Lo strumento Manutenzione Posta in arrivo (Scanpst.exe) può eseguire controlli multipli in Outlook 2016

Si applica a: Outlook 2016Outlook for Office 365

Riepilogo


Nelle versioni di Microsoft Outlook precedenti a Microsoft Outlook 2016 versione 1807, lo strumento Manutenzione Posta in arrivo (Scanpst.exe) può eseguire solo un singolo passaggio di scansione per analizzare un file di dati di Outlook danneggiato (con estensione .pst) o un file di dati Outlook offline (con estensione .ost) danneggiato. Tuttavia, a volte sono necessari più passaggi per correggere tutti gli errori.

A partire da Outlook 2016, versione 1807 (build 16.0.10325.20082), lo strumento di Manutenzione Posta in arrivo può essere eseguito da una riga di comando per eseguire automaticamente più scansioni in un batch fino a raggiungere uno stato stabile.

Ulteriori informazioni


È ora possibile scegliere di eseguire automaticamente lo strumento Manutenzione Posta in arrivo finché non viene raggiunto uno stato stabile.

Stato stabile

Lo stato stabile viene raggiunto quando si verifica una delle condizioni seguenti:

  • Zero (0) errori trovati
  • Non sono segnalati nuovi errori (due passaggi consecutivi indicano lo stesso risultato)
  • Viene raggiunto un numero massimo di passaggi (onde evitare un possibile ciclo continuo); al momento il limite è 20 (questo valore corrisponde a 10 se non è specificato)

Importante Non è disponibile alcun supporto per i file a estensione .pst connessi in rete.

Abilitazione della nuova funzionalità

I seguenti argomenti della riga di comando consentono di abilitare la nuova funzionalità. Gli altri argomenti della riga di comando sono trattati nella tabella "Argomenti della riga di comando".

  • -force
  • -silent
  • -rescan
  • -no repair

Se non si utilizzano questi argomenti della riga di comando, verrà utilizzato il codice legacy dello strumento. Lo strumento si comporterà come nelle versioni precedenti. Pertanto, per trarre vantaggio dalle nuove funzionalità in modo automatico, è necessario eseguire Scanpst.exe dal prompt dei comandi.

Monitoraggio del progresso automatico

Le versioni precedenti dello strumento Scanpst eseguono solo otto fasi. Quando si utilizza l'argomento –rescan insieme allo strumento Scanpst aggiornato, i conseguenti set di fasi sono numerati in modo incrementale. Ad esempio, se per raggiungere uno stato stabile sono necessarie tre ripetizioni dell'analisi, la progressione degli aggiornamenti dell'interfaccia utente è la seguente:

  • Passaggio iniziale: Fasi da 1 a 8​
  • Secondo passaggio: Fasi da 9 a 16​
  • Terzo passaggio: Fasi da 17 a 24​

Nota: Oltre al minimo aggiornamento dell'interfaccia utente legato alla numerazione della fase, quando si crea un file di registro, ogni passaggio viene numerato nel registro in maniera sequenziale (Scansione numero 1, Scansione numero 2 e così via).
 

Argomenti della riga di comando

Argomenti

Significato

Note

Predefinito

-log

Creare un registro

Deve essere seguito da uno dei seguenti:

append | replace | none

sostituire

-backupfile

Verrà creato un file di backup

Deve essere seguito dal nome del file di backup desiderato​.



-rescan

Numero massimo di iterazioni di scansione o riparazione prima di raggiungere lo stato stabile

0-20; qualsiasi numero intero maggiore di 20 corrisponde a 20​.

10

-no repair

Eseguire la scansione senza ripristinare il file



Scansione e riparazione

-force

Non richiedere all'utente di fare clic sulle opzioni dell'interfaccia utente prima di eseguire o chiudere la scansione o la riparazione

L'interfaccia utente viene visualizzata senza interazione da parte dell'utente, nota anche come Modalità immediata​.

Modalità normale

-silent

Non visualizzare alcuna interfaccia utente

L'utente deve monitorare il processo per sapere quando termina. Ad esempio, esaminando il file di registro (se presente), la creazione del file a estensione .bak (se l'opzione di backup è in uso) o controllando lo stato di esecuzione di Scanpst.exe in Gestione attività​.

Modalità normale

-file

File da sottoporre a scansione

Percorso per file a estensione .pst oppure .ost.