Al momento sei offline in attesa che la connessione Internet venga ristabilita

Risoluzione dei problemi relativi all'avvio del sistema in Windows Server 2003

Il supporto per Windows Server 2003 è terminato il 14 luglio 2015.

Microsoft ha sospeso il supporto per Windows Server 2003 in data 14 luglio 2015. Questa modifica ha interessato gli aggiornamenti software e le opzioni di sicurezza. Ulteriori informazioni su come continuare a essere protetti.

Per la versione di questo articolo relativa a Microsoft Windows 2000, vedere: 315396.
Per la versione di questo articolo relativa a Windows XP, vedere: 308041.
Sommario
In questo articolo sono descritte procedure per la risoluzione dei problemi di avvio in Windows Server 2003.

L'avvio corretto di Windows è costituito dalle seguenti fasi:
  • Fase iniziale
  • Fase del caricatore di avvio
  • Fase del kernel
  • Fase di accesso
Se durante una di queste fasi si verifica un problema, è possibile che Windows non venga avviato correttamente e che si riscontrino i seguenti problemi:
  • Il computer non risponde (si blocca).
  • Viene visualizzato un messaggio di errore.
Se si verifica un problema di avvio dopo aver scelto Microsoft Windows Server 2003 nel menu del caricatore di avvio o quando viene visualizzato il messaggio che richiede di selezionare il sistema operativo da avviare, è possibile che i file necessari per eseguire il sistema operativo desiderato siano mancanti o danneggiati. In Windows sono disponibili diverse opzioni per risolvere questo tipo di problema, tra cui la modalità provvisoria, la Console di ripristino di emergenza e il Ripristino automatico di sistema.

Come avviare il computer utilizzando la funzionalità Ultima configurazione sicuramente funzionante

Se il problema di avvio si verifica subito dopo aver modificato il computer, ad esempio dopo l'installazione di un nuovo driver, provare ad avviare il computer utilizzando la funzionalità Ultima configurazione sicuramente funzionante.

Quando si utilizza questa funzionalità, il computer viene avviato utilizzando le impostazioni funzionanti più recenti. Questa funzionalità consente di ripristinare le informazioni del Registro di sistema e le impostazioni dei driver che erano in uso l'ultima volta che il computer è stato avviato correttamente. Utilizzare questa funzionalità quando è impossibile avviare Windows dopo aver apportato una modifica al computer, ad esempio dopo l'installazione o l'aggiornamento di un driver di periferica.

Per avviare il computer utilizzando l'ultima configurazione sicuramente funzionante, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sul pulsante Start, quindi scegliere Chiudi sessione.
  2. Selezionare Riavvia, quindi scegliere OK.
  3. Quando viene visualizzato il messaggio Selezionare il sistema operativo da avviare, premere il tasto F8.
  4. Utilizzare i tasti di direzione per selezionare Ultima configurazione sicuramente funzionante, quindi premere Invio.

    Nota BLOC NUM deve essere disattivato per poter utilizzare i tasti di direzione del tastierino numerico.
  5. Se nel computer sono installati più sistemi operativi, selezionare Microsoft Windows Server 2003 nell'elenco visualizzato, quindi premere Invio.
Note
  • Selezionando Ultima configurazione sicuramente funzionante sarà possibile risolvere i problemi causati, ad esempio dall'aggiunta di un nuovo driver non corretto per l'hardware. La funzionalità non consente la risoluzione dei problemi causati da driver o file danneggiati o mancanti.
  • Quando si seleziona Ultima configurazione sicuramente funzionante, vengono ripristinate solo le informazioni nella seguente chiave del Registro di sistema:
    HKLM\System\CurrentControlSet
    Ogni altra modifica apportata ad altre chiavi del Registro di sistema verrà mantenuta.
Se è possibile avviare il computer utilizzando la funzionalità Ultima configurazione sicuramente funzionante, la causa del problema di avvio potrebbe essere l'ultima modifica apportata al computer, ad esempio l'installazione di un driver. Si raccomanda di rimuovere o aggiornare il driver o il programma e successivamente verificare che Windows sia avviato in modo corretto.

Come avviare il computer in modalità provvisoria

Quando si avvia il computer in modalità provvisoria, vengono caricati solo i driver e i servizi di sistema necessari. È possibile utilizzare la modalità provvisoria per identificare e risolvere problemi provocati da driver, programmi o servizi difettosi che vengono avviati automaticamente.

Se il computer si avvia in modalità provvisoria ma non in modalità normale, è possibile che la causa del problema sia un conflitto a livello di impostazioni hardware oppure di risorse. Potrebbero essersi verificate incompatibilità fra programmi, servizi o driver oppure il Registro di sistema potrebbe essere danneggiato. In modalità provvisoria è possibile disattivare o rimuovere il programma, il servizio o il driver di periferica che si sospetta impedisca l'avvio corretto del computer.

