Aggiornamento cumulativo per ramo corrente di System Center Configuration Manager, versione 1802

Si applica a: System Center Configuration Manager (current branch - version 1802)

Riepilogo


In questo articolo vengono descritti i problemi risolti in questo aggiornamento cumulativo per Microsoft System Center Configuration Manager diramazione corrente, versione 1802.

Problemi risolti


  • Nel ramo corrente di System Center Configuration Manager, versione 1802, accesso condizionato reporting di conformità ha esito negativo per i client intranet se è necessario un proxy. Questo errore si verifica anche se le impostazioni proxy sono definite nella scheda rete delle proprietà di Configuration Manager nell'elemento del Pannello di controllo client. Inoltre, gli errori analoghi al seguente viene registrato nel file ComplRelayAgent.log sul client:

     

  • Sincronizzazione di data warehouse non venga completata in ambienti di grandi dimensioni. Il file Microsoft.ConfigMgrDataWarehouse.log contiene le voci simili alle seguenti:

     

  • Console di Configuration Manager potrebbe chiudersi improvvisamente dopo la riconnessione al nodo di Stato dello Script nell'area di lavoro di monitoraggio .

     

  • La sincronizzazione dei file piattaforma unificata di aggiornamento (UUP) potrebbe timeout di un sito principale o il sito Amministrazione centrale.

     

  • Dopo avere applicato questo aggiornamento cumulativo, che sono associati a pacchetti UUP verranno scaricati i file solo una volta per un server del sito se lo stesso file è già presente nella cache di origine del pacchetto locale.

     

  • Una sequenza di attività di distribuzione del sistema operativo multicast che viene avviata dal Software Center non viene completata se viene utilizzato insieme a un punto di distribuzione è configurato per il traffico HTTPS.

     

  • Dopo l'aggiornamento al ramo di gestione della configurazione corrente, versione 1802, la funzionalità esecuzione Script non funziona con spazi tra i parametri dello script.

     

  • Dopo aver aggiornato alla diramazione di gestione della configurazione corrente, versione 1710 o una versione successiva, la variabile SMSTSDownloadProgram non funziona come previsto in combinazione con gli aggiornamenti software o applicazioni. Questo problema si verifica sui client in modalità di provisioning. Un Provider di contenuti alternativi impedisce che venga specificato nella sequenza di attività.

     

  • La replica di SQL Server non venga completata in una gerarchia dopo aver eliminato un sito secondario e disinstallato. In questo caso, la ConfigMgrRCMQueuecoda di replica è disattivata e il log degli errori SQL contiene voci simili alle seguenti:

     

  • L'opzione di Gestione delle applicazioni non è disponibile per OneNote per Android quando viene distribuita in un ambiente ibrido di Configuration Manager e Microsoft Intune.

     

  • Dopo l'aggiornamento al ramo corrente di Configuration Manager, versione 1802, le impostazioni del centro di Software non possono essere personalizzate dalla console di Configuration Manager. Quando si fa clic sul pulsante Personalizza nel riquadro Impostazioni predefinite , viene visualizzato un messaggio di errore di eccezione non gestita analogo al seguente:

    Questo errore si verifica se viene specificato un logo personalizzato prima di installare l'aggiornamento di versione 1802.

     

  • Punti di gestione non possono comunicare con un servizio attestato sanitario dispositivo specificato se è necessario un server proxy.

     

  • Il sistema operativo viene reinstallato in un client di Configuration Manager esistente, se viene mantenuto lo stesso nome host che viene registrato in Azure Active Directory, la conformità di accesso condizionato scenari potrebbero avviare l'esito negativo.

     

  • Sincronizzazione di Data Warehouse di gestione della configurazione non venga completata quando elabora il riepilogo inventario. Questo problema può verificarsi perché il database tempdb sul server che esegue SQL Server spazio insufficiente durante l'eseguono delle stored procedure.

