Morphed cartelle visualizzati nella cartella SYSVOL GPO dopo aver utilizzato Editor oggetti Criteri di gruppo per visualizzare un oggetto Criteri di gruppo su un controller di dominio di Windows Server 2003

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 929266 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Su un controller di dominio basato su Microsoft Windows Server 2003, morphed cartelle vengono visualizzati nei seguenti percorsi:
  • %WINDIR%\SYSVOL\Sysvol\ <FQDN> \Policies\{Policy_GUID}\MACHINE
  • %WINDIR%\SYSVOL\Sysvol\ <FQDN> \Policies\\{Policy_GUID}\USER
note <FQDN> rappresenta il nome di dominio completo (FQDN). Le cartelle morphed sono cartelle che presentano nomi che partecipano un FolderName_NTFRS_ <xxxxxxxx> motivo. In questa cartella, <xxxxxxxx> rappresenta otto cifre esadecimali casuale.

Questo problema si verifica quando una delle seguenti condizioni Ŕ vera:
  • ╚ possibile utilizzare la Console Gestione criteri di gruppo (GPMC) per ripristinare un oggetto Criteri di gruppo (GPO) in un controller di dominio. In questo GPO le impostazioni di Configurazione Computer o l'impostazione di Configurazione utente non Ŕ definito. Quindi, Ŕ possibile utilizzare Editor oggetti Criteri di gruppo per visualizzare l'impostazione GPO non definito due diversi controller di dominio.
  • ╚ possibile utilizzare Editor oggetti Criteri di gruppo per creare un oggetto Criteri di gruppo su un controller di dominio. In questo GPO le impostazioni di Configurazione Computer o l'impostazione di Configurazione utente non Ŕ definito. Quindi, Ŕ possibile utilizzare Editor oggetti Criteri di gruppo per visualizzare l'impostazione GPO non definito due diversi controller di dominio.

Cause

La console Gestione criteri di gruppo solo il backup e ripristina le configurazioni vengono definite. Ad esempio, quando si ripristina un GPO che sia impostata la Configurazione utente definita, le cartelle che corrispondono a quella di Configurazione Computer vengono eliminate. Quindi, quando si visualizza l'impostazione dell'oggetto di Configurazione Computer nell'Editor oggetti Criteri di gruppo, le cartelle corrispondenti vengono ricreate se non sono disponibili le cartelle.

Se si ripristina un GPO in un controller di dominio e quindi visualizzare l'oggetto Criteri di gruppo due diversi controller di dominio tutto entro un intervallo di servizio Replica File (FRS), Ŕ possibile che le morphed cartelle vengano visualizzate nella cartella SYSVOL di criteri di gruppo.

Workaround

Per evitare questo problema, attenersi ai seguenti consigli:
  • Suggerimento 1

    Non utilizzare Editor oggetti Criteri di gruppo come strumento per verificare la replica FRS.
  • Suggerimento 2

    Eseguire attivitÓ di gestione di GPO su un determinato controller di dominio. Ad esempio, Ŕ possibile eseguire attivitÓ di gestione di GPO sull'emulatore del controller (PDC, primary domain controller) di dominio primario solo.

    In alcuni scenari, tuttavia, potrebbe essere accesso di problemi all'emulatore PDC localmente per gestire gli oggetti Criteri di gruppo. In questo caso, attenersi alla seguente procedura:
    1. Configurare Servizi Terminal nell'emulatore PDC.
    2. Accedere al PDC emulatore in una sessione di terminal server.
  • Suggerimento 3

    In alcuni scenari, non Ŕ possibile eseguire completamento attivitÓ di gestione oggetto Criteri di gruppo nell'emulatore PDC. In questo caso, Ŕ possibile visualizzare l'oggetto Criteri di gruppo nell'Editor oggetti Criteri di gruppo immediatamente dopo aver creato un nuovo oggetto Criteri di gruppo la console Gestione criteri di gruppo. O dopo il ripristino di un GPO nella console GPMC Ŕ possibile visualizzare l'oggetto Criteri di gruppo. Questo passaggio ricrea le cartelle eliminate prima di visualizzare l'oggetto da computer remoti.
  • Suggerimento 4

    Estensioni di GPO di terze parti richiedono ulteriori operazioni per rendere la GPMC riconoscere le estensioni. Ad esempio, Ŕ possibile modificare il file di GPOLayout.xml di GPMC in base alle istruzioni di fornitori. Per ulteriori informazioni su come incorporare le estensioni di GPO di terze parti il backup GPMC, contattare il fornitore.