Per risolvere i problemi di avvio in modalità provvisoria, attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sul pulsante Start, quindi scegliere Chiudi sessione.
  2. Selezionare Riavvia, quindi scegliere OK.
  3. Quando viene visualizzato il messaggio Selezionare il sistema operativo da avviare, premere F8.
  4. Nel Menu opzioni avanzate di Windows utilizzare i tasti di direzione per selezionare Modalità provvisoria, quindi premere Invio.

    Nota BLOC NUM deve essere disattivato per poter utilizzare i tasti di direzione del tastierino numerico.
  5. Se nel computer sono installati più sistemi operativi, selezionare Microsoft Windows Server 2003 nell'elenco visualizzato, quindi premere Invio.
  6. Effettuare una delle seguenti operazioni:
    • Se non è possibile avviare il computer in modalità provvisoria, tentare di avviarlo utilizzando la Console di ripristino di emergenza. Se ancora non è possibile avviare il computer, individuare eventuali problemi dell'hardware, quali periferiche difettose o problemi di installazione, di cavi o di connettori. Rimuovere eventuali componenti hardware installati recentemente, quindi riavviare il computer per verificare se il problema si risolve.
    • Se il computer si avvia in modalità provvisoria, procedere alla sezione seguente per risolvere il problema di avvio.

Utilizzare il Visualizzatore eventi per identificare la causa del problema di avvio

Si consiglia di visualizzare i registri eventi nel Visualizzatore eventi per disporre di informazioni che facilitino l'identificazione e la diagnosi della causa del problema di avvio. Per visualizzare gli eventi registrati nei registri eventi, attenersi alla seguente procedura.
  1. Effettuare una delle seguenti operazioni:
    • Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione, quindi Visualizzatore eventi.
    • Avviare lo snap-in Visualizzatore eventi in Microsoft Management Console (MMC).
  2. Nella struttura della console espandere Visualizzatore eventi, quindi fare clic sul registro che si desidera visualizzare. Ad esempio, fare clic su Sistema o Applicazione.
  3. Nel riquadro dei dettagli fare doppio clic sull'evento da visualizzare.

    Per copiare i dettagli dell'evento, fare clic sul pulsante Copia, aprire un nuovo documento nel programma in cui si desidera incollare l'evento, ad esempio Microsoft Word, quindi scegliere Incolla dal menu Modifica.
  4. Per visualizzare la descrizione dell'evento precedente o successivo, premere freccia SU o freccia GIÙ.

Utilizzare System Information per identificare la causa del problema di avvio

Lo strumento System Information consente di visualizzare un riepilogo dei componenti hardware, di sistema e software del computer. È possibile utilizzare questo strumento per identificare possibili problemi di periferiche o conflitti tra periferiche. Per effettuare questa operazione, attenersi alla procedura descritta di seguito.
  1. Fare clic sul pulsante Start, quindi scegliere Esegui.
  2. Nella casella Apri digitare msinfo32, quindi scegliere OK.
  3. Verificare l'eventuale presenza di periferiche difettose o di conflitti tra periferiche. A questo scopo, attenersi alla procedura seguente:
    1. Nella struttura della console espandere Componenti, quindi fare clic su Periferiche con problemi.

      Prendere nota delle periferiche eventualmente elencate nel riquadro di destra.
    2. Nella struttura della console espandere Risorse hardware, quindi fare clic su Conflitti/Condivisioni.

      Prendere nota di eventuali conflitti tra periferiche elencati nel riquadro di destra.
    3. Se si individua un problema legato a una periferica, eseguire l'azione correttiva appropriata, ad esempio rimuovere, disattivare o riconfigurare la periferica o aggiornare il driver, quindi riavviare il computer in modalità normale.

      È possibile utilizzare Gestione periferiche per rimuovere o disattivare le periferiche e i relativi driver. Per ulteriori informazioni su Gestione periferiche, vedere la sezione Utilizzare Gestione periferiche per identificare la causa del problema di avvio.

      Se il computer si avvia correttamente, la causa del problema di avvio potrebbe essere la periferica con problemi segnalata.

      Se il problema si risolve disattivando la periferica, verificare che la periferica sia inclusa nell'elenco di compatibilità hardware (HCL) per Windows Server 2003 e che sia installata correttamente. Rivolgersi inoltre al produttore della periferica per segnalare il problema e richiedere l'eventuale disponibilità di aggiornamenti in grado di risolvere il problema di avvio. Per ulteriori informazioni su come contattare i produttori dell'hardware del computer, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base appropriato fra quelli riportati di seguito:
      65416 Elenco dei contatti relativi ai fornitori di terze parti di hardware e software, A-K

      60781 Elenco dei contatti relativi ai fornitori di terze parti di hardware e software, L-P (potrebbe essere in inglese)

      60782 Elenco dei contatti relativi ai fornitori di terze parti di hardware e software, Q-Z (potrebbe essere in inglese)
      Microsoft fornisce informazioni su come contattare altri produttori allo scopo di facilitare l'individuazione del supporto tecnico. Queste informazioni sono soggette a modifica senza preavviso. Microsoft non si assume alcuna responsabilità sull'accuratezza delle informazioni relative al contatto con altri produttori.
  4. Se nello strumento System Information non vengono segnalati conflitti o periferiche con problemi, verificare i programmi avviati automaticamente all'avvio di Windows. A tal fine, attenersi alla seguente procedura:
    1. Nella struttura della console espandere Ambiente software, quindi fare clic su Programmi ad esecuzione automatica.

