Come aggiornare i computer che eseguono Windows Server 2008 con il ruolo HYPER-V installato a Windows Server 2008 R2

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 957256 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

In questo articolo vengono descritte le opzioni disponibili per l'aggiornamento o migrazione da un'installazione di Windows Server 2008 con il ruolo HYPER-V abilitato a Windows Server 2008 R2. Per i cluster Windows Server 2008 Failover che eseguono macchine virtuali, vedere la sezione "Aggiornamento Guida per le macchine virtuali nel cluster di failover" di questo articolo.

Informazioni

Metodo 1

Eseguire un aggiornamento della partizione padre da Windows Server 2008 a Windows Server 2008 R2.

Nota Durante l'aggiornamento, il report compatibilitā informare che č necessario rimuovere il ruolo HYPER-V utilizzando Server Manager prima di continuare con l'aggiornamento. Non č necessario. Tuttavia, prima di continuare con l'aggiornamento č consigliabile eseguire il backup alle macchine virtuali o esportarli utilizzando Gestione HYPER-V. Inoltre, prendere in considerazione quanto segue prima di eseguire l'aggiornamento:
  • HYPER-V deve essere in RTM (950050 KB) o versione successiva. Se non viene soddisfatto questo requisito, verranno bloccati da procedere con l'aggiornamento.
  • Tutte le macchine virtuali deve essere arrestate prima dell'aggiornamento a. Gli stati salvati non sono compatibili tra Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2. Se la partizione padre viene aggiornata con le macchine virtuali in uno stato salvato, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla macchina virtuale e quindi selezionare Elimina stato salvato per attivare la macchina virtuale.
  • Poiché funzionalitā Online Snapshot utilizza gli stati salvati, non sono completamente compatibili tra Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2 istantanee Online. Istantanee in linea sono snapshot eseguito quando una macchina virtuale č stata attivata. Istantanee non in linea sono snapshot vengono eseguite quando una macchina virtuale č stata disattivata. Istantanee non in linea sono completamente compatibili con Windows Server 2008 R2. Le macchine virtuali inizieranno a dello snapshot in linea č stato applicato quando la macchina virtuale č stata arrestata prima dell'aggiornamento. Viene visualizzato in Gestione HYPER-V dalla freccia verde in snapshot che punta a ora.

    Per attivare la macchina virtuale con qualsiasi altra istantanea, attenersi alla seguente procedura.

    Nota La procedura seguente presuppone che č possibile continuare a utilizzare tutti gli snapshot sono configurati per la macchina virtuale. Se non č pių necessario gli snapshot, č possibile eliminare le istantanee utilizzando Gestione HYPER-V e spegnere la macchina virtuale per i dati da unire nel disco rigido virtuale padre. Per ulteriori informazioni, vedere il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
    Istantanee macchina virtuale HYPER-V: domande frequenti
    http://technet.microsoft.com/en-us/library/dd560637.aspx
    1. Utilizzo di gestione di HYPER-V, fare clic con il pulsante destro del mouse su snapshot che si desidera applicare e quindi fare clic su Assumi Snapshot e applica. Questa azione richiede un nuovo snapshot da snapshot attualmente applicato. Questo nuovo snapshot ora saranno compatibili con Windows Server 2008 R2. Si consiglia di rinominare di conseguenza lo snapshot. Se si seleziona questa opzione, verranno salvate le modifiche apportate allo stato della macchina virtuale dall'ultimo avvio.
    2. Dopo aver R2 nuovo snapshot viene eseguito, verrā applicato lo snapshot č selezionata nel passaggio 1 e la macchina virtuale entrano in uno stato salvato. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla macchina virtuale e quindi fare clic su che Elimina stato salvato.
    3. Attivare la macchina virtuale.
    4. Richiedere un nuovo snapshot per acquisire lo stato corrente della macchina virtuale per disporre di un Windows Server 2008 R2 compatibile snapshot.
    5. Ripetere questi passaggi per ogni snapshot da Windows Server 2008. Dopo aver completato questa procedura su tutti gli snapshot necessari, eliminare gli snapshot creati in Windows Server 2008 e quindi arrestare la macchina virtuale per consentire al processo di stampa unione iniziare.
  • Dopo l'aggiornamento, aggiornare Integration Services. A tale scopo, aprire la finestra di Virtual Machine connessione e quindi fare clic su Inserisci disco installazione Integration Services dal menu azione.

