╚ possibile notare una riduzione delle prestazioni di Web quando si utilizza Internet Explorer 6 per tentare di accedere un'applicazione Web Ŕ ospitata in Internet Information Services 6.0

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 922703 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Si consideri lo scenario seguente:
  • ╚ utilizzare l'autenticazione integrata di Windows in un ambiente di applicazione Web di Microsoft Internet Information Services 6.0 (IIS 6.0).
  • ╚ possibile utilizzare Microsoft Internet Explorer 6 per accedere un'applicazione Web Ŕ ospitata in IIS 6.0.
In questo scenario, Ŕ possibile riscontrare scarse prestazioni di applicazioni Web.

Nota Il problema non si verifica se l'autenticazione anonima come il protocollo di autenticazione. Questo problema anche non si verifica se il browser client Ŕ un browser diverso da Internet Explorer 6, ad esempio Mozilla Firefox.

Cause

Questo problema si verifica perchÚ il client di Internet Explorer 6 Reimposta regolarmente le connessioni TCP.

Se si analizza una traccia di rete che viene ricevuta durante la comunicazione di poco esecuzione tra il client e il server, la traccia di rete mostra che reimposta il TCP si verificherÓ dopo che il client ha ricevuto una risposta 200 per la risorsa che il client ha richiesto. Il client esegue le richieste GET con un'intestazione ETag HTTP e il valore. Quando il server che esegue IIS 6.0 riceve la richiesta, confronta il valore ETag e rileva che il valore di ETag corrisponde il valore corrente di ?s il file richiesto, fatta eccezione per il numero di modifica.

Nota ETag intestazioni verranno visualizzati nel seguente formato:

Filetimestamp: ChangeNumber

Ad esempio, il client di Internet Explorer invia una richiesta con un valore ETag 0222d5bffcbc41:301a, e quindi il server invierÓ una risposta HTTP 200 con un valore ETag 0222d5bffcbc41:3246.

Il numero Filetimestamp la richiesta Ŕ il numero stesso che IIS 6.0 considera il valore corrente per la risorsa richiesta. Ma, poichÚ il numero ChangeNumber nella richiesta Ŕ diverso, IIS 6.0 restituisce la versione corrente del file invece di richiedere di Internet Explorer per gestire la propria copia memorizzata nella cache. Nella finestra di Internet Explorer che confronta il Filetimestamp alla risposta 200 con il Timestamp della copia nella cache locale Ŕ presente codice specifico. In tal caso lo stesso numero, la connessione viene reimpostata. Infatti, il client di Internet Explorer si aspetta di ricevere un rapporto di 304 stato se il contenuto Ŕ lo stesso.

In altre parole, Ŕ possibile che IIS 6.0 invia una risposta 200 perchÚ lo considera i numeri di modifica diversa per indicare che la risorsa che Ŕ richiesta dal client e dalla versione preesistente di ?s il client di questa risorsa che si trova nella cache del browser non sono le stesse versioni. Tuttavia, Internet Explorer considera per essere le stesse versioni perchÚ il Filetimestamp Ŕ lo stesso. Inoltre, Internet Explorer ritiene che riceve la risposta 200 in errore. In questo scenario, Internet Explorer Reimposta la connessione TCP.

Workaround

Se si utilizza un computer basato su Microsoft Windows Server 2003

Per risolvere questo problema, consigliamo di che il disco rigido Ŕ codice il numero di modifica sul server Web e che Ŕ possibile sincronizzare la versione del file per tutti i client di Internet Explorer. Tutti i client Internet Explorer verranno dispongono di versioni di tutti i diversi file necessari per l'applicazione. ╚ necessario assicurarsi che il server e tutti i client siano sincronizzati.

Nota Se si esegue in un ambiente di farm Web IIS 6.0, sarÓ necessario codificare lo stesso numero di modifica per tutti i server che eseguono IIS 6.0 nella farm.

Per sincronizzare i valori del numeri di modifiche tra i client e il server, attenersi alla seguente procedura.
  1. codice manualmente rigido valore ETag della metabase di IIS 6.0

    La possibilitÓ di modificare il numero di modifica ETag in IIS 6.0 Ŕ disponibile in Windows Server 2003 Service Pack 1 (SP1).