      I programmi che vengono eseguiti automaticamente all'avvio di Windows sono elencati nel riquadro di destra.
    2. Disattivare i programmi, quindi riavviare il computer.

      Per informazioni su come disattivare un programma, consultare la documentazione del programma o rivolgersi al produttore.
    3. Se disattivando i programmi a esecuzione automatica il problema di avvio viene risolto, attivare nuovamente i programmi uno alla volta.

      Spegnere e riavviare il computer ogni volta che si attiva un programma e prendere nota di eventuali problemi di avvio. Se il problema si verifica ancora, la causa del problema di avvio potrebbe essere l'ultimo programma riattivato.

Visualizzare il file di registro di avvio in modalità provvisoria

Per risolvere i problemi di avvio, visualizzare il file di registro di avvio Ntbtlog.txt e prendere nota dei driver e dei servizi che non sono stati caricati avviando il computer in modalità provvisoria.Questo file di registro si trova nella cartella %SystemRoot%, che per impostazione predefinita è la cartella Windows. In questo file di registro sono elencate le periferiche e i servizi che vengono caricati o meno quando si avvia il computer in modalità provvisoria. Per aprire e visualizzare un qualsiasi file di registro è possibile utilizzare un editor di testo quale il Blocco note.


Utilizzare l'elenco dei driver e dei servizi non caricati all'avvio in modalità provvisoria per identificare la possibile causa del problema di avvio.

Nota Alcuni problemi di avvio possono verificarsi nelle prime fasi del processo di avvio. In questo caso, è possibile che il file di registro di avvio non venga salvato sul disco rigido.

Utilizzare Gestione periferiche per identificare la causa del problema di avvio

In Gestione periferiche è disponibile la visualizzazione grafica dei componenti hardware installati nel computer. È possibile utilizzare questo strumento per risolvere possibili conflitti tra periferiche o per identificare periferiche incompatibili che potrebbero provocare il problema di avvio.

Per avviare Gestione periferiche, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, fare clic con il pulsante destro del mouse su Risorse del computer, quindi scegliere Gestione.
  2. Espandere Utilità di sistema, quindi scegliere Gestione periferiche.

    Le periferiche installate nel computer sono elencate nel riquadro di destra. Se accanto a una periferica è visualizzato un simbolo, è possibile che si sia verificato un problema. Un punto esclamativo nero (!) in campo giallo, ad esempio, indica che si è verificato un problema con la periferica.

    Nota Per disattivare una periferica in Gestione periferiche, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla periferica, quindi scegliere Disattiva.
  3. Verificare la presenza di eventuali conflitti. A questo scopo, fare doppio clic sulla periferica nel riquadro di destra, quindi scegliere la scheda Risorse.

    Se sussiste un conflitto tra periferiche, sarà segnalato in Elenco periferiche in conflitto.

    Si osservi la casella di controllo Usa impostazioni automatiche. Se la periferica viene rilevata, la casella di controllo è selezionata e la periferica dovrebbe funzionare correttamente. Se tuttavia le impostazioni della risorsa sono basate su Configurazione di base n (dove n è un numero qualsiasi compreso tra 0 e 9), potrebbe essere necessario modificare la configurazione. A tal scopo, fare clic su un'altra configurazione di base nell'elenco oppure modificare manualmente le impostazioni delle risorse. AVVISO Questa procedura potrebbe richiedere la modifica delle impostazioni del CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor) e del BIOS (Basic Input/Output System) del computer. L'errata modifica del BIOS del computer può causare seri danni. La modifica delle impostazioni del CMOS è a rischio e pericolo dell'utente.

    Se non è possibile risolvere il conflitto tra risorse, verificare che il computer sia configurato per consentire l'enumerazione delle periferiche installate. A questo scopo, attivare l'impostazione Plug and Play OS nello strumento Setup del BIOS del computer. Per modificare le impostazioni del BIOS del computer, consultare la documentazione del computer oppure rivolgersi al produttore del computer.
  4. Se si individua una periferica con problemi, disattivarla, quindi riavviare il computer in modalità normale.

    Se il computer si avvia correttamente, il problema di avvio potrebbe essere provocato dalla periferica disattivata.

