecuzione, stored procedura. L'elaborazione aggiuntiva tuttavia verrà sostenuta in fase dell'esecuzione nell'ordine per crearsi all'istruzione dinamica UPDATE.

sp_scriptdynamicupdproc

Genera l'istruzione CREATE PROCEDURE che crea una routine di aggiornamento archiviato dinamico. L'istruzione UPDATE basata sulla sintassi MCALL che si indica se quali colonne modifica dentro lo stored personalizzato procedure si crea dinamicamente. Utilizzare lo stored questa procedura se è aumentato e se il numero di colonne che si modificano è piccolo. Lo stored queste procedure si esegue della pubblicazione nel database di pubblicazione.

Sintassi

sp_scriptdynamicupdproc [l' artid, =] l' artid

Argomenti

L'ID di articolo È l' artid [l' artid, =]. L' artid è un int con non alcun predefinito.

Set di risultati

Restituisce un set di risultati rappresentato da una colonna singolo nvarchar(4000) che si segue. Il risultato ha impostato l'istruzione completa CREATE PROCEDURE utilizzata per creare lo stored personalizzato procedure ai moduli.

Note

sp scriptdynamicupdproc si utilizza nella replica transazionale. La logica predefinita MCALL di script include tutte le colonne all'interno dell'istruzione UPDATE e utilizza un bitmap per determinare le colonne che si sono modificato. Se non si modificava una colonna, la colonna si imposta indietro a esso che non causa nessun problema in genere. Se la colonna è indicizzata, l'elaborazione aggiuntiva si è verificata. Al contrario, lo stored queste procedure utilizza un approccio dinamico : esso include solo le colonne che si sono modificato che fornisce una stringa ottimale UPDATE. Elaborare supplementare tuttavia viene sostenuto in fase dell'esecuzione quando l'istruzione dinamica UPDATE viene generata. Si consiglia verificare l'approccio di stored dinamico procedure e l'approccio predefinito statico e quindi scegliere la soluzione ottimale per le esigenze particolari.

Autorizzazioni: Membri del ruolo public possono eseguire sp scriptdynamicupdproc.

Esempi

Questo seguente esempio crea un articolo nella tabella authors del database pubs (con l' artid è impostato su 1) e specifica che l'istruzione UPDATE è lo stored procedure personalizzate che esegue:
'MCALL sp_mupd_authors'
Generare lo stored procedure personalizzate eseguito dall'agente di distribuzione nel server della sottoscrizione eseguendo il seguente stored procedure della pubblicazione:
EXEC sp_scriptdynamicupdproc @artid = '1' 
The statement returns: 
create procedure [sp_mupd_authors] @c1 varchar(11),@c2 varchar(40),@c3 varchar(20),@c4 char(12),@c5 varchar(40),@c6 varchar(20), @c7 char(2),@c8 char(5),@c9 bit,@pkc1 varchar(11),@bitmap binary(2) as declare @stmt nvarchar(4000), @spacer nvarchar(1) 
select @spacer =N'' 
select @stmt = N'update [authors] set ' 
if substring(@bitmap,1,1) & 2 = 2 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[au_lname]' + N'=@2' 
select @spacer = N',' 
end if substring(@bitmap,1,1) & 4 = 4 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[au_fname]' + N'=@3' 
select @spacer = N',' 
end if substring(@bitmap,1,1) & 8 = 8 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[phone]' + N'=@4' select @spacer = N',' 
end if substring(@bitmap,1,1) & 16 = 16 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[address]' + N'=@5' 
select @spacer = N',' 
end if substring(@bitmap,1,1) & 32 = 32 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[city]' + N'=@6' select @spacer = N',' 
end if substring(@bitmap,1,1) & 64 = 64 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[state]' + N'=@7' 
select @spacer = N',' 
end if substring(@bitmap,1,1) & 128 = 128 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[zip]' + N'=@8' select @spacer = N',' 
end if substring(@bitmap,2,1) & 1 = 1 begin 
select @stmt = @stmt + @spacer + N'[contract]' + N'=@9' 
select @spacer = N',' end 
select @stmt = @stmt + N' 
where [au_id] = @1' exec sp_executesql @stmt, N' @1 varchar(11),@2 varchar(40),@3 varchar(20),@4 char(12),@5 varchar(40), @6 varchar(20),@7 char(2),@8 char(5),@9 bit',@pkc1,@c2,@c3,@c4,@c5,@c6,@c7,@c8,@c9 
if @@rowcount = 0 if @@microsoftversion>0x07320000 
exec sp_MSreplraiserror 20598
Dopo eseguire lo stored queste procedure, lo script che risulta può essere utilizzato per creare manualmente la routine memorizzata delle sottoscrizioni.

