Errore "con lo stesso identificatore di collegamento esiste già un attributo" quando si esegue ADPREP/FORESTPREP o installare un nuovo controller di dominio versione OS

Sintomi

Quando si esegue il comando ADPREP /FORESTPREP di estendere lo schema della foresta in un computer basato su Windows Server 2003, il comando non riesce e viene visualizzato il seguente messaggio di errore:

La connessione a "< nome di host del master schema >"

Accedere come utente corrente utilizzando SSPI

Importazione directory dal file "C:\WINDOWS\system32\sch44.ldf"

Caricamento voci in corso...

Errore di aggiunta alla riga 43: non disponibile per eseguire

Errore lato server è "Impossibile aggiornare lo Schema: esiste già un attributo con lo stesso identificatore di collegamento."

7 voci modificate.

Si è verificato un errore nel programma

Errore: Importazione dal file che c:\windows\system32\sch44.ldf non riuscita. Errore file viene salvato in ldif.err.44.

Inoltre, se si apre il file di errore Ldif.err.44, vedere un messaggio di errore analogo al seguente:

Voce DN: CN =Ms-DS-testa di ponte-server-Used, CN = Schema, CN = Configuration, DC = < dominio principale dell'insieme di strutture > Aggiungi errore nella riga 43: non disponibile per eseguire l'errore lato server è "Impossibile aggiornare lo Schema: esiste già un attributo con lo stesso identificatore di collegamento." Si è verificato un errore nel programma

Nota che questo errore si verifica anche su altri attributi. Ad esempio, l'errore si verifica quando una modifica dello schema viene assegnato un linkID 2046 all'oggetto camDBSignonRef . L' attributo Microsoft PKI-ms-DPAPIMasterKeys dispone di questo linkID nello schema di Windows Server 2008 Aggiorna.

Causa

Questo errore si verifica quando il comando ADPREP /FORESTPREP tenta di aggiungere un nuovo oggetto per la partizione dello schema utilizzando un linkID già assegnato a un oggetto esistente nella partizione dello schema.

Importante  Si tratta di un problema grave, in corrispondenza del punto in cui non è riuscita l'estensione dello schema, l'insieme di strutture è non in uno stato interrotto e non non essere ripristinata allo stato precedente. Tuttavia, si consiglia di controllare il problema rapidamente. Quindi, se è necessario eseguire il ripristino di un insieme di strutture, non perderai molte modifiche come eseguire il riavvolgimento rapido dell'insieme di strutture.

Risoluzione

La procedura di ripristino descritta in questa sezione richiede almeno Windows Server 2003 per il Master Schema. La procedura è applicabile anche per altri attributi.

Non modificare l'ID di collegamento per gli oggetti esistenti nella partizione dello schema, perché il comportamento può causare l'esito negativo con una mancata replica di Active Directory.

Importante Si consiglia di contattare supporto tecnico clienti Microsoft per risolvere il problema . Anche se l'insieme di strutture è probabile che non in uno stato irreparabile a questo punto, se si continua con la riparazione autonomamente, potrebbe involontariamente un altro confondere e danneggiare l'insieme di strutture tanto che è necessario eseguire il ripristino di un insieme di strutture. Pertanto, assicurarsi di disporre i backup dello stato di sistema valida da due o più controller di dominio in ogni dominio dell'insieme di strutture prima di procedere.

Per risolvere questo problema, attenersi alla seguente procedura:
  1. Identificare il linkID in conflitto che si desidera aggiungere. A tale scopo, esaminare il file di definizione dello schema di LDIF. Err. < numero > file. In questo caso, si noterà che l'attributo CN = ms-DS-testa di ponte-server-Used, CN = Schema, CN = Configuration, DC =< nome foresta > in sch44.ldf viene assegnato un linkID di 2160.
  2. Identificare l'oggetto nella partizione dello schema di destinazione che possiede attualmente il linkID in conflitto. È possibile cercare lo schema sul master schema di destinazione per vedere quale oggetto esistente è stato assegnato il linkID in conflitto con l'oggetto nel file ldf Sch < xx >. A tale scopo, utilizzare REPADMIN, LDIFDE, LDP. EXE o uno strumento equivalente. Alcuni esempi.

