Al momento sei offline in attesa che la connessione Internet venga ristabilita

In un computer con Windows Server 2008 R2 e in cui è installata una CPU che supporta la funzionalità AVX, non è possibile avviare macchine virtuali.

Sintomi
Considerare il seguente scenario:
  • Si dispone di una CPU Intel che supporta la funzionalità AVX (Advanced Vector Extensions) in un computer con Windows Server 2008 R2.

    Nota
    Intel introduce il supporto per la funzionalità AVX nella famiglia di processori Sandy Bridge.
  • Nel computer si installa il ruolo server Hyper-V.
  • Dopo la creazione di una macchina virtuale sul computer, si prova ad avviarla.
In questo caso, non è possibile avviare la macchina virtuale. Viene ricevuto, inoltre, un messaggio di errore simile a uno dei messaggi di errore seguenti:
Si è verificato un errore durante il tentativo di avviare le macchine virtuali selezionate.
Non è stato possibile inizializzare <nome macchina virtuale>

Non è stato possibile inizializzare <nome macchina virtuale>. (ID macchina virtuale <GUID macchina virtuale>)
Viene registrato, inoltre, l'evento 3040 nel nodo Hyper-V-Worker in Registri applicazioni e servizi, contenente un messaggio di errore simile al seguente:
Impossibile impostare o modificare la proprietà della partizione <nome macchina virtuale>
Cause
Questo problema si verifica perché Windows Server 2008 R2 non supporta la funzionalità AVX.
Risoluzione
Nota Questo pacchetto di hotfix disabilita la funzione AVX nei processori virtuali, in modo che le macchine virtuali possano essere avviate senza problemi. Eseguire l'aggiornamento a Windows Server 2008 R2 SP1 per il supporto della funzionalità AVX perché le macchine virtuali funzionino come previsto e per sfruttare le istruzioni AVX.

Informazioni sull'hotfix

È disponibile un hotfix supportato da Microsoft Questo hotfix, tuttavia, è destinato solo alla soluzione del problema descritto in questo articolo. È consigliabile applicare l'hotfix solo nei sistemi in cui si verifica il problema descritto in questo articolo. È possibile che su questo hotfix vengano eseguite ulteriori verifiche. Se il problema in questione non costituisce una seria minaccia per il sistema, è consigliabile attendere la pubblicazione del prossimo aggiornamento software contenente tale hotfix.

Se l'hotfix può essere scaricato, verrà indicato nell'apposita sezione all'inizio dell'articolo della Knowledge Base. Se questa sezione non viene visualizzata, contattare il Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft per ottenere l'hotfix.

Nota Nel caso in cui si verifichino ulteriori problemi o siano necessarie attività per risolverli, potrebbe essere necessario creare una richiesta di assistenza separata. Per ulteriori domande e problemi non inerenti al questo specifico hotfix verranno applicati i normali costi del Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft. Per un elenco completo dei numeri di telefono del Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft o per creare una richiesta di assistenza separata, visitare il sito Web Microsoft: Nota Nel modulo per il download dell'hotfix sono indicate le lingue in cui è disponibile l'aggiornamento. L'aggiornamento non è disponibile nelle lingue non incluse nell'elenco.

Prerequisiti

Per applicare questo hotfix, deve essere in esecuzione Windows Server 2008 r2 e deve essere installato il ruolo server Hyper-V.

Informazioni sul Registro di sistema

Per utilizzare l'hotfix incluso in questo pacchetto, non occorre apportare modifiche al Registro di sistema.

Richiesta di riavvio

Dopo aver applicato questo hotfix è necessario riavviare il computer.

Informazioni sulla sostituzione dell'hotfix

Questo hotfix non sostituisce altri hotfix pubblicati precedentemente.

Informazioni sui file

La versione globale di questo hotfix consente di installare i file con gli attributi elencati nelle tabelle riportate di seguito. Date e ore elencate di seguito sono espresse in UTC (Universal Time Coordinated). Date e ore dei file sono visualizzate nel computer locale con l'ora locale appropriata insieme alle impostazioni dell'ora legale aggiornate. Tali date e ore, inoltre, potrebbero cambiare con l'esecuzione di determinate operazioni sui file.
Note informative sui file di Windows Server 2008 R2
  • I file relativi a un prodotto, un'attività cardine (RTM, SPn) e un ramo del servizio (LDR, GDR) specifici possono essere identificati esaminando i numeri della versione del file, come indicato nella tabella seguente:
    VersioneProdottoAttività cardineRamo del servizio
    6.1.760 0.16xxxWindows Server 2008 R2RTMGDR
    6.1.760 0.20xxxWindows Server 2008 R2RTMLDR
  • I file MANIFEST (con estensione manifest) e MUM (con estensione mum) installati per ogni ambiente sono elencati separatamente nella sezione "Ulteriori informazioni sui file per Windows Server 2008 R2". I file MUM e MANIFEST, oltre ai file di catalogo della sicurezza associati (con estensione cat), sono estremamente importanti per mantenere lo stato dei componenti aggiornati. I file di catalogo della sicurezza, per cui gli attributi non si trovano in elenco, sono dotati di firma digitale Microsoft.
Per tutte le versioni x64 supportate di Windows Server 2008 R2
File nameFile versionFile sizeDateTimePlatform
Hvax64.exe6.1.7600.16774634,36805-Mar-201103:40x64
Hvboot.sys6.1.7600.16774117,63205-Mar-201106:26x64
Hvix64.exe6.1.7600.16774686,59205-Mar-201103:40x64
Hvax64.exe6.1.7600.20916634,36805-Mar-201103:41x64
Hvboot.sys6.1.7600.20916117,63205-Mar-201106:30x64
Hvix64.exe6.1.7600.20916686,59205-Mar-201103:41x64
Workaround