Istruzioni di replica transazionale 5.3.2 UPDATE nelle colonne univoche

Si è introdotto in SP1

Nella replica transazionale, le istruzioni UPDATE si replicano in genere come aggiornamenti. Ma se l'aggiornamento modifica una colonna che è la parte di un indice univoco, un cluster indice o un'espressione utilizzata come un vincolo univoco, l'aggiornamento si esegue come un'istruzione DELETE seguita da un'istruzione INSERT della sottoscrizione. Ciò si esegue poiché questo tipo di aggiornamento si potrebbe influire su più righe e una possibilità di una violazione di unicità è la row by row consegna di aggiornamenti.

Se l'aggiornamento interessa la riga sola, tuttavia non esiste alcuna possibilità di una violazione di unicità. Il flag di traccia 8207 si è aggiunto di conseguenza a questo Service Pack a consentire gli aggiornamenti di una colonna univoca che interessano la riga sola da replicarsi come istruzioni UPDATE. Questa ottimizzazione si è aggiunto specificamente per le applicazioni che installano i trigger UPDATE definiti dall'utente della sottoscrizione e che richiedono a questi trigger che si attivino per gli aggiornamenti che interessano la riga sola in una colonna univoca.

Per utilizzare il flag di traccia 8207, attivarlo dal prompt di comandi (sqlservr.exe T8207) o al runtime che utilizza TRACEON(8207, -1) DBCC prima dell'avvio dell'agente di lettura del log.

Importante: Il flag di traccia 8207 si utilizza In genere con la replica transazionale di lettura sola. Non utilizzare questo flag di traccia con le sottoscrizioni aggiornabili se la chiave primaria AGGIORNA si può verificare della sottoscrizione.

Le restrizioni 5.3.3 si rimuovere dall'elaborazione degli snapshot concorsi

Si è introdotto in SP1

A In SQL Server 2000 non gli era consigliabile che se la tabella di pubblicazione ha avuto un indice univoco, quello non era la chiave primaria o la chiave di clustering l'elaborazione degli snapshot concorsi. Se le modifiche di dati si apportare durante la generazione di uno snapshot simultaneo alla chiave di clustering, la replica non si potrebbe effettuare con un errore duplicato di chiave per applicare lo snapshot simultaneo a un Sottoscrittore. In questo Service Pack, non si trova più alcuna restrizione sull'utilizzo dell'elaborazione degli snapshot concorsi.

Personalizzato di script di replica transazionale 5.3.4 ha memorizzato le routine

Si è introdotto in SP1

È necessario che quando impostano lo stored procedure personalizzate sopra le sottoscrizioni nosync (infatti sottoscrizioni che non ricevono lo snapshot iniziale) per INSERIMENTO, le istruzioni UPDATE e DELETE si creino manualmente. Queste istruzioni si creano in genere nel Sottoscrittore quando si consegna lo snapshot iniziale. Una nuova, sp scriptpublicationcustomprocs, stored procedura si è aggiunto a generare gli script per lo stored procedure personalizzate al livello di pubblicazione. Questa nuova funzionalità può semplificare impostare le sottoscrizioni nosync.

sp_scriptpublicationcustomprocs

In una pubblicazione in cui è attivata l'opzione l'auto-generate di uno schema di procedura personalizzata, ciò ha memorizzato gli script di procedura AGGIORNA, l'INSERT personalizzato, ed elimina le procedure per tutti gli articoli di tabella. sp scriptpublicationcustomprocs è particolarmente utile per impostare le sottoscrizioni per cui si applica lo snapshot manualmente.

