Al momento sei offline in attesa che la connessione Internet venga ristabilita

Descrizione dell'utilità Ripristino configurazione di sistema di Windows Millennium Edition

Dichiarazione di non responsabilità per articoli della Microsoft Knowledge Base su prodotti non più supportati
Questo articolo è stato scritto sui prodotti per cui Microsoft non offre più supporto. L’articolo, quindi, viene offerto ‘così come è’ e non verrà più aggiornato.
Sommario
In questo articolo viene descritta l'utilità Ripristino configurazione di sistema di Windows Millennium Edition (Me).

Verranno illustrati i seguenti argomenti:
  • Che cos'è l'utilità Ripristino configurazione di sistema
  • Tipi di file monitorati
  • Avvio e utilizzo di Ripristino configurazione di sistema
  • Creazione di punti di ripristino
  • Creazione e utilizzo di punti di ripristino manuali
  • Archivio dati
  • Riavvio dopo un'operazione di ripristino non riuscita
Informazioni
Che cos'è l'utilità Ripristino configurazione di sistema
Ripristino configurazione di sistema è un'utilità progettata per il monitoraggio automatico e la registrazione delle modifiche apportate ai file di sistema principali di Windows e al Registro di configurazione. Consente di annullare le modifiche che causano l'instabilità del sistema, ossia di ripristinare la situazione precedente. Ciò avviene registrando periodicamente dei "punti di ripristino" (o punti di arresto del sistema) che forniscono la possibilità di riportare il sistema alle condizioni esistenti quando il computer funzionava correttamente.

Ripristino configurazione di sistema non è un programma per la disinstallazione o il backup. Se Windows non funziona correttamente dopo avere installato software o driver, utilizzare lo strumento Installazione applicazioni del Pannello di controllo o il programma di disinstallazione incluso nel pacchetto per rimuovere il software prima di utilizzare Ripristino configurazione di sistema.

Tipi di file monitorati

Ripristino configurazione di sistema esegue il monitoraggio della maggior parte dei file con estensione exe, vxd, dll, com e sys. Non esegue invece il monitoraggio dei file creati dall'utente (ad esempio quelli con estensione txt, doc o xls), della cartella Documenti, dei file temporanei di Internet (compresi quelli della Cronologia, i cookie e i Preferiti), del Cestino e del file di scambio di Windows (swp).

Avvio e utilizzo di Ripristino configurazione di sistema

Per avviare Ripristino configurazione di sistema, procedere come segue:
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, quindi Accessori, Utilità di sistema e fare clic su Ripristino configurazione di sistema.

    La prima volta che si utilizza Ripristino configurazione di sistema, nella schermata introduttiva sono disponibili due opzioni:
    • Ripristina uno stato precedente del computer
    • Opzione per la creazione di un punto di ripristino
  2. Fare clic su Ripristina uno stato precedente del computer e scegliere Avanti.

    Viene visualizzato un calendario.
  3. Scegliere nel calendario il punto di ripristino desiderato.
  4. Scegliere Avanti.

    Viene richiesto di chiudere tutte le applicazioni prima di completare il processo di ripristino perché il computer verrà riavviato.
  5. Dopo il riavvio, viene visualizzata una schermata di conferma. Scegliere OK per continuare a utilizzare il computer.
La volta successiva che si avvia Ripristino configurazione di sistema, sarà visualizzata una terza opzione, Annulla l'ultimo ripristino. Quest'ultima opzione è resa disponibile nel caso il ripristino effettuato al punto prescelto non risolva il problema originale che si verificava quando si è iniziata la procedura di risoluzione dei problemi.

Creazione di punti di ripristino

Vengono creati punti di ripristino nelle seguenti condizioni:
  • Vengono creati punti di arresto del sistema automatici ogni 10 ore di utilizzo effettivo del computer, ma solo dopo 2 minuti di inattività. Se questo criterio non viene soddisfatto, viene creato un punto di arresto del sistema ogni 24 ore dopo 2 minuti di inattività del computer.
  • Vengono creati punti di ripristino da pacchetti di installazione che utilizzano la tecnologia Microsoft Software Installer (MSI).
  • Vengono creati punti di ripristino da pacchetti di installazione che utilizzano InstallShield 6.1 Pro e versioni successive.
  • Vengono creati punti di ripristino quando viene installato un pacchetto di aggiornamento mediante AutoUpdate (AU).
  • Vengono creati punti di ripristino quando si utilizza Ripristino configurazione di sistema per riportare il sistema alle condizioni contenute in un punto di ripristino diverso. Se la procedura viene eseguita in modalità provvisoria non vengono tuttavia creati punti di ripristino.
  • I punti di ripristino possono inoltre essere creati manualmente attraverso l'interfaccia Ripristino configurazione di sistema.
I file dei punti di ripristino e di arresto del sistema creati in base alle condizioni sopra riportate vengono memorizzati in formato compresso (cab) e si trovano nella cartella _Restore (chiamata anche "Archivio dati") sull'unità in cui è installato Windows Millennium. Non è possibile spostare o modificare l'archivio dati. Tutti i dischi rigidi presenti nel computer conterranno una cartella _Restore a scopo di indicizzazione e monitoraggio e ciascuna di queste cartelle conterrà un file denominato Srdiskid.dat.

