Messaggi di posta elettronica in modo errato vengono messi in quarantena nelle distribuzioni di ibridi di Exchange che utilizzano il controllo centralizzato della posta

IMPORTANTE: il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l’obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre è perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilità per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualità della traduzione.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 3079142
Nota La procedura guidata Configurazione ibrida inclusa in di Exchange Management Console in Microsoft Exchange Server 2010 non è più supportata. Pertanto, è non devono più utilizzare la procedura guidata Configurazione ibrida precedente. Utilizzare invece la procedura guidata di configurazione di Office 365 ibrida disponibile alla http://aka.ms/HybridWizard. Per ulteriori informazioni, vedere Office 365 ibrida configurazione guidata di Exchange 2010.
PROBLEMA
È un'ibrido di distribuzione locale di Exchange Server ed Exchange Online in Office 365. In questa distribuzione, si utilizza il controllo centralizzato della posta. In questo modo i messaggi per inviare al server di posta locale prima che siano inviati alle cassette postali di Exchange Online. In questo scenario, si verifichi uno o più dei seguenti sintomi:
  • Le notifiche di posta indesiderata per gli utenti vengono messi in quarantena.
  • Vengono messi in quarantena i messaggi di posta elettronica nell'elenco Consenti.
  • Messaggi di posta elettronica che vengono rilasciati dalla quarantena vengono requarantined.
  • Sender Policy Framework (SPF) verifiche hanno esito negativo al secondo passaggio.
CAUSA
Questo problema si verifica se l'organizzazione di Exchange in linea o dell'organizzazione locale non è impostato per promuovere le intestazioni di posta elettronica come cross locale (ovvero, da Exchange Online per il server locale a Office 365).
SOLUZIONE
  1. Verificare che il controllo centralizzato della posta è attivato e impostato per promuovere le intestazioni in Office 365. A tale scopo, attenersi alla seguente procedura:
    1. Connettersi a Exchange Online utilizzando una sessione remota di Windows PowerShell. Per ulteriori informazioni, vedere Connessione a Exchange Online tramite PowerShell remoto.
    2. Consente di visualizzare le informazioni di configurazione del connettore in uscita ibrido nell'organizzazione di Exchange Online. A tale scopo, eseguire il comando seguente:
      Get-OutboundConnector "Contoso Outbound Connector" | Format-List
      Verificare che il valore di RouteAllMessagesViaOnPremises proprietà è impostata su $true.
    3. Visualizza le informazioni di configurazione dell'ibrido in ingresso connettore in linea di Exchange dell'organizzazione. A tale scopo, eseguire il comando seguente:
      Get-InboundConnector "Contoso Inbound Connector" | Format-List
      Verificare che il valore di CloudServicesMailEnabled proprietà è impostata su $true.
    4. Individuare la seguente riga di intestazioni:
      X-MS-Exchange-Organization-Cross-Premises-Headers-Promoted:<Office 365="" server="" name=""></Office>
      Ad esempio, BY2FFO11FD002.protection.gbl.

      Nota Se il RouteAllMessagesViaOnPremises proprietà e il CloudServicesMailEnabled proprietà è impostata su $falsee X-MS-Exchange-Organization-Cross-Premises-Headers-Promoted:<Office 365="" server="" name=""> </Office>intestazione non viene trovato, questa soluzione non si applica alla configurazione dell'organizzazione.
  2. Inviare un messaggio di test in ingresso a una cassetta postale di Exchange Online indirizzando prima il messaggio tramite il server locale. Individuare le seguenti righe di intestazione X nelle intestazioni del messaggio. Ciò consente di indicare che il messaggio è stato analizzato due volte nel settore dei trasporti.
    • X-Forefront-Antispam-Report-non attendibile: È il primo passaggio. Si verifica quando il messaggio viene ricevuto in Office 365. L'indirizzo IP (bonifico bancario o postale) su tale riga sarà un indirizzo IP Internet.
    • Report X-Forefront Antispam: È il secondo passaggio. Si verifica quando il messaggio viene restituito dal server locale e viene ricevuto per la seconda volta in Office 365. L'indirizzo IP sarà l'indirizzo IP del server dell'organizzazione locale.
    Nota Se è presente una sola intestazione X-Forefront, questa soluzione non si applica alla configurazione dell'organizzazione.
  3. Per promuovere le intestazioni dall'ambiente locale in Office 365, attenersi alla seguente procedura:
    1. Verificare che le intestazioni sono attualmente non viene innalzato di livello. A tale scopo, verificare se la riga seguente non è presente nelle intestazioni:

      X-MS-Exchange-Organization-Cross-Premises-Headers-Promoted:<On-premises server="" name=""></On-premises>
      Ad esempio, il nome del server locale è "contoso_on_premises.contoso.com."
    2. Individuare X-OriginatorOrg dalle intestazioni. Sia nel formato "contoso.onmicrosoft.com."
    3. Aprire Exchange Management Shell in 2013 Exchange o Exchange 2010 ed eseguire i seguenti comandi:

      • New-RemoteDomain -Name 'Hybrid Domain - contoso.onmicrosoft.com' -DomainName 'contoso.onmicrosoft.com'
      • Set-RemoteDomain 'Hybrid Domain - contoso.onmicrosoft.com' -TrustedMailOutboundEnabled $true -TrustedMailInboundEnabled $true
    4. Verificare che il problema è stato risolto. Inviare un nuovo messaggio e quindi verificare che sia presente nelle intestazioni di riga seguente:

      X-MS-Exchange-Organization-Cross-Premises-Headers-Promoted:<On-premises server="" name=""></On-premises>
      Ad esempio, il nome del server locale è "contoso_on_premises.contoso.com."
ULTERIORI INFORMAZIONI
Per ulteriori informazioni, vedere le seguenti risorse di Microsoft:

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 3079142 - Ultima revisione: 04/27/2016 04:29:00 - Revisione: 3.0

Microsoft Exchange Online, Microsoft Exchange Online Protection, Microsoft Exchange Server 2010 Enterprise, Microsoft Exchange Server 2010 Standard, Microsoft Exchange Server 2013 Enterprise, Microsoft Exchange Server 2013 Standard

  • o365022013 o365 o365a o365e o365m eop hybrid kbmt KB3079142 KbMtit
Feedback