Evitare i metodi di integrazione non supportato per Exchange

IMPORTANTE: il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l’obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre è perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilità per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualità della traduzione.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 3086992
Introduzione
In questo articolo viene descritto come Microsoft servizio supporto tecnico clienti consentono agli sviluppatori di creare soluzioni personalizzate che implementano anche vari standard aperti e che integratewith di Microsoft Exchange Server.
Informazioni
Quando si scrive codice per Exchange Server, è importante utilizzare supportato API e metodologie. In alcuni casi, gli sviluppatori tentano di ampliarne le funzionalità di Exchange o in caso contrario le applicazioni si integrano con Exchange utilizzando alcuni metodologia non supportato. In questo modo Exchange di instabilità e si comportano in modo imprevisto.

Le procedure seguenti non sono supportate da Microsoft:

  • Utilizzando la rappresentazione di thread rispetto a Exchange utilizzando le API che non supportano in modo specifico la rappresentazione di thread
  • La modifica di OWA, EWS, EAS o simili flussi sul server Accesso Client
  • Esecuzione di un modulo o un'estensione ISAPI in un pool di applicazioni di Exchange
  • Modifica dell'account con cui viene eseguito un pool di applicazioni di Exchange
  • Inserendo le DLL dei processi di Exchange in modo non supportato
Exchange utilizza interfacce specifiche e procedure consigliate per i quali è progettato e testato. Poiché queste pratiche introducono funzionalità utilizzando una metodologia non supportata, Microsoft considera questo tipo di sviluppo per non essere supportate.

Quando il supporto Microsoft rileva applicazioni di terze parti che sembrano utilizzare una delle metodologie elencate, verrà probabilmente chiedono di rimuovere l'applicazione per verificare se il problema è stato riprodotto. Se il problema non si presenta dopo la rimozione dell'applicazione di terze parti, è necessario contattare il personale di supporto per il prodotto per risolvere il problema.

Exchange dispone di controlli per impedire che codice eseguendo la rappresentazione di thread. Ad esempio, Exchange può arrestare il processo molto improvvisamente (FastFail). In questa situazione, 4999 evento viene registrato nel registro eventi di Exchange e containsthe il testo seguente:

M.E.D.D.ConnectionPoolManager.BlockImpersonatedCallers

Themechanisms per rappresentare l'account dispongono di API come EWS che consentono la rappresentazione da altre applicazioni. Protezione software e single sign-on sono tipici esempi di applicazioni che utilizzano la rappresentazione di thread per modificare le credenziali per le chiamate che vengono inviate a Exchange.

Codice di terze parti che viene eseguito in un'applicazione con il processo di lavoro del pool di anotherapplicationcan causare problemi a meno che le applicazioni vengono effettuate a lavorare con uno altri. Exchange non consente altre applicazioni per l'esecuzione con i processi di lavoro. I processi di pool di applicazione Exchange appartengono esclusivamente a Exchange e non è consigliabile eseguire il codice di terze parti sotto di essi. Questa operazione può causare conflitti con Exchange e provocare processi l'esito negativo.

Alcuni sviluppatori di modificano l'account con cui funzionamento delle diverse parti di Exchange per ottenere alcune funzionalità che non avrebbero altrimenti. Questo causeserver possibile si blocca, il danneggiamento dei dati, andother unexpectedproblems. Questi problemi potrebbero verificarsi in qualsiasi punto del processo.

Esistono metodi supportati per l'integrazione personalizzata di DLLswith Exchange, ad esempio gli agenti di trasporto personalizzati. Si consiglia di non utilizzare un metodo che non è supportato dall'ambiente di sviluppo di Exchange. Ad esempio, un inserimento forzato di una DLL è un metodo non supportato per caricare una DLL personalizzata in Exchange.

È molto importante evitare di metodi che non sono supportati quando opportuno considerare la possibilità di integrare le applicazioni di terze parti con Exchange. Questo tipo di pratica può avere conseguenze gravi in un secondo momento, ad esempio la necessità di riscrivere un'applicazione o di perdita di funzionalità. Alla fine, si potrebbero verificarsi un blocco stradale e nessun percorso in cui si desidera spostare in avanti.
Filtro isapi di best practices sviluppo è supportato fastfail 4999 evento rappresentazione thread M.E.D.D.ConnectionPoolManager.BlockImpersonatedCallers

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 3086992 - Ultima revisione: 09/11/2015 21:02:00 - Revisione: 1.0

Microsoft Exchange Server 2013 Enterprise, Microsoft Exchange Server 2010 Enterprise, Microsoft Exchange Server 2007 Enterprise Edition

  • kbsurveynew kbmt KB3086992 KbMtit
Feedback