Istruzioni per l'impostazione della sequenza della versione beta di Office system 2010 in App-V Microsoft

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 980861 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

INTRODUZIONE

Informazioni Beta
Nel presente articolo viene illustrata una versione beta di un prodotto Microsoft. Le informazioni contenute in questo articolo vengono fornite "nello stato in cui si trovano" e sono soggette a modifiche senza preavviso.

Per questo prodotto beta Microsoft non fornisce alcun tipo di supporto formale. Per informazioni su come ottenere supporto per una versione beta, consultare la documentazione fornita con i file del prodotto beta oppure visitare il sito Web dal quale Ŕ stata scaricata la versione del prodotto.
In questo articolo viene descritto un metodo che Ŕ possibile utilizzare per la versione beta di Microsoft Office system 2010 per l'utilizzo con Microsoft Application Virtualization (App-V) 4.6 di sequenza completata. Il metodo descritto in questo articolo non Ŕ l'unico metodo disponibile. Potrebbe essere necessario modificare le informazioni nell'articolo appropriata per un ambiente particolare.

Informazioni

Il sistema Office 2010 utilizza il servizio Office Software Protection Platform (SPP). Si tratta fondamentalmente la stessa tecnologia di attivazione viene utilizzata per attivare le edizioni con contratti multilicenza di Windows Vista e di Windows 7. Questo servizio Ŕ contenuto in Microsoft Office 2010 Deployment Kit di App-V. Prima che Ŕ possibile sequenza di Office system 2010, questo servizio deve installato e configurato nel computer di sequenza. Il servizio deve essere installato anche su qualsiasi computer client Ŕ necessaria per eseguire il flusso di Office 2010.

Prerequisiti

Prerequisiti per l'installazione e l'impostazione della sequenza di Office system 2010 per l'utilizzo con Microsoft App-V 4.6 sono:
  • Versione di Microsoft Application Virtualization 4.6.0.1401 e versioni successive. Il sistema Office 2010 non Ŕ supportato in App-V 4.5.
  • Il sistema Office 2010, versioni a 32 bit e 64 bit. I proxy non sono supportati nelle versioni a 64 bit di Microsoft Office system 2010.
  • Microsoft Office 2010 Deployment Kit di App-V. Deployment Kit contiene Office 2010 necessarie licenze di servizio e i proxy facoltativi per abilitare le funzionalitÓ di integrazione.

Sequenza di Office system 2010 con App-V

Per la versione beta di Office system 2010 con App-V di sequenza, effettuare le seguenti procedure:

Procedura 1: Sequenza the2010 Office system

Passaggio 1: Preparazione di un computer per la sequenza

  1. Preparare il computer per sequenza seguendo le indicazioni fornite nel documento "Best Practices per the Application Virtualization sequencer". Se non si seguono queste linee guida del documento di sequenza, Ŕ possibile che si verifichino errori di funzionalitÓ.
  2. Assicurarsi che Windows Search 4.0 Ŕ installato e quindi impostare il servizio di ricerca di Windows su manuale o automatico. Per impostazione predefinita, Windows Search Ŕ installato in Windows 7. Utilizzo Delle funzionalitÓ di Windows in Installazione applicazioni nel Pannello di controllo per attivare Windows Search.
  3. Scaricare il visualizzatore XPS mediante l'installazione di Microsoft XML Paper Specification Essentials Pack. Per impostazione predefinita, il visualizzatore XPS viene installato in Windows Vista e Windows 7.
  4. Impostare il servizio Windows Update su disabilitato.
  5. Installare il sequencer di App-V 4.6, se non stato giÓ fatto.
  6. Scaricate il Kit di distribuzione ed estrarre il file exe.
  7. Dopo l'estrazione di file exe un file OffVirt.msi sarÓ disponibile.

