PRB: Il tipo di errore "Impossibile aprire file con estensione pst" si verifica quando si utilizza un profilo del server POP3 con SQL Mail

Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 313969
Questo articolo è stato archiviato. L’articolo, quindi, viene offerto “così come è” e non verrà più aggiornato.
Sintomi
Quando si utilizza client Servizi Terminal per accedere a un computer, viene visualizzato il seguente messaggio di errore:
Impossibile aprire il file PST perché è in uso.
È possibile visualizzato questo messaggio di errore in uno dei due seguenti scenari:
  • Se Agente SQL Server o SQL Mail (o entrambi) è configurati per utilizzare un profilo di posta elettronica Post Office Protocol 3 (POP3) e si tenta di aprire Microsoft Outlook utilizzando il profilo stesso.
  • Se si tenta di avviare Agente SQL Server nel momento stesso in cui un client di Outlook che utilizza un profilo di posta elettronica POP3 è aperto, e SQL Mail è configurato per utilizzare lo stesso profilo come il client di Outlook.
In una situazione diversa in cui uno dei processi (Outlook o Agente SQL Server o SQL Mail) modifica effettivamente il file con estensione pst (ad esempio inviando un messaggio di posta elettronica o creare una nuova cartella), si verificano il seguente messaggio di errore quando l'altro processo sta tentando di accedere ai file con estensione pst:
"Il file 'percorso e nome del file' pst non è accessibile perché è modificato un'altra workstation. Chiudere, quindi riavviare tutte le applicazioni di posta elettronica."
Cause
Applicazione di un solo utente alla volta può accedere a un file pst.
Workaround
Per ovviare al problema, utilizzare uno dei seguenti metodi:
  • Per accedere correttamente il file pst quando ci si connette tramite client di Servizi Terminal per l'utilizzo di Outlook:
    1. Arrestare il servizio MSSQLSERVER.
    2. Avviare Outlook, controllare la posta elettronica e quindi uscire da Outlook.
    3. Riavviare il servizio MSSQLSERVER.
  • È possibile accedere anche il file con estensione pst senza interrompere il servizio MSSQLSERVER. Invece di Terminal Services, che (che apre una seconda sessione con lo stesso account) utilizzano Condivisione Desktop remoto (per solo Microsoft Windows XP), Microsoft NetMeeting o prodotti di gestione del computer remoto di terze parti. In questo modo, è possibile accedere al computer nello stesso contesto utente attualmente in esecuzione sullo stesso computer.
  • Per evitare il problema completamente, utilizzare profili distinti per Outlook e SQL Mail o Agente SQL Server, che a sua volta utilizzare file pst separato.
  • È possibile utilizzare Microsoft Exchange Server come server di posta elettronica, nel qual caso non viene utilizzato un file pst e più contesti utente possono accesso alla cassetta postale nello stesso momento.
Status
Questo comportamento legato alla progettazione.

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 313969 - Ultima revisione: 12/07/2015 08:18:10 - Revisione: 3.2

Microsoft SQL Server 2000 Standard Edition, Microsoft SQL Server 7.0 Standard Edition

  • kbnosurvey kbarchive kbmt kbprb KB313969 KbMtit
Feedback