Il processo di SQL Server Agent syspolicy_purge_history potrebbe non riuscire in SQL Server 2008

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 955726 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sintomi

In Microsoft SQL Server 2008, il processo di SQL Server Agent syspolicy_purge_history potrebbe non riuscire quando si esegue il processo di syspolicy_purge_history su un'istanza cluster. È possibile messaggio di errore analogo al seguente nel file di log di cronologia per il processo di syspolicy_purge_history :
Data datetime
Registro cronologia processi (syspolicy_purge_history)

ID del passaggio 3
Server SQLVirtualName \ instancename
Nome processo syspolicy_purge_history
Record fantasma dello stato di sistema di passaggio nome cancellazione.
Durata 00: 00: 33
Gravità SQL 0
ID di messaggio SQL 0
Operatore inviato tramite posta elettronica
Operatore di rete inviato
Operatore di paging
Tentativi tentativo 0

Messaggio
Eseguito come utente: user. Lo script del processo ha rilevato i seguenti errori. Questi errori non si sono arrestato lo script: un passaggio di processo ha ricevuto un errore alla riga 1 in uno script PowerShell. La riga corrispondente è '(Get-Item SQLSERVER:\SQLPolicy\SQLVirtualName\instancename).EraseSystemHealthPhantomRecords() '.

Correggere lo script e riprogrammare il processo. Le informazioni di errore restituite da PowerShell sono: "Errore del provider SQL Server PowerShell: Impossibile connettersi al ' SQLVirtualName \ instancename '. [Impossibile connettersi al server SQLVirtualName \ instancename.--> un errore durante stabilire una connessione al server.

Quando ci si connette a SQL Server 2005, questo errore potrebbe essere provocato dal fatto che con le impostazioni predefinite SQL Server non consente le connessioni remote. (provider: Named Pipes Provider, Error: 40-Could not Open a Connection to SQL Server)] Impossibile connettersi al server SQLVirtualName \ instancename. Errore mentre veniva stabilita una connessione al server. Quando ci si connette a SQL Server 2005, questo errore potrebbe essere provocato dal fatto che con le impostazioni predefinite SQL Server non consente le connessioni remote. (provider: named pipe provider, errore: 40 - non può aprire una connessione SQL Server) '

Un passaggio di processo ha ricevuto un errore alla riga 1 in uno script PowerShell. La riga corrispondente è '(Get-Item SQLSERVER:\SQLPolicy\SQLVirtualName\instancename).EraseSystemHealthPhantomRecords() '. Correggere lo script e riprogrammare il processo. Le informazioni di errore restituite da PowerShell sono: "Impossibile trovare il percorso" SQLSERVER:\SQLPolicy\ SQLVirtualName \ instancename ' perché non esiste. "Un passaggio di processo ha ricevuto un errore alla riga 1 in uno script PowerShell. La riga corrispondente è '(Get-Item SQLSERVER:\SQLPolicy\SQLVirtualName\instancename).EraseSystemHealthPhantomRecords() '. Correggere lo script e riprogrammare il processo. Le informazioni di errore restituite da PowerShell sono: ' È impossibile chiamare un metodo su un'espressione con valori null. '. Codice di uscita processo-1. Il passaggio non riuscito.

Cause

Questo problema può verificarsi se il processo di syspolicy_purge_history utilizza il nome del nodo di computer invece di nome del server virtuale per l'istanza cluster.

Risoluzione

Per risolvere il problema, utilizzare uno dei seguenti metodi.

Metodo 1: Modifica del processo syspolicy_purge_history

Modificare il passaggio 3 del processo syspolicy_purge_history . Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Avviare SQL Server Management Studio.
  2. Espandere Agente SQL Server e quindi espandere processi .
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su syspolicy_purge_history e quindi fare clic su Proprietà .
  4. Fare clic su operazioni .
  5. Fare clic su Cancella fantasma System Health record e quindi fare clic su Modifica .
  6. Nella casella comando , utilizzare il nome del server virtuale per l'istanza cluster per sostituire il nome del nodo di computer.
  7. Fare clic su OK e quindi fare clic su Chiudi .

Metodo 2: Ricreare il processo di syspolicy_purge_history

Per ricreare il processo di syspolicy_purge_history , eseguire la seguente istruzione Transact-SQL.
DECLARE @jobId uniqueidentifier

-- Obtain the current job identifier that is associated with the PurgeHistory
SELECT @jobId = CAST(current_value AS uniqueidentifier)
FROM msdb.dbo.syspolicy_configuration_internal
WHERE name = N'PurgeHistoryJobGuid'

-- Delete the job identifier association in the syspolicy configuration

DELETE FROM msdb.dbo.syspolicy_configuration_internal
WHERE name = N'PurgeHistoryJobGuid'

-- Delete the offending job
EXEC msdb.dbo.sp_delete_job @job_id = @jobId

-- Re-create the job and its association in the syspolicy configuration table
EXEC msdb.dbo.sp_syspolicy_create_purge_job

Informazioni

Nel programma di installazione di SQL Server 2008, la procedura di installazione query il motore di database per il nome computer. Quando le query di script di installazione per il nome computer, il motore di database non è a conoscenza del cluster. Pertanto, il motore di database restituisce il nome computer instead of il nome del cluster.

Proprietà

Identificativo articolo: 955726 - Ultima modifica: giovedì 19 marzo 2009 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2008 Standard
  • Microsoft SQL Server 2008 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2008 Workgroup
  • Microsoft SQL Server 2008 Developer
Chiavi: 
kbmt sql2008relnotetools sql2008relnote kberrmsg kbtshoot kbprb KB955726 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 955726
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com