Passaggio 2: Installazione del kit di distribuzione

  1. Aprire un prompt dei comandi con privilegi elevati.
  2. Passare alla directory contenente il file Offvirt.msi.
  3. Eseguire il comando seguente:
    flag licenze msiexec /i OffVirt.msi]
    Nota ╚ necessario immettere un contrassegno corretto gestione delle licenze per configurare correttamente il Deployment Kit. In caso contrario, funzionalitÓ potrebbe non essere corretto.
Flag di licenza
Per ulteriori informazioni sull'attivazione di volume 2010 Office system e per determinare quale l'attivazione e gestione delle licenze flag da utilizzare, visitare il seguente sito Microsoft TechNet Web:
http://technet.microsoft.com/en-us/office/ee691939.aspx
Attivazione del KMS
Per installare la chiave del client KMS per i prodotti vengono specificati, impostare i flag nella tabella riportata di seguito a 1
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
FlagValoreProdotto e descrizione
PROFESSIONALPLUS0 o 11 = Installare Microsoft Office Professional Plus client chiave KMS
VISIOULTIMATE0 o 11 = Chiave client installa Microsoft Office Visio KMS Ultimate
PROJECTPROFESSIONAL0 o 11 = Installazione di Microsoft Office Project Professional KMS client chiave
KMSSERVICENAME[Host]Immettere il nome host KMS (questo flag non Ŕ obbligatorio se l'host KMS Ŕ registrato nel DNS e la porta 1688 =.
KMSSERVICEPORT[Porta]Questo flag non Ŕ obbligatorio se l'host KMS Ŕ registrato nel DNS e la porta 1688 =.
Attivazione del KMS di esempi
  • Impostazioni host KMS predefinite:
    msiexec /i OffVirt.msi PROFESSIONALPLUS = 1 VISIOULTIMATE = 1
  • Impostazioni definite dall'utente host KMS:
    msiexec /i OffVirt.msi PROFESSIONALPLUS = 1 PROJECTPROFESSIONAL = 1 KMSSERVICENAME=?kms.contoso.com ? KMSSERVICEPORT = 1689
L'attivazione MAK
Opzione 1: Per installare i codici "Product Key" sui computer client tale flusso il 2010 Office system, utilizzare il Volume Activation Management Tool (VAMT) 2.0 (scelta consigliata). Per ottenere VAMT, visitare il seguente sito Web Area Download Microsoft:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=8265fdef-b921-4dbf-ba8b-bb1cbe238ce6
Opzione 2: Utilizzare il flag PIDKEYS oppure utilizzare il flag USEROPERATIONS come descritto nella tabella riportata di seguito.
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
FlagValore
PIDKEYS

Pi¨ chiavi di prodotto sono delimitato da punti e virgola.

Cambio PIDKEYS = X-X-X-X-X; Y-Y-Y-Y-Y;
XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXXX
USEROPERATIONS0 o 1
Importante ╚ necessario impostare USEROPERATIONS = 1 per consentire a un utente di attivare Gestione licenze nel computer client.

Esempio di l'attivazione MAK
msiexec /i USEROPERATIONS PIDKEYS=XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX;YYYYY-YYYYY-YYYYY-YYYYY-YYYYY OffVirt.msi = 1
Attivazione mista (KMS o MAK)
Se si desidera che alcuni computer client per utilizzare l'attivazione del KMS, ma gli altri computer client per l'utilizzo di MAK, effettuare le seguenti operazioni:
  • Per installare le chiavi di client KMS, utilizzare i flag di KMS.
  • Utilizzare 2.0 VAMT per installare MAK chiave post-installazione.

Passaggio 3: Sequenza the2010 Office system

  1. Avviare il sequencer.
  2. Fare clic su Crea pacchetto.
  3. Creare un nome per il pacchetto.
  4. Per la cartella di installazione, installare una nuova directory utilizzando un formato 8.3, ad esempio Q:\Temp123.wxp e quindi fare clic su OK.
  5. Fare clic su inizio monitoraggio.
  6. Avviare il file setup.exe per Office system 2010.
  7. Al prompt dei comandi scegliere l'installazione desiderata, fare clic su Personalizza.

    Nota Nella procedura di installazione di Office, assicurarsi di selezionare Installa sul disco rigido se si desidera che tale caratteristica installata.
  8. Fare clic sulla scheda Percorso di file e modificare il percorso in modo che corrisponda la directory di installazione selezionato nel passaggio 4.
  9. Fare clic su Installa.

Passaggio 4: Avviare le applicazioni virtuali durante il monitoraggio (facoltative)

  1. Fare clic sul pulsante Start e quindi fare clic su Esegui.
  2. Immettere il percorso del file virtuale eseguibile per avviare l'applicazione virtuale.

    Per avviare Microsoft Word, ad esempio, digitare Q:\Temp123.wxp\Office14\WINWORD.EXE e quindi fare clic su OK.
Nota ╚ necessario immettere il percorso effettivo dell'applicazione virtuale.

