Dispositivi continuano a provare a registrare in una sottoscrizione Intune annullata

IMPORTANTE: il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l’obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre è perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilità per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualità della traduzione.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 3182596
Sintomi
Si consideri lo scenario seguente:
  • Sottoscrizione di un utente Intune è stata annullata e la Console di amministrazione Intune non è più accessibile.
  • È stato selezionato un diverso provider MDM. L'autorità MDM per quest'ultimo è ancora impostata su Intune, Office 365 oppure CM.

In questo scenario, i dispositivi dell'utente ancora tentare di iscrivere Intune.
Cause
Questo problema si verifica se i record CNAME che sono stati impostati come prerequisiti per la registrazione di dispositivo (come descritto in https://technet.microsoft.com/en-us/library/dn764959.aspx) sono ancora presenti. A condizione che questi record CNAME sono ancora presenti, la registrazione automatica dei dispositivi senza la specifica di un server di registrazione viene reindirizzata ai server Microsoft Intune. Questo è il comportamento previsto. Se il cliente imposta CNAME con il provider di nome di dominio di inoltro in modo che punti verso il servizio Intune, verranno effettuato un tentativo di registrare Intune nei dispositivi. Per correggere questo comportamento, il cliente deve modificare i record CNAME con i provider di nomi di dominio.

Si tenga presente che l'autorità MDM non ha alcun effetto sulla soluzione MDM del provider, purché i dispositivi non vengono reindirizzati ai server di registrazione Intune con vecchi record CNAME che possono essere ancora presente. Dopo aver configurato l'autorità MDM, rimarrà in questo modo solo se un cliente sceglie per passare a un'altra struttura all'interno di possibili configurazioni di MDM, ad esempio da Intune o Office 365 per ConfigMgr, o viceversa.
Risoluzione
Se si passa il provider MDM da Microsoft Intune a un'altra società, o se non si desidera passare a MDM incorporato di Office 365, controllare se i record CNAME che sono state impostate come prerequisiti per la registrazione (per dispositivo https://technet.microsoft.com/en-us/library/dn764959.aspx) non sono più presenti.

Se questi record CNAME rimangono presenti, i dispositivi continuerà a cercare di registrare nel server MDM Intune, poiché le richieste di registrazione e registrazione vengono reindirizzate ai server di Microsoft per il nuovo provider invece che dalle precedenti voci CNAME. Per evitare questo comportamento, mentre i record CNAME sono ancora impostati su server di registrazione basato su Microsoft, è necessario ignorare le informazioni sul server di registrazione nel dispositivo stesso, presupponendo che l'opzione è disponibile nell'interfaccia dell'unità di registrazione.

Nota Assicurarsi che non verificare che tutti i domini di alcun record CNAME che punta a manage.microsoft.com o EnterpriseRegistration.windows.net.

Esempio
Si supponga di disporre di un Office 365 tenant per contoso.onmicrosoft.com e aver verificato la contoso-1.com, 2.com di contoso, contoso-3.net domini. In questo caso, è necessario controllare tutte le possibili CNAME per questi domini. Per controllare i record CNAME, aprire un prompt dei comandi e quindi immettere quanto segue:

Nslookup-tipo = enterpriseenrollment cname. <domain>. <com></com></domain>

Se un record CNAME è impostato, la risposta sarà simile al seguente:

Risposta non definitiva:
enterpriseenrollment. <domain>. nome canonico <com>= manage.microsoft.com

</com></domain>
A questo punto, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

Nslookup-tipo = enterpriseregistration cname. <domain>. <com></com></domain>

Se un record CNAME è impostato, la risposta sarà simile al seguente:

Risposta non definitiva:
enterpriseenrollment. <domain>. nome canonico <com>= EnterpriseRegistration.windows.net
</com></domain>

Inoltre, è possibile controllare qualsiasi strumento disponibile in linea da diverse entità per una procedura di ricerca semplificata pagina Web interattiva. Ciò consente inoltre di controllare diversi rami di gerarchia DNS utilizzando i provider di strumento in diverse aree per assicurarsi che tutte le modifiche che sono state inviate al tuo registro di dominio sono percolated tramite la gerarchia. Tenere presente che le modifiche DNS possono richiedere fino a diversi giorni in alcuni casi.

Nota importante
Nell'esempio precedente, è necessario verificare anche se è impostato per una qualsiasi delle seguenti voci CNAME e caso in tal, ciò che non fanno riferimento a:
  • enterpriseenrollment.contoso-1.com
  • enterpriseregistration.contoso-1.com
  • enterpriseenrollment.contoso-2.com
  • enterpriseregistration.contoso-2.com
  • enterpriseenrollment.contoso-3.net
  • enterpriseregistration.contoso-3.net
Se le voci che fanno riferimento a manage.microsoft.com o EnterpriseRegistration.windows.net, è necessario eliminare queste dal sito del Registro di dominio e quindi impostare i nuovi record CNAME che sono specificati dal provider di nuovo.

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 3182596 - Ultima revisione: 08/04/2016 15:20:00 - Revisione: 2.0

Microsoft Intune

  • kbmt KB3182596 KbMtit
Feedback