Sintassi

sp scriptpublicationcustomprocs [@publication] = publication name

Argomenti

[@publication] = publication name

È il nome della pubblicazione. publication name è un sysname con non alcun predefinito.

Restituire i valori di codice

0 (successo) o 1 (Errore)

Set di risultati

Restituisce un set di risultati rappresentato da una colonna singolo nvarchar(4000) che si segue. Il risultato ha impostato l'istruzione completa CREATE PROCEDURE ai moduli necessario per creare lo stored personalizzato procedure.

Note

Le procedure personalizzate non si inseriscono senza nello script per gli articoli l'auto-generate dell'opzione di schema di procedura personalizzata (0x2).

Autorizzazioni

Esegue viene concesso l'autorizzazione al pubblico; un controllo di protezione procedurale si esegue all'interno di questa routine stored per limitare l'accesso ai membri del sysadmin fisso al sysadmin il ruolo di server e il ruolo di database corrente di database fissa db owner.

Esempi

Questo esempio genera uno script dello stored procedure personalizzate in una pubblicazione denominato Northwind.
exec Northwind.dbo.sp_scriptpublicationcustomprocs @publication = N'Northwind'
Si eliminano i metadati di replica di unione 5.3.5 retention-based

Si è introdotto in SP1

Quando c'è una quantità grande del dato di metadati nelle tabelle di unione di sistema di replica, eliminare i metadati migliora la prestazione. SQL Server 2000 SP1, i metadati si potrebbero eliminare solo eseguendo sp mergecleanupmetadata. Tuttavia SQL Server 2000 SP1 e include in seguito la pulitura di dati di metadati retention-based che significa che i metadati possono essere eliminati automaticamente nelle seguenti tabelle di sistema:
  • MSmerge_contents
  • MSmerge_tombstone
  • MSmerge_genhistory
  • Qualsiasi prima delle tabelle presenti di immagine
Nota: Prima dell'immagine, le tabelle sono presenti se l'opzione di ottimizzazione di sincronizzazione keep_partition_changes è attivata con la pubblicazione.

La pulitura di dati di metadati Retention-based si è verificata come segue:
  • Se il parametro ûMetadataRetentionCleanup dell'unione agere è impostato su 1 come esso è impostato per l'impostazione predefinita su 1, l'unione agere elimina il Sottoscrittore e Publisher coinvolti nell'unione.
  • Se il parametro ûMetadataRetentionCleanup è impostato a 0, non si verifica la pulitura automatica. In questo caso, avviare manualmente la pulitura di dati di metadati retention-based eseguendo sp mergemetadataretentioncleanup. Lo stored queste procedure deve essere eseguito di ogni pubblicazione e sottoscrizione che si dovrebbe eliminare. Si consiglia eliminando il Publisher e i Sottoscrittori si nella volta di punti simili ma non è necessario (veda Impedire Falso Conflitti più avanti in questa sezione).

    Nota: Il parametro ûMetadataRetentionCleanup 1 è ora la parte di tutti i profili dell'unione agere forniti con SQL Server 2000 SP1 e successivi. Se si aggiorna un server a SP1 o a SP2 e se quindi si aggiunge la replica di unione, il profilo dell'unione agere si aggiorna automaticamente per includere questo parametro. Se si aggiorna un server l'unione agere che non si aggiorna il profilo automaticamente che si ha già essere abilitata dalla replica di unione a SP1 o a SP2, aggiornare il profilo eseguendo sp add agent parameter ("vedere") Parametro aggiuntivo per sp_add_agent_parameter( " , " ) descritto in seguito in questa sezione.
Importante: Il periodo predefinito di memorizzazione per le pubblicazioni è 14 giorni. Se un articolo appartiene a diverse pubblicazioni, si potrebbero trovare i periodi di diversa memorizzazione. In quella situazione, il periodo di memorizzazione più ampio si utilizza per determinarsi che si può verificare la prima volta possibile la pulitura quello. Più pubblicazioni su un database sono una di quelle pubblicazioni utilizza un periodo di memorizzazione di pubblicazione infinita (la conservazione, = 0) unisce i metadati per che il database non si riorganizzi automaticamente. Per questo motivo, utilizzare la conservazione di pubblicazione infinita con la cautela.