     

  • Installazione del client di Configuration Manager non venga completato in uno scenario di CO-gestione. Questo problema può verificarsi se l'installazione viene avviata da Microsoft Intune a un client appartenente a Azure Active Directory. Inoltre, gli errori analoghi al seguente viene registrato nel file ccmsetup.log sul client:

     

  • Se l'opzione consentono ai client di utilizzare un gateway di gestione cloud è impostata su No in un ambiente con più punti di gestione e il gateway di gestione cloud in uso, il client non è in grado di elaborare le richieste di servizio di percorso. Inoltre, le voci di errori analoghi ai seguenti vengono ripetute nel file ClientLocation.log sul client:

    Nota Questo messaggio è destinato a leggere, "... vengono non può essere utilizzato..." 

     

  • Quando si modificano le sequenze di attività annidato, le modifiche apportate in una sequenza di attività figlio non vengono riflesse automaticamente nella sequenza di attività padre.

     

  • Sequenze di attività potrebbero bloccarsi e restituire lo stato "Installazione" nel Software Center su un client. Questo problema si verifica se lo spazio è insufficiente nella cache del client di Configuration Manager e il contenuto attualmente memorizzati nella cache è di 24 ore precedente o successiva.

     

  • Contenuto non potrà distribuire a un punto di distribuzione basato su cloud, se il pacchetto contiene numerosi centinaia file (ad esempio, un Endpoint Protection definizione aggiornamento). Inoltre, il file PkgXferMgr.log contiene le voci di errori analoghi ai seguenti:

     

  • Sincronizzazione degli aggiornamenti in un punto di aggiornamento Software remoto non venga completato se centinaia di file da importare. Ad esempio, questo problema può verificarsi quando si importano i driver di Microsoft Surface. Inoltre, le voci di errori analoghi ai seguenti vengono registrate nel file Wsyncmgr. log e il processo di sincronizzazione non riesce a 15 minuti dopo l'avvio:

     

  • Il download di file di installazione rapida per Windows 10 potrebbe scadere in alcuni ambienti. Questo problema può verificarsi quando sono predisposti ottimizzazione recapito (DO) o il servizio trasferimento intelligente in Background (BITS). Inoltre, i messaggi analoghi ai seguenti sono registrati nel file DeltaDownload.log:

     

  • Disinstallare il contenuto di un'applicazione non viene aggiornata la raccolta contenuto. Questo problema si verifica se il contenuto viene modificato dopo la creazione del tipo di distribuzione originale.

     

  • Le applicazioni non venga installato in una sequenza di attività in ambienti che utilizzano un punto di gestione che è configurato per il traffico HTTPS e un gateway di gestione cloud abilitato.

     

  • Dopo il riavvio, una iinstallazione di una funzionalità di Windows Update, ad esempio Windows 10 versione 1803, Windows Software Update Services (WSUS) potrebbe essere malfunzionanti. Errore 0x80070422 viene visualizzato nel centro di Software, anche se l'operazione è riuscita. Inoltre, gli errori analoghi al seguente viene registrato nel file WUAHandler.log:

     

  • Quando viene utilizzato il cmdlet Add-CMDeviceCollectionDirectMembershipRule per aggiungere una risorsa di client a un insieme esistente, e in modo imprevisto potrebbe le regole di appartenenza di Include o Exclude nidificate. In questo modo l'insieme può contenere i client non corretti.

     

  • Dopo l'aggiornamento al ramo corrente di Configuration Manager, versione 1802, il cmdlet CMDriverPackage di esportazione potrebbe non generare correttamente il pacchetto driver previsto.

     

  • Il cmdlet New-CMCloudDistributionPoint non venga completato e si ricevono messaggi di errore analoghi ai seguenti:

     

  • Il cmdlet New-CMCloudManagementGateway non venga completato e si ricevono messaggi di errore analoghi ai seguenti:

     

  • Il cmdlet New-CMBootableMedia non crea sottocartelle valide. Inoltre, il file CreateTSMedia.log contiene le voci di errori analoghi ai seguenti:

     

  • Dopo che si connette a un client tramite una sessione di controllo remoto ed è la funzionalità di conversione tastiera attivata, la barra della lingua sul client non sono più visibile. Possono essere ripristinato dopo l'accesso off e riattivarla o apportando una modifica alla lingua della tastiera tramite il pannello di controllo.

     

  • Il Client di protezione di Endpoint non viene installato su dispositivi basati su Windows 10 ARM.