    Nota In un computer basato su Windows Server 2008 R2 di Integration Services per Windows Vista e Windows Server 2008 verrā elencato in programmi e funzionalitā come "KB955484."

Metodo 2

Esportare una macchina virtuale da un computer basato su Windows Server 2008 con HYPER-V attivato e quindi importare in un server con Windows Server 2008 R2 con HYPER-V attivata.

Nota La macchina virtuale deve essere chiuso prima che si esporta. Se č stata esportata la macchina virtuale con stato salvato, non č possibile ripristinare la macchina virtuale in Windows Server 2008 R2. Per avviare la macchina virtuale dopo l'importazione a Windows Server 2008 R2, č necessario eliminare lo stato salvato prima di attivare la macchina virtuale. Se la macchina virtuale dispone di istantanee, questi snapshot devono essere uniti prima dell'esportazione o č necessario utilizzare i passaggi da 1 metodo per ripristinare e ricreare le istantanee.

Dopo avere importato la macchina virtuale, aggiornare Integration Services. A tale scopo, aprire la finestra di Virtual Machine connessione e quindi fare clic su Inserisci disco installazione Integration Services dal menu azione.

Nota In un computer basato su Windows Server 2008 R2 di Integration Services per Windows Vista e Windows Server 2008 verrā elencato in programmi e funzionalitā come "KB955484."

Metodo 3

Utilizzando software di backup che si avvale di HYPER-V VSS Writer, eseguire il backup di una macchina virtuale č in esecuzione su Windows Server 2008 e ripristinare a Windows Server 2008 R2.

Dopo aver ripristinato la macchina virtuale, aggiornare Integration Services. A tale scopo, aprire la finestra di Virtual Machine connessione e quindi fare clic su Inserisci disco installazione Integration Services dal menu azione.

Nota In un computer basato su Windows Server 2008 R2 di Integration Services per Windows Vista e Windows Server 2008 verrā elencato in programmi e funzionalitā come "KB955484."

Linee guida per le macchine virtuali nel cluster di failover di aggiornamento

Quando si dispongono di un'elevata disponibilitā macchine virtuali configurate come risorse cluster in un cluster di Windows Server 2008, attenersi alla seguente procedura per aggiornare le macchine virtuali e i cluster a Windows Server 2008 R2.

Nota Se si esegue altri servizi cluster o applicazioni nella partizione padre, visitare il seguente sito Web per informazioni su come spostare tali risorse in Windows Server 2008 R2:
http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=142796
Non č consigliabile in esecuzione altri servizi o applicazioni nella partizione padre per i server di HYPER-V.
  1. Utilizzando lo snap-in Gestione cluster di failover (CluAdmin.msc), eseguire una migrazione rapida per spostare tutte le macchine virtuali in un subset dei nodi. Rimuovere altri sottoinsieme di nodi, che non sono presenti tutte le macchine virtuali. A tale scopo, fare clic con il pulsante destro del mouse su nodi in Gestione cluster di failover, fare clic su Sposta azioni e quindi fare clic su Rimuovi. La dimensione del sottoinsieme deve essere tale che le macchine virtuali ospitate dal sottoinsieme possono essere memorizzate nei nodi rimanenti, sono ancora in esecuzione Windows Server 2008. Ad esempio, in un cluster a quattro nodi, rimuovere due nodi in modo che i nodi rimanenti possono contenere le macchine virtuali che sono state ospitate il primo gruppo di nodi. Assicurarsi che i nodi eliminati vengono mascherati fuori dall'archivio condiviso del cluster originale.
  2. Eseguire un'installazione pulita di Windows Server 2008 R2 sul sottoinsieme eliminato dei nodi e quindi attivare il ruolo HYPER-V e la funzionalitā di clustering di Failover.