Parametro aggiuntivo per sp_add_agent_parameter

Lo sp add agent parameter di procedura di sistema dispone ora di un parametro MetadataRetentionCleanup che consente di aggiungere o rimuovere la pulitura di memorizzazione di dati di metadati dai profili dell'unione agere. Un valore 1 indica che il profilo deve includere la pulitura; un valore 0 indica che esso non deve includere la pulitura. Per aggiungere la pulitura di memorizzazione di dati di metadati a un profilo, ad esempio, eseguire:
EXEC sp_add_agent_parameter @profile_id=<my_profile_id>, @parameter_name='MetadataRetentionCleanup', @parameter_value=1
Pulitura di dati di metadati nelle topologie con le versioni diverse di SQL Server

Che la pulitura automatica retention-based verifica in un database interessato dalla replica di unione, entrambi database e uno dell'unione agere devono essere sui server che eseguono SP1 di SQL Server 2000 o successivi. Ad esempio
  • Non eseguirà un pull di SQL Server 7.0 Sottoscrittore la pulitura a uno SQL Server 2000 SP1 Publisher.
  • Non eseguirà un push SQL Server 2000 SP1 unione agere la pulitura in un database di sottoscrizione di SQL Server 2000 (senza SP1).
  • Un push SP1 di SQL Server 2000, unione agere, eseguirà la pulitura in un database SQL Server 2000 SP1 Publisher anche se esso dispone di sottoscrittori che sono SQL Server 2000 o il precedente.
La pulitura automatica sopra alcuni server e non altri causerà i conflitti falsi al massimo e quelli dovrebbero essere rari. Per le topologie incluse le versioni SQL Server 2000 SP1 di SQL Server, è possibile visualizzare i vantaggi di prestazione eseguendo sp mergemetadatacleanup su tutti i server che non si eliminano automaticamente.

Impedire i conflitti falsi

La pulitura di dati di metadati Retention-based impedisce non-convergence e RIP non interattivo sovrascrive le modifiche in altri nodi. I conflitti falsi tuttavia si possono verificare se entrambi delle seguenti condizioni sono soddisfatti:
  • I metadati si eliminano in un nodo e non diversi.
  • Un aggiornamento successivo nel nodo cleaned-up si verifica su una riga cui dato di metadati si eliminava.
Ad esempio, se i metadati si eliminano della pubblicazione ma non della sottoscrizione e se un aggiornamento si esegue della pubblicazione, un conflitto si verificherà pur sembrare che il dato è sincronizzato.

Per impedire questo conflitto, assicurarsi che i metadati si eliminino nei nodi correlati a proposito dello stesso tempo. Se <B> - </B> 1 MetadataRetentionCleanup si utilizza, il Publisher e il Sottoscrittore si eliminano automaticamente prima degli inizi di unione per assicurare così che i nodi si eliminino allo stesso tempo. Se si verifica un conflitto, utilizzare il visualizzatore di unione di conflitto di replica per esaminare il conflitto e modificare il risultato necessario.

Se un articolo appartiene a diverse pubblicazioni o se c'è in uno scenario che si ripubblica, è possibile che i periodi di memorizzazione per una riga determinata della pubblicazione e sottoscrizione siano diversi. Di ridurre la possibilità di eliminare i metadati su un lato ma non su altro, si consiglia che quelle pubblicazioni diverse abbiano i periodi di memorizzazione simile.

