Condivisioni di file nei dispositivi iSCSI potrebbero non essere ricreate quando si riavvia il computer

Sintomi

Utilizzare il servizio iniziatore iSCSI Microsoft per connettersi a una periferica disco Internet SCSI (iSCSI). Condivisioni di file creati per le cartelle che si trovano sul dispositivo iSCSI possono non essere ricreate quando si riavvia il computer in cui vengono create le condivisioni su.

Causa

Questo problema può verificarsi quando il servizio iniziatore iSCSI non inizializzato quando inizializza il servizio Server. Il servizio Server consente di creare condivisioni di file. Tuttavia, poiché le periferiche disco iSCSI non sono disponibili, il servizio Server Impossibile creare condivisioni di file per dispositivi iSCSI fino a quando non viene inizializzato il servizio iSCSI.

Risoluzione

Iniziatore iSCSI 2. x

Per risolvere questo problema in iniziatore iSCSI 2. x, attenersi alla seguente procedura sul server interessato:
  1. Rendere il servizio Server dipendente dal servizio Iniziatore iSCSI Per informazioni su come effettuare questa operazione, vedere la sezione "Rendere il servizio Server dipendente dal servizio Iniziatore iSCSI".
  2. Configurare gli accessi permanenti alla destinazione. A tale scopo, utilizzare uno dei metodi descritti di seguito.

    Nota: Se la destinazione è visualizzato nella scheda Destinazione permanente, non sono necessarie le seguenti operazioni.

    Metodo 1: Utilizzare l'iniziatore iSCSI nel Pannello di controllo
    1. Nel Pannello di controllo fare doppio clic sull'iniziatore iSCSI.
    2. Fare clic sulla scheda destinatari .
    3. Fare clic su una destinazione nell'elenco Selezionare una destinazione e quindi fare clic su Accedi.
    4. Fare clic per selezionare la casella di controllo Ripristina automaticamente la connessione all'avvio del sistema e quindi fare clic su
      OK.
    Metodo 2: Utilizzare la finestra del prompt dei comandi
    1. Fare clic su Start, fare clic su
      Esegui, digitare cmde quindi fare clic su
      OK.
    2. Al prompt dei comandi, digitare il comando seguente e quindi premere INVIO:
      iscsicli persistentlogintarget target_iqn T *************** 0
      Nota: target_iqn è il nome IQN della destinazione.
  3. Configurare l'opzione BindPersistentVolumes per il servizio iniziatore iSCSI. A tale scopo, utilizzare uno dei metodi descritti di seguito.

    Metodo 1: Utilizzare l'iniziatore iSCSI nel Pannello di controllo
    1. Nel Pannello di controllo fare doppio clic sull'iniziatore iSCSI.
    2. Fare clic sulla scheda Dispositivi/volumi associati .
    3. Fare clic su Associa tutti per associare tutte le destinazioni permanenti. Oppure fare clic su Aggiungi, quindi immettere una lettera di unità o punto di associare una destinazione specifica di montaggio.
    4. Fare clic su OK.
    Metodo 2: Utilizzare la finestra del prompt dei comandi
    1. Fare clic su Start, fare clic su
      Esegui, digitare cmde quindi premere INVIO.
    2. Digitare iscsicli BindPersistentVolumese quindi premere INVIO.

      Nota: Questo è lo stesso selezionando l'opzione di Associare tutti nel metodo 1.
Nota: Utilizzo di questa soluzione solo se si verifica questo problema specifico con versione 2. x di servizio iniziatore iSCSI.

Rendere il servizio Server dipendente dal servizio Iniziatore iSCSI

Utilizzare uno dei seguenti metodi per rendere il servizio Server dipendente dal servizio Iniziatore iSCSI.

Metodo 1: Utilizzare l'utilità controllo del servizio Microsoft (Sc.exe)

Nota: Non è necessario modificare il Registro di sistema quando si utilizza questo metodo. Pertanto, questo metodo è il modo migliore per impostare la dipendenza del servizio.
  1. Fare clic su Start, scegliere Esegui, digitare cmd e quindi premere INVIO.
  2. Digitare sc config LanManServer depend= Samss/Srv/MSiSCSI, quindi premere INVIO.