    Per una ricerca REPADMIN:
    repadmin /showattr fsmo_schema: ncobj:schema: /filter:"(linkid=2160)" /subtree 


    Per una ricerca LDIFDE:
    LDIFDE /f <filename> /d "CN=Schema,CN=Configuration,DC=<forest root domain>" /r (linkid=2160)  


    Per una ricerca LDP:
    BaseDN: CN=Schema,CN=Configuration,DC=<forest name>Scope : Subtree
    Filter: (linkid=2160)

  3. Cercare il file di schema incluso con l'attributo interessato ad esempio Ms-DS-testa di ponte-server-utilizzati o PKI-ms-DPAPIMasterKeys. I file di schema si trovano in \support\adprep. Cercare i file per l'attributo che è in conflitto. Ad esempio, utilizzare il comando seguente:
    Findstr utilizzato ms-DS-testa di ponte-server d:\support\adprep\sch*.ldf
  4. In un editor di testo, aprire il file che trova.
  5. Assegnare nuovo ID di collegamento per gli oggetti collegamento di inoltro i file Sch < xx > ldf in conflitto con LinkId degli oggetti esistenti nella partizione dello schema. Ciò può essere ottenuto mediante l'assegnazione assegna l'identificatore di oggetto noto (noto anche come OID) "1.2.840.113556.1.2.50" per il linkID campo per tutti gli attributi forward-link il file ldf SCH < xx > cui LinkId di conflitto con gli oggetti esistenti nella foresta di destinazione. Il "1.2.840.113556.1.2.50" identificatore di oggetto verrà assegnati ID univoci collegamento generato automaticamente nello schema di destinazione.

    Per risolvere il problema per un esempio di linkID 2160 definito in Sch44.ldf per CN = ms-DS-testa di ponte-server-utilizzati, attenersi alla seguente procedura:
    1. Aprire il file Sch44.ldf. Viene visualizzato il seguente testo per CN = ms-DS-testa di ponte-server-Used, CN = Schema, CN = Configuration, DC = < nome foresta >:
      dn: CN=ms-DS-BridgeHead-Servers-Used,CN=Schema,CN=Configuration,DC=X changetype: ntdsSchemaAdd adminDescription: List of bridge head servers used by KCC in the previous run. adminDisplayName: ms-DS-BridgeHead-Servers-Used attributeID: 1.2.840.113556.1.4.2049 attributeSyntax: 2.5.5.7 cn: ms-DS-BridgeHead-Servers-Used instanceType: 4 isSingleValued: FALSE lDAPDisplayName: msDS-BridgeHeadServersUsed linkID: 2160 objectCategory: CN=Attribute-Schema,CN=Schema,CN=Configuration,DC=X objectClass: attributeSchema oMObjectClass:: KoZIhvcUAQEBCw== oMSyntax: 127 schemaFlagsEx: 1 schemaIDGUID:: ZRTtPHF7QSWHgB4epiQ6gg== searchFlags: 0 showInAdvancedViewOnly: TRUE systemFlags: 25 
    2. Copiare il testo in un nuovo file txt e quindi salvare il file utilizzando un nuovo nome. Ad esempio, salvare il file come "New-BridgeHeadServersUsed.ldf".

      Nota: Eseguire non modifica il file di schema esistente.
    3. Modificare il campo linkID "2160" a "1.2.840.113556.1.2.50" per attivare la generazione automatica delle LinkId univoco sul master operazioni dello schema di Windows Server. Viene visualizzato il testo seguente nel file Sch44.ldf per CN = ms-DS-testa di ponte-server-Used, CN = Schema, CN = Configuration, DC = < DC >:
      dn: CN=ms-DS-BridgeHead-Servers-Used,CN=Schema,CN=Configuration,DC=X changetype: ntdsSchemaAdd adminDescription: List of bridge head servers used by KCC in the previous run. adminDisplayName: ms-DS-BridgeHead-Servers-Used attributeID: 1.2.840.113556.1.4.2049 attributeSyntax: 2.5.5.7 cn: ms-DS-BridgeHead-Servers-Used instanceType: 4 isSingleValued: FALSE lDAPDisplayName: msDS-BridgeHeadServersUsed linkID: 1.2.840.113556.1.2.50 objectCategory: CN=Attribute-Schema,CN=Schema,CN=Configuration,DC=X objectClass: attributeSchema oMObjectClass:: KoZIhvcUAQEBCw== oMSyntax: 127 schemaFlagsEx: 1 schemaIDGUID:: ZRTtPHF7QSWHgB4epiQ6gg== searchFlags: 0 showInAdvancedViewOnly: TRUE systemFlags: 25 
    4. Prima della definizione dell'attributo corretta, aggiungere la seguente sezione:
      dn:  changetype: modify add: schemaupgradeinprogress schemaupgradeinprogress: 1 - 

      La riga che contiene solo il trattino (-) e la riga vuota che segue sono importanti.
  6. Quando vengono modificate LinkId per gli attributi di collegamento in avanti l'aggiornamento LinkId per gli attributi di back-link. Alcuni oggetti in Active Directory hanno attributi di back-link, e non di altri oggetti. L'oggetto Utilizzato ms-DS-testa di ponte-server che viene utilizzato in questo esempio non dispone di un attributo di back-link. È necessario determinare se l'oggetto che viene modificato dispone di un attributo di back-link che utilizza un altro oggetto. Se l'oggetto interessato dispone di un oggetto di back-link, l'oggetto di back-link deve essere modificato nello stesso modo.