Nota: Se si trova una quantità grande del dato di metadati nelle tabelle di sistema che si devono eliminare, il processo di unione può richiedere eseguirsi più tempo. Eliminare i metadati a un intervallo regolare per evitare questo problema.

I problemi per la replica di unione, il backup 5.3.6 e ripristinare

Si è introdotto in SP1

Un database di pubblicazione ripristinato da un backup innanzitutto si dovrebbe sincronizzare con un database di sottoscrizione che dispone di una sottoscrizione globale (dal momento che infatti una sottoscrizione) di avere un valore di priorità assegnata garantisce il comportamento di convergenza corretta. La sincronizzazione assicura che le modifiche che erano perse nel database di pubblicazione stante l'operazione di ripristino si riapplichino con la precisione.

Non sincronizzare il database di pubblicazione con un database di sottoscrizione che dispone di una sottoscrizione anonima. Perché le sottoscrizioni anonime non contengono i dati sufficienti di metadati per applicare le modifiche al database di pubblicazione, la sincronizzazione di tipo potrebbe portare al non-convergence di dati.

Quando si pianifica il backup e si ripristinano le operazioni per la replica di unione, considerare gli ulteriori seguenti problemi:
  • Ripristinare i database di sottoscrizione dai backup che non superano il periodo di memorizzazione.

    Ripristinare un database di sottoscrizione da un backup quando è solo non precedendo il backup N al periodo di memorizzazione più breve a cui di tutte le pubblicazioni, effettua una sottoscrizione il Sottoscrittore. Ad esempio, se un Sottoscrittore sottoscrive rispettivamente tre pubblicazioni con i periodi di 10, 20 e 30 giorni di memorizzazione, il backup è utilizzato per ripristinare il database non dovrebbe essere vecchio più 10 giorni.
  • Sincronizzare prima della generazione di un backup.

    Si consiglia che un Sottoscrittore esegua la sincronizzazione della pubblicazione prima di eseguire un backup. Il sistema potrebbe non eseguire la convergenza correttamente altrimenti se il Sottoscrittore viene ripristinato da questo backup. Anche se il file di backup potrebbe essere molto nuovo, l'ultima sincronizzazione di una pubblicazione potrebbe essere quasi tanto vecchia come il periodo di memorizzazione. Ad esempio, considerare una pubblicazione con un periodo di 10 giorni di memorizzazione. Ora, l'ultima sincronizzazione si eseguiva il fare 8 giorni e si esegue il backup. Se il backup si applica più avanti 4 giorni, l'ultima sincronizzazione si sarà verificato il fare 12 giorni applicato il periodo di memorizzazione. Se il Sottoscrittore aveva sincronizzato il diritto prima del backup, il database di sottoscrizione sarà entro il periodo di memorizzazione.
  • Reinizializzare il Sottoscrittore se si modifica il valore di memorizzazione di pubblicazione.

    Se è necessario per modificare il valore di memorizzazione di pubblicazione, reinizializzare il Sottoscrittore manualmente per evitare il non-convergence di dati. I metadati retention-based sopra la funzionalità pulizia eliminano i dati di metadati di tabelle di unione di sistema non aggiornati quando si raggiunta il periodo di memorizzazione di pubblicazione.

    Il valore di memorizzazione di pubblicazione si utilizza per determinare quando le sottoscrizioni non della sincronizzazione di sottoscrizioni entro il periodo di memorizzazione dovrebbero essere scadute. Se il periodo di memorizzazione di pubblicazione si aumenta alto dopo un nuovo, e se una sottoscrizione tenta di unirsi della pubblicazione (che ha eliminato già i dati di metadati), la sottoscrizione non sarà scaduta a causa del valore di maggiore memorizzazione. Il Publisher non contiene inoltre i dati sufficienti di metadati di scaricare le modifiche della sottoscrizione che porta a non-convergence.
  • Utilizzare gli stessi valori di memorizzazione di pubblicazione per tutti i Publisher e i loro partner alternativi di sincronizzazione. Utilizzare diversi valori può causare non-convergence.
5.3.7 Ripristinare i database replicati alle versioni diverse di SQL Server

