Aggiornamento Service Release 1 (SR1) per Visual Studio 2005 Team Edition for Database Professionals

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 936612 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

╚ disponibile la Service Release 1 (SR1) per Visual Studio 2005 Team Edition for Database Professionals. Questo aggiornamento richiede Visual Studio 2005 Professional con Service Pack 1 o versione successiva.

Informazioni

Nella SR1 sono stati risolti i problemi descritti di seguito, individuati grazie ai commenti e suggerimenti di clienti e partner.
  • Riferimenti tra database

    ╚ stato migliorato il supporto in modo che sia possibile fare riferimento agli oggetti all'interno dei diversi database utilizzando riferimenti al progetto del database o facendo riferimento al metafile del database (con estensione dbmeta). Questo miglioramento del supporto consente di ridurre o di eliminare gli avvisi relativi ai riferimenti tra database all'interno di un progetto del database.
  • Miglioramento del supporto dei file all'interno dei gruppi di file di SQL Server

    ╚ possibile definire file all'interno dei gruppi di file come proprietÓ del progetto del database anzichÚ creare file e gruppi di file all'interno dello script di archiviazione pre-distribuzione.
  • Variabili

    Alle proprietÓ del database Ŕ stata aggiunta la pagina Variabili che consente di definire variabili setvar da utilizzare negli script di distribuzione.
L'aggiornamento SR1 supporta inoltre le versioni dei service pack pi¨ recenti di Microsoft SQL Server 2005. L'ultimo service pack attualmente disponibile Ŕ il Service Pack 2 (SP2). SR1 supporta inoltre il sistema operativo Windows Vista.

Requisiti di sistema

Sistemi operativi supportati

  • Microsoft Windows 2000 Professional Service Pack 4 (SP4)
  • Microsoft Windows 2000 Server SP4
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server SP4
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server SP4
  • Microsoft Windows XP Professional x64 Edition (WOW)
  • Microsoft Windows XP Professional Service Pack 2 (SP2)
  • Microsoft Windows XP Home Edition SP2
  • Microsoft Windows XP Media Center Edition 2002 SP2
  • Microsoft Windows XP Media Center Edition 2004 SP2
  • Microsoft Windows XP Media Center Edition 2005
  • Microsoft Windows XP Tablet PC Edition SP2
  • Microsoft Windows Server 2003 Standard Edition Service Pack 1 (SP1)
  • Microsoft Windows Server 2003 Enterprise Edition SP1
  • Microsoft Windows Server 2003 Datacenter Edition SP1
  • Microsoft Windows Server 2003 Web Edition SP1
  • Microsoft Windows Server 2003 Standard x64 Edition SP1 (WOW)
  • Microsoft Windows Server 2003 Enterprise x64 Edition SP1 (WOW)
  • Microsoft Windows Server 2003 Datacenter x64 Edition SP1 (WOW)
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Standard Edition
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Standard x64 Edition (WOW)
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Enterprise Edition
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Enterprise x64 Edition (WOW)
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Datacenter Edition
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Datacenter x64 Edition (WOW)
  • Windows Vista
Nota Visual Studio 2005 non Ŕ supportato su Intel Itanium (IA-64).

Altri requisiti di sistema

I requisiti variano per le diverse combinazioni di funzionalitÓ disponibili in Microsoft Visual Studio 2005 Team Edition for Database Professionals. Per installare Visual Studio 2005 Team Edition for Database Professionals si consiglia:
  • Processore 2 GHz o superiore
  • Minimo 512 MB di RAM (si consiglia 1 gigabyte (GB) o pi¨)
  • 3 GB di spazio disponibile su disco rigido
  • UnitÓ DVD
  • Monitor a 1024x768 o risoluzione superiore a 256 colori
  • Tastiera e mouse Microsoft o dispositivo di puntamento compatibile
  • Un'istanza di Microsoft SQL Server 2005 (Developer Edition, Enterprise Edition, Standard Edition, Express Edition o Evaluation Edition)

