Visualizzazione del messaggio di errore "Impossibile configurare il server virtuale di Windows SharePoint Services per l'utilizzo con ASP.NET 2.0.xxxxx.0" durante la connessione alla home page di un sito Web di Windows SharePoint Services

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 894903 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Si consideri lo scenario descritto di seguito. Si installa Microsoft Windows SharePoint Services in un server. Microsoft Internet Information Services (IIS) 6.0 č configurato per l'utilizzo con Microsoft ASP.NET 2.0 su quel server. Quando si stabilisce la connessione alla home page di un sito Web Windows SharePoint Services, viene visualizzato un messaggio di errore analogo al seguente:
Il server virtuale di Windows SharePoint Services non č stato configurato per l'utilizzo con ASP.NET 2.0.xxxxx.0. Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo della Knowledge Base 894903 all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=42660.
Si noti che xxxxx in ASP.NET 2.0.xxxxx.0 indica la versione di ASP.NET 2.0 in esecuzione.

Cause

In ASP.NET 2.0 č implementata una nuova modifica della protezione che consente il blocco della protezione per un server virtuale in IIS 6.0. Nelle versioni precedenti di ASP.NET il codice viene eseguito al livello di attendibilitā assegnato. Tale livello di attendibilitā č determinato dal file dei criteri di protezione dall'accesso di codice. Il file Wss_minimaltrust.config č un esempio di file dei criteri di protezione dall'accesso di codice specificato nel file Web.config.

La nuova modifica della protezione in ASP.NET 2.0 limita le autorizzazioni di pagine Web, web part e controlli all'intersezione tra PermissionSet di ASP.NET e il livello di attendibilitā al quale viene eseguito il codice. In questa configurazione PermissionSet di ASP.NET costituisce una rappresentazione dichiarativa di un'istanza di PermissionSet. Per impostazione predefinita, in Windows SharePoint Services vengono concessi solo privilegi minimi a PermissionSet di ASP.NET. La modifica della protezione implementata in ASP.NET 2.0 comporta l'esecuzione di codice con privilegi ridotti. In precedenza, ad esempio, il codice degli assembly nella cache dell'assembly globale veniva eseguito a un livello di attendibilitā totale. Quando si configura il server virtuale in IIS 6.0 per l'utilizzo di ASP.NET 2.0, il codice viene eseguito con i privilegi assegnati a PermissionSet di ASP.NET. Il blocco non č compatibile con Windows SharePoint Services, pertanto deve essere disattivato nel file Web.config.

In ASP.NET 2.0 č inoltre inclusa una nuova funzionalitā detta convalida di eventi che consente di monitorare le richiamate all'infrastruttura di ASP.NET per verificare che l'origine di una richiamata corrisponda alla destinazione del controllo. In alcune pagine di Windows SharePoint Services vengono utilizzate richiamate che non sono associate a un controllo particolare e perciō possono causare errori di esecuzione della pagina. Per questo motivo Windows SharePoint Services 2.0 non č compatibile con la funzionalitā di convalida di eventi di ASP.NET 2.0. Quando si configura un'applicazione Web estesa di Windows SharePoint Services su un server nel quale č installato ASP.NET 2.0, č necessario disattivare la convalida di eventi di ASP.NET 2.0.