Informazioni

Il percorso %WINDIR%\SYSVOL\Sysvol\<fqdn>\Policies Ŕ descritto nella sezione "Sintomi" Ŕ un collegamento della cartella %WINDIR%\SYSVOL\Domain\Policies. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
319808Congiunzione SYSVOL eredita autorizzazioni NTFS la radice dell'unitÓ
Le operazioni sui membri di replica diversi sono probabilmente generare morphed cartelle. Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
328492Nome di cartella viene modificato in "FolderName_NTFRS_ <xxxxxxxx>"
840675Configurazione e i operativi consigli per il servizio di replica in Windows Server 2003 e Windows 2000 Server
Anche se in modalitÓ remota si tenta di modificare gli oggetti Criteri di gruppo, uno snap-in gruppo criteri oggetto Editor Microsoft Management Console (MMC) in cui tentano l'emulatore PDC, Ŕ Ŕ possibile che si verifichi un problema. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
896669Quando si utilizza l'Editor oggetti Criteri di gruppo in un computer che esegue Windows Server 2003 o Windows XP per modificare oggetti Criteri di gruppo su un controller di dominio remoto, le modifiche non avranno effetto per un lungo periodo di tempo
Nota il che processo di console Gestione criteri di gruppo di ripristinare i seguenti dettagli sull'oggetto Criteri di gruppo:
  • L'operazione di ripristino crea una cartella di MachineStaging e una cartella UserStaging sotto la cartella dei criteri. Per impostazione predefinita, la cartella si trova nel seguente percorso:
    %WINDIR%\SYSVOL\Sysvol\FQDN\Policies
  • La console Gestione criteri di gruppo Ripristina criteri dai file di backup alla cartella di MachineStaging e la cartella UserStaging utilizzando la corrispondente struttura di cartelle.
  • L'operazione di ripristino consente di creare una cartella MachineOld, una cartella UserOld e una cartella di AdmOld nella cartella dei criteri.
  • Se l'operazione di ripristino non riesce, Ŕ necessario un rollback. Di conseguenza, l'operazione di ripristino backup il contenuto esistente dalla cartella computer e la cartella utente nella cartella MachineOld e la cartella UserOld.
  • Se il contenuto ripristinato nella cartella MachineStaging e la cartella UserStaging include una cartella giÓ esistente nella cartella computer o la cartella User, viene mantenuta la cartella esistente.
  • Se il backup non contiene una cartella, la cartella non Ŕ incluso nella cartella MachineStaging o la cartella UserStaging. Pertanto, questa cartella viene eliminata sotto la cartella computer o la cartella utente nel processo di finalizzazione. Questo Ŕ il passaggio in cui in precedenza potrebbero scomparire cartelle esistenti, senza il contenuto di configurazione del GPO, dopo il ripristino di GPMC.
  • Infine, i file e cartelle nella cartella computer o nella cartella User esistenti vengono sovrascritti. File del servizio (NTFRS) replica Windows GUID di questi oggetti nel database di NTFRS vengono mantenute.

    Nota Sia i file e cartelle dispongono di GUID file NTFRS.
  • Se tutte queste operazioni hanno esito positivo, vengono rimosse le seguenti cartelle:
    • MachineOld
    • UserOld
    • MachineStaging
    • UserStaging

ProprietÓ

Identificativo articolo: 929266 - Ultima modifica: venerdý 19 gennaio 2007 - Revisione: 2.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Web Edition
  • Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86)
Chiavi:á
kbmt kbexpertiseinter kbtshoot kbprb KB929266 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 929266
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com