Il tuo browser non è supportato

Devi aggiornare il browser per usare il sito.

Esegui l'aggiornamento all'ultima versione di Internet Explorer

XADM: Come visualizzare il contenuto del File Restore.env

Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.

253914
Questo articolo è stato archiviato. L’articolo, quindi, viene offerto “così come è” e non verrà più aggiornato.
Sommario
Il contenuto del file Restore.env può essere eseguito utilizzando l'utilità eseutil.exe. Per eseguire il dump Restore.env, eseguire il comando riportato di seguito:
Eseutil /cm directory where restore.env is located
Informazioni
Ad esempio, se RESTORE.env si trova nella directory C:\TempRest, eseguire il comando seguente:
eseutil /cm c:\temprest
Viene quindi visualizzato output simile al seguente:
   Microsoft(R) Exchange Server(TM) Database Utilities   Version 6.0   Copyright (C) Microsoft Corporation 1991-2000.  All Rights Reserved.             Restore log file: d:\TempRest                 Restore Path: d:\TempRest                   Annotation: Microsoft Information Store              Backup Instance: MyStorageGroup              Target Instance:    Restore Instance System Path:       Restore Instance Log Path:                    Databases: 2 database(s)                        Database Name: MyDatabase1                                 GUID: A2CFF078-782F-4BFE-43944BFEA1B46055                         Source Files:    D:\Exchsrvr\MyStorageGroup\MyDatabase1.edb    D:\Exchsrvr\MyStorageGroup\MyDatabase1.stm                    Destination Files:    D:\Exchsrvr\MyStorageGroup\MyDatabase1.edb    D:\Exchsrvr\MyStorageGroup\MyDatabase1.stm                        Database Name: MyDatabase2                                 GUID: 6ACF4E55-C7D6-433E-88AD433E9CD5CF03                         Source Files:    D:\Exchsrvr\MyStorageGroup\MyDatabase2.edb    D:\Exchsrvr\MyStorageGroup\MyDatabase2.stm                    Destination Files: C:\RestoredDB\MyDatabase2.edb    C:\RestoredDB\MyDatabase2.stm              Log files range: E0100003.log - E0100004.log            Last Restore Time: Wed Dec 31 18:00:00 1969               Recover Status: recoverNotStarted                Recover Error: 0x00000000                 Recover Time: Fri Feb 11 13:30:15 2000   Operation completed successfully in 0.78 seconds.				

Valori importanti nel File Restore.env

  • Ripristinare il file di log e percorso di ripristino: questo il percorso del file Restore.env e i file forniti dal nastro necessari per ripristino il database (con estensione log, pat); specificata dall'utente durante il ripristino.
  • Backup istanza: Gruppo di archiviazione cui appartengono il database (o i database).
  • Database: Numero di database ripristinato. Un database è costituito un EDB e un file di STM. Nota : I valori successivi quattro (nome database, GUID, file di origine e destinazione file) fa riferimento a un database. Se più database vengono ripristinati, questi valori sono visualizzati in una sola volta per ogni database.

  • Nome database: Nome del database.
  • GUID: Identificatore univoco globale per il database.
  • File di origine: I percorsi file di database sono stati backup.
  • File di destinazione: I percorsi i file di database sono stati ripristinati.

    Nota : nel file Restore.env di esempio, si noti che MyDatabase2 è stato spostato tra l'ora in cui è stato eseguito il backup e l'ora che è stato ripristinato.
  • Intervallo file registri: intervallo di file di registro (inclusi) che sono stati ripristinati. Tutti i file registro deve essere presenti per eseguire il ripristino.
  • Stato ripristino: Consente di visualizzare "recoverNotStarted" Se il ripristino non è stata tentata e "recoverEnded" Se il ripristino è stato avviato ma non è stata completata.
  • Errore di recupero: Contiene il codice di errore se ripristino è stato avviato ma ha rilevato un errore e Impossibile terminare.
  • L'ora quando il file Restore.env è stata creata o il recupero temporizzato l'ultimo avviato ma recuperare tempo: Entrambi non completata.
x2kinfoht RIP ripristino in corso chiave di ripristino disco rigido

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 253914 - Ultima revisione: 01/11/2015 03:23:06 - Revisione: 1.4

  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
  • kbnosurvey kbarchive kbmt kbhowto kbinfo KB253914 KbMtit
Feedback