Come attivare la funzionalitÓ di scalabilitÓ di porta per i proxy RPC e per le applicazioni in Windows Server 2008

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 951764 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

Windows Server 2008 fornisce il supporto per pi¨ di 64.000 porte con caratteri jolly. Per supportare il numero di porte, vengono utilizzati pi¨ indirizzi IP. Inoltre, un'opzione di socket speciale viene passata per abilitare la stessa porta jolly da utilizzare in pi¨ indirizzi IP. ╚ possibile utilizzare fino a 60.000 porte dinamiche per ciascun indirizzo IP.

Per ulteriori informazioni su questa funzionalitÓ di scalabilitÓ porta, il seguente sito Microsoft Web:
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/cc150670(VS.85).aspx
Il processo di chiamata (RPC) di procedura remota utilizza questa funzionalitÓ per consentire il proxy RPC sfruttare porta scalabilitÓ sui server che eseguono Windows Server 2008. Per sfruttare questa funzionalitÓ, Ŕ necessario modificare il proxy RPC.

In questo articolo viene descritto come abilitare la funzionalitÓ di scalabilitÓ di porta per proxy RPC e le applicazioni in Windows Server 2008.

Informazioni

Si verificano la connessioni in ingresso al proxy RPC su HTTP. Inoltre, tutti i verificarsi sulla stessa porta. (In genere, questa porta Ŕ la porta 80 o 443).

Le connessioni in uscita al server RPC si verificano su TCP. In genere, i client RPC utilizzano pi¨ connessioni a un server RPC. Ogni connessione consente di ottenere una nuova porta. Man mano che aumenta il numero di connessioni dal proxy RPC per il server RPC, il limite porte sul proxy RPC pu˛ essere esaurito.

Quando si attiva la funzionalitÓ di scalabilitÓ di porta, il proxy RPC utilizza pi¨ indirizzi IP nella stessa interfaccia per tentare di connettersi al server RPC. Ogni indirizzo IP nell'interfaccia ha un limite di 60.000 porte. Questa condizione consente al server di proxy adattare il numero di porte disponibili. Di conseguenza, il numero di connessioni che il server proxy pu˛ effettuare per il server RPC aumenta.

Per attivare la funzionalitÓ di scalabilitÓ di porta, attenersi alla seguente procedura sul server o server che eseguono il proxy RPC.

Passaggio 1: Aggiungere pi¨ indirizzi IP

Quando si esegue questa operazione, Ŕ necessario attivare RPC sfruttare la funzionalitÓ di scalabilitÓ di porta. ╚ possibile utilizzare la seguente formula per calcolare quanti pi¨ indirizzi da aggiungere:
(Number of incoming HTTP connections ¸ 60.000) Î 2 = Minimum number of IP address
Nota In questa formula, il numero del Minimum number of IP addresses viene arrotondato per eccesso all'intero pi¨ vicino. Ad esempio, se un server deve supportare 100.000 connessioni HTTP in ingresso, calcolare nel modo seguente il numero minimo di indirizzi:
(100.000 ¸ 60.000) Î 2 = 3.3
Quindi, arrotondare 3.3 fino a 4. In questo esempio, sono necessari quattro indirizzi IP.

Gli indirizzi IP devono essere aggiunti all'interfaccia che si desidera. Per ulteriori informazioni su come aggiungere gli indirizzi IP utilizzando lo strumento della riga di comando netsh , visitare il seguente sito Web Microsoft TechNet:
http://technet.microsoft.com/en-us/library/bb490943.aspx

Passaggio 2: Abilitare la scalabilitÓ di porta proxy RPC

importante Questa sezione, metodo o l'attivitÓ sono contenute procedure viene illustrato come modificare il Registro di sistema. Tuttavia, possono causare seri problemi se si modifica il Registro di sistema in modo errato. Pertanto, assicurarsi che questa procedura con attenzione. Per maggiore protezione, Ŕ eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo. ╚ quindi possibile ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e ripristino del Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
322756Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows
Per attivare la scalabilitÓ di porta proxy RPC, Ŕ necessario aggiungere una chiave del Registro di sistema. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic su Start , scegliere Esegui , digitare regedit e quindi fare clic su OK .
  2. Individuare e fare clic sulla chiave di registro seguente:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Policies\Microsoft\Windows NT\RPC
  3. Scegliere Nuovo dal menu Modifica , quindi Valore DWord .
  4. Digitare EnableTcpPortScaling e quindi premere INVIO.
  5. Nel menu Modifica , fare clic su Modifica .
  6. Digitare 1 e quindi fare clic su OK .
  7. Uscire dall'editor del Registro di sistema.

