Quando si utilizza l'Editor oggetti Criteri di gruppo in un computer che esegue Windows Server 2003 o Windows XP per modificare oggetti Criteri di gruppo su un controller di dominio remoto, le modifiche non vengono applicate per un lungo periodo di tempo

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 896669 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Si consideri lo scenario seguente:
  • Si utilizza un computer che esegue Microsoft Windows Server 2003 o Microsoft Windows XP.
  • È possibile utilizzare l'Editor oggetti Criteri di gruppo per modificare oggetti Criteri di gruppo (GPO) in un controller di dominio remoto.
In questo scenario, le modifiche non vengono applicate per un lungo periodo di tempo.

Cause

Questo comportamento si verifica quando il controller di dominio specificato non è incluso nella cache PKT (Partition Knowledge Table). La cache PKT memorizza 35 solo controller di destinazione per ogni dominio nell'elenco di file system distribuito (DFS). Se il controller remoto di destinazione non è nell'elenco DFS, gli oggetti Criteri di gruppo non vengono modificati immediatamente. La modifica di oggetti Criteri di gruppo solo dopo che il servizio di replica file (FRS) replica le modifiche apportate a SYSVOL condivisa cartelle di controller di dominio specificato.

Workaround

Questo problema può verificarsi quando il comando dfsutil /pktinfo non la visualizzazione di controller di dominio di destinazione nell'elenco DFS. Per aggirare il problema, utilizzare uno dei seguenti metodi:
  • Accedere al controller di dominio di destinazione e quindi modificare gli oggetti Criteri di gruppo locale utilizzando terminal server.
  • Utilizzare il comando di ntfrsutl forcerepl per forzare la replica indipendentemente dalla pianificazione replica predefinito. Questo metodo si applica solo alle cartelle condivisa SYSVOL della replica del controller di dominio. Per imporre il servizio Replica file per avviare un ciclo di replica, digitare il seguente comando al prompt dei comandi:
    ntfrsutl forcerepl ComputerName /r "SetName" /p DnsName
    Il segno di virgolette in questo esempio sono necessarie quando si utilizza l'opzione /r . Se le virgolette non sono presenti, il comando non funziona.

    Nota
    • ComputerNameè il nome del computer che esegue il servizio Replica file.
    • SetNameè il nome del set di repliche.
    • DnsNameè il nome del dominio da cui è forzare la replica.
    Ad esempio, digitare:
    /p Source domain controller.domain COM di ntfrsutl forcerepl ComputerName /r "Domain system volume (SYSVOL share)"

Informazioni

Per utilizzare l'Editor oggetti Criteri di gruppo per modificare un GPO in un controller di dominio remoto, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic su Start , scegliere Esegui , digitare dsa.msc , quindi OK .
  2. Fare clic su utenti e computer DomainName e quindi scegliere Connetti al controller di dominio dal menu Active .
  3. Digitare il nome del dominio di destinazione nella casella Immettere il nome di un altro controller di dominio e quindi fare clic su OK .
  4. Fare clic su Start , scegliere Esegui , digitare gpedit.msc e scegliere OK .
  5. Nel menu Visualizza , fare clic su Opzioni controller di dominio .
  6. Fare clic su il quello utilizzato per l'Active Directory snap-in e quindi fare clic su OK .

Status

Microsoft ha confermato che questo problema riguarda i prodotti sono elencati nella sezione "Si applica a".

Proprietà

Identificativo articolo: 896669 - Ultima modifica: giovedì 24 maggio 2007 - Revisione: 1.5
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows XP Professional
  • Microsoft Windows XP Home Edition
  • Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86)
Chiavi: 
kbmt kbbug kbtshoot KB896669 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 896669
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com