Non č possibile creare un'attivitā follow-up se si imposta il campo "Da assegnare a" a una coda in Microsoft Dynamics CRM 4.0

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 954917 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Si consideri lo scenario seguente. Č possibile creare un nuovo account in Microsoft Dynamics CRM 4.0. In informazioni e selezione rapida, č possibile creare una nuova attivitā follow-up. Selezionare quindi una coda nel campo Assegna a . In questo scenario, quando si fa clic su Salva , viene visualizzato il seguente messaggio di errore:
Errore: Eccezione č stata generata dalla destinazione di una chiamata. 0X8004023B numero errore: errore: tipo di oggetto non valido: 2020 forniti con l'attributo: ownerid
Inoltre, l'attivitā follow-up non č assegnato come previsto.

Risoluzione

Questo problema č stato risolto nell'aggiornamento cumulativo pių recente per Microsoft Dynamics CRM 4.0. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
949256Gli aggiornamenti di Microsoft Dynamics CRM 4.0 e aggiornamenti rapidi (hotfix)

Status

Microsoft ha confermato che questo problema riguarda i prodotti sono elencati nella sezione "Si applica a".

Informazioni

Questo problema si manifesta in modo diverso in base a CRM aggiornamenti rapidi installati.
  • Se non č stato installato l'hotfix 948008, non verrā restituito alcun messaggio di errore. L'assegnazione a una coda o un utente non viene eseguita.
  • Se č installato l'aggiornamento rapido (hotfix) 948008, l'assegnazione a un utente viene eseguita correttamente. Tuttavia, l'assegnazione a una coda genera un messaggio di errore interattivi. Se CRM č attivata la traccia della piattaforma, potrai vedere messaggi di errore dettagliato analoghi ai seguenti:
    Errore: Eccezione č stata generata dalla destinazione di una chiamata.
    Numero errore: 0x8004023B
    Messaggio di errore: Tipo di oggetto non valido: 2020 forniti con l'attributo: ownerid
    Dettagli errore: Tipo di oggetto non valido: 2020 forniti con l'attributo: ownerid
    File di origine: Non disponibile
    Numero di riga: Non disponibile
    URL della richiesta: http://crmsite:5555/CRMORG/AppWebServices/ActivitiesWebService.asmx
    Stack di informazioni di traccia: [CrmException: tipo di oggetto non valido: 2020 forniti con l'attributo: ownerid]
    in Microsoft.Crm.BusinessEntities.ProcessAggregatesExtension.ProcessAggregates(Object sender, ExtensionEventArgs e)
    in Microsoft.Crm.BusinessEntities.ProcessAggregatesExtension.ProcessAggregateAttributes(BusinessEntity entity, AttributeMetadata attributeMetadata, Hashtable aggregateAttributes, ArrayList aggregateOfAttributes, ArrayList aggregateAttributesToClear)
    in Microsoft.Crm.BusinessEntities.BusinessProcessObject.PreCreateEventHandler.Invoke(Object sender, ExtensionEventArgs e)
    in Microsoft.Crm.BusinessEntities.BusinessProcessObject.Create(IBusinessEntity entity, ExecutionContext context)
    in Microsoft.Crm.ObjectModel.GenericActivityServiceBase.Create(IBusinessEntity entityInterface, ExecutionContext context)
    in Microsoft.Crm.ObjectModel.TaskService.Create (entitā IBusinessEntity, contesto ExecutionContext)

    [Oggetto TargetInvocationException: eccezione č stata generata dalla destinazione di una chiamata.]
    in System.RuntimeMethodHandle._InvokeMethodFast(Object target, Object[] arguments, SignatureStruct& sig, MethodAttributes methodAttributes, RuntimeTypeHandle typeOwner)
    in System.RuntimeMethodHandle.InvokeMethodFast (oggetto destinazione, argomenti di Object [], firma firma, methodAttributes MethodAttributes, typeOwner RuntimeTypeHandle)
    in System.Reflection.RuntimeMethodInfo.Invoke (Object obj, BindingFlags invokeAttr, Binder binder, Object [] parameters, CultureInfo culture, Boolean skipVisibilityChecks)
    in System.Reflection.RuntimeMethodInfo.Invoke(Object obj, BindingFlags invokeAttr, Binder binder, Object[] parameters, CultureInfo culture)
    in System.Web.Services.Protocols.LogicalMethodInfo.Invoke(Object target, Object[] values)
    in Microsoft.Crm.Extensibility.InternalOperationPlugin.Execute(IPluginExecutionContext context)
    in Microsoft.Crm.Extensibility.PluginStep.Execute(PipelineExecutionContext context)
    in Microsoft.Crm.Extensibility.Pipeline.Execute(PipelineExecutionContext context)
    in Microsoft.Crm.Extensibility.MessageProcessor.Execute(PipelineExecutionContext context)
    in Microsoft.Crm.Extensibility.InternalMessageDispatcher.Execute(PipelineExecutionContext context)
    in Microsoft.Crm.Extensibility.ExternalMessageDispatcher.Execute(String messageName, Int32 primaryObjectTypeCode, Int32 secondaryObjectTypeCode, PropertyBag fields, CorrelationToken correlationToken, CallerOriginToken originToken, UserAuth userAuth, Guid callerId)
    in Microsoft.Crm.sdk.RequestBase.Process(Int32 primaryObjectTypeCode, Int32 secondaryObjectTypeCode, CorrelationToken correlationToken, CallerOriginToken originToken, UserAuth userAuth, Guid callerId)
    in Microsoft.Crm.sdk.RequestBase.Process (CorrelationToken correlationToken, CallerOriginToken originToken, UserAuth userAuth, GUID callerId)
    in Microsoft.Crm.sdk.CrmServiceInternal.Execute(RequestBase request, CorrelationToken correlationToken, CallerOriginToken originToken, UserAuth userAuth, Guid callerId)
    in Microsoft.Crm.Sdk.InProcessCrmService.Execute (oggetto richiesta)
    in Microsoft.Crm.Application.Platform.ServiceCommands.PlatformCommand.ExecuteInternal()
    in Microsoft.Crm.Application.Platform.ServiceCommands.CreateCommand.Execute()
    in Microsoft.Crm.Application.Platform.DataSource.Create (entitā di Entity, performDuplicateCheck Boolean)
    in Microsoft.Crm.Application.Platform.EntityProxy.Create (performDuplicateCheck Boolean)
    in Microsoft.Crm.Application.Platform.EntityProxy.Create()
Nota Per motivi di prestazioni, l'aggiornamento rapido consente solo di viste di cumulativo account secondario relativo record fino a cinque sottolivelli.Per ulteriori informazioni sulla terminologia di aggiornamento software, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
824684Descrizione della terminologia standard utilizzata per descrivere gli aggiornamenti software Microsoft
887283Aggiornamenti e hotfix software Microsoft Business Solutions CRM standard di denominazione dei pacchetti

Proprietā

Identificativo articolo: 954917 - Ultima modifica: giovedė 12 febbraio 2009 - Revisione: 3.1
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Dynamics CRM 4.0
Chiavi: 
kbmt kbexpertiseinter kbautohotfix kbmbsmigrate kbqfe kbhotfixserver KB954917 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo č stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non č sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pių o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non č la sua. Microsoft non č responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 954917
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com