Si è introdotto in SP1

Per ripristinare un backup allo stesso server e databaseùrunning, la stessa versione come il server da cui era il backup il createdùwill mantiene le impostazioni di replica. Se si ripristina un database replicato a una versione di SQL Server che è diverso dalla versione utilizzata per eseguire il backup del database, considerare i seguenti problemi:
  • Se si ripristina SQL Server 2000 SP2 da un backup creato con SQL Server 2000 e se si desidera mantenere le impostazioni di replica, è necessario eseguire sp vupgrade replication. Eseguire sp vupgrade replication assicura che si siano aggiornato i metadati di replica. Se non si esegue sp vupgrade replication, i metadati di replica possono essere lasciati in uno stato imprevisto.
  • Se il ripristino si esegue da un backup creato con SQL Server 7.0 (esso è la versione di rilascio, il Service Pack 1, il Service Pack 2 o il Service Pack 3 o meno) a SQL Server 2000 e se si desidera mantenere le impostazioni di replica, si deve ricreare il backup prima di installare il service pack. È possibile che un backup di un database replicato creato in SQL Server 7.0 si ripristini direttamente a SQL Server 2000 SP2 ma non si manterranno le impostazioni di replica.
Un nuovo 5.3.8 il parametro MaxCmdsInTran per l'agente di lettura di log

Si è introdotto in SP1

Avviare con SP1, un nuovo parametro <B> di prompt dei comandi, - MaxCmdsInTran </B> si è aggiunto per l'agente di lettura di log. È necessario che per le transazioni che influiscono su una quantità grande di comandi (Aggiornamenti o eliminazioni in genere di massa), l'agente di distribuzione attenda che l'agente di lettura del log scrive l'intera transazione al database di distribuzione prima di che esso inizia la propagazione della transazione della sottoscrizione. Questo ritardo blocca l'agente di distribuzione e riduce il parallelismo fra i due agenti.

Utilizzando ûMaxCmdsInTran, l'agente di lettura del log interrompe le transazioni grandi nei blocchi più piccoli ogni blocco contiene lo stesso o meno del <B> comandi - MaxCmdsInTran l'input </B>. L'agente di distribuzione pertanto può avviare l'elaborazione dei blocchi precedenti di una transazione mentre continua a che l'agente di lettura del log funziona tramite i blocchi successivi della stessa transazione.

Questo miglioramento nel parallelismo fra l'agente di lettura del log e fra l'agente di distribuzione si contribuisce al migliore throughput complessivo di replica. Tuttavia notare impegnarsi della sottoscrizione i blocchi di transazione come singole transazioni interrompono la proprietà di atomicità ACID. Questo risultato non è un problema nella maggior parte dei casi benché si consiglia verificare ciò per accertare si.

Definire il parametro ûMaxCmdsInTran

Specifica positivo un intero (1 o precedente) per il <B> - MaxCmdsInTran il valore di parametro </B>. Specificare un valore 0 equivale a non utilizzare il parametro affatto. Perché questo parametro migliora la prestazione quando la transazione solo è molto grande, un valore di 5000 o maggiore per questo parametro è tipico. Ad esempio
logread.exe -MaxCmdsInTran 10000.
Per utilizzare questo parametro, è necessario che esegua SP1 di SQL Server 2000 o successivo e l'agente di lettura del log e il database di distribuzione devono essere aggiornati a questo Service Pack. Altrimenti <B> - MaxCmdsInTran si ignora </B>.

Restrizione 5.3.9 sopra il cluster indice non univoco

Si è introdotto in SP2 (che solo si applica alla replica transazionale).

Impossibile creare un cluster indice non univoco in una tabella dopo che si pubblica per la replica transazionale. Prima della creazione dell'indice, è necessario innanzitutto eliminare qualsiasi pubblicazione che include la tabella.

