Opzioni di ripristino che Ŕ possibile utilizzare per ripristinare se accidentalmente un membro non corretto di DFSR (Distributed File System Replication) autorevole in un ambiente Windows Server 2003 R2

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 957556 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

╚ possibile creare accidentalmente un file non corretto di Distributed DFSR (System) membro di fiducia. Questa situazione pu˛ verificarsi in uno dei seguenti scenari:
  • ╚ possibile designare un membro autorevole utilizzando il comando DfsrAdmin .
  • ╚ possibile disattivare o attivare alcuni membri di replica.
  • Si aggiunge un nuovo membro di replica.
Se i dati che sono contrassegnati come autorevole sono aggiornati, i dati di fiducia non aggiornati possono eseguire l'override dei dati corretti utilizzando un algoritmo di conflitto. Se non esistono file mancante nella copia autorevole, i file corrispondenti nella copia non autorevole vengono spostati nella cartella PreExisting.

Alcune opzioni di ripristino che Ŕ possibile utilizzare per risolvere questa situazione sono descritti nella sezione "Informazioni".

Informazioni

Ripristinare l'opzione 1

Se si esegue il backup i dati regolarmente, Ŕ possibile ripristinare i dati dal backup pi¨ recente.

Nota Se si ripristinano i dati in un volume che ospita un contenuto DFSR impostazione ripristino l'intero volume, tutte le repliche DFSR saranno sincronizzate in modo non autorevole.

Ripristinare l'opzione 2

Se Ŕ stato configurato un membro di replica per la replica su una pianificazione poco frequenti, Ŕ possibile ripristinare i dati da un sito in cui la replica non si Ŕ verificato. Quindi, Ŕ possibile utilizzare il metodo di recinto della classe di Strumentazione gestione Windows (WMI) DfsrReplicatedFolderInfo per reimpostare il valore recinto della cartella replicata.

Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Avvio dello snap-in Gestione DFS (Dfsmgmt.msc).
  2. Nella scheda connessioni , fare clic con il pulsante destro del mouse su ogni connessione di replica e quindi fare clic su Disattiva . In questo modo replica le cartelle replicate.
  3. Backup del file della cartella replicata sul server che non Ŕ stata replicata e che ospita una replica corretta dei dati.
  4. Reimpostazione del valore limite dei file e cartelle nella cartella replicata. Per eseguire tali, attenersi alla seguente procedura:
    1. Query per il GUID della cartella replicata. Per effettuare questa operazione, aprire un prompt dei comandi, digitare o incollare il seguente comando e premere INVIO:
      dfsradmin rf elenco /rgname: <Replication Group Name> /attr:rfguid
      Nota Il <Replication Group Name> rappresenta il nome effettivo del gruppo di replica.
    2. Annotare il GUID nell'output del comando.
    3. Al prompt dei comandi, digitare o incollare il seguente comando e quindi premere INVIO:
      wmic /namespace:\\root\microsoftdfs percorso dfsrreplicatedfolderinfo.ReplicatedFolderGuid='<Replicated Group GUID> ' modalitÓ di chiamata recinto = isrecursive 2 = true percorsofile = ' <Replicate Folder Path>'
      Nota Il <Replicated Group GUID> segnaposto rappresenta il GUID annotato nel passaggio 4a. Il <Replicate Folder Path> segnaposto rappresenta il percorso della cartella replicata.
  5. Abilitare la replica nel gruppo di replica. Per eseguire questa operazione nella scheda connessioni , fare clic con il pulsante destro del mouse su ogni connessione di replica Ŕ disattivato nel passaggio 2 e quindi fare clic su Attiva .

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sul valore limite, il seguente sito Microsoft Web:
http://msdn.microsoft.com/en-us/library/bb540026(VS.85).aspx
Per ulteriori informazioni sulle cartelle eliminati e con conflitti, visitare il sito di Web di Microsoft:
http://technet2.microsoft.com/WindowsServer/en/library/ac28a17f-a5ad-42f2-aa3c-d9150d0dbb151033.mspx
Per ulteriori informazioni sulla cartella PreExisting, visitare il sito di Web di Microsoft:
http://technet2.microsoft.com/WindowsServer/en/library/06e46dd7-0a27-4cb5-9ade-b32d4f8cff111033.mspx

ProprietÓ

Identificativo articolo: 957556 - Ultima modifica: martedý 18 novembre 2008 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Standard Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Enterprise Edition (32-Bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Datacenter Edition (32-Bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Standard x64 Edition
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Enterprise x64 Edition
  • Microsoft Windows Server 2003 R2 Datacenter x64 Edition
Chiavi:á
kbmt kbexpertiseinter kbhowto kbinfo KB957556 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 957556
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com