Passaggio 3: configurare le porte dinamiche su server proxy RPC

Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic su Start
    Riduci l'immagineEspandi l'immagine
     Start button
    , scegliere Tutti I programmi , fare clic su Accessori e quindi fare clic con il pulsante destro del mouse su prompt dei comandi .
  2. Fare clic su Esegui come amministratore .

    Riduci l'immagineEspandi l'immagine
    User Account Control permission
    Se viene chiesto di immettere una password di amministratore o di confermare, digitare la password o fare clic su Continua .
  3. Al prompt dei comandi digitare il comando seguente e premere INVIO:
    ipv4 interfaccia netsh impostare protocollo dynamicportrange = tcp startport = 4000 numberofports = 60000
  4. Digitare il comando seguente e premere INVIO:
    netsh interface ipv6 set dynamicportrange protocollo = tcp startport = 4000 numberofports = 60000
  5. Digitare exit e premere INVIO.

Passaggio 4: Configurare Internet Information Services (IIS)

╚ necessario configurare IIS per aggiornare il limite di richieste simultanee e il numero massimo di connessioni. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic su Start
    Riduci l'immagineEspandi l'immagine
     Start button
    , scegliere Tutti I programmi , fare clic su Accessori e quindi fare clic con il pulsante destro del mouse su prompt dei comandi .
  2. Fare clic su Esegui come amministratore .

    Riduci l'immagineEspandi l'immagine
    User Account Control permission
    Se viene chiesto di immettere una password di amministratore o di confermare, digitare la password o fare clic su Continua .
  3. Al prompt dei comandi digitare il comando seguente e premere INVIO:
    %windir%\system32\inetsrv\appcmd.exe impostare configurazione "Default Web Site/RPC" - section:system.webServer/serverRuntime - appConcurrentRequestLimit: Number of incoming HTTP connections - commitpath:apphost
  4. Digitare il comando seguente e premere INVIO:
    %windir%\system32\inetsrv\appcmd.exe impostare configurazione "Default Web Site/RpcWithCert" - section:system.webServer/serverRuntime - appConcurrentRequestLimit: Number of incoming HTTP connections - commitpath:apphost
  5. Digitare il comando seguente e premere INVIO:
    %windir%\system32\inetsrv\AppCmd SET SITE "Sito Web predefinito" - limits.maxConnections: Number of Incoming HTTP connections x 2
  6. Digitare iisreset e quindi premere INVIO.
  7. Digitare exit e premere INVIO.
Nota In questi comandi, il valore per il segnaposto del Number of incoming HTTP connections si deriva dalla formula descritto nel "passaggio 1: aggiunta di pi¨ indirizzi IP" sezione. I valori per la porta iniziale e per il numero di porte possono differire, in base alla circostanze e di requisiti. Tuttavia, la somma di questi valori deve essere minore o uguale a 65.535.

Per ulteriori informazioni su come configurare un server come server proxy RPC, visitare il seguente sito Web Microsoft TechNet:
http://technet.microsoft.com/en-us/library/aa998125(EXCHG.65).aspx

ProprietÓ

Identificativo articolo: 951764 - Ultima modifica: venerdý 2 maggio 2008 - Revisione: 1.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Windows Server 2008 Datacenter
  • Windows Server 2008 Enterprise
  • Windows Server 2008 Standard
  • Windows Server 2008 for Itanium-Based Systems
Chiavi:á
kbmt kbrpc kbhowto kbinfo KB951764 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 951764
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com