Configurazione di IIS 7.0 o successive servizio di pubblicazione sul World Wide Web in un cluster di failover Windows Server 2008, Windows Server 2008 R2 o Windows Server 2012

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 970759 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

In questo articolo viene descritto come configurare Microsoft Internet Information Services (IIS) 7.5 o IIS 7.0 in un cluster di failover Windows Server 2008 o Windows Server 2008 R2. Le procedure descritte in questo articolo sono valide solo per il servizio Pubblicazione sul Web. Per istruzioni su come configurare il servizio pubblicazione FTP in un cluster di failover, fare riferimento a:
974603 Come configurare FTP 7.5 per IIS 7.0 in un cluster di failover di Windows Server 2008

Informazioni

Nelle versioni precedenti di Internet Information Services, Microsoft fornisce componenti di monitor di risorsa generica per supportare le istanze del server Web ad alta disponibilitÓ utilizzando l'infrastruttura Microsoft Clustering. Codice personalizzato, tuttavia, era necessario sfruttare pienamente le potenzialitÓ di questa soluzione. Inoltre, gli script generici fornito Microsoft non hanno soddisfatto alle esigenze dei clienti. Per configurare IIS 7.5 o IIS 7.0 in un ambiente cluster utilizzando il clustering di failover di Windows Server, Ŕ necessario utilizzare un codice personalizzato (script) per attivare uno scenario di elevata disponibilitÓ. In tal caso, gli utenti possono personalizzare il programma di installazione per soddisfare le proprie esigenze. In questo modo il controllo completo dell'integrazione di elevata disponibilitÓ di applicazioni Web. Inoltre, lo script di interfacce per l'amministrazione e monitoraggio che sono state introdotte in IIS 7.5 e IIS 7.0 fornisce un ambiente pi¨ ricco rispetto gli script forniti in precedenza.

Nota. I file di installazione di IIS 7.0 includono in modo non corretto il clusweb. vbs e clusftp i file di script utilizzati in IIS 6.0 di IIS cluster attivitÓ amministrative. Non utilizzare questi script con IIS 7.0 o versioni successive.

Microsoft consiglia agli amministratori di valutare attentamente l'utilizzo del bilanciamento del carico di rete (NLB, Network Load Balancing) come il principale metodo ottimale per migliorare la scalabilitÓ e la disponibilitÓ di applicazioni Web con pi¨ server che eseguono IIS 7.5 o IIS 7.0, anzichÚ utilizzare il clustering di failover. Uno dei vantaggi di bilanciamento carico di rete Ŕ che tutti i server possono partecipare attivamente nella gestione simultanea di richieste HTTP in ingresso. Un altro vantaggio Ŕ che in un ambiente di NLB IIS pu˛ essere molto pi¨ semplice supportare gli aggiornamenti e i ripristini pur fornendo un'elevata disponibilitÓ di applicazioni Web. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di IIS 7.5 o IIS 7.0 in un ambiente di bilanciamento carico di rete, vedere i seguenti siti Web Microsoft:
http://Learn.IIS.NET/Page.aspx/213/Network-Load-Balancing
http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc770558.aspx
╚ importante prendere in considerazione il clustering IIS mediante clustering i servizi IIS non sempre di garantire una soluzione a disponibilitÓ elevata per le applicazioni Web. Mentre i servizi IIS (in particolare il servizio WWW) potrebbero essere in esecuzione, processo di hosting di un determinato pool di applicazioni pu˛ essere terminata o l'applicazione potrebbe essere generare errori interni del server HTTP. Il clustering di applicazioni Web e monitoraggio dello stato del loro utilizzando uno script personalizzato Ŕ il modo corretto e consigliato per ottenere un cluster IIS di elevata disponibilitÓ utilizzando il clustering di failover. Di seguito Ŕ un esempio di script che controlla lo stato di un pool di applicazioni per determinare se Ŕ stato avviato o non.