    Assicurarsi che la periferica sia inclusa nell'elenco di compatibilità hardware (HCL) per Windows Server 2003 e che sia installata correttamente. Rivolgersi inoltre al produttore della periferica per segnalare il problema e richiedere l'eventuale disponibilità di aggiornamenti in grado di risolvere il problema di avvio.
Per ulteriori informazioni su come configurare le periferiche in Gestione periferiche, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
323423 Utilizzo di Gestione periferiche per configurare le periferiche in Windows Server 2003

Come utilizzare l'utilità Configurazione di sistema

L'utilità Configurazione di sistema (Msconfig.exe) automatizza le normali procedure di risoluzione dei problemi utilizzate dagli esperti del Supporto Microsoft per la diagnosi degli errori di configurazione di sistema. È possibile utilizzare questo strumento per modificare la configurazione di sistema e risolvere i problemi mediante un processo di eliminazione. Per utilizzare l'utilità Configurazione di sistema è necessario accedere come amministratore o come membro del gruppo Administrators. Se il computer è connesso a una rete, le impostazioni relative ai criteri di rete potrebbero non consentire l'utilizzo dello strumento. Come metodo di sicurezza ottimale, si consideri l'utilizzo del comando Esegui come per l'esecuzione di queste procedure.

Nota Si consiglia di non utilizzare l'utilità Configurazione di sistema per modificare il file Boot.ini nel computer in uso senza l'assistenza di un addetto del Supporto Microsoft perché potrebbe rendere il computer inutilizzabile.

Creare un ambiente "minimo" per la risoluzione dei problemi

Per creare un ambiente "minimo" per la risoluzione dei problemi, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK. Per utilizzare il comando Esegui come, digitare runas /user:administrator Percorso\msconfig.exe nella casella Apri, quindi fare clic su OK.
  2. Scegliere la scheda Generale, quindi fare clic su Avvio diagnostico: carica soltanto le periferiche e i servizi di base, scegliere OK e Riavvia per riavviare il computer.
  3. Dopo l'avvio di Windows verificare se il problema persiste.

Isolare i problemi utilizzando le opzioni di avvio del sistema

Per isolare i problemi utilizzando le opzioni di avvio del sistema, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  2. Scegliere la scheda Generale, quindi fare clic su Avvio selettivo.
  3. Deselezionare le seguenti caselle di controllo:
    Elabora il file SYSTEM.INI
    Elabora il file WIN.INI
    Carica servizi di sistema
    Non è possibile deselezionare la casella di controllo Utilizza il file BOOT.INI originale.
  4. Per verificare il processo di caricamento del software, assicurarsi che la casella di controllo Carica elementi di avvio sia selezionata, quindi scegliere OK.
  5. Riavviare il computer quando richiesto.

Isolare i problemi utilizzando le opzioni di avvio selettivo

Per isolare i problemi utilizzando le opzioni di avvio selettivo, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  2. Scegliere la scheda Generale, quindi fare clic su Avvio selettivo.
  3. Deselezionare tutte le caselle di controllo in Avvio selettivo. Non è possibile deselezionare la casella di controllo Utilizza il file BOOT.INI originale.
  4. Selezionare la casella di controllo Elabora il file SYSTEM.INI, scegliere OK, quindi riavviare il computer quando richiesto.

    Ripetere la procedura selezionando una casella di controllo per volta. Ogni volta, riavviare il computer. Ripetere la procedura finché il problema persiste.
  5. Quando si verifica il problema, fare clic sulla scheda corrispondente al file selezionato. Se il problema si verifica, ad esempio, dopo che si è selezionato il file Win.ini, fare clic sulla scheda WIN.INI nell'utilità Configurazione di sistema.

Isolare i problemi utilizzando la scheda Avvio

Nella scheda Avvio sono elencati gli elementi specificati nel gruppo Esecuzione automatica, nella sezione load= e run= del file Win.ini e nel Registro di sistema che vengono caricati all'avvio. Per isolare i problemi utilizzando la scheda Avvio, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  2. Fare clic sulla scheda Avvio.
  3. Deselezionare tutte le caselle di controllo.
  4. Per avviare la risoluzione dei problemi, selezionare la prima casella di controllo, scegliere OK e riavviare il computer quando richiesto.

    Ripetere la procedura selezionando una casella di controllo per volta. Ogni volta, riavviare il computer. Ripetere la procedura finché il problema persiste.

Risolvere i problemi relativi ai servizi di sistema

Per risolvere i problemi relativi ai servizi di sistema, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  2. Fare clic sulla scheda Servizi.
  3. Prendere nota dei servizi non selezionati.

    IMPORTANTE L'esecuzione di questo passaggio è essenziale. Le informazioni rilevabili in questa fase saranno necessarie più avanti.
  4. Scegliere Disabilita tutto, quindi OK e riavviare il computer.
  5. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  6. Fare clic sulla scheda Servizi.
  7. Selezionare la casella di controllo relativa a un servizio per attivarlo, quindi scegliere OK.
  8. Riavviare il computer e verificare se il problema persiste.
  9. Ripetere i passaggi da 5 a 8 per ogni servizio finché il problema persiste. Quando si verifica il problema, la causa sarà l'ultimo servizio attivato. Prendere nota del servizio, quindi procedere al passaggio 10.
  10. Selezionare Abilita tutto, deselezionare la casella di controllo relativa al servizio che causa il problema e quelle relative a ogni altro servizio di cui si sia preso nota nel passaggio 3, scegliere OK, quindi riavviare il computer.

