Al momento sei offline in attesa che la connessione Internet venga ristabilita

Un dominio figlio non eredita le modifiche del dominio padre in un account Office 365, Azure o Windows Intune organizzativa

IMPORTANTE: il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l’obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre è perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilità per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualità della traduzione.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 2174324
PROBLEMA
Quando si apporta una modifica a un dominio padre (principale) viene verificato all'interno del proprio account organizzativa, ad esempio Office 365, Microsoft Azure o Windows Intune, un dominio figlio che viene verificato anche all'interno del proprio account organizzativa non erediterà le modifiche. Questo problema può verificarsi quando viene eseguita una delle seguenti operazioni:
  • Modificare il dominio da standard per la federazione
  • Modifica il dominio dalla federazione allo standard
  • Impostare le configurazioni di federazione o l'autenticazione di dominio
  • Aggiornare il dominio Active Directory Federation Services (ADFS) che si basano i trust di terze parti
  • Verificare la proprietà del dominio
SOLUZIONE
Per risolvere questo problema, eliminare il dominio figlio, aggiungere e verificare il dominio padre e quindi aggiungere nuovamente il dominio figlio.

Nota. Dopo l'elemento padre è verificare il dominio e il dominio figlio viene aggiunto, non è necessario verificare il dominio figlio poiché eredita le impostazioni (verifica, l'autenticazione e la federazione) dal relativo elemento padre.
ULTERIORI INFORMAZIONI
Questo problema può verificarsi se il dominio figlio viene verificato all'interno del proprio account organizzativa prima viene verificato il dominio padre. Quando il dominio figlio viene verificato prima, verifica e le relative impostazioni sono gestite indipendentemente dal dominio padre.

Ad esempio, è possibile verificare il corp.constoso.com dominio. Successivamente, verifica il Contoso.com dominio. Quando verifica corp.contoso.come viene dimostrata la proprietà, lo spazio dei nomi viene creato in Office 365 come un dominio sia completamente indipendente da Contoso.com. Pertanto, quando in un secondo momento verificare Contoso.com, non influenzano le modifiche apportate a questo nuovo dominio corp.contoso.com.

In alcuni casi, è possibile gestire le proprietà del dominio figlio indipendente dal dominio padre.
RIFERIMENTI
Ulteriore assistenza? Vai al Community di Office 365 sito Web o il Forum di Azure Active Directory .

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 2174324 - Ultima revisione: 06/21/2014 00:53:00 - Revisione: 36.0

Microsoft Office 365, Microsoft Office 365 for enterprises (pre-upgrade), Microsoft Office 365 for education  (pre-upgrade), CRM Online via Office 365 E Plans, Microsoft Azure Recovery Services, Office 365 User and Domain Management

  • o365 o365e o365m o365a o365062011 pre-upgrade o365022013 after upgrade kbmt KB2174324 KbMtit
Feedback
&t=">