Soluzione alternativa per Windows Server 2008 R2

Come soluzione alternativa a questo problema, è possibile forzare i flag della CPU impostando una proprietà WMI. Questa proprietà non è accessibile da qualunque interfaccia utente (IU). Questa proprietà, tuttavia, è documentata sul sito Web Microsoft Software Developer Network (MSDN). Questa soluzione alternativa è valida per tutte le macchine virtuali create. La modifica è permanente dopo il riavvio del computer. L'utilizzo di questa soluzione alternativa, tuttavia, presenta due problemi noti. Vedere, inoltre, il seguente script di esempio della PowerShell di Windows.
  • La soluzione alternativa, inoltre, imposta la compatibilità per altre funzionalità della CPU, ad esempio la dimensione della riga della cache. Le macchine virtuali, quindi, non possono sfruttare tutte le potenzialità della CPU.
  • La soluzione alternativa deve essere eseguita ogni volta che viene creata una nuova macchina virtuale.
Di seguito è riportato un esempio di script della PowerShell di Windows.
                LimitProcFeatures.ps1:$VirtualMachines = gwmi -namespace "root\virtualization" Msvm_ComputerSystem $VMManagementService = Get-WmiObject -Namespace "root\virtualization" -Class Msvm_VirtualSystemManagementServiceforeach ($vm in $VirtualMachines) { $vmName = $vm.Name $vmElementName = $vm.ElementName if(!$vm.Caption.Contains("Hosting Computer System")) { Write-Output "Limiting $vmElementName CPU features" $VMProcessors = (gwmi -namespace "root\virtualization" Msvm_ProcessorSettingData) | where { $_.InstanceID -match "Microsoft:$vmName.*" } $VMProcessors | foreach { $_.LimitProcessorFeatures = $true} $retValue = $VMProcessors | foreach {$VMManagementService.ModifyVirtualSystemResources($vm.__PATH, $_.GetText([System.Management.TextFormat]::WmiDtd20) )} if(!$retValue.ReturnValue) { Write-Output "Success"; } } }
Status
Microsoft ha confermato che si tratta di un problema riscontrato nei prodotti Microsoft elencati nella sezione "Le informazioni in questo articolo si applicano a".

I prodotti di terze parti citati in questo articolo sono forniti da produttori indipendenti. Microsoft non rilascia alcuna garanzia implicita o esplicita relativa alle prestazioni o all'affidabilità di tali prodotti.

Informazioni
Per ulteriori informazioni sulla funzionalità AVX, visitare il sito Web Intel:Per ulteriori informazioni sulla terminologia degli aggiornamenti software, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
824684 Descrizione della terminologia standard utilizzata per descrivere gli aggiornamenti software Microsoft

Microsoft fornisce informazioni per contattare altri produttori allo scopo di facilitare l'individuazione del supporto tecnico. Queste informazioni sono soggette a modifica senza preavviso. Microsoft non si assume alcuna responsabilità sull'accuratezza delle informazioni per contattare altri produttori.

Ulteriori informazioni sui file


Ulteriori informazioni sui file per Windows Server 2008 R2

Ulteriori file per tutte le versioni x64 supportate di Windows Server 2008 R2
File nameAmd64_7592163787ae17c6846e4fb2b40f8f5a_31bf3856ad364e35_6.1.7600.20916_none_7de78a62dc4f2890.manifest
File versionNot applicable
File size710
Date (UTC)05-Mar-2011
Time (UTC)08:43
PlatformNot applicable
File nameAmd64_f19b40c4485ced443925c7cae3f5dd26_31bf3856ad364e35_6.1.7600.16774_none_1c5e1475a6ccebec.manifest
File versionNot applicable
File size710
Date (UTC)05-Mar-2011
Time (UTC)08:43
PlatformNot applicable
File nameAmd64_microsoft-hyper-v-drivers-hypervisor_31bf3856ad364e35_6.1.7600.16774_none_8c501c427f2f0db2.manifest
File versionNot applicable
File size4,163
Date (UTC)05-Mar-2011
Time (UTC)07:03
PlatformNot applicable
File nameAmd64_microsoft-hyper-v-drivers-hypervisor_31bf3856ad364e35_6.1.7600.20916_none_8d1c9b0f981a35ab.manifest
File versionNot applicable
File size4,163
Date (UTC)05-Mar-2011
Time (UTC)07:13
PlatformNot applicable
File nameUpdate.mum
File versionNot applicable
File size1,462
Date (UTC)05-Mar-2011
Time (UTC)08:43
PlatformNot applicable
L'avvio della Guest Virtual Machine non riesce in CPU con funzionalità AVX
Proprietà

ID articolo: 2517374 - Ultima revisione: 08/24/2011 10:43:00 - Revisione: 2.0

Microsoft Hyper-V Server 2008 R2, Windows Server 2008 R2 Datacenter, Windows Server 2008 R2 Enterprise, Windows Server 2008 R2 Standard

  • kbautohotfix kbqfe kbhotfixserver kbfix kbsurveynew kbexpertiseinter KB2517374
Feedback