Ulteriori correzioni rapide incluse in questo aggiornamento cumulativo


4295281 Client basati su Internet di Configuration Manager non rileva aggiornamenti dopo l'aggiornamento a diramazione corrente di Configuration Manager, versione 1802

Informazioni sull'aggiornamento per System Center Configuration Manager, versione 1802


Questo aggiornamento è disponibile per l'installazione nel nodo degli aggiornamenti e manutenzione della console di Configuration Manager.

Informazioni sul riavvio

Non è necessario riavviare il computer dopo avere applicato questo aggiornamento.

Informazioni sulla sostituzione dell'aggiornamento

Questo aggiornamento sostituisce l'aggiornamento rilasciato in precedenza 4132447 KB. Per i clienti primo di onda, una volta applicato questo aggiornamento cumulativo, aggiornamento KB 4132447 potrebbe ancora visualizzato nel nodo di aggiornamenti e manutenzione con uno stato di "Pronto da installare". Questa operazione può essere tranquillamente ignorata.

Problemi noti per i clienti primo di onda

Primi acquirenti wave che hanno installato questo aggiornamento prima del 14 giugno 2018, prima di applicare aggiornare 4132447 sono Impossibile aggiornare la console di Configuration Manager. Le voci di errore analoghi ai seguenti sono registrate di AdminUI.ExtensionInstaller.log:

AdminUI.ExtensionInstaller.exe Warning: 0 : Downloaded file does NOT match Hash, delete the file.AdminUI.ExtensionInstaller.exe Error: 0 : Microsoft.ConfigurationManagement.ManagementProvider.SmsException\r\nDownloaded file does NOT pass Hash validation.

Questo problema si verifica per gli utenti di scaricare e installare questo aggiornamento cumulativo o dopo il 14 giugno 2018. 

Per risolvere questo problema, aggiornare manualmente il file di installazione della console di Configuration Manager (AdminConsole.msi). A tale scopo, attenersi alla seguente procedura:

  1. Verificare che 4132447 l'aggiornamento è elencato nello stato "Pronto per l'installazione" nel nodo degli aggiornamenti e manutenzione della console di Configuration Manager. Se 4132447 KB non è elencato, selezionare Controlla aggiornamenti. Per i punti di connessione del servizio in modalità non in linea, download e quindi importare l'aggiornamento utilizzando lo strumento di connessione del servizio.
  2. Copiare il file \EasySetupPayload\b15738e1-039c-4769-91d2-3043fba4e579\smssetup\bin\i386\AdminConsole.msi <SMSROOT> nei seguenti percorsi:
    • <SMSRoot>\bin\i386\AdminConsole.msi
    • <SMSRoot>\tools\ConsoleSetup\AdminConsole.msi

Altre considerazioni

Se il punto di connessione è in modalità non in linea, è necessario reimportare l'aggiornamento in modo che esso viene visualizzato nella console di Configuration Manager. Fo ulteriori informazioni, see installare gli aggiornamenti nella console per System Center Configuration Manager.

Dopo aver installato questo aggiornamento su un sito principale, siti secondari esistenti devono essere aggiornati manualmente. Per aggiornare un sito secondario nella console di Configuration Manager, fare clic su amministrazione, fare clic su Configurazione di sito, fare clic su siti, fare clic su Ripristina sito secondarioe quindi selezionare il sito secondario. Il sito principale verranno reinstallati il sito secondario utilizzando i file aggiornati. Le configurazioni e le impostazioni per il sito secondario non sono interessate da questo tipo di reinstallazione. I nuovi, aggiornati e reinstallati secondari siti secondari principali riceveranno automaticamente l'aggiornamento.

Il seguente comando SQL Server nel database del sito per controllare se la versione di aggiornamento di un sito secondario corrisponde a quello del relativo sito padre:

select dbo.fnGetSecondarySiteCMUpdateStatus ('SiteCode_of_secondary_site')

Note

  • Se viene restituito un valore pari a 1 , il sito è aggiornato, con tutte le correzioni rapide sul relativo sito padre.
  • Se viene restituito un valore pari a 0 , il sito non dispone di tutte le correzioni che sono state applicate al sito principale installato. In questo caso,Utilizzare l'opzione di ripristino del sito secondario per aggiornare il sito secondario.

Informazioni sui file


Riferimenti