Problemi noti

Generale

Restrizioni delle istruzioni nelle definizioni di oggetti dello schema
Non Ŕ possibile utilizzare le istruzioni riportate di seguito nel file di definizione per gli oggetti dello schema specificati:
  • Vincoli CHECK ? ALTER TABLE [ WITH { CHECK | NOCHECK } ] {CHECK | NOCHECK} CONSTRAINT
  • Chiavi esterne ? ALTER TABLE [ WITH {CHECK | NOCHECK} ] {CHECK | NOCHECK} CONSTRAINT
  • Trigger DML ? ALTER TABLE {ENABLE | DISABLE} TRIGGER TriggerName
  • Trigger DML ? DISABLE TRIGGER { [Schema.]TriggerName ON ObjectName
  • Trigger database ? DISABLE TRIGGER { [Schema.]TriggerName ON DATABASE
  • Tutti i trigger server ? DISABLE TRIGGER { [Schema.]TriggerName ON ALL SERVER
  • Tabelle ? ALTER TABLE { ENABLE | DISABLE } TRIGGER ALL
  • Indici ? ALTER INDEX DISABLE
  • Indici full-text ? ALTER FULLTEXT INDEX ON TableName {ENABLE | DISABLE}
  • Code ? ALTER QUEUE ObjectName WITH STATUS = { ON | OFF }
Per risolvere questo problema, Ŕ necessario includere questi tipi di istruzioni in uno script post-distribuzione. Per ulteriori informazioni sugli script post-distribuzione, consultare la documentazione del prodotto.
Avvisi sui riferimenti ambigui nelle istruzioni JOIN
╚ possibile che venga visualizzato un avviso per un'istruzione Transact-SQL valida che prevede istruzioni JOIN anche se l'istruzione valida verrebbe accettata da SQL Server. Ad esempio, Ŕ possibile creare la seguente definizione della vista:
CREATE VIEW [dbo].[View1]_##@@###@_AS _##@@###@_	SELECT column_2 FROM _##@@###@_	Table1 LEFT OUTER JOIN (SELECT column_1 FROM Table2 as T_T2) as B on 1 = 1_##@@###@_	   LEFT OUTER JOIN (SELECT column_1 FROM Table3 as T_T3) as C on 1 = 1_##@@###@_
Quando tuttavia viene eseguita la query "SELECT SELECT column_1 FROM Table3 as T_T3", viene visualizzato un avviso.

Per risolvere il problema, specificare il riferimento completo. Ad esempio, Ŕ possibile utilizzare le seguenti istruzioni per sostituire le istruzioni precedenti:
CREATE VIEW [dbo].[View1]_##@@###@_AS _##@@###@_	SELECT column_2 FROM _##@@###@_	Table1 LEFT OUTER JOIN (SELECT column_1 FROM Table2 as T_T2) as B on 1 = 1_##@@###@_	   LEFT OUTER JOIN (SELECT T_T3.column_1 FROM Table3 as T_T3) as C on 1 = 1_##@@###@_
Formato di archiviazione vardecimal
In Visual Studio 2005 Team Edition for Database Professionals non Ŕ supportato direttamente il formato di archiviazione vardecimal. Questo formato di archiviazione Ŕ implementato in SQL Server 2005 SP2. Se si importa uno schema da un database in cui viene attivato il formato di archiviazione vardecimal per il database e per una o pi¨ tabelle, l'impostazione che attiva questo formato di archiviazione viene ignorata. Non si verificano errori, tuttavia non vengono aggiunte istruzioni al file ScriptsIgnoredOnImport.sql. ╚ possibile creare e distribuire il progetto del database, ma il formato di archiviazione vardecimal non viene creato dallo script di generazione nel database nÚ in qualsiasi tabella.

Si verificano inoltre problemi se si importa uno script contenente le seguenti istruzioni:
-- enable vardecimal storage format for database_##@@###@_exec sp_db_vardecimal_storage_format 'DatabaseName', 'on'_##@@###@_
-- enable vardecimal storage format on t1 in database_##@@###@_exec sys.sp_tableoption 'TableName', 'vardecimal storage format', 'on'_##@@###@_
L'istruzione per il formato di archiviazione del database viene importata nel file ScriptsIgnoredOnImport.sql. L'istruzione del formato di archiviazione della tabella viene importata nel file di definizione relativo alla tabella. Non Ŕ possibile distribuire il progetto del database in quanto l'istruzione che abilita il formato di archiviazione vardecimal del database non Ŕ stata eseguita. Per questa ragione l'istruzione del formato di archiviazione della tabella non viene eseguita.

Per risolvere il problema quando si importa uno schema da un database, aggiungere le istruzioni exec sp_db_vardecimal_storage_format allo script di pre-distribuzione. Aggiungere quindi le istruzioni exec sys.sp_tableoption alle tabelle in cui si desidera utilizzare il formato di archiviazione vardecimal.