Per configurare la disponibilitÓ elevata per IIS 7.0 e 7.5 server Web utilizzando il clustering di failover, attenersi alla seguente procedura. I passaggi da 3 a 7 sono descritte in dettaglio pi¨ avanti.á Lo script di esempio pi¨ avanti in questo articolo pu˛ utilizzato, ad esempio per IIS 7.0, IIS 7.5 e 8.0 di IIS.
  1. Installare il ruolo Server Web in tutti i nodi del cluster. Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web Microsoft:
    http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc771752.aspx
  2. Installare la funzionalitÓ clustering di failover in tutti i nodi del cluster e creare il cluster. Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web Microsoft:
    http://technet.microsoft.com/en-us/library/dd197477.aspx
  3. Configurare una condivisione di file che verrÓ utilizzata per la configurazione condivisa di IIS.
  4. Configurare configurazione condivisa di IIS su tutti i nodi del cluster.
  5. Configurare i file non in linea IIS per la configurazione condivisa in tutti i nodi del cluster.
  6. Configurare il sito Web (incluso il pool di applicazioni associato) e specificare la posizione del relativo contenuto in un nodo del cluster.
  7. Configurare la disponibilitÓ elevata per il sito Web mediante la creazione di uno script generico nel clustering di failover.

Configurare una condivisione di file che verrÓ utilizzata per la configurazione di IIS condiviso

  1. Creare un utente che accederÓ la condivisione che verrÓ utilizzata per la configurazione condivisa di IIS.
  2. Creare la condivisione di file. La condivisione verrÓ utilizzata per archiviare la configurazione condivisa di IIS che verrÓ condivisi tra IIS su tutti i nodi del cluster. Sono disponibili pi¨ opzioni:
    • In un server autonomo che non fa parte di un cluster di failover, creare una condivisione di file.
    • In un altro cluster di failover di Windows Server, creare una condivisione di file ad alta disponibilitÓ. Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web Microsoft:
      http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc731844.aspx
    • In cluster di failover stesso che ospiterÓ il sito Web di elevata disponibilitÓ, creare una condivisione di file ad alta disponibilitÓ. Per ulteriori informazioni, visitare il seguente sito Web Microsoft:
      http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc731844.aspx
  3. Impostare le autorizzazioni della condivisione creata nel passaggio 2. Assegnare all'utente che ha creato nel passaggio 1 autorizzazioni di controllo completo per la condivisione di file e autorizzazioni NTFS.
  4. Verificare che tutti i nodi del cluster siano in grado di trovare la condivisione di file. Il percorso della condivisione di file Ŕ \ \<fileserver>\<share>.</share> </fileserver>

Configurare configurazione condivisa di IIS su tutti i nodi del cluster

Nota. Esiste un problema con IIS configurazione condivisa in Windows Server 2008 a causa di privilegi mancanti per il servizio di supporto di applicazioni Host. Per una configurazione condivisa da utilizzare, attenersi alla seguente procedura quando si imposta una configurazione condivisa di IIS in Windows Server 2008.
  1. Aprire un prompt dei comandi amministrativo.
  2. Eseguire il comando riportato di seguito:
    net stop apphostsvc
  3. Eseguire il comando riportato di seguito:
    sc privs apphostsvc SeTcbPrivilege/SeChangeNotifyPrivilege/SeImpersonatePrivilege
  4. Eseguire il comando riportato di seguito:
    Net start apphostsvc
Dopo avere completato questa procedura su ogni Windows 2008 Server del cluster, continuare l'impostazione di configurazione condivisa di IIS come descritto in questa sezione.