    Importante Un aggiornamento non supportato in un cluster di failover č richiesta un'installazione pulita.
  3. Creare un nuovo cluster con nodi rimosso ed eseguire tutti di convalida consente di verificare una configurazione guidata. Se applicabile, attivare cluster condivisi volumi (CSV) nel cluster di Windows Server 2008 R2 e creare alcuni dischi CSV.
  4. Preparare le macchine virtuali del cluster originale per un aggiornamento. Intraprendere le azioni seguenti, in base allo stato della macchina virtuale:
    • Se la macchina virtuale č in stato di esecuzione, utilizzare Gestione HYPER-V per arrestare la macchina virtuale.
    • Se la macchina virtuale č in stato salvato, utilizzare Gestione HYPER-V per avviare dallo stato salvato e quindi arrestare la macchina virtuale. Gli stati salvati non sono supportati quando si esegue l'aggiornamento l'host a Windows Server 2008 R2.
    • Se la macchina virtuale č uno snapshot in linea č necessario, applicare lo snapshot pertinente e quindi arrestare le macchine virtuali.
  5. Attenersi alla seguente procedura per preparare la macchina virtuale per l'aggiornamento:

    Importante Se si siano spostando le macchine virtuali su un disco CSV, seguire i passaggi specifici riportati nella sezione "Migrazione da una macchina virtuale da un disco non CSV su un disco CSV" pių avanti in questo articolo.
    1. Esportare le macchine virtuali. Se si prevede di utilizzare lo stesso spazio di archiviazione SAN per il cluster di Windows Server 2008 R2, č possibile utilizzare un'esportazione di configurazione. Esportare la macchina virtuale da Windows Server 2008 HYPER-V Manager scegliendo Esporta dal menu azione. Assicurarsi di selezionare la casella di controllo Esporta solo la configurazione della macchina virtuale.
    2. Eseguire il backup le macchine virtuali utilizzando un'applicazione di backup di propria scelta.
  6. Aprire Gestione cluster di failover nel cluster originale e quindi portare non in linea le risorse di configurazione macchina virtuale.
  7. Se si prevede di riutilizzare l'archiviazione per il nuovo cluster stesso, mask dal cluster originale e renderlo disponibile per il nuovo cluster (Windows Server 2008 R2).
  8. A seconda di ciō che č stato fatto nel passaggio 5, attenersi alla seguente procedura per spostare le macchine virtuali nel nuovo cluster di R2 di Windows Server 2008.

    Importante Se si siano spostando le macchine virtuali su un disco CSV, attenersi alla procedura descritta nella sezione "Migrazione da una macchina virtuale da un disco non CSV su un disco CSV".
    1. Se č stata utilizzata per esportare le macchine virtuali precedente passaggio 5a, importare le macchine virtuali i nodi del cluster. Per importare le macchine virtuali, attenersi alla procedura descritta nella sezione "esportazione e importazione di macchine virtuali in ambienti di cluster".
    2. Se si utilizza passaggio 5b per eseguire il backup di macchine virtuali, utilizzare un'applicazione di backup per ripristinare la macchina virtuale su disco di cluster.
  9. Per ciascuna delle macchine virtuali sono ora in questo cluster di Windows Server 2008 R2, aggiornare Integration Services. Per effettuare questa operazione, accendere la macchina virtuale, aprire la finestra di Virtual Machine connessione e quindi fare clic su Inserisci disco installazione Integration Services dal menu azione.