Per risolvere il problema quando si importa uno script, aggiungere le istruzioni exec sp_db_vardecimal_storage_format allo script di pre-distribuzione.
Dipendenze mancanti quando si utilizza l'istruzione "SELECT * INTO" per popolare una tabella temporanea
╚ possibile che venga visualizzato un avviso per un'istruzione Transact-SQL valida che prevede un'istruzione select * per popolare una tabella anche se l'istruzione valida verrebbe accettata da SQL Server. ╚ possibile, ad esempio, eseguire le seguenti istruzioni:
CREATE TABLE [dbo].[userprofile] (_##@@###@_    [user_id] [INT] NOT NULL,_##@@###@_    [keyname] [VARCHAR](30) NOT NULL,_##@@###@_    [value] [VARCHAR](50) NOT NULL,_##@@###@_)_##@@###@__##@@###@_CREATE PROCEDURE [dbo].[testtemp]_##@@###@_AS_##@@###@_BEGIN_##@@###@_    SELECT * INTO #up FROM [dbo].[userprofile]_##@@###@__##@@###@_    UPDATE #up _##@@###@_        SET value='value'_##@@###@_    WHERE keyname='key'_##@@###@_END;_##@@###@_
Potrebbero tuttavia essere visualizzati avvisi analoghi ai seguenti:
Avviso 98 TSD3028: Le dipendenze seguenti sono mancanti dal progetto di database: [Variabile|Colonna] dbo.#up.value. ╚ possibile che l'applicazione di database non funzioni correttamente quando si esegue [Routine] dbo.testtemp.

Avviso 99 TSD3028: Le dipendenze seguenti sono mancanti dal progetto di database: [Variabile|Colonna] dbo.#up.keyname. ╚ possibile che l'applicazione di database non funzioni correttamente quando si esegue [Routine] dbo.testtemp.
Per risolvere il problema, specificare il riferimento completo. Ad esempio, Ŕ possibile utilizzare le seguenti istruzioni per sostituire le istruzioni precedenti:
CREATE PROCEDURE [dbo].[testtemp]_##@@###@_AS_##@@###@_BEGIN_##@@###@_    SELECT user_id, keyname, value INTO #up FROM [dbo].[userprofile]_##@@###@__##@@###@_    UPDATE #up _##@@###@_        SET value='value'_##@@###@_    WHERE keyname='key'_##@@###@_END;_##@@###@_
Se si esegue una query nell'Editor T-SQL nella versione in lingua giapponese di Visual Studio Team Edition for Database Professionals in Windows 2000, per visualizzare il riquadro dei risultati e il riquadro delle statistiche dei client viene utilizzato un tipo di carattere non corretto. Il rendering dei risultati viene eseguito utilizzando un tipo di carattere che non consente la corretta visualizzazione dei caratteri giapponesi. Per risolvere il problema, attenersi alla seguente procedura (la procedura originale Ŕ in lingua giapponese):
  1. Scegliere Opzioni dal menu Strumenti.
  2. Nella finestra di dialogo Opzioni espandere il nodo Ambiente, quindi fare clic su Tipi di carattere e colori.
  3. Nella casella Mostra impostazioni per elenco a discesa fare clic su Riquadro Risultati dell'Editor T-SQL.
  4. Modificare il valore per Carattere (tipi di carattere a larghezza fissa in grassetto) da Automatico in un tipo di carattere che supporta i caratteri giapponesi.

    Il testo nel riquadro dei risultati e nel riquadro delle statistiche client dovrebbe essere visualizzato correttamente.

Confronto dati e Confronto schema

Separatore decimale non corretto in Confronto dati
In Confronto dati viene sempre utilizzato un punto (.) come separatore decimale per le colonne di tipo decimale o valuta, anche per le impostazioni locali in cui viene utilizzato un carattere diverso, ad esempio una virgola (,), come separatore decimale. Per le colonne di altri tipi di dati, ad esempio reale e doppio, viene utilizzato il separatore decimale corretto.

Attualmente non Ŕ disponibile alcuna soluzione alternativa per questo problema.
Visualizzazione di errori quando si aggiornano filegroup e file utilizzando Confronto schema
Quando si confrontano file e gruppi di file per aggiornare uno schema, Ŕ possibile che venga visualizzato un errore. Se si utilizza una variabile SETVAR nel percorso fisico e nel nome di un file, Ŕ possibile che venga visualizzato un messaggio di errore quando si tenta di aggiornare il database di destinazione da Confronto schema. Questo problema si verifica poichÚ Confronto schema non Ŕ in grado di gestire la variabile per il valore definito nella scheda Variabili nelle proprietÓ del progetto del database.

Per risolvere il problema, attenersi alla seguente procedura:
  1. Scegliere Esporta in dal menu Dati, quindi Editor.
  2. Nell'Editor Transact-SQL aggiungere un'istruzione nella parte superiore dello script di aggiornamento per dichiarare in modo esplicito la variabile SETVAR utilizzata nella definizione del percorso del file.
  3. Scegliere Esporta in dal menu Dati, quindi fare clic su Esegui SQL.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 936612 - Ultima modifica: giovedý 19 luglio 2007 - Revisione: 1.6
Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Visual Studio 2005 Team Edition for Database Professionals
Chiavi:á
kbinfo kbtshoot KB936612
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com