Creazione e utilizzo di punti di ripristino manuali

È possibile creare punti di ripristino manuali prima di installare driver di periferiche o software, se non si è certi dell'influenza che questi avranno sulle prestazioni globali di Windows. Se non è possibile utilizzare il programma di disinstallazione del pacchetto, si potrà ricorrere al punto di ripristino manuale creato. Per creare un punto di ripristino manuale, procedere come segue:
  1. Fare clic su Crea un punto di ripristino, quindi scegliere Avanti.
  2. Immettere la descrizione del punto di ripristino e scegliere Avanti per confermare la creazione.
  3. Scegliere OK oppure Home.
Archivio dati
La dimensione dell'archivio dati è determinata dalla dimensione dell'unità su cui è installato Windows come segue:
  • La dimensione minima dell'archivio dati è di 200 megabyte (MB). Se l'unità su cui è installato Windows dispone di meno di 200 MB di spazio libero dopo l'installazione di Windows Millennium, l'opzione Ripristino configurazione di sistema è disattivata per impostazione predefinita e sarà necessario attivarla manualmente dopo aver liberato sufficiente spazio su disco. Se Ripristino configurazione di sistema viene disabilitata a causa della notifica della scarsità di spazio su disco, torna automaticamente disponibile quando si libera spazio sufficiente.
  • Sulle unità logiche aventi capacità inferiore a 4 gigabyte (GB), la dimensione massima dell'archivio dati è di 400 MB.
  • Sulle unità logiche con capacità pari a 4 GB o superiore, l'archivio dati occupa circa il 12% dello spazio dell'unità logica su cui è installato Windows Millennium.
Una volta che l'archivio dati ha raggiunto il 90% dello spazio ad esso riservato, inizia l'eliminazione dei punti di ripristino più vecchi, in base al concetto FIFO (first-in first-out) finché le sue dimensioni non raggiungono il 50% dello spazio assegnatogli. Il numero effettivo di punti di ripristino disponibili dopo che è avvenuta questa eliminazione può variare a seconda del software recentemente installato.

Per impostare manualmente la dimensione dell'archivio dati, procedere come segue:
  1. Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Sistema.
  2. Fare clic sulla scheda Prestazioni.
  3. Scegliere File System.
  4. Nella scheda Disco rigido spostare il dispositivo di scorrimento Utilizzo spazio su disco per Ripristino configurazione di sistema sulla dimensione preferita.
NOTA IMPORTANTE: riducendo lo spazio su disco utilizzabile da Ripristino configurazione di sistema si rischia di causare la cancellazione di punti di ripristino esistenti in base alla logica FIFO, quindi prestare attenzione quando si esegue questa operazione.

Riavvio dopo un'operazione di ripristino non riuscita
Se risulta impossibile riavviare il computer e l'ultima operazione eseguita è stato un ripristino della configurazione di sistema, è possibile servirsi del disco di ripristino di emergenza per riportare il computer allo stato precedente l'operazione di ripristino. Utilizzando il disco di ripristino per riavviare il computer viene visualizzato un messaggio di errore analogo al seguente:
L'ultima operazione completata rilevata è un'operazione di ripristino. Si consiglia di ripristinare le modifiche apportate al sistema da Ripristino configurazione di sistema e riavviare prima di continuare. Se si sceglie di non ripristinare tali modifiche, questa opzione non sarà più disponibile.

1)Ripristinare le modifiche apportate al sistema.
2)Non ripristinare le modifiche apportate al sistema.

Selezionare la modalità desiderata
Se si seleziona la prima opzione, il computer torna allo stato che aveva prima dell'operazione di ripristino e viene richiesto di riavviarlo con un messaggio analogo al seguente:

Sono state ripristinate le modifiche apportate dall'ultima operazione di ripristino.

Rimuovere tutti i dischi dalle unità floppy e premere CTRL+ALT+CANC per riavviare il computer.
Sebbene non sia consigliabile, è comunque possibile disattivare Ripristino configurazione di sistema procedendo come segue:
  1. Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Sistema.
  2. Fare clic sulla scheda Prestazioni.
  3. Scegliere File System.
  4. Fare clic sulla scheda Risoluzione dei problemi.
  5. Selezionare la casella di controllo Disattiva Ripristino configurazione di sistema.
  6. Scegliere OK, quindi Chiudi.
  7. Riavviare il computer quando richiesto.
Proprietà

ID articolo: 267951 - Ultima revisione: 11/09/2004 15:24:51 - Revisione: 1.2

Microsoft Windows Millennium Edition

  • kbfaq kbfile kbui kbhowto KB267951
Feedback
t>