    Per aggirare il problema, è possibile lasciare disattivato, ossia deselezionato, il servizio che causa il problema. Per ulteriore assistenza, rivolgersi al produttore del servizio che causa il problema.

    Nota Potrebbe essere possibile individuare più rapidamente il servizio che causa il problema verificando i servizi in gruppi. Suddividere i servizi in due gruppi selezionando le caselle di controllo del primo gruppo, quindi deselezionando quelle del secondo. Riavviare il computer e verificare l'eventuale persistenza del problema. Se si verifica il problema, il servizio che causa il problema si trova nel primo gruppo. Se il problema non si verifica, il servizio che causa il problema si trova nel secondo gruppo. Ripetere questa procedura sul gruppo che causa il problema finché non si sia isolato il servizio responsabile.

Risolvere i problemi relativi al file System.ini

Per risolvere i problemi relativi al file System.ini, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  2. Fare clic sulla scheda SYSTEM.INI.
  3. Prendere nota degli elementi non selezionati. Potrebbe essere necessario espandere alcuni elementi, ad esempio [drivers], per stabilire se gli eventuali sottoelementi non sono selezionati.

    IMPORTANTE L'esecuzione di questo passaggio è essenziale. Le informazioni rilevabili in questa fase saranno necessarie più avanti.
  4. Scegliere Disabilita tutto, quindi OK e riavviare il computer.
  5. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  6. Fare clic sulla scheda SYSTEM.INI.
  7. Espandere tutti gli elementi dell'elenco, selezionare la casella di controllo relativa a un elemento per attivarlo, quindi scegliere OK.
  8. Riavviare il computer e verificare se il problema persiste.
  9. Ripetere i passaggi da 5 a 8 per ogni elemento finché il problema persiste.

    Quando si verifica il problema, la causa sarà l'ultimo elemento attivato. Prendere nota dell'elemento, quindi procedere al passaggio 10.
  10. Selezionare Abilita tutto, deselezionare la casella di controllo relativa all'elemento che causa il problema e quelle relative a ogni altro elemento di cui si sia preso nota nel passaggio 3, scegliere OK, quindi riavviare il computer.

    Per aggirare il problema, è possibile lasciare disattivato, ossia deselezionato, l'elemento che causa il problema. Se possibile, per ulteriore assistenza rivolgersi al produttore dell'elemento che causa il problema.

    Nota Potrebbe essere possibile individuare più rapidamente l'elemento di System.ini che causa il problema verificando gli elementi in gruppi. Suddividere gli elementi in due gruppi, quindi selezionare le caselle di controllo del primo gruppo e deselezionare quelle del secondo. Riavviare il computer e verificare l'eventuale persistenza del problema. Se si verifica il problema, il servizio che causa il problema si trova nel primo gruppo. Se il problema non si verifica, il servizio che causa il problema si trova nel secondo gruppo. Ripetere questa procedura sul gruppo che causa il problema finché non si sia isolato l'elemento di System.ini responsabile.

Risolvere i problemi relativi al file Win.ini

Per risolvere i problemi relativi al file Win.ini, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  2. Scegliere la scheda WIN.INI.
  3. Prendere nota degli elementi non selezionati. Potrebbe essere necessario espandere alcuni elementi, ad esempio [OLFax Ports], per stabilire se gli eventuali sottoelementi non sono selezionati.

    IMPORTANTE L'esecuzione di questo passaggio è essenziale. Le informazioni rilevabili in questa fase saranno necessarie più avanti.
  4. Scegliere Disabilita tutto, quindi OK e riavviare il computer.
  5. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  6. Scegliere la scheda WIN.INI.
  7. Espandere tutti gli elementi dell'elenco, selezionare la casella di controllo relativa a un elemento per attivarlo, quindi scegliere OK.
  8. Riavviare il computer e verificare se il problema persiste.
  9. Ripetere i passaggi da 5 a 8 per ogni elemento finché il problema persiste.

    Quando si verifica il problema, la causa sarà l'ultimo elemento attivato. Prendere nota dell'elemento, quindi procedere al passaggio 10.
  10. Selezionare Abilita tutto, deselezionare la casella di controllo relativa all'elemento che causa il problema e quelle relative a ogni altro elemento di cui si sia preso nota nel passaggio 3, scegliere OK, quindi riavviare il computer.

    Per aggirare il problema, è possibile lasciare disattivato, ossia deselezionato, l'elemento che causa il problema. Se possibile, per ulteriore assistenza rivolgersi al produttore dell'elemento che causa il problema.