    Nota In Windows Server 2008 R2 di Integration Services per Windows Vista e Windows Server 2008 verrā elencato in programmi e funzionalitā come "KB955484."
  10. Quando tutte le macchine virtuali in esecuzione nel cluster di Windows Server 2008 R2 e tutto ciō che č stato testato e verificato come completamente funzionale, utilizzare Gestione cluster di failover per rimuovere il vecchio cluster. A tale scopo, fare clic con il pulsante destro del mouse in Gestione cluster di failover del cluster, fare clic su Altre azioni e quindi fare clic su Elimina Cluster.
  11. Per i nodi rimanenti erano presenti nel cluster precedente, eseguire un'installazione pulita di Windows Server 2008 R2 e quindi attivare il ruolo HYPER-V e la funzionalitā di clustering di Failover come richiesto. Aggiungere questi nodi cluster nuovo.

Eseguire la migrazione di una macchina virtuale da un disco non CSV su un disco CSV

  1. Esportare le macchine virtuali. Utilizzare una delle opzioni seguenti, a seconda del livello di controllo su cui si trovano i dischi rigidi virtuali:
    1. Se si desidera che Gestione HYPER-V per spostare i dischi rigidi virtuali con la configurazione della macchina virtuale, selezionare la casella di controllo Esporta dal menu azione nella gestione di HYPER-V e quindi specificare la cartella che si desidera esportare la macchina virtuale. Se si esegue Windows Server 2008 HYPER-V, assicurarsi che la casella di controllo Esporta solo la configurazione della macchina virtuale non č selezionata.
    2. Se si desidera il controllo completo in cui i dischi rigidi virtuali vengono inseriti durante la migrazione, esportare la macchina virtuale alla cartella CSV scegliendo Esporta dal menu azione di gestione di HYPER-V. Selezionare la casella di controllo Esporta solo la configurazione della macchina virtuale.
  2. Da Virtual Machine Manager, eliminare la macchina virtuale.
  3. Per aggiungere lo spazio di archiviazione "Disponibile Storage" gruppo del cluster, selezionare il nodo di archiviazione nel riquadro di spostamento a sinistra e quindi fare clic su Aggiungi archiviazione. Per creare un disco di un volume cluster condiviso, attivare la funzionalitā di cluster dei volumi condivisi dalla pagina Panoramica del cluster di Failover, selezionare il nodo di Cluster dei volumi condivisi nel riquadro di spostamento a sinistra, selezionare Aggiungi archivi e quindi specificare un disco. Questo disco verrā aggiunto al gruppo di cluster dei volumi condivisi e verrā creata una directory, ad esempio C:\ClusterStorage\Volume4, per questo gruppo.
  4. Se il passaggio 1b consente di esportare la macchina virtuale, attenersi alla procedura descritta nella sezione "esportazione e importazione di macchine virtuali in ambienti di cluster". In caso contrario, importare la macchina virtuale utilizzando l'importazione interfaccia utente di gestione di HYPER-V.
  5. Da Gestione cluster di failover rendere altamente disponibile la macchina virtuale

Esportazione e importazione di macchine virtuali in ambienti cluster

Per esportare le macchine virtuali, attenersi alla seguente procedura:
  1. Se si esegue un'esportazione sola configurazione di macchine virtuali, eseguire lo script GetAssociatedVHDLocations per ottenere l'elenco dei file di snapshot .avhd e i file VHD sono associati alla macchina virtuale. Per ottenere questo script, visitare il seguente sito Web Microsoft:
    http://gallery.technet.microsoft.com/ScriptCenter/en-us/ece86b35-3730-4c7e-8177-b52213d09fb7
    Utilizzare il comando riportato di seguito per eseguire lo script:
    cscript GetAssociatedVHDLocations.vbs /VMName: NameOfVM
    Ad esempio, eseguire le operazioni seguenti:
    cscript GetAssociatedVHDLocations.vbs /VMName:VM3
    L'output sarā il seguente:
    ##########
    ParentPath
    ##########
    K:\HarddiskTempStorage0\fixed.vhd
    
    ##########
    ChildPaths
    ##########
    C:\ProgramData\Microsoft\Windows\Hyper-V\Snapshots\<Snapshot_GUID>\fixed_<snapshot_GUID>.avhd
    C:\ProgramData\Microsoft\Windows\Hyper-V\Snapshots\<Snaoshot_GUID>\fixed_<Snapshot_GUID>.avhd
    