5.3.10 l'argomento di riga di comando MaxNetworkOptimization per lo snapshot al new

È possibile che durante l'elaborazione normale, la replica di unione invii di comandi DELETE di sottoscrizioni per le righe che non appartengono alla partizione del Sottoscrittore. I comandi DELETE di questo tipo si denominano come CANC irrilevanti. Le eliminazioni irrilevanti non influiscono sull'integrità di dati o sulla convergenza ma possono comportare il traffico non necessario di rete.

Per ridurre il traffico di rete dalle eliminazioni irrilevanti, è possibile utilizzare il nuovo parametro snapshot <B> - MaxNetworkOptimization </B> con le pubblicazioni di unione di replica. Impostare il parametro su 1 riduce le possibilità di eliminazioni irrilevanti al minimo che ingrandisce che ridurre l'ottimizzazione di rete.

Nota: È utile Impostare questo parametro su 1 quando l'opzione di ottimizzazione di sincronizzazione della pubblicazione di unione solo è impostata sul true (il parametro </B> <B> @ keep partition changes di sp addmergepublication).

Il predefinito è il 0 poiché impostare il parametro su 1 può aumentare l'archiviazione di metadati e può provocare il degrado di prestazioni della pubblicazione se più livelli di filtri join e filtri di sottoinsieme complesso sono presenti. Si dovrebbe valutare attentamente la topologia di replica solo ha impostato a <B> - MaxNetworkOptimization </B> su 1 se il traffico di rete dalle eliminazioni irrilevanti è elevato eccessivamente.

È possibile aggiungere questo parametro al profilo snapshot eseguendo lo sp add agent parameter di procedura di sistema:
EXEC sp_add_agent_parameter 1, 'MaxNetworkOptimization', 1

Meta Data Services 5,4

I seguenti elementi riguardano SQL Server 2000 Meta Data Services.
Visualizzatore metadati 5.4.1 si esporta in Unicode

Si è introdotto in SP1

Visualizzatore metadati esporta i dati di metadati basati su XML in Unicode. Prima di SQL Server 2000 SP1, il browser ha esportato il codice ANSIO che non supporta i caratteri non inglesi. Questa modifica funzionale è trasparente per l'utente. Questa versione di SP2, il dato esportato sempre è espresso come Unicode. È possibile esportare ancora nel codice ANSIO impostando il valore della chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Repository\Engine\XMLExport su "0". Il seguente elenco rappresenta i valori che è possibile impostare per questa chiave di Registro di sistema:
  • NOOBJID = 1
  • NOHEADER = 2
  • RIENTRO = 4
  • UNICODE = 8
  • LOGUNMAPPEDTAGS = 16
  • EXPORTBASE = 32
Per ulteriori informazioni su ogni flag, vedere Flag di "Metodo IExport::Export" in documentazione in linea di SQL Server.

Data Transformation Services 5,5

I seguenti elementi riguardano SQL Server 2000 Data Transformation Services (DTS).
Creazione guidata DTS 5.5.1 non limita più le colonne di 255 caratteri di stringa

Si è introdotto in SP2

Quando si esportano i dati in un file di testo, il Esportazione guidata Importare DTS configura il pacchetto ora per scrivere 8000 massimo caratteri di una colonna che contiene i dati string-type.

Il contesto di protezione 5.5.2 registrato per i pacchetti DTS eseguiti da Agente SQL Server

Si è introdotto in SP2

Agente SQL Server registra il contesto di protezione in cui si esegue ogni passaggio di un processo. Per iniziare con SP2, il contesto di protezione si visualizza nella finestra di dialogo Cronologia Processo. Quando si esegue un pacchetto DTS da un passaggio di un processo, l'Agente SQL Server registra l'account utente con cui si esegue il pacchetto. Queste informazioni li facilitano agli amministratori che diagnosticano le autorizzazioni e i problemi di autenticazione che si verificano che sia pianificato che pacchetti DTS siano nell'esecuzione in un server.

