Come determinare se la compressione HTTP È in uso

Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.

255801
Questo articolo è stato archiviato. L’articolo, quindi, viene offerto “così come è” e non verrà più aggiornato.
Sommario
Nell'affinché un file per essere trasmessi utilizzando la compressione HTTP, l'utente le due condizioni seguenti devono essere true:
  • Il client deve supportare uno schema di compressione utilizzato da IIS.
  • IIS deve avere già compresso il file, che verrà memorizzato in una cartella temporanea.
Informazioni

Come determinare se il client supporta compressione

Consente di visualizzare HTTP GET richiesta il client per vedere se specifica un valore di compressione nell'intestazione Accept-Encoding che supporta IIS. Ad esempio, Internet Explorer 5.0 invia la seguente intestazione:
Accept-Encoding: gzip, deflate				
Nota : entrambi gli schemi di compressione Gzip e Deflate sono supportati da IIS.

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
252876L'utilizzo di Network Monitor Frame di dati HTTP di visualizzazione

Come determinare se il file è compresso.

Aprire la cartella temporanea contenente la versione compressa dei file (C:\WINNT\IIS Temporary Compressed Files per impostazione predefinita). Per evitare di nomi di file duplicati, ogni file compresso, viene rinominato aggiungendo caratteri all'inizio del nome del file.

Se compresso, rinominato presente versione del file in questione, quindi viene inviato al client che supportano lo schema di compressione.

Nota : la cartella temporanea è specificata nella scheda servizio nella finestra di dialogo Proprietà master servizio WWW per ComputerName nello snap-in IIS.

(c) Microsoft Corporation 2000, tutti i diritti riservati. Con il contributo di Kevin Zollman, Microsoft Corporation.

IIS 5 metodo directory temporanea algoritmo akz

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 255801 - Ultima revisione: 02/09/2014 04:20:52 - Revisione: 2.1

  • Microsoft Internet Information Services 5.0
  • kbnosurvey kbarchive kbmt kbinfo KB255801 KbMtit
Feedback