    Former Resource Path = 
    "K:\HarddiskTempStorage0\fixed.vhd";"K:\HarddiskTempStorage0\fixed_diff.vhd";"K:\HarddiskTempStorage0\fixed1.vhd";"K:\HarddiskTempStorage0\expanding.vhd"
  2. Copiare i file .avhd elencati in ? ChildPaths ? nello script di output nella stessa cartella come cartella VHD specificata in ? ParentPath ? nell'output.
Per importare le macchine virtuali, attenersi alla seguente procedura:
  1. Ottenere lo script importVM il seguente sito Web:
    http://gallery.technet.microsoft.com/ScriptCenter/en-us/cca0fd27-8142-45f4-b4d7-21a92e278743
  2. Importare la macchina virtuale, passando il Percorso di esportazione specificato dopo scegliere Esporta dal menu azione. Specificare che il percorso di risorse precedente che viene visualizzata nel passaggio 1 della procedura di esportazione come parametri di input per lo script importVM di output. Si supponga, ad esempio, che l'output precedente percorso di risorse č:
    "K:\HarddiskTempStorage0\fixed.vhd";"K:\HarddiskTempStorage0\fixed_diff.vhd";"K:\HarddiskTempStorage0\fixed1.vhd";"K:\HarddiskTempStorage0\expanding.vhd"
    
    
    se si esegue la migrazione da non CSV per un ambiente non CSV, sostituire il ? K ? con la nuova lettera di unitā assegnata all'archiviazione verrā ora installato nel nuovo cluster. If the volume was mounted as ?K:? and now it is mounted as ?Z:?, the Resource Path becomes:
    "Z:\HarddiskTempStorage0\fixed.vhd";"Z:\HarddiskTempStorage0\fixed_diff.vhd";"Z:\HarddiskTempStorage0\fixed1.vhd";"Z:\HarddiskTempStorage0\expanding.vhd"
    
    If you are migrating from a non-CSV to a CSV environment, replace the ?K:\? with ?C:\ClusterStorage\Volume4 " so that the Resource Paths become the following:
    
    "C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\fixed.vhd";
    "C:\ClusterStorage\Volume4:\HarddiskTempStorage0\fixed_diff.vhd";
    "C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\fixed1.vhd";
    "C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\expanding.vhd"
    
    
    In this example, after you run the script, you should see the following output:
    >ImportVM.vbs /ImportDirectory:C:\ClusterStorage\Volume4\vm3Export\MyVM /ResourcePaths: 
    "C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\fixed.vhd";
    "C:\ClusterStorage\Volume4:\HarddiskTempStorage0\fixed_diff.vhd";
    "C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\fixed1.vhd";
    " C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\expanding.vhd"
    
    
    Microsoft (R) Windows Script Host Version 5.8
    Copyright (C) Microsoft Corporation. All rights reserved.
    
    Resource Paths
    C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\fixed.vhd
    C:\ClusterStorage\Volume4:\HarddiskTempStorage0\fixed_diff.vhd
    C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\fixed1.vhd
    C:\ClusterStorage\Volume4\HarddiskTempStorage0\expanding.vhd
    
    In progress... 10% completed.
    Done
    
    
    Nota la precedente risorsa percorsi deve essere racchiuso tra virgolette. Ad esempio, utilizzare:
    "C:\ClusterStorage\Volume4\MyVM\MyVM.vhd"

Proprietā

Identificativo articolo: 957256 - Ultima modifica: giovedė 8 ottobre 2009 - Revisione: 2.3
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Windows Server 2008 Standard
  • Windows Server 2008 Enterprise
  • Windows Server 2008 Datacenter
  • Windows Server 2008 R2 Standard
  • Windows Server 2008 R2 Enterprise
  • Windows Server 2008 R2 Datacenter
Chiavi: 
kbmt kbhowto kbexpertiseinter kbsurveynew kbinfo KB957256 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo č stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non č sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pių o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non č la sua. Microsoft non č responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 957256
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com