In uno dei nodi del cluster, esportare la configurazione condivisa per la condivisione di file:
  1. Passare a Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su Gestione Internet Information Services (IIS).
  2. Nel riquadro sinistro, fare clic sul nodo del nome del server.
  3. Fare doppio clic su di Configurazione condivisa icona.
  4. Nella pagina configurazione condivisa, fare clic su Esporta configurazione nel Azioni riquadro (a destra) per esportare i file di configurazione dal computer locale in un'altra posizione.
  5. Nel Esporta configurazione Nella finestra di dialogo digitare il percorso del file di condivisione (\\<fileserver>\<share></share></fileserver>) nella Percorso fisico casella.
  6. Fare clic Connetti come, quindi digitare il nome utente e la password per l'account utente che dispone dell'accesso alla condivisione in cui Ŕ memorizzata la configurazione condivisa e quindi fare clic su OK. Questo account verrÓ utilizzato per accedere alla condivisione. ╚ necessario utilizzare un account di Active Directory con restrizioni non Ŕ l'amministratore del dominio.
  7. Nel Esporta configurazione Nella finestra di dialogo, digitare una password che verrÓ utilizzata per proteggere le chiavi di crittografia e quindi fare clic su OK.
  8. Nel Configurazione condivisa pagina, selezionare il Attivare la configurazione condivisa .
  9. Digitare il percorso fisico, l'account utente e la password immessi in precedenza e quindi fare clic su Applicare nel Azioni riquadro.
  10. Nel Password di chiavi di crittografia Nella finestra di dialogo tipo di chiave di crittografia password impostata in precedenza e quindi fare clic su OK.
  11. Nel Configurazione condivisa Nella finestra di dialogo, fare clic su OK.
  12. Fare clic OK.
In ognuno dei nodi del cluster, utilizzare la configurazione condivisa appena esportato per la condivisione di file:
  1. Passare a Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su Gestione Internet Information Services (IIS).
  2. Fare clic sul nodo del nome del server.
  3. Fare doppio clic su di Configurazione condivisa icona.
  4. Nel Configurazione condivisa pagina, selezionare il Attivare la configurazione condivisa .
  5. Digitare il percorso fisico del (condivisione file\\<fileserver>\<share></share></fileserver>), l'account utente e la password immessi in precedenza, quindi fare clic su Applicare nel Azioni riquadro.
  6. Nel Password di chiavi di crittografia Nella finestra di dialogo tipo di chiave di crittografia password impostata in precedenza e quindi fare clic su OK.
  7. Nel Configurazione condivisa Nella finestra di dialogo, fare clic su OK.
  8. Fare clic OK.
Nota. Per ulteriori informazioni su come impostare le configurazioni condivise in IIS, visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://Learn.IIS.NET/Page.aspx/264/Shared-Configuration

Configurare i file non in linea IIS per la configurazione condivisa in tutti i nodi del cluster

In ogni nodo del cluster, Abilita file non in linea:
  1. Installare esperienza Desktop
    1. Passare a Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su Server Manager.
    2. Nel riquadro sinistro fare clic su FunzionalitÓ.
    3. Fare clic Aggiunta di funzionalitÓ nel riquadro di destra.
    4. Fare clic per selezionare il Esperienza desktop .
    5. Fare clic Installare Per installare esperienza Desktop.
    6. Riavviare il computer.
  2. Nel Pannello di controllo aprire File non in linea.
  3. Fare clic Abilita file non in linea. Non riavviare il computer in questo momento.
  4. Verificare che la cache Ŕ impostata su sola lettura. A tale scopo, eseguire il comando seguente in una finestra con privilegi elevati cmd :
    REG ADD "HKLM\System\CurrentControlSet\Services\CSC\Parameters" /v ReadOnlyCache /t REG_DWORD /d 1 /f 
    
  5. Riavviare il computer.
  6. Individuare il file server dal computer. Il pulsante destro la condivisione che contiene la configurazione condivisa di IIS e quindi fare clic su Sempre disponibile non in linea.
    Nota se si imposta la condivisione di file per garantire una disponibilitÓ elevata nel cluster di failover stesso che ospita i nodi IIS, l'opzione sempre disponibile/i non in linea non verrÓ visualizzata quando destro sulla condivisione, se il nodo del cluster in ospita il server di file ad alta disponibilitÓ. Si dovrÓ spostare l'applicazione di server elevato di file disponibili in un altro nodo.
  7. Nel Pannello di controllo aprire File non in linea. Fare clic Per aprire Centro sincronizzazione, quindi fare clic su Pianificazione.
  8. Pianificare una sincronizzazione di file non in linea per ogni giorno o il requisito. ╚ inoltre possibile configurare la sincronizzazione offline per eseguire ogni pochi minuti... Anche se non si impostano un'utilitÓ di pianificazione quando si modifica un elemento nel file applicationHost config, viene modificata sul server Web.
Nota. Per ulteriori informazioni su come configurare i file non in linea per una configurazione condivisa in IIS, visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://Learn.IIS.NET/Page.aspx/212/offline-Files-for-Shared-Configuration

