Al momento sei offline in attesa che la connessione Internet venga ristabilita

Criteri di supporto per API di Microsoft Exchange con le applicazioni .NET Framework

Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 813349
Sommario
Questo articolo vengono descritti i criteri di supporto per utilizzando vari Exchange applicazione interfacce di programmazione in Microsoft .NET Framework dell'applicazione. In questo articolo riguarda tutte le versioni e service pack sia Microsoft Exchange Server 5.5 che Microsoft Exchange 2000 Server.

Microsoft si impegna a fornire consentire l'accesso a livello di programmazione Exchange 2000 Server utilizzando .NET più recenti disponibili tecnologie. Se si crea un'applicazione .NET Framework, le opzioni supportate per l'accesso ai dati di Exchange si sono:
  • Web Distributed Authoring and Versioning (WebDAV) tramite richieste e risposte HTTP di report.
  • Collaboration Data Objects (CDO) per il provider Exchange 2000 Server (CDOEX) e OLE DB per Exchange (ExOLEDB) tramite un assembly di interoperabilità.
  • Strumentazione di gestione Windows (WMI).
  • Collaboration Data Objects per la gestione di Exchange (CDOEXM).
Se gli assembly di applicazione .NET si trovano direttamente sul server Exchange, si consiglia di generare l'applicazione mediante l'utilizzo di CDOEX ed ExOLEDB. Se gli assembly di applicazione .NET non si trovano direttamente sul server, si consiglia di mediante WebDAV.

Per .NET Framework è possono utilizzare applicazioni che inviano posta elettronica senza utilizzare il server di Exchange come il trasporto, Microsoft CDO per Windows 2000 (CDOSYS) tramite un assembly di interoperabilità. Si consiglia tuttavia di utilizzare System.Web.Mail . System.Web.Mail è un wrapper gestito per CDOSYS, che consente di creare e inviare messaggi utilizzando il componente di messaggistica CDOSYS. Il messaggio di posta elettronica viene recapitato tramite il servizio di posta elettronica SMTP è incorporato in Microsoft Windows 2000 oppure tramite un server SMTP arbitrario.

MAPI e CDO 1.2 x non sono supportati in un ambiente .NET Framework. Per CDO 1.2 x e funzionalità di tipo MAPI, utilizzare uno dei metodi di accesso supportato descritto nella sezione "Sommario". Per applicazioni .NET Framework che devono inviare posta elettronica senza utilizzare il server come il trasporto, System.Web.Mail è una buona soluzione. Tuttavia, CDOSYS di collaborazione di Microsoft può essere utilizzato tramite un assembly di interoperabilità.

CDO 1.2 x e MAPI non sono supportati in .NET Framework ambiente.
Informazioni
Microsoft è impegnata nel miglioramento di .NET Framework ambiente e apportare ancora più semplice accesso ai dati di Exchange da tale ambiente. Lo stato di supporto di alcuni di questi componenti è possibile che modifiche senza preavviso.

Nella tabella seguente è indicato il criterio di supporto per API di Exchange in un ambiente .NET:
API nome DLL Gestione criteri di supporto del codice
System.Web.MailSupportato
WebDAVSupportato
WMISupportato
CDOSYSCDOSYS.DLLSupportato, ma consigliata System.Web.Mail
CDOEXMCDOEXM.DLLSupportato tramite un assembly di interoperabilità COM
EXOLEDBSupportato tramite un assembly di interoperabilità COM
CDOEXCDOEX.DLLSupportato tramite COM assembly di interoperabilità
CDO 1.2 xCDO.DLLNon supportato
CDONTSCDONTS.DLLNon supportato
MAPIMAPI32.DLLNon supportato
Backup ESE APIESEBCLI2.DLLNon supportato
Nota Tutti i componenti elencati nella tabella sono completamente supportati in non gestito e Visual c ++.
Riferimenti
Per ulteriori informazioni, visitare i seguenti siti Web MSDN:

Interoperabilità .NET: Get Ready for Microsoft .NET by Using Wrappers to Interact with COM-based Applications
http://msdn.microsoft.com/msdnmag/issues/01/08/interop/

Introduzione all'interoperabilità COM
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/kew41ycz(vs.71).aspx

Esempio di interoperabilità COM: Client .NET e server COM
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/367d22wa(vs.71).aspx

Avanzate Interoperabilità COM
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/bd9cdfyx(vs.71).aspx

Gestione Eccezioni di interoperabilità COM
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/awy7adbx(vs.71).aspx

Proprietà

ID articolo: 813349 - Ultima revisione: 10/25/2007 17:13:23 - Revisione: 7.6

Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition, Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition, Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition, Microsoft Exchange Server 5.5 Standard Edition, Microsoft Collaboration Data Objects 2.0, Microsoft Collaboration Data Objects 1.2, Microsoft Collaboration Data Objects 1.21, Collaboration Data Objects for Exchange 2000, Microsoft Collaboration Data Objects 2.0 for NT Server, Microsoft Messaging Application Programming Interface

  • kbmt kbhowto KB813349 KbMtit
Feedback
style="display: none; " src="https://c1.microsoft.com/c.gif?DI=4050&did=1&t=">