Risoluzione

Aggiornare le impostazioni nel file Web.config mediante lo strumento della riga di comando Stsadm.exe di Windows SharePoint Services utilizzando il comando seguente:
stsadm.exe ?o upgrade ?forceupgrade ?url http://URLdelServerVirtuale
Questo comando consente di aggiornare il file Web.config che si trova nella cartella principale del server virtuale e puō essere utilizzato, ad esempio, per aggiornare il file Web.config nella cartella Unitā:\Inetput\Wwwroot. Mediante l'operazione di aggiornamento vengono apportate le seguenti modifiche:
  • Il comando consente di aggiungere l'attributo processRequestInApplicationTrust al tag trust seguente:
    <trust level="WSS_Minimal" originUrl="" />
    Dopo l'esecuzione del comando, il tag trust viene visualizzato nel modo seguente:
    <trust level="WSS_Minimal" originUrl="" processRequestInApplicationTrust="false" />
  • Il comando consente di aggiungere l'elemento seguente nel tag pages:
    <namespaces> <remove namespace="System.Web.UI.WebControls.WebParts" /> </namespaces>
  • Il comando consente di aggiungere un attributo enableEventValidation al tag <pages>, dove il tag originale č il seguente:
    <pages enableSessionState="false" enableViewState="true" enableViewStateMac="true" validateRequest="false"> </pages>
    Dopo l'aggiunta dell'attributo, il tag viene visualizzato nel modo seguente:
    <pages enableSessionState="false" enableViewState="true" enableViewStateMac="true" validateRequest="false" enableEventValidation="false"> <namespaces> <remove namespace="System.Web.UI.WebControls.WebParts" /> </namespaces> </pages>

Informazioni

Se si cambia da ASP.NET 2.0 ad ASP.NET 1.1 la versione di ASP.NET utilizzata dal server virtuale, aggiornare le impostazioni nel file Web.config mediante lo strumento della riga di comando Stsadm.exe utilizzando il comando seguente:
stsadm.exe ?o upgrade ?forceupgrade ?url http://URLdelServerVirtuale
Il comando consente di rimuovere gli elementi aggiunti in precedenza al file Web.config apportando le modifiche descritte di seguito:
  • Il comando consente di rimuovere l'attributo processRequestInApplicationTrust dal tag trust seguente:
    <trust level="WSS_Minimal" originUrl="" processRequestInApplicationTrust="false" />
    Dopo l'esecuzione del comando, il tag trust viene visualizzato nel modo seguente:
    <trust level="WSS_Minimal" originUrl="" />
  • Il comando consente di rimuovere l'elemento seguente dal tag pages:
    <namespaces> <remove namespace="System.Web.UI.WebControls.WebParts" /> </namespaces>
Se non si esegue il comando dopo la configurazione del server virtuale per l'utilizzo di ASP.NET 1.1, verrā visualizzato il seguente messaggio di errore:
Errore server nell'applicazione '/'.
Se invece č attivata la funzionalitā CustomErrors, verrā visualizzato il seguente messaggio di errore:
Attributo "processRequestInApplicationTrust" non riconosciuto.

Errore del codice sorgente:
Line 66:     <compilation batch="false" debug="false" /> 
Line 67:     <pages enableSessionState="false" enableViewState="true" enableViewStateMac="true" validateRequest="false" /> 
Line 68:     <trust level="WSS_Medium" originUrl="" processRequestInApplicationTrust="true"/> 
Line 69:     <machineKey validationKey="A4CE4E781E8FCF0763F6D8309BB2394532B29E2DA9DD555F" decryptionKey="2AF183D38F95610298659AB9E30B9B1B4AC6A6D362D8D5F7" validation="SHA1" /> 
Line 70:   </system.web> 
Source File: c:\inetpub\wwwroot\web.config    Line: 68

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sullo strumento della riga di comando Stsadm.exe, vedere gli argomenti relativi alle operazioni, ai parametri e alle proprietā della riga di comando nel capitolo "Reference" della guida per l'amministratore di Microsoft Windows SharePoint Services (Microsoft Windows SharePoint Services Administrator's Guide, in lingua inglese). Per ottenere la guida per l'amministratore (Microsoft Windows SharePoint Services Administrator's Guide), visitare il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=a637eff6-8224-4b19-a6a4-3e33fa13d230&displaylang=en

Proprietā

Identificativo articolo: 894903 - Ultima modifica: venerdė 24 marzo 2006 - Revisione: 3.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows SharePoint Services
Chiavi: 
kberrmsg kbtshoot kbprb kbconfig KB894903
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com