Configurare il sito Web (incluso il pool di applicazioni associato) e specificare la posizione del relativo contenuto in un nodo del cluster

Trovare il nodo del cluster che possiede la risorsa disco del cluster in cui risiederÓ i file di contenuto del sito Web:
  1. Passare a Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su Gestione Cluster di failover.
  2. Connettersi al cluster. Se si utilizza uno dei nodi del cluster, il cluster verrÓ visualizzato automaticamente nell'elenco.
  3. Nella casella di gruppo Archiviazione, trovare la risorsa disco in cui verrÓ memorizzato il contenuto della pagina Web. A tale scopo, espandere la struttura di archiviazione per la risorsa disco. Assicurarsi che l'archiviazione non Ŕ utilizzato da qualsiasi altra applicazione di un'elevata disponibilitÓ del cluster. Si noterÓ che l'archiviazione in Spazio di archiviazione.
  4. Nota il nodo del cluster in cui Ŕ in linea la risorsa. SarÓ necessario configurare IIS sul nodo del cluster.
  5. Nota il nome della risorsa disco cluster. Si utilizzerÓ per i file di contenuto.
Sul nodo del cluster in cui la risorsa Ŕ in linea, configurare il server Web per utilizzare il disco condiviso per il contenuto del sito Web:
  1. Passare a Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su Gestione Internet Information Services (IIS).
  2. Nel riquadro sinistro, espandere il nodo del nome server.
  3. Espandere Siti, quindi in Siti, fare clic sul sito che si sta configurando.
  4. Nel riquadro di destra, selezionare Impostazioni avanzate Nella casella di gruppo Gestione sito Web.
  5. Individuare il Percorso fisico proprietÓ in Generale impostazioni e quindi digitare il percorso in cui si trovano i file di contenuto del sito Web. Questa Ŕ la posizione della risorsa disco del cluster che si Ŕ preso nota al passaggio 5 della procedura precedente.
  6. Fare clic OK.

Configurare la disponibilitÓ elevata per il sito Web creando uno script generico in Gestione Cluster di Failover