Passaggio 5: Configurare i proxy aggiuntivi (facoltativi)

  1. Assicurarsi che il sequencer Ŕ ancora monitoraggio.
  2. Vedere Procedure 2: Configure additional proxies.
Nota I proxy consentono la Ricerca rapida in Outlook Search, integrazione con Microsoft SharePoint Server, ad esempio l'apertura o la modifica di documenti e altre funzionalitÓ.

Importante Se Ŕ stata eseguita la procedura descritta in "passaggio 5: configurare i proxy aggiuntivi (facoltativi)," ignorare il passaggio 6 e passare a "passaggio 7: Salva il pacchetto."

Passaggio 6: Avviare applicazioni per creare il blocco di funzionalitÓ principali

Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
  1. Nella pagina applicazione, fare clic su Avanti.
  2. Selezionare e avviare le applicazioni preferite per generare il blocco di funzionalitÓ principale per ogni applicazione.
  3. Fare clic su Avanti.
  4. Al termine della sequenza, fare clic su Fine.
Note
  • Non Ŕ consigliabile partire Microsoft OneNote, Microsoft Outlook e SharePoint Server a causa della loro impostazioni personalizzabili.
  • Non Ŕ consigliabile premere F1 per informazioni su questo passaggio.

Passaggio 7: Salvare il pacchetto

Per salvare il pacchetto, fare clic su pacchetto e quindi fare clic su Salva con nome.

Procedura 2: Configurare i proxy aggiuntivi

Per configurare i proxy aggiuntivi, attenersi alla seguente procedura sul computer sequenza.

Nota Si consiglia di aggiungere queste sottochiavi durante il monitoraggio utilizzando l'editor del Registro di sistema o utilizzando un comando REG ADD.

Passaggio 1: Configurare le impostazioni del Registro di sistema di Windows Desktop Search proxy

Questa sottochiave del Registro di sistema, aggiungere i valori nella tabella riportata di seguito:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\Windows Search\Preferences
Nota Se non esiste, creare la sottochiave.
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Valore DWORDDati del valore
{4154494E-BFF9-01B8-00AA-0037D96E0000}1
{C0A19454-7F29-1B10-A587-08002B2A2517}1
{70fab278-f7af-cd11-9bc8-00aa002fc45a}1
{c34f5c97-eb05-bb4b-b199-2a7570ec7cf9}1
{0077B49E-E474-CE11-8C5E-00AA004254E2}1

Passaggio 2: Configurare le impostazioni del Registro di sistema proxy SharePoint

Importante Durante il monitoraggio con questi tasti rendere persistente lo stato eliminato nel Registro di sistema virtuale, Ŕ necessario eseguire il passaggio seguente.
  1. Assicurarsi che il sequencer Ŕ ancora monitoraggio.
  2. Creare le seguenti sottochiavi del Registro di sistema virtuale e quindi eliminarli in modo che il sequencer monitora l'eliminazione di sottochiavi appena aggiunte:
    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{9203C2CB-1DC1-482d-967E-597AFF270F0D}\TreatAs


    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{BDEADEF5-C265-11D0-BCED-00A0C90AB50F}\TreatAs
    Se l'impostazione della sequenza su una versione a 64 bit di Windows, inoltre, creare ed eliminare le seguenti chiavi:
    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{9203C2CB-1DC1-482d-967E-597AFF270F0D}\TreatAs


    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{BDEADEF5-C265-11D0-BCED-00A0C90AB50F}\TreatAs
  3. Individuare le seguenti sottochiavi del Registro di sistema virtuale:
    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{3FD37ABB-F90A-4DE5-AA38-179629E64C2F}\InprocServer32\(Default)


    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{62B4D041-4667-40B6-BB50-4BC0A5043A73}\InprocServer32\(Default)


    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{9203C2CB-1DC1-482D-967E-597AFF270F0D}\InprocServer32\(Default)


    HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{BDEADEF5-C265-11D0-BCED-00A0C90AB50F}\InprocServer32\(Default)
    Se l'impostazione della sequenza su una versione a 64 bit di Windows, individuare anche le seguenti chiavi del Registro di sistema virtuale:
    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{3FD37ABB-F90A-4DE5-AA38-179629E64C2F}\InprocServer32\(Default)


    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{62B4D041-4667-40B6-BB50-4BC0A5043A73}\InprocServer32\(Default)