    Nota Potrebbe essere possibile individuare più rapidamente l'elemento di Win.ini che causa il problema verificando gli elementi in gruppi. Suddividere gli elementi in due gruppi, quindi selezionare le caselle di controllo del primo gruppo e deselezionare quelle del secondo. Riavviare il computer e verificare l'eventuale persistenza del problema. Se si verifica il problema, il servizio che causa il problema si trova nel primo gruppo. Se il problema non si verifica, il servizio che causa il problema si trova nel secondo gruppo. Ripetere questa procedura sul gruppo che causa il problema finché non si sia isolato l'elemento di Win.ini responsabile.

Risolvere i problemi relativi al file Boot.ini

È consigliabile che le modifiche del file Boot.ini siano eseguite solo dagli amministratori del sistema o da utenti esperti. La procedura per la risoluzione dei problemi relativi al file Boot.ini non rientra negli argomenti discussi in questo articolo.

Per ulteriori informazioni, consultare la Microsoft Knowledge Base. A questo scopo, visitare il sito Web del supporto Microsoft.

Reimpostare l'utilità Configurazione di sistema su Avvio normale

Per reimpostare l'utilità Configurazione di sistema su Avvio normale, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
  2. Nella scheda Generale selezionare Avvio normale: carica tutti i driver di periferica e i servizi, quindi scegliere OK.
  3. Riavviare il computer.

Utilizzare la Console di ripristino di emergenza di Windows

La Console di ripristino di emergenza è uno strumento della riga di comando che può essere utilizzato per ripristinare Windows qualora il computer non si avvii correttamente. È possibile avviare la Console di ripristino di emergenza dal CD di Windows Server 2003 o in fase di avvio, se la Console di ripristino di emergenza è già stata installata nel computer. Utilizzare la Console di ripristino di emergenza se non è stato possibile risolvere il problema mediante l'opzione di avvio Ultima configurazione sicuramente funzionante e il computer non può essere avviato in modalità provvisoria. Questo metodo è consigliato solo per gli utenti avanzati, in grado di utilizzare i comandi di base richiesti per individuare e localizzare driver e file all'origine del problema.
Per utilizzare la Console di ripristino di emergenza, attenersi alla seguente procedura.
  1. Inserire il CD di installazione di Windows Server 2003 nell'unità CD o DVD, quindi riavviare il computer.
  2. Quando richiesto durante il programma di installazione in modalità testo, premere R per avviare la Console di ripristino di emergenza.
È possibile utilizzare la Console di ripristino di emergenza per eseguire le seguenti operazioni:
  • Accedere alle unità del computer.
  • Attivare o disattivare driver di periferica o servizi.
  • Copiare file dal CD di installazione di Windows Server 2003 o da altri supporti rimovibili. È possibile, ad esempio, copiare un file necessario che è stato eliminato.
  • Creare un nuovo settore di avvio e un nuovo record di avvio principale (MBR, Master Boot Record). Questa operazione potrebbe essere necessaria in caso di problemi di avvio con il settore di avvio esistente.

Verificare che il disco rigido o il file system non siano danneggiati

Per verificare che il disco rigido o il file system non siano danneggiati, avviare il computer dal CD di Windows Server 2003, caricare la Console di ripristino di emergenza, quindi utilizzare l'utilità dal prompt dei comandi Chkdsk. Questo metodo potrebbe essere sufficiente a risolvere il problema. IMPORTANTE È consigliabile l'utilizzo della console di ripristino solo da parte degli utenti esperti o degli amministratori. Per utilizzare la Console di ripristino di emergenza è necessario conoscere la password dell'account dell'amministratore.

Per ulteriori informazioni su come controllare e ripristinare un disco rigido danneggiato utilizzando Chkdsk, vedere le sezioni relative all'utilizzo della Console di ripristino di emergenza e all'utilizzo del prompt dei comandi della Console di ripristino di emergenza nel seguente articolo:  
307654 Installazione e utilizzo della Console di ripristino di emergenza in Windows XP
Nota Se da Chkdsk viene segnalata l'impossibilità di accedere al disco rigido, è possibile che si sia verificato un guasto hardware. Controllare il collegamento di tutti i cavi e tutte le impostazioni dei ponticelli sull'unità. Per ulteriore assistenza, rivolgersi a un tecnico o al produttore del computer.

Se in Chkdsk viene segnalata l'impossibilità di correggere tutti i problemi del disco rigido, è possibile che il file system o il record di avvio principale (MBR) sia danneggiato o non sia più accessibile. Provare gli appositi comandi della Console di ripristino di emergenza, quali Fixmbr e Fixboot, contattare un servizio di recupero dati oppure partizionare e formattare di nuovo il disco rigido.

AVVISO: se si decide di partizionare e formattare di nuovo il disco rigido, tutti i dati presenti sul disco andranno persi.