Miglioramenti SQL Server Agent Proxy Account 5.5.3

Si è introdotto in SP2

SP2, i pacchetti DTS archiviati nel server non potrebbero essere eseguiti infra le credenziali dello Account Proxy Agente SQL Server a meno che l'account proxy abbia avuto l'accesso alla cartella di utente TEMP per l'account che si è eseguito il server (i processi eseguiti da xp cmdshell) o l'agente (i processi agere) uno. Stante ciò, gli utenti dovrebbero regolare spesso la variabile di ambiente TEMP dell'account di avvio di SQL Server o Agente SQL Server e degli account di tipo C:\TEMP proxy per puntare a una directory che era accessibile a entrambe avvio. Per SP2, DTS si è migliorato per utilizzare la cartella di sistema TEMP se la cartella di utente TEMP non è disponibile che riduce notevolmente l'esigenza per queste rettifiche.

Miglioramenti 5,6 alla Periferica di backup virtuale APIO

Il seguente elemento riguarda lo SQL Server 2000 Virtual Backup Device API.
5.6.1 Acquisire più database in un singolo snapshot

Si è introdotto in SP2

Il API Periferica di backup Virtuale consente ai fornitori di software indipendenti di integrare SQL Server 2000 nei prodotti. Questo APIO si decodifica per garantire l'affidabilità e prestazione massime. Esso supporta completamente la funzionalità di backup e ripristino per SQL Server 2000 incluso l'intervallo completo di funzionalità di backup rapide e snapshot.

Non è esistuto alcun modo per bloccare ed eseguire contemporaneamente il backup di ulteriore in SP1 e precedente. SP2 fornisce ora il supporto per bloccare e per l'acquisizione di più database in un singolo snapshot tramite il comando VDC PrepareToFreeze sul lato server.

Il Specifico Periferica di backup Virtuale in SP2 contiene le informazioni aggiornate sul comando VDC PrepareToFreeze. Una versione aggiornata del file di intestazione (vdi.h) Interfaccia versione 4.0 si trova a \devtools\include nella directory di installazione di SP2.

Miglioramento di English Query 6,0

Si è introdotto in SP1

Microsoft ha rilasciato un miglioramento di protezione per le applicazioni English Query. Questo miglioramento non è installato come una parte del Service Pack. È tuttavia consigliabile applicare se si utilizza English Query. Il miglioramento di protezione si trova sopra lo CD-ROM SP2 nel \EQHotfix di cartella. I dettagli sul miglioramento di English Query sono disponibili Microsoft Product Support Services Knowledge Base. Ricercare del Knowledge Base per l'articolo 297.105.

DB-Library 7,0 ed Embedded SQL per C

Si è introdotto in SP1

Mentre continua a che il DB-Library e l'Embedded SQL per l'applicazione C della programmazione delle interfacce (API) sono supportati in SQL Server 2000, nessuna versione futura di SQL Server non includerà i file necessari per svolgere il lavoro di programmazione sulle applicazioni che utilizzano questi API. Continuerà a che le connessioni dalle applicazioni esistenti scritte utilizzando DB-Library ed Embedded SQL per C sono supportate nella versione successiva di SQL Server ma questo supporto si eliminerà anche in una versione futura. Quando si scrivono le nuove applicazioni, evitare di utilizzare questi componenti. Quando modificarsi le applicazioni esistenti, è che incoraggia vivamente rimuovendo le dipendenze su queste tecnologie. Invece che DB-Library o Embedded SQL per C, è possibile utilizzare ADO, OLE DB o ODBC per accedere ai dati in SQL Server. Vedere documentazione in linea di SQL Server per ulteriori informazioni su queste tecnologie.

Proprietà

Identificativo articolo: 889552 - Ultima modifica: venerdì 16 novembre 2007 - Revisione: 1.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft SQL Server 2000 Service Pack 2
Chiavi: 
kbdatabase kbservicepack kbhowto kbinfo KB889552 KbMtit kbmt
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica. Nel caso in cui si riscontrino degli errori e si desideri inviare dei suggerimenti, è possibile completare il questionario riportato alla fine del presente articolo.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 889552
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com