Aggiornamento di affidabilità Backup Azure: gennaio 2016

IMPORTANTE: il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l’obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre è perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilità per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualità della traduzione.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 3139300
Sommario
In questo articolo vengono descritti i miglioramenti inclusi e i problemi risolti con il gennaio 2016 aggiornamento per Microsoft Azure Backup.

Miglioramenti inclusi

Backup di Azure termina attualmente backup dopo un errore di file singolo. Con questo aggiornamento, Backup Azure continua a eseguire il backup anche dopo l'esito negativo di alcuni file o una cartella di backup. Al termine del Backup Azure, fornisce un messaggio di avviso in cui sono elencati i file che non sono stati sottoposti a backup durante il processo di backup.

Problemi risolti

  • Dopo ogni modifica di cloud in una Data Protection Manager per l'installazione backup Azure (Data Protection Manager-A), il primo punto di ripristino cloud non viene mantenuto.
  • In alcuni scenari, Azure Backup non riesce con uno dei seguenti messaggi di errore:
    Il seguente file essenziali per il backup è manca: NO_PARAM. (0x7F26)

    Si è verificato un errore imprevisto durante l'operazione. Ripetere l'operazione (0x07EF9)

Informazioni sull'aggiornamento

Per applicare questo aggiornamento, installare la versione più recente dell'agente di servizi di ripristino di Microsoft Azure.

Il seguente file è disponibile per il download da Microsoft Download Center:
Nota La versione più recente dell'agente di servizi di ripristino di Microsoft Azure è 2.0.9028.0.

Per ulteriori informazioni su come scaricare i file di supporto Microsoft, fare clic sul seguente numero di articolo per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
119591 Come ottenere file di supporto Microsoft dai servizi online
Microsoft ha analizzato questo file per individuare eventuali virus. Microsoft ha utilizzato il software antivirus più recente disponibile alla data in cui il file è stato registrato. Il file è archiviato in un server con protezione avanzata che impedisce modifiche non autorizzate al file.

Informazioni sul riavvio

Potrebbe essere necessario riavviare il computer dopo avere applicato questo aggiornamento.

Informazioni sulla sostituzione

Questo aggiornamento sostituisce l'aggiornamento rilasciato in precedenza 3109750.

Prerequisiti

Se si utilizza System Center 2012 R2 Data Protection Manager (DPM), applicare Aggiornamento cumulativo 6 per System Center 2012 R2 Data Protection Manager o versione successiva dopo aver installare questo aggiornamento per l'agente di Backup di Azure.
Status
Microsoft ha confermato che questo è un problema per i prodotti Microsoft elencati nella sezione "Si applica a".
Riferimenti
Per ulteriori informazioni, vedere la terminologia utilizzata da Microsoft per descrivere gli aggiornamenti software.

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 3139300 - Ultima revisione: 02/11/2016 02:25:00 - Revisione: 1.0

Microsoft Azure Recovery Services

  • kbqfe kbsurveynew kbexpertiseadvanced kbfix atdownload kbmt KB3139300 KbMtit
Feedback