IMPORTANTE Per ulteriore assistenza, contattare il produttore del computer o un addetto del Supporto Microsoft. La riparazione del computer deve essere effettuata solo da personale qualificato. Le riparazioni effettuate da personale non qualificato possono rendere nulla la garanzia del computer.Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della Console di ripristino di emergenza, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
326215 Come utilizzare la Console di ripristino di emergenza in un computer basato su Windows Server 2003 che non è possibile avviare

Come utilizzare il Ripristino automatico di sistema

Per risolvere un errore di sistema utilizzando il Ripristino automatico di sistema (ASR, Automated System Recovery), attenersi alla seguente procedura:
  1. Assicurarsi di avere a disposizione i seguenti elementi prima di avviare il processo di ripristino:
    • Disco di Ripristino automatico di sistema creato in precedenza.
    • Supporti di backup creati in precedenza.
    • Il CD di installazione originale del sistema operativo.
    • Se si dispone di un controller di memoria di massa per il quale il produttore fornisce un file di driver distinto, diverso dai file di driver disponibili sul CD di installazione, procurarsi il file su un disco prima di iniziare la procedura.
  2. Inserire il CD originale di installazione del sistema operativo nell'unità CD o DVD.
  3. Riavviare il computer. Se viene richiesto di premere un tasto per avviare il computer da CD, premere il tasto appropriato.
  4. Se si dispone di un file di driver distinto in base a quanto descritto nel passaggio 1, premere F6 per utilizzare il driver durante l'installazione quando richiesto.
  5. Premere il tasto F2 quando verrà richiesto all'avvio della sezione in modalità solo testo dell'installazione.

    Viene richiesto di inserire il disco di Ripristino automatico di sistema creato.
  6. Seguire le istruzioni.
  7. Se si dispone di un file di driver distinto in base a quanto descritto nel passaggio 1, premere nuovamente F6 qualora venga richiesto dopo il riavvio del sistema.
  8. Seguire le istruzioni.
Note
  • Con il Ripristino automatico di sistema non vengono ripristinati i file di dati. Per ulteriori informazioni sul backup e sul ripristino dei file di dati, consultare la Guida di Windows.
  • Se si sta ripristinando un cluster di server in cui tutti i nodi contengono errori e il disco quorum non può essere ripristinato dal backup, utilizzare il Ripristino automatico di sistema su ciascun nodo del cluster originale per ripristinare le firme del disco e il layout di partizione dei dischi del cluster (quorum e non quorum). Per ulteriori informazioni sul backup e sul ripristino di cluster di server, consultare la Guida di Windows.

Creare un set di dischi di Ripristino automatico di sistema mediante il backup

Per utilizzare il Ripristino automatico di sistema è necessario disporre di un set di dischi di Ripristino automatico di sistema. Per creare un set di dischi di Ripristino automatico di sistema, attenersi alla seguente procedura.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori, Utilità di sistema, quindi Backup.

    Per impostazione predefinita verrà avviato Backup o Ripristino guidato, se non sono stati disabilitati. È possibile utilizzare Backup o Ripristino guidato per creare un set di dischi di Ripristino automatico di sistema specificando Tutte le informazioni sul computer in uso nella sezione Selezionare gli elementi di cui si desidera eseguire il backup. In alternativa, è possibile procedere al passaggio successivo per creare un set di dischi di Ripristino automatico di sistema in Modalità avanzata.
  2. Fare clic sul collegamento Modalità avanzata in Backup o Ripristino guidato.
  3. Scegliere Ripristino automatico di sistema guidato dal menu Strumenti.
  4. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Note
  • Sono necessari un disco vuoto di 1,44 megabyte (MB) per salvare le impostazioni di sistema e appositi supporti per i file di backup. Se il computer non dispone di un'unità disco, eseguire un backup di Ripristino automatico di sistema direttamente sul computer. Copiare i file Asr.sif e Asrpnp.sif contenuti nella cartella %SystemRoot%\Repair su un altro computer dotato di un'unità disco, quindi copiare i file su un disco.
  • Per eseguire questa procedura è necessario essere membri del gruppo Administrators o Backup Operators del computer locale o avere ottenuto in delega la necessaria autorizzazione. Se il computer è unito a un dominio, i membri del gruppo Domain Admins dovrebbero essere in grado di eseguire questa procedura. Come metodo di protezione ottimale, si consideri l'utilizzo del comando Esegui come per l'esecuzione di questa procedura.
  • Mediante questa procedura viene eseguito il backup dei soli file necessari per avviare il sistema. È necessario eseguire il backup dei file di dati separatamente.
  • Dopo avere creato il set di Ripristino automatico di sistema, etichettare con precisione il disco e i supporti di backup e conservarli insieme. Per utilizzare i supporti di backup è necessario disporre del disco creato tramite il set di supporti. Non è possibile utilizzare un disco creato in un'altra occasione o insieme a un altro set di supporti. Inoltre, è necessario avere a disposizione il CD di installazione al momento dell'esecuzione del Ripristino automatico di sistema.
  • Conservare il set di Ripristino automatico di sistema in un luogo sicuro. Le informazioni contenute nel set di Ripristino automatico di sistema potrebbero essere utilizzate per danneggiare il sistema.
  • Se si sta eseguendo il backup di un cluster di server, eseguire il Ripristino automatico di sistema guidato su tutti i nodi del cluster e assicurarsi che il Servizio cluster sia attivo all'avvio di ciascun backup di Ripristino automatico di sistema. Assicurarsi che uno dei nodi su cui si esegue il Ripristino automatico di sistema guidato sia elencato come proprietario della risorsa quorum mentre è in esecuzione la procedura guidata.