    È possibile trovare l'attributo back-link cercando il linkID dispari successivo nei file di definizione dello schema. In genere, l'attributo back-link è l'attributo successivo elencato nel file di schema. Ma a volte in un altro file. Ad esempio, se è stato identificato il problema linkID / attributo come 2050 / CN = ms-DFSR-ComputerReference, CN = Schema, CN = Configuration, DC = < nome foresta >, il collegamento avrebbe linkID 2051. Per cercare i link ID 2051, eseguire il comando seguente:

    Findstr /c:"linkid: 2051" d:\support\adprep\sch*.ldf 
    Se viene trovato un collegamento, copiare la definizione dell'attributo dal file di importazione dello schema del nuovo file di importazione nello stesso modo che è stata copiata l'attributo di collegamento in avanti.

    Nota La definizione di linkID dell'oggetto back-link utilizza un ID (numerico) a livello di codice di. Modificare la definizione di attivare l'identificatore di oggetto dell'oggetto back-link venga generato automaticamente.

    In questo scenario, viene creato un collegamento per il collegamento in avanti impostando il linkID dell'oggetto back-link per il valore ldapDisplayName dell'oggetto collegamento di inoltro. Se l'attributo msDS-BridgeHeadServersUsed ha un attributo via ereditaria, la riga linkID sarebbe simile al seguente:

    linkID: msDS-BridgeHeadServersUsed 
  7. In sintesi, il file di importazione dello schema BridgeHeadServersUsed.ldf di nuovo dispone ora di fino a quattro comandi. I comandi sono disponibili nel seguente ordine:
    1. Attivare la modalità di importazione dello Schema (schemaupgradeinprogress)
    2. Definizione corretta dell'attributo di collegamento in avanti
    3. Istruzioni per ricaricare la cache dello schema
    4. Facoltativo: Corretta definizione dell'attributo di collegamento a ritroso
  8. Salvare e chiudere il file di aggiornamento dello schema per gli attributi personalizzati che è stato creato.
  9. Importare la nuova modifica personalizzata allo schema. Ad esempio, utilizzare il comando seguente:
    LDIFDE /i /f New-BridgeHeadServersUsed.ldf /j . 

    Esaminare i file LDIF. Err e LDIF per individuare eventuali errori. Se sono presenti errori, contattare il servizio supporto tecnico clienti Microsoft a questo punto.
  10. Eseguire nuovamente il processo di aggiornamento. Se è possibile eseguire lo strumento di estensione dello schema ADPREP, eseguire nuovamente lo strumento utilizzando il parametro /forestprep . Se si utilizza Server Manager per l'installazione di unitàdel primo controller di dominio di livello superiore, è necessario ripetere il processo di installazione da Server Manager.
  11. L'importazione LDIF registra come Ldif.err.44 può contenere gli avvisi relativi al fatto che gli attributi mediante New-BridgeHeadServersUsed.ldf esistano già. Tuttavia, l'aspettativa è che l'aggiornamento dello schema è stata completata ora.

    Se sono presenti errori, contattare il servizio supporto tecnico clienti Microsoft a questo punto.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni su come ottenere un linkID, visitare il seguente sito Web Microsoft Developer Network (MSDN):Per ulteriori informazioni sul linkID generato automaticamente, visitare il seguente sito Web MSDN:Per ulteriori informazioni sull'attributo linkID, visitare il seguente sito Web MSDN:
Proprietà

ID articolo: 969307 - Ultima revisione: 31 gen 2017 - Revisione: 1

Windows Server 2012 R2 Standard, Windows Server 2012 Standard, Windows Server 2012 Standard, Windows Server 2012 Standard, Windows Server 2012 Standard, Windows Server 2012 Datacenter, Windows Server 2012 Datacenter, Windows Server 2012 Datacenter, Windows Server 2012 Datacenter, Windows Server 2008 R2 Service Pack 1, Windows Server 2008 Service Pack 2, Microsoft Windows Server 2003 Service Pack 2

Feedback