    Se si dispone di accesso amministrativo al server, è possibile eseguire questo comando da un computer di rete. A tale scopo, digitare il comando seguente e premere INVIO:
    SC \ \ dipendono dalla configurazionenome_computer LanManServer = Srv/Samss/MSiSCSI

Metodo 2: Utilizzare l'Editor del Registro di sistema

Importante Questa sezione, metodo o attività contiene passaggi su come modificare il Registro di sistema. Tuttavia, una modifica errata del registro di sistema potrebbe causare gravi problemi. Pertanto, assicurarsi di seguire attentamente i passaggi. Per maggiore protezione, eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo. Cosicché sia possibile ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e ripristinare il Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
322756 come eseguire il backup e ripristinare il Registro di sistema Windows


Microsoft Windows 2000
  1. Avviare l'Editor del Registro di sistema.
  2. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\LanManServer
  3. Scegliere Aggiungi valoredal menu Modifica .
  4. Digitare DependOnService nel
    Nome valore REG_MULTI_SZ in selezionare il
    Casella Tipo di dati e quindi premere INVIO.
  5. Nella finestra dell'Editor multistringa , digitare
    MSiSCSI nella casella dati e quindi fare clic su
    OK.
  6. Uscire dall'Editor del Registro di sistema.

Ulteriori informazioni

È possibile creare script le procedure descritte nella sezione "Risoluzione" utilizzando le utilità di Sc.exe e Iscsicli.exe. A tale scopo, creare un file batch che utilizza questi comandi, e quindi eseguire direttamente il file batch o eseguire il file batch in un altro modo. Ad esempio, eseguire il file batch utilizzando criteri di gruppo.

Microsoft fornisce esempi di programmazione a scopo puramente illustrativo, senza alcuna garanzia espressa o implicita. Ciò include, ma non limitato a, le garanzie implicite di commerciabilità o idoneità per uno scopo particolare. In questo articolo si presuppone che si abbia familiarità con il linguaggio di programmazione in questione e gli strumenti utilizzati per creare ed eseguire la procedura di debug. Tecnici del supporto Microsoft consentono di spiegare la funzionalità di una particolare procedura. Tuttavia, essi non modificherà questi esempi per fornire funzionalità aggiuntive o creare procedure atte a soddisfare specifiche esigenze.


Per l'intera operazione descritta nella sezione "Risoluzione" di script, creare un file batch che contiene il testo seguente:
sc config LanManServer depend= Samss/Srv/MSiSCSIiscsicli BindPersistentVolumes
Il problema può verificarsi anche all'archiviazione iscsi non se il servizio server viene avviato prima dell'archiviazione è stato inizializzato. In tal caso, è possibile utilizzare il seguito risolvere il problema, presupponendo che c è la lettera di unità che si intende monitorare:

  1. Salvare lo script come file *.bat.
    :Start
    g: Dir /AH
    Se % errorlevel % equ 0 goto: OK
    ping 127.0.0.1 /n 5
    goto: Start
    :OK
    net stop browser
    net stop netlogon
    net stop dfs
    net stop lanmanserver /y
    net start lanmanserver
    net start dfs
    net start netlogon
    net start browser
  2. Per "Avvia Script", è possibile aggiungere il file bat:
    un) inserire il file batch %systemroot%\System32\GroupPolicy\Machine\Scripts\Startup
    b) eseguire "gpedit" per aprire il criterio computer locale
    c) aggiungere il file batch nello script di avvio.
Per ulteriori informazioni sulla tecnologia iSCSI e supporto tecnico Microsoft di iSCSI, visitare il seguente sito Web Microsoft:
Proprietà

ID articolo: 870964 - Ultima revisione: 30 gen 2017 - Revisione: 1

Microsoft Windows XP Home Edition, Microsoft Windows XP Professional, Microsoft Windows XP Professional x64 Edition, Microsoft Windows XP Media Center Edition 2005 Update Rollup 2, Microsoft Windows XP Tablet PC Edition, Microsoft Windows 2000 Professional Edition, Microsoft Windows 2000 Server, Microsoft Windows 2000 Advanced Server, Microsoft Windows Server 2003 R2 Enterprise Edition (32-Bit x86), Microsoft Windows Server 2003 R2 Enterprise x64 Edition, Microsoft Windows Server 2003, Datacenter x64 Edition, Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86), Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86), Microsoft Windows Server 2003, Standard x64 Edition

Feedback