Come ripristinare l'installazione di Windows

È possibile ripristinare un'installazione di Windows Server 2003 danneggiata eseguendo l'installazione di Windows dal CD di Windows.

Per ripristinare l'installazione di Windows, attenersi alla seguente procedura.
  1. Inserire il CD di Windows Server 2003 nell'unità CD o DVD.
  2. Se viene visualizzato il menu Scegliere una delle seguenti opzioni, fare clic su Esci.
  3. Spegnere il computer, attendere qualche secondo e riaccenderlo.
  4. Se viene richiesto di avviare il computer da CD, effettuare questa operazione.

    Nota Per eseguire l'installazione di Windows è necessario poter avviare il computer dal CD di Windows Server 2003. L'unità CD o DVD deve essere configurata in modo da consentire questa operazione. Per ulteriori informazioni su come configurare il computer per l'avvio dall'unità CD o DVD, vedere la documentazione fornita con il computer o contattare il produttore.
  5. Una volta avviata l'installazione, premere Invio per continuare con la relativa procedura.
  6. Premere INVIO per selezionare l'opzione Per installare Windows XP, premere INVIO. Non selezionare l'opzione Console di ripristino di emergenza.
  7. Premere F8 per accettare le condizioni del Contratto di licenza.

    Verrà eseguita una ricerca di precedenti installazioni di Windows.
    • Se non vengono trovate precedenti installazioni di Windows Server 2003, potrebbe essersi verificato un errore hardware.

      Gli errori hardware non rientrano negli argomenti discussi in questo articolo. Per ottenere ulteriore assistenza, consultare un esperto di hardware o provare a utilizzare la risoluzione dei problemi hardware. Per ulteriori informazioni sulla risoluzione dei problemi hardware, vedere lo specifico argomento della Guida in linea di Windows Server 2003.
    • Se non vengono trovate precedenti installazioni di Windows Server 2003, potrebbe essere visualizzato un messaggio analogo al seguente:
      Nel caso in cui una delle installazioni di Windows elencate di seguito sia danneggiata, è possibile effettuare un tentativo di ripristino. Utilizzare i tasti freccia SU e freccia GIÙ per selezionare una voce. Per ripristinare l'installazione di Windows selezionata, premere R. Per continuare l'installazione senza eseguire il ripristino, premere ESC.
      Selezionare l'installazione del sistema operativo Windows Server 2003 appropriata e premere R per tentarne il ripristino.
    • Per ripristinare l'installazione, seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.

      Note
      • Potrebbe essere necessario modificare la sequenza delle unità di avvio nelle impostazioni del BIOS per avviare il computer dal CD di Windows Server 2003. Per ulteriori informazioni, contattare il produttore del computer o consultare la documentazione fornita dal produttore.
      • Se non è possibile avviare il computer dal CD di Windows Server 2003, potrebbe essersi verificato un errore dell'unità CD o DVD o un altro errore hardware.

        Gli errori hardware non rientrano negli argomenti discussi in questo articolo. Per ottenere ulteriore assistenza, consultare un esperto di hardware o provare a utilizzare la risoluzione dei problemi hardware. Per ulteriori informazioni sulla risoluzione dei problemi hardware, vedere lo specifico argomento della Guida in linea di Windows Server 2003.
      • Dopo il ripristino di Windows Server 2003 è possibile che venga richiesto di riattivare la copia installata.

Come utilizzare il sito Web del Supporto Microsoft per trovare una soluzione

Se le procedure indicate in questo articolo non sono sufficienti per risolvere il problema, è possibile visitare il sito Web del Supporto Microsoft e cercare una soluzione. Di seguito sono elencati alcuni servizi offerti dal sito Web del Supporto Microsoft:
Ulteriori risorse
ERD Emergency Recovery Disk ASR
Proprietà

ID articolo: 325375 - Ultima revisione: 07/16/2013 01:29:00 - Revisione: 2.1

Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86), Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86), Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86), Microsoft Windows Server 2003, Web Edition, Microsoft Windows Server 2003, Enterprise x64 Edition, Microsoft Windows Small Business Server 2003 Standard Edition, Microsoft Windows Small Business Server 2003 Premium Edition

  • kbmgmtservices kbenv kbhowtomaster KB325375
Feedback