    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{9203C2CB-1DC1-482D-967E-597AFF270F0D}\InprocServer32\(Default)


    HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{BDEADEF5-C265-11D0-BCED-00A0C90AB50F}\InprocServer32\(Default)
  4. Modificare i dati in ogni chiave identificata al passaggio 3 per i seguenti dati:
    %SFT_MNT%\ shortpath \VFS\CSIDL_PROGRAM_FILES\Microsoft Office\Office14\OWSSUPP.DLL
    Di seguito Ŕ riportato un esempio del segnaposto shortpath: se l'unitÓ di installazione Ŕ Q:/Temp123.wxp, allora il shortpath Ŕ Temp123.wxp.

Passaggio 3: Aggiungere nuove applicazioni di proxy per il supporto per proxy

  1. Fare clic su Interrompi monitoraggio.
  2. Fare clic su Avanti.
  3. Nella pagina Configure Applications, selezionare la directory principale delle applicazioni.
  4. Fare clic su Aggiungi e quindi aggiungere i seguenti file di applicazione (OSD):
    • Ricerca immediata (Virtual Host Search)

      Per individuare rapidamente il percorso, fare clic su Sfoglia, quindi digitare o incollare il seguente percorso dell'applicazione nella casella nome file:
      %CommonProgramFiles%\Microsoft shared\virtualization handler\VirtualSearchHost.exe
      Nella casella nome digitare un nome specifico, ad esempio Virtual Search Host.
    • Proxy SharePoint virtuale

      Per individuare rapidamente il percorso, fare clic su Sfoglia, quindi digitare o incollare il seguente percorso dell'applicazione nella casella nome file:
      %CommonProgramFiles%\Microsoft shared\virtualization handler\VirtualOWSSuppManager.exe
      Nella casella nome digitare un nome specifico, ad esempio Gestione OWSSupp virtuale.
    • Posta per: (Simple MAPI)

      Per individuare rapidamente il percorso, fare clic su Sfoglia, quindi digitare o incollare il seguente percorso dell'applicazione nella casella nome file:
      %CommonProgramFiles%\Microsoft shared\virtualization handler\MapiServer.exe
      Nella casella nome digitare un nome specifico, ad esempio Mail To Host.
    • Pannello di controllo posta virtuale applet

      Per individuare rapidamente il percorso, fare clic su Sfoglia, quindi digitare o incollare il seguente percorso dell'applicazione nella casella nome file:
      %Windir%\system32\Control.exe %SFT_MNT%\ shortpath \Office14\mlcfg32.cpl
      Nella casella nome digitare un nome specifico, ad esempio Mail Pannello di controllo.

      Note
      • Per aggiungere il percorso %SFT_MNT%\ shortpath \Office14\mlcfg32.cpl il percorso dell'applicazione, individuare il percorso applicazione Control.exe, fare clic su OK e quindi aggiungere il percorso alla fine del parametro nella casella Percorso dell'applicazione.
      • Il segnaposto shortpath Ŕ la directory 8.3 in cui Ŕ stato installato il sistema Office 2010. Ad esempio, se Ŕ stato installato il sistema Office 2010 Q:\Temp123.wxp, il shortpath sarebbe Temp123.wxp.

Passaggio 4: Sincronizzare tutte le versioni di file OSD applicazione con la versione OSD proxy

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'installazione di Office setup.exe, del file, quindi scegliere proprietÓ.
  2. Fare clic sulla scheda versione.
  3. Modificare la versione di tutti i file OSD per corrispondere alla versione trovato nel passaggio 2.

    Ad esempio, se la versione di ProfessionalPlus 14.4514.1004, assicurarsi che il numero di versione di tutti i proxy applicazione OSDs e OSDs Office tutti sta impostato su 14.4514.1004.
  4. Fare clic su Avanti.

Passaggio 5: Avviare le applicazioni

Questo passaggio consiste nel creare il blocco di funzione primario. Non Ŕ consigliabile avviare OneNote, Outlook o SharePoint Server in questo passaggio. In questo modo sarÓ possibile mantenere le impostazioni di personalizzazione per queste applicazioni.
  1. Nella pagina Di avvio applicazioni selezionare e quindi avviare tutte le applicazioni desiderate. VerrÓ generato un blocco di funzione primario per ciascuna applicazione.
  2. Fare clic su Avanti.
  3. Una volta completata la sequenza in cui Ŕ in esecuzione, fare clic su Fine.