    Nota Un problema pu˛ verificarsi quando si modifica il valore ETag, e che Ŕ necessario installare un hotfix per risolvere il problema. Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento rapido, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
    900245Viene aggiornato il valore nel campo ETAG quando si modifica una proprietÓ della metabase in IIS 6.0
    Dopo aver installato l'hotfix, Ŕ possibile manualmente codificare l'ETag modificare il numero. Tuttavia, l'impostazione per il numero di modifica ETag non Ŕ esposta allo spazio dei nomi (Active Directory Service INTERFACES). Di conseguenza, Ŕ necessario utilizzare lo strumento Metabase Explorer per impostare il valore mediante l'ID di proprietÓ. Per scaricare e installare il Metabase Explorer, visitare il seguente sito Web Microsoft:
    http://www.microsoft.com/technet/prodtechnol/WindowsServer2003/Library/IIS/993a8a36 -5761-448f-889e-9ae58d072c09.mspx
    Nota Metabase Explorer Ŕ incluso nel resource kit di IIS 6.0.

    Per codificare manualmente l'ETag modificare numero, attenersi alla seguente procedura:
    1. Aprire il Metabase Explorer, espandere LM nel riquadro di sinistra e quindi espandere W3SVC .
    2. Fare doppio clic sul 2039 ID record nel riquadro di destra. Se il record di ID 2039 non Ŕ presente, Ŕ necessario crearlo. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
      1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo W3SVC nel Metabase Explorer, scegliere Crea nuovo , quindi valore DWORD .
      2. Impostare l'identificatore di nuovo DWORD a 2039 .
      3. Impostare il valore del nuovo valore DWORD su 0 .
    3. Digitare 0 nella casella valore .

      Nota Il numero digitato nella casella valore deve essere tra 0 e 4294967295. Inoltre, tutti i server della farm necessario disporre dello stesso numero nella casella valore . Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web Microsoft:
      http://www.microsoft.com/technet/prodtechnol/WindowsServer2003/Library/IIS/ef7f9d58- 2a96-4bd8-8ac1-2a67b43284f1.mspx
    4. Fare clic su Applica e quindi fare clic su OK .
    Nota Se si esegue il server IIS 6.0 in un ambiente di farm Web IIS 6.0, Ŕ necessario ripetere i passaggi 1a a 1D su tutti i server IIS 6.0 nella farm. Assicurarsi di aggiungere che la stessa modifica numero valore in tutti i server.
  2. cancellare la cache del browser client in Internet Explorer

    Se sono presenti troppi browser client per cancellare manualmente la cache, Ŕ possibile selezionare Abilita scadenza contenuto in IIS 6.0 e quindi specificare che il contenuto scade immediatamente. In questo scenario, Ŕ necessario lasciare Abilita scadenza contenuto attivato per solo purchÚ occorrono per tutti i client dispongono di contenuto nuova. Quindi, Ŕ necessario disattivare l'opzione Abilita scadenza contenuto per fornire possibilitÓ per gestire il contenuto della cache di Internet Explorer. Per attivare la scadenza del contenuto, attenersi alla seguente procedura:
    1. Aprire Internet Information Services.
    2. Espandere LocalMachine nel riquadro sinistro e quindi fare clic su siti Web .
    3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su siti Web e quindi fare clic su ProprietÓ .
    4. Nella scheda Intestazioni HTTP , fare clic per selezionare la casella di controllo Abilita scadenza contenuto e quindi selezionare l'opzione Immediata .
    5. Arrestare e riavviare tutti i servizi IIS 6.0.
    Nota Un client potrebbe essere necessario effettuare due richieste per una risorsa dopo aver attivata la casella di controllo Abilita scadenza contenuto per aggiornare la cache di Internet Explorer.

Se non si utilizza un computer basato su Windows Server 2003

Per aggirare il problema, attivare l'opzione di Abilita scadenza contenuto in IIS 6.0 utilizzando la procedura descritta nella sezione "Cancella la cache del browser client in Internet Explorer" e lasciarlo in. Inoltre, disattivare la cache in Internet Explorer o impostare le intestazioni di controllo di cache nell'applicazione Web. Per ulteriori informazioni su come impedire la memorizzazione nella cache del Web, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
311006Come impedire la memorizzazione nella cache Web in Windows 2000

Status

Windows Internet Explorer 7 Ŕ stata modificata per gestire correttamente il numero di modifica ETag in base a RFC 2616. Tuttavia, se viene modificato il numero di ETag, Windows Internet Explorer 7 verrÓ scaricare il file completo anzichÚ l'annullamento della connessione. Questo comportamento pu˛ rallentare di Internet Explorer 7 rispetto a Internet Explorer 6.

