Come utilizzare lo strumento Process Monitor per generare un file di registro per un'applicazione nell'ambiente virtuale di App-v (SoftGrid)

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 939896 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

In questo articolo viene descritto come utilizzare lo strumento Process Monitor (ProcMon.exe) per generare un file di registro per un'applicazione nell'ambiente virtuale Microsoft App-V (SoftGrid). Il file di registro vengono fornite informazioni sui file e sulle chiavi del Registro di sistema l'applicazione accede quando Process Monitor è in esecuzione.

Informazioni

Come ottenere Process Monitor

  1. Download Process Monitor. A questo scopo, visitare il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
    http://technet.Microsoft.com/en-us/sysinternals/bb896645.aspx
  2. Fare clic suScaricare Process Monitor (913 KB), quindi scegliereSalva.
  3. Salvare il file in una cartella di propria scelta.
  4. Fare clic sul file scaricato e quindi fare clic suEstrarre.
  5. Specificare dove si desidera estrarre il file e quindi fare clic suEstrarre.

Come preparare Process Monitor

  1. Nella cartella in cui è stato estratto il file, fare doppio clic sul file Procmon.exe.
  2. Fare clic suAccettarePer accettare le condizioni di licenza.
  3. NelOpzionimenu, scegliereAbilita uscita avanzata.
  4. NelModificamenu, scegliereScorrimento automatico.
  5. NelFilemenu, scegliereUscitaPer chiudere Process Monitor.

Come preparare l'applicazione virtuale App-v (SoftGrid)

  1. Quando di risolvere un'applicazione, aprire la condivisione di contenuto dell'applicazione e quindi modificare il file OSD dell'applicazione per aggiungere uncmd.execomando.

    A tale scopo, aggiungere le seguenti righe dopo il <dependency>tag.</dependency>
    <SCRIPT EVENT="LAUNCH" TIMING="PRE" PROTECT="FALSE" WAIT="TRUE" TIMEOUT="0">
    <SCRIPTBODY>cmd.exe</SCRIPTBODY>
    </SCRIPT>
    
  2. Sul computer client App-v (SoftGrid), avviare lo snap-in Microsoft Management Console (MMC) di App-v (SoftGrid) Client Management. Se l'applicazione già esiste inApplicazioni, rimuoverlo in modo che il nuovo file .osd utilizzato alla successiva esecuzione dell'applicazione.

Come generare il file di log dell'applicazione

  1. Sul computer client App-v (SoftGrid), avviare l'applicazione virtuale App-v (SoftGrid).

    NotaQuando si esegue questa operazione, viene visualizzato un prompt dei comandi sul desktop prima dell'avvio dell'applicazione.
  2. Al prompt dei comandi, digitareprocmon.exe, quindi premere INVIO per avviare il Monitor di processo.
  3. Chiudere il prompt dei comandi.

    NotaIn tal caso, avvia Process Monitor.
  4. Riprodurre il problema.
  5. NelFilemenu, scegliereSalvaPer salvare il file di registro Process Monitor.
  6. Nella casellaEventi da salvare, selezionare laTutti gli eventicasella di controllo.
  7. Nella casellaFormato, selezionare laNativo Process Monitor Format (PML)casella di controllo.
  8. NelPercorsocasella, specificare un percorso sul disco rigido locale in cui si desidera salvare il file.

Proprietà

Identificativo articolo: 939896 - Ultima modifica: martedì 12 ottobre 2010 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SoftGrid for Terminal Services
  • Microsoft SoftGrid for Windows Desktops
  • Microsoft Application Virtualization for Terminal Services 4.6
  • Microsoft Application Virtualization 4.6 for Windows Desktops
  • Microsoft Application Virtualization 4.5 for Terminal Services
  • Microsoft Application Virtualization 4.5 for Windows Desktops
Chiavi: 
kbexpertiseinter kbhowto kbinfo kbmt KB939896 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 939896
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com