Passaggio 6: Configurare le impostazioni del Registro di sistema di 2010 Office

  1. Fare clic sulla scheda Registro virtuali.
  2. Verificare che sia impostata la seguente sottochiave del Registro di sistema virtuale da unire con locale:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\14.0
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla sottochiave, fare clic sul pulsante chiave e assicurarsi che sia selezionata la casella di controllo Unisci con chiavi locali.
  4. Se l'impostazione della sequenza su una versione a 64 bit di Windows, assicurarsi che la seguente sottochiave del Registro di sistema virtuale Ŕ impostata su Unisci con locale:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\WOW6432Node\Microsoft\Office\14.0
  5. Creare la seguente sottochiave del Registro di sistema e assicurarsi che la sottochiave Ŕ impostata su sovrascrivere chiave locale:
    HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Windows Messaging Subsystem\Profiles
    Impostazione della sequenza su una versione a 64 bit di Windows, anche creare la seguente sottochiave e assicurarsi che la sottochiave Ŕ impostata su sovrascrivere chiave locale:
    HKEY_CURRENT_USER\Software\WOW6432Node\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Windows Messaging Subsystem\Profiles
    Importante La procedura seguente deve essere eseguita durante il monitoraggio della chiave per rendere persistente lo stato eliminato nel Registro di sistema virtuale.
    1. Impostare il sequencer di avviare il monitoraggio.
    2. Creare la seguente sottochiave del Registro di sistema virtuale e quindi eliminare in modo che il sequencer monitora l'eliminazione della chiave appena aggiunta:
      HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\Outlook\Addins\Microsoft

Passaggio 7: Configurare le applicazioni virtuali per interagire con l'ambiente locale

Per ogni OSD aggiungere vero per il testo seguente elemento del tag:
SOFTPKG-> IMPLEMENTAZIONE-> VIRTUALENV-> CRITERI-> LOCAL_INTERACTION_ALLOWED

Procedura 3: Configurare un computer client per l'esecuzione di Office system 2010

Per configurare un computer client per l'esecuzione di Office system 2010, attenersi alla seguente procedura sul computer client.

Passaggio 1: Preparazione del computer client

  1. Installare il client App-V, se non stato giÓ fatto.
  2. Scaricate il Kit di distribuzione ed estrarre il file eseguibile (exe).

    Nota Dopo l'estrazione di file eseguibile Ŕ disponibile un file OffVirt.msi.

Passaggio 2: Installazione di Microsoft Office 2010 Deployment Kit

  1. Aprire un prompt dei comandi con privilegi elevati.
  2. Passare alla directory contenente il file Offvirt.msi estratto nel "passaggio 1: preparare il computer client."
  3. Eseguire il comando seguente:
    msiexec /i OffVirt.msi [licensing flags]
    Nota ╚ necessario fornire un flag corretto gestione delle licenze per configurare correttamente il Deployment Kit. In caso contrario, funzionalitÓ potrebbe non essere corretto.
Flag di gestione delle licenze
Per ulteriori informazioni sull'attivazione di volume Office 2010 e per determinare quali l'attivazione e gestione delle licenze flag da utilizzare, visitare il seguente sito Microsoft TechNet Web:
http://technet.microsoft.com/en-us/office/ee691939.aspx
Attivazione del KMS
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
FlagValore
PROFESSIONALPLUS0 o 1
VISIOULTIMATE0 o 1
PROJECTPROFESSIONAL0 o 1
KMSSERVICENAME

Non Ŕ necessario se l'host KMS Ŕ registrato nel DNS e la porta 1688 =.
[Nome host KMS]
KMSSERVICEPORT

Non Ŕ necessario se l'host KMS Ŕ registrato nel DNS e la porta 1688 =.
Porta [numero]
Nota L'attivazione KMS si verifica dopo cinque o pi¨ computer richiedono l'attivazione.
L'attivazione MAK
Opzione 1: Utilizzare Volume Activation Management Tool (VAMT) 2.0 (scelta consigliata). Per ottenere VAMT, visitare il seguente sito Web Area Download Microsoft:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=8265fdef-b921-4dbf-ba8b-bb1cbe238ce6
Opzione 2: Utilizzare il flag PIDKEYS oppure utilizzare il flag USEROPERATIONS come descritto nella tabella riportata di seguito.
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
FlagValore
PIDKEYS

Pi¨ chiavi di prodotto sono delimitati da virgole. Cambio PIDKEYS = X-X-X-X-X; Y-Y-Y-Y-Y;
XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXXX
USEROPERATIONS0 o 1
Importante ╚ necessario impostare USEROPERATIONS = 1 per consentire a un utente di attivare Gestione licenze nel computer client.