Per l'ultimo passaggio configurare la disponibilitÓ elevata per i server Web IIS, impostare la risorsa script generico che verrÓ utilizzata per monitorare il sito Web e il pool di applicazioni per il sito Web:
  1. In ogni nodo del cluster, copiare lo script alla fine di questo articolo Windows\System32\inetsrv\Clusweb7.vbs.
  2. Per impostazione predefinita, lo script esegue il monitoraggio di un sito Web denominato "sito Web predefinito" e un pool di applicazioni Ŕ denominato "DefaultAppPool". Se non Ŕ il sito Web corretto e il pool di applicazioni, Ŕ necessario modificare le variabili nome_sito e APP_POOL_NAME . Verificare che il sito Web e il pool di applicazioni nello script presenti in tutti i nodi del cluster. Si noti che i nomi di maiuscole e minuscole.
  3. Passare a Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su Gestione Cluster di failover.
  4. Connettersi al cluster. Se si utilizza uno dei nodi del cluster, il cluster verrÓ visualizzato automaticamente nell'elenco.
  5. Il pulsante destro del cluster e quindi fare clic su Configurare un servizio o applicazione. Una procedura guidata crea il carico di lavoro di elevata disponibilitÓ.
  6. Fare clic Script generico.
  7. Selezionare il file di script dal seguente percorso: %systemroot%\System32\Inetsrv\clusweb7.vbs
  8. Impostare il nome del punto di accesso Client (CAP) per il nome del sito Web utilizzato dai client per connettersi al sito Web ad alta disponibilitÓ. Specificare gli indirizzi IP statici da utilizzare per il sito Web CAP. Se si utilizza DHCP, questa opzione non sarÓ disponibile.
  9. Nel Seleziona tipo di archiviazione passaggio, selezionare il disco condiviso del cluster su cui risiedono i file di contenuto del sito Web. L'archiviazione deve essere utilizzata da qualsiasi altra applicazione di un'elevata disponibilitÓ del cluster. Nota Se la condivisione di file che viene utilizzata per la configurazione condivisa Ŕ ospitata nel cluster stesso, deve qui utilizzata una risorsa disco diverse.
  10. Dopo avere verificato le impostazioni, la procedura guidata crea il gruppo di cluster, le risorse del cluster e le dipendenze tra le risorse e quindi portare in linea le risorse.
Nota. Per ospitare pi¨ elevata disponibilitÓ siti Web sul medesimo cluster di failover, seguire la stessa procedura sopra riportata. Tuttavia, Ŕ possibile utilizzare un file di script diverso per ogni sito Web e l'archiviazione condivisa cluster diversi. In systemroot%\System32\Inetsrv %, ad esempio, utilizzare clusweb7.vbs per il primo sito Web, clweb7-2.vbs per il secondo, clweb7-3.vbs per il terzo e cosý via. Ogni file di script consente di monitorare un sito Web diverso e il pool di applicazioni.

Importantelo script seguente Ŕ solo a scopo di esempio e non Ŕ supportato da Microsoft in modo esplicito. Utilizzo di questo script in un ambiente cluster di IIS 7.0, IIS 7.5 o IIS 8.0 Ŕ a proprio rischio.
'<begin script sample>


'This script provides high availability for IIS websites
'By default, it monitors the "Default Web Site" and "DefaultAppPool"
'To monitor another web site, change the SITE_NAME below
'To monitor another application pool, change the APP_POOL_NAME below
'More thorough and application-specific health monitoring logic can be added to the script if needed

Option Explicit

DIM SITE_NAME
DIM APP_POOL_NAME
Dim START_WEB_SITE
Dim START_APP_POOL
Dim SITES_SECTION_NAME
Dim APPLICATION_POOLS_SECTION_NAME
Dim CONFIG_APPHOST_ROOT
Dim STOP_WEB_SITE


'Note:
'Replace this with the site and application pool you want to configure high availability for
'Make sure that the same web site and application pool in the script exist on all cluster nodes. Note that the names are case-sensitive.
SITE_NAME = "Default Web Site"
APP_POOL_NAME = "DefaultAppPool"

START_WEB_SITE = 0
START_APP_POOL = 0
STOP_WEB_SITE  = 1
SITES_SECTION_NAME = "system.applicationHost/sites"
APPLICATION_POOLS_SECTION_NAME = "system.applicationHost/applicationPools"
CONFIG_APPHOST_ROOT = "MACHINE/WEBROOT/APPHOST"

'Helper script functions


'Find the index of the website on this node
Function FindSiteIndex(collection, siteName)

    Dim i

    FindSiteIndex = -1    

    For i = 0 To (CInt(collection.Count) - 1)
        If collection.Item(i).GetPropertyByName("name").Value = siteName Then
            FindSiteIndex = i
            Exit For
        End If		 
    Next

End Function


'Find the index of the application pool on this node
Function FindAppPoolIndex(collection, appPoolName)

    Dim i

    FindAppPoolIndex = -1    

    For i = 0 To (CInt(collection.Count) - 1)
        If collection.Item(i).GetPropertyByName("name").Value = appPoolName Then
            FindAppPoolIndex = i
            Exit For
        End If		 
    Next

End Function

'Get the state of the website
Function GetWebSiteState(adminManager, siteName)