Informazioni

Se si analizza una traccia di Network Monitor che viene acquisita sul client o sul server e lo scenario di prestazioni Ŕ interessato l'analisi, verrÓ visualizzato la sequenza riportata di seguito:
  1. Il client invia la richiesta GET a server in cui Ŕ in esecuzione IIS 6.0 e la richiesta include un'intestazione If-None--Match con un Filetimestamp: valore ChangeNumber. Questa richiesta simile al seguente:
    HTTP: GET Request from Client
    HTTP: Request Method =GET
    HTTP: Uniform Resource Identifier =/MARRS/webService.htc
    HTTP: Protocol Version =HTTP/1.1
    HTTP: Accept = */*
    HTTP: Accept-Encoding =gzip, deflate
    HTTP: If-Modified-Since =Tue, 16 Nov 2004 17:11:48 GMT
    HTTP: If-None-Match ="0222d5bffcbc41:301a" 
    HTTP: User-Agent =Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1; SV1; .NET 
    CLR 1
    HTTP: Host =nnoma-wwapp02m
    HTTP: Connection =Keep-Alive
    HTTP: Authorization =Negotiate 
    TlRMTVNTUAADAAAAGAAYAG4AAAAKAQoBhgAAAAoACgBIAAAAEgASA
    HTTP: Cookie =ASP.NET_SessionId=uqnwgpygpf0dh2iwysznat55
    
    Nota alcuni delle variabili HTTP in questi esempi potrebbero essere diversi in ambiente.
  2. Il server riceve la richiesta e invia una risposta 200 con i dati che viene richiesto. PoichÚ il client ha inviato l'intestazione If-None--Match, IIS 6.0 deve includere un ETag intestazione di risposta e il valore dell'intestazione nella risposta. Questa risposta analogo al seguente:
    HTTP: Response to Client; HTTP/1.1; Status Code = 200 - OK
    HTTP: Protocol Version =HTTP/1.1
    HTTP: Status Code = OK
    HTTP: Reason =OK
    HTTP: Content-Length =51622
    HTTP: Content-Type =text/x-component
    HTTP: Last-Modified =Tue, 16 Nov 2004 17:11:48 GMT
    HTTP: Accept-Ranges =bytes
    HTTP: ETag ="0222d5bffcbc41:3246"
    HTTP: Server =Microsoft-IIS/6.0
    HTTP: X-Powered-By = ASP.NET
    HTTP: Date =Tue, 27 Sep 2005 12:18:27 GMT
    HTTP: Data: Number of data bytes remaining = 1202 (0x04B2)
    
  3. Il client riceve la risposta. La risposta presenta uno stato HTTP 200, invece dello stato HTTP 304 previsto per il browser. Di conseguenza, il browser invia un RST TCP per reimpostare la connessione. Ci˛ avviene poichÚ Internet Explorer ritiene che il server inviato lo stato HTTP 200 in errore. RST il TCP analogo al seguente:
    TCP: Control Bits: .A.R.., 
    TCP: Source Port = 0x0747
    TCP: Destination Port = World Wide Web HTTP
    TCP: Sequence Number = 3840808344 (0xE4EE1598)
    TCP: Acknowledgement Number = 3150159894 (0xBBC3A016)
    TCP: Data Offset = 20 bytes
    TCP: 0101.... = Data Offset (20 bytes)
    TCP: ....0000 = Reserved bits
    TCP: Flags = 0x14 : .A.R..
    TCP: ..0..... = No urgent data
    TCP: ...1.... = Acknowledgement field significant
    TCP: ....0... = No Push function
    TCP: .....1.. = Reset the connection
    TCP: ......0. = No Synchronize
    TCP: .......0 = Not the end of the data
    TCP: Window = 0 (0x0)
    TCP: Checksum = 0xF26C
    TCP: Urgent Pointer = 0 (0x0)
    
    per ulteriori informazioni sul (TCP), visitare il seguente sito Web:
    http://www.faqs.org/rfcs/rfc793.html

ProprietÓ

Identificativo articolo: 922703 - Ultima modifica: giovedý 7 giugno 2007 - Revisione: 3.2
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Explorer 6.0
  • Microsoft Internet Information Services 6.0
Chiavi:á
kbmt kbtshoot kbprb KB922703 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 922703
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com