INF: Utilizzo di WITH MOVE opzione con l'istruzione RESTORE

Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 221465
Questo articolo è stato archiviato. L’articolo, quindi, viene offerto “così come è” e non verrà più aggiornato.
Sommario
SQL Server 6.5 utilizzato le istruzioni DUMP e LOAD per eseguire una copia di un database di backup e ricaricarlo successivamente. In SQL Server 7.0 e 2000, questa terminologia è cambiato per BACKUP e RESTORE.

Sono necessario che le informazioni contenute in questo articolo viene illustrato l'utilizzo corretto dell'opzione WITH MOVE con l'istruzione Transact-SQL RESTORE.
Informazioni
Un'istruzione RESTORE sempre produce un database che è identico a quello che è stato eseguito il backup. Il database generato dal ripristino avrà lo stesso numero di file e i file saranno le stesse dimensioni, come determinato dal BACKUP. Il file di backup contiene informazioni sul nome, il numero, la dimensione e il percorso di tutti i file per il database al momento il backup è stato creato. Quando si RESTORE una copia di backup e consentono a SQL Server ricreare il database è, si verifica quanto segue:
  • Se esiste un file nella stessa posizione come nel backup, viene utilizzato e sarà identica al file nel backup (dimensione del file identici, attributi e così via).
  • Se esiste un file, ma in una posizione diversa rispetto a quello specificato nel set di backup, la posizione sul server viene utilizzata (in conseguenza in modo implicito "MOVE").
  • Se esiste un file sul server con nessun file corrispondente nel set di backup, verrà eliminato automaticamente.
  • Se un file richiesto dal set di backup non esiste sul server, viene creato.
Di conseguenza, se si desidera modificare il percorso dei file durante il ripristino del database, sono disponibili le seguenti opzioni:
  • Creare il database prima di eseguire il ripristino (come era necessario con SQL Server 6.5), che specifica la nuova posizione.

    - oppure -
  • Utilizzare l'istruzione RESTORE con la clausola MOVE. Ciò evita il passaggio di creazione del database prima aggiuntivo. Viene creata i database e i file nel percorso specificato.
Nota che SQL Server potrebbero richiedere la se ripristino di un file, utilizzare la clausola MOVE potrebbe sovrascrivere un file esistente è in uso da un altro database. Verrà visualizzato in questo caso i seguenti messaggi:
Server: Messaggio 3156, livello 16, stato 2, riga 1
Impossibile utilizzare il file 'D:\MSSQL7\data\Filename_Data.MDF' tramite RESTORE.
Si consiglia di utilizzare l'opzione WITH MOVE per identificare una posizione valida per il file.

Server: Messaggio 3013, livello 16, stato 1, riga 1
Operazione di backup o ripristino terminato in modo anomalo.

RIFERIMENTI

Documentazione in linea di SQL Server; RESTORE (T-SQL)
TSQL transql transsql err msg errore backup backup dump dump

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 221465 - Ultima revisione: 12/05/2015 13:14:52 - Revisione: 3.3

Microsoft SQL Server 7.0 Standard Edition, Microsoft SQL Server 2000 Standard Edition

  • kbnosurvey kbarchive kbmt kbbackup kbinfo KB221465 KbMtit
Feedback