    Dim sitesSection, sitesSectionCollection, siteSection, index, siteMethods, startMethod, executeMethod
    Set sitesSection = adminManager.GetAdminSection(SITES_SECTION_NAME, CONFIG_APPHOST_ROOT)
    Set sitesSectionCollection = sitesSection.Collection

    index = FindSiteIndex(sitesSectionCollection, siteName)
    If index = -1 Then
        GetWebSiteState = -1
    End If	    

    Set siteSection = sitesSectionCollection(index)

    GetWebSiteState = siteSection.GetPropertyByName("state").Value

End Function

'Get the state of the ApplicationPool
Function GetAppPoolState(adminManager, appPool)

    Dim configSection, index, appPoolState

    set configSection = adminManager.GetAdminSection(APPLICATION_POOLS_SECTION_NAME, CONFIG_APPHOST_ROOT)
    index = FindAppPoolIndex(configSection.Collection, appPool)

    If index = -1 Then
        GetAppPoolState = -1
    End If	    

    GetAppPoolState = configSection.Collection.Item(index).GetPropertyByName("state").Value
End Function


'Start the w3svc service on this node
Function StartW3SVC()

    Dim objWmiProvider
    Dim objService
    Dim strServiceState
    Dim response

    'Check to see if the service is running
    set objWmiProvider = GetObject("winmgmts:/root/cimv2")
    set objService = objWmiProvider.get("win32_service='w3svc'")
    strServiceState = objService.state

    If ucase(strServiceState) = "RUNNING" Then
        StartW3SVC = True
    Else
        'If the service is not running, try to start it
        response = objService.StartService()

        'response = 0  or 10 indicates that the request to start was accepted
        If ( response <> 0 ) and ( response <> 10 ) Then
            StartW3SVC = False
        Else
            StartW3SVC = True
        End If
    End If
    
End Function


'Start the application pool for the website
Function StartAppPool()

    Dim ahwriter, appPoolsSection, appPoolsCollection, index, appPool, appPoolMethods, startMethod, callStartMethod
    Set ahwriter = CreateObject("Microsoft.ApplicationHost.WritableAdminManager")

    Set appPoolsSection = ahwriter.GetAdminSection(APPLICATION_POOLS_SECTION_NAME, CONFIG_APPHOST_ROOT)       
    Set appPoolsCollection = appPoolsSection.Collection

    index = FindAppPoolIndex(appPoolsCollection, APP_POOL_NAME)
    Set appPool = appPoolsCollection.Item(index)
    
    'See if it is already started
    If appPool.GetPropertyByName("state").Value = 1 Then
        StartAppPool = True
        Exit Function
    End If

    'Try To start the application pool
    Set appPoolMethods = appPool.Methods
    Set startMethod = appPoolMethods.Item(START_APP_POOL)
    Set callStartMethod = startMethod.CreateInstance()
    callStartMethod.Execute()
    
    'If started return true, otherwise return false
    If appPool.GetPropertyByName("state").Value = 1 Then
        StartAppPool = True
    Else
        StartAppPool = False
    End If

End Function


'Start the website
Function StartWebSite()

    Dim ahwriter, sitesSection, sitesSectionCollection, siteSection, index, siteMethods, startMethod, executeMethod
    Set ahwriter = CreateObject("Microsoft.ApplicationHost.WritableAdminManager")
    Set sitesSection = ahwriter.GetAdminSection(SITES_SECTION_NAME, CONFIG_APPHOST_ROOT)
    Set sitesSectionCollection = sitesSection.Collection

    index = FindSiteIndex(sitesSectionCollection, SITE_NAME)
    Set siteSection = sitesSectionCollection(index)

    if siteSection.GetPropertyByName("state").Value = 1 Then
        'Site is already started
        StartWebSite = True
        Exit Function
    End If

    'Try to start site
    Set siteMethods = siteSection.Methods
    Set startMethod = siteMethods.Item(START_WEB_SITE)
    Set executeMethod = startMethod.CreateInstance()
    executeMethod.Execute()

    'Check to see if the site started, if not return false
    If siteSection.GetPropertyByName("state").Value = 1 Then
        StartWebSite = True
    Else
        StartWebSite = False
    End If

