HOW TO: Configurare ADMT per la migrazione da Windows NT 4.0 a Windows 2000

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I260871
Questo articolo è stato archiviato. L’articolo, quindi, viene offerto “così come è” e non verrà più aggiornato.

CONTENUTO DELL'ATTIVITÀ


IMPORTANTE: in questo articolo sono contenute informazioni su come modificare il Registro di sistema. Prima di modificare il Registro di sistema, assicurarsi tuttavia di sapere come ripristinarlo in caso di problemi. Per informazioni su come eseguire questa operazione, vedere l'argomento della Guida relativo al ripristino del Registro di sistema in Regedit.exe oppure l'argomento relativo al ripristino di una chiave del Registro di sistema in Regedt32.exe.
Sommario
È possibile utilizzare lo strumento Active Directory Migration (ADMT) per eseguire la migrazione di utenti, gruppi e computer da un dominio a un altro. In questo articolo viene descritta la procedura per eseguire una migrazione da un dominio Microsoft Windows NT 4.0 a un dominio Windows 2000.

ATTENZIONE: l'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema può causare seri problemi che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non garantisce che i problemi derivanti dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema possano essere risolti. L'utilizzo dell'editor del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente.

Per informazioni su come modificare il Registro di sistema, vedere l'argomento della Guida "Modifica di chiavi e valori" nell'editor del Registro di sistema (Regedit.exe) oppure gli argomenti relativi all'aggiunta e all'eliminazione di informazioni nel Registro di sistema e alla modifica dei dati del Registro di sistema in Regedt32.exe. Si raccomanda di eseguire una copia di backup del Registro di sistema prima di modificarlo. Se si utilizza Windows NT o Windows 2000 occorre inoltre aggiornare il disco di ripristino.


NOTA: in questo articolo si presuppone che il dominio di origine esegua il Service Pack versione 4 o successiva di Windows NT 4.0 e che il dominio di destinazione sia un dominio di Windows 2000 in modalità originale.

ADMT deve essere eseguito da un controller di dominio primario che sia il proprietario del ruolo FSMO (Flexible Single Master Operation) nel dominio di destinazione.

Torna all'inizio

Trust

  1. Configurare il dominio di origine affinché consideri affidabile il dominio di destinazione.
  2. Configurare il dominio di destinazione affinché consideri affidabile il dominio di origine.

Torna all'inizio

Gruppi

  1. Dal dominio di origine aggiungere il gruppo globale degli amministratori del dominio al gruppo locale degli amministratori del dominio di destinazione.
  2. Dal dominio di destinazione aggiungere il gruppo globale degli amministratori del dominio al gruppo locale degli amministratori del dominio di origine.
  3. Nel dominio di origine creare un nuovo gruppo locale denominatoDominio origine$$$ (questo gruppo non deve contenere alcun membro).

Torna all'inizio

Controllo

  1. Nel dominio di origine abilitare il controllo della riuscita o meno della gestione di utente e gruppi.
  2. Nel dominio di destinazione abilitare il controllo della riuscita o meno del controllo della gestione degli account nei criteri predefiniti dei controller di dominio.

Torna all'inizio

Registro di sistema

Sul controller di dominio primario per il dominio di origine aggiungere il valore TcpipClientSupport:REG_DWORD:0x1 al di sotto della chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control\LSA.

Torna all'inizio

Risorse amministrative condivise

Le risorse amministrative condivise devono esistere nel controller di dominio del dominio di destinazione in cui si esegue ADMT, oltre che in qualsiasi computer su cui verrà inviato un agente.

Torna all'inizio

Diritti utente

È necessario connettersi al computer su cui si esegue ADMT utilizzando un account dotato dei seguenti diritti:
  • Diritti di amministratore di dominio per il dominio di destinazione
  • Membro del gruppo degli amministratori del dominio di origine
  • Diritti di amministratore per ciascun computer in cui viene eseguita la migrazione
  • Diritti di amministratore per ciascun computer in cui si esegue la traduzione della protezione
Pertanto, sarà sufficiente accedere al controller di dominio primario che sia proprietario del ruolo FSMO per il dominio di destinazione utilizzando l'account Administrator del dominio di origine, purché il gruppo degli amministratori di dominio del dominio di origine appartenga al gruppo degli amministratori di ciascun computer.

Torna all'inizio
Proprietà

ID articolo: 260871 - Ultima revisione: 01/23/2014 20:10:33 - Revisione: 1.0

Microsoft Windows 2000 Advanced Server, Microsoft Windows 2000 Server

  • kbnosurvey kbarchive kbhowto kbhowtomaster kbmigrate KB260871
Feedback