Esempio di l'attivazione MAK
msiexec /i USEROPERATIONS PIDKEYS=XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX;YYYYY-YYYYY-YYYYY-YYYYY-YYYYY OffVirt.msi = 1
Attivazione mista (KMS o MAK)
Se si desidera che alcuni computer client per utilizzare l'attivazione del KMS, ma gli altri computer client per l'utilizzo di MAK, effettuare le seguenti operazioni:
  • Per installare le chiavi di client KMS, utilizzare i flag di KMS.
  • Utilizzare 2.0 VAMT per installare MAK chiave post-installazione.

Passaggio 3: Abilitare i proxy sul client

Per abilitare i proxy virtuali per il pacchetto, aprire un prompt dei comandi con privilegi elevati e quindi eseguire il comando riportato di seguito:
msiexec /i <Path to the OffVirt.msi> \OffVirt.msi ADDDEFAULT = Click2runOneNoteProxy, Click2runOutlookProxies, Click2runWDSProxy, Click2runOWSSuppProxies PACKAGEGUID = <SFT package GUID with {}> PACKAGEVERSION = < versioni trovate nei file OSD per i proxy, Outlook e OneNote > OUTLOOKNAME =<application name for Outlook from OSD> ONENOTENAME = <application name for OneNote from OSD> MAPISERVER = <MAPI proxy application name> VIRTUALSEARCHHOST = <Search proxy application name> MLCFG32CPL = <application name for virtual mail config> OWSSUPPServer = <application name for sharepoint proxy>
Ad esempio, eseguire il seguente comando:
msiexec /i c:\OffVirt.msi ADDDEFAULT = Click2runOneNoteProxy, Click2runOutlookProxies, Click2runWDSProxy, Click2runOWSSuppProxies PACKAGEGUID = {5971AF75-7831-4AE9-906F-0F30C7DD0CA5} PACKAGEVERSION = 14.0.4229.1000 OUTLOOKNAME = ? Microsoft Outlook 2010 ? ONENOTENAME = ? Microsoft OneNote 2010 ? MAPISERVER = ? Simple MAPI proxy server ? VIRTUALSEARCHHOST = ? Virtual Host Search ? MLCFG32CPL = ? Pannello di controllo posta ? OWSSUPPServer = ? Virtual OWSSupp Manager ?

Domande frequenti

Q1: perchÚ Ŕ possibile avviare x 64 2010 Visio durante la fase di monitoraggio della sequenza in un computer Windows Vista x 64?

A1:
Ŕ un problema noto. Per risolvere il problema, riavviare il monitoraggio. A tale scopo, fare clic su Interrompi monitoraggio e quindi fare clic su Riavvia il sistema di monitoraggio.


Q2: per SharePoint Server proxy, perchÚ Ŕ necessario aggiungere una sottochiave del Registro di sistema virtuale e l'eliminazione?

A2:
la sottochiave ha venga riconosciuto in modo specifico in ambiente virtuale come eliminato. Non Ŕ sufficiente per la sottochiave non esiste. Se si crea la sottochiave e quindi eliminare durante il monitoraggio, l'ambiente virtuale riconoscerÓ la sottochiave come eliminato e non verrÓ mai failover nel Registro di sistema fisico se la sottochiave esiste non esiste.

Q3: ╚ possibile utilizzare 2010 Outlook e Outlook 2007 nello stesso momento?

A3:
Sý. Se si dispone giÓ la versione di Outlook 2007 nel computer e avviare Outlook 2010, viene chiesto di creare il profilo. Dopo che si utilizza Outlook 2010 e si decide che si desidera invece utilizzare Outlook 2007, Ŕ necessario eliminare il file OST di Outlook 2010. Si tratta di una limitazione in Office.

ProprietÓ

Identificativo articolo: 980861 - Ultima modifica: lunedý 22 febbraio 2010 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Desktop Optimization Pack for Software Assurance
Chiavi:á
kbmt kbhowto kbexpertiseinter kbsurveynew kbinfo KB980861 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 980861
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com