End Function


'Stop the website
Function StopWebSite()

    Dim ahwriter, sitesSection, sitesSectionCollection, siteSection, index, siteMethods, startMethod, executeMethod, autoStartProperty
    Set ahwriter = CreateObject("Microsoft.ApplicationHost.WritableAdminManager")
    Set sitesSection = ahwriter.GetAdminSection(SITES_SECTION_NAME, CONFIG_APPHOST_ROOT)
    Set sitesSectionCollection = sitesSection.Collection

    index = FindSiteIndex(sitesSectionCollection, SITE_NAME)
    Set siteSection = sitesSectionCollection(index)

    'Stop the site
    Set siteMethods = siteSection.Methods
    Set startMethod = siteMethods.Item(STOP_WEB_SITE)
    Set executeMethod = startMethod.CreateInstance()
    executeMethod.Execute()

End Function



'Cluster resource entry points. More details here:
'http://msdn.microsoft.com/en-us/library/aa372846(VS.85).aspx

'Cluster resource Online entry point
'Make sure the website and the application pool are started
Function Online( )

    Dim bOnline
    'Make sure w3svc is started
    bOnline = StartW3SVC()

    If bOnline <> True Then
        Resource.LogInformation "The resource failed to come online because w3svc could not be started."
        Online = False
        Exit Function
    End If


    'Make sure the application pool is started
    bOnline = StartAppPool()
    If bOnline <> True Then
        Resource.LogInformation "The resource failed to come online because the application pool could not be started."
        Online = False
        Exit Function
    End If


    'Make sure the website is started
    bOnline = StartWebSite()
    If bOnline <> True Then
        Resource.LogInformation "The resource failed to come online because the web site could not be started."
        Online = False
        Exit Function
    End If

    Online = true 

End Function

 
'Cluster resource offline entry point
'Stop the website
Function Offline( )

    StopWebSite()
    Offline = true

End Function


'Cluster resource LooksAlive entry point
'Check for the health of the website and the application pool
Function LooksAlive( )

    Dim adminManager, appPoolState, configSection, i, appPoolName, appPool, index

    i = 0
    Set adminManager  = CreateObject("Microsoft.ApplicationHost.AdminManager")
    appPoolState = -1

    'Get the state of the website
    if GetWebSiteState(adminManager, SITE_NAME) <> 1 Then
        Resource.LogInformation "The resource failed because the " & SITE_NAME & " web site is not started."
        LooksAlive = false
        Exit Function
    End If


    'Get the state of the Application Pool
     if GetAppPoolState(adminManager, APP_POOL_NAME) <> 1 Then
         Resource.LogInformation "The resource failed because Application Pool " & APP_POOL_NAME & " is not started."
         LooksAlive = false  
	 Exit Function
     end if

     '  Web site and Application Pool state are valid return true
     LooksAlive = true
End Function


'Cluster resource IsAlive entry point
'Do the same health checks as LooksAlive
'If a more thorough than what we do in LooksAlive is required, this should be performed here
Function IsAlive()   

    IsAlive = LooksAlive

End Function


'Cluster resource Open entry point
Function Open()

    Open = true

End Function


'Cluster resource Close entry point
Function Close()

    Close = true

End Function


'Cluster resource Terminate entry point
Function Terminate()

    Terminate = true

End Function
'<end script sample>

ProprietÓ

Identificativo articolo: 970759 - Ultima modifica: lunedý 18 marzo 2013 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Information Services 8.0
  • Microsoft Internet Information Services 7.5
  • Microsoft Internet Information Services 7.0
  • Windows Server 2012 Datacenter
  • Windows Server 2012 Standard
  • Windows Server 2008 R2 Datacenter
  • Windows Server 2008 R2 Enterprise
  • Windows Server 2008 Service Pack 2
  • Windows Server 2008 Datacenter
  • Windows Server 2008 Enterprise
Chiavi:á
kbclustering kbhowto kbsurveynew kbmt KB970759 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 970759
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com