Si verificano timeout o rallentamento delle prestazioni quando si riassegnano record da un utente a un altro utente in Microsoft Dynamics CRM 3.0

Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 921235
Questo articolo è stato archiviato. L’articolo, quindi, viene offerto “così come è” e non verrà più aggiornato.
L'hotfix descritto in questo articolo non è disponibile per la versione cinese di Microsoft Dynamics CRM o per la versione giapponese di Microsoft Dynamics CRM.
importante Vengono fornite informazioni su come modificare il Registro di sistema. Assicurarsi di backup del Registro di sistema prima di modificarlo. Verificare che come ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup, ripristinare e modificare il Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
256986Descrizione del Registro di sistema di Microsoft Windows
Sintomi
Quando si riassegnano i record da un utente a un altro utente in Microsoft Dynamics CRM 3.0, si verifica uno dei seguenti problemi:
  • Si verificano il timeout.
  • Si verifica delle prestazioni lente. Quando i record vengono vengano riassegnati, Microsoft Dynamics CRM richiede molto tempo per aprire i moduli di Microsoft Dynamics CRM.
Inoltre, se si utilizza Monitor di sistema in un computer che esegue Microsoft SQL Server, i contatori delle prestazioni visualizzate che il riassegnazione processo cause elevato della CPU e molti blocchi di SQL Server.

Questo problema si verifica se è riassegnare il numero di record da un utente a un altro utente. Ad esempio, questo problema può verificarsi se si utilizza la funzionalità di Blocco riassegna per assegnare i record.
Risoluzione
È disponibile un hotfix supportato. Questo hotfix è tuttavia destinato esclusivamente alla risoluzione del problema descritto in questo articolo. Consente di applicare questo aggiornamento rapido (hotfix) solo ai sistemi in cui si verifica questo problema specifico.

Se l'hotfix è disponibile per il download, è una sezione "Hotfix disponibile per il download" all'inizio di questo articolo della Knowledge Base. Se non viene visualizzato in questa sezione, inviare una richiesta di servizio clienti Microsoft e supporto tecnico per ottenere l'hotfix.

Nota Se si verificano ulteriori problemi o se la risoluzione dei problemi è necessario, potrebbe essere necessario creare una richiesta di servizio separato. I costi di supporto normale verranno applicati per eventuali ulteriori domande e problemi che non dovessero rientrare nello specifico hotfix in questione. Per un elenco completo, di Microsoft Customer Service and Support numeri di telefono o a creare una richiesta di servizio distinto, visitare il seguente sito Web Microsoft: Nota Il modulo "Hotfix disponibile per il download" Visualizza le lingue per cui è disponibile l'aggiornamento rapido. Se non viene visualizzata la lingua, è perché un aggiornamento rapido (hotfix) non è disponibile per tale lingua.

Informazioni sui file

La versione di lingua inglese di questo aggiornamento rapido (hotfix) presenta gli attributi di file (o attributi successivi) elencati nella tabella riportata di seguito. Le date e le ore per questi file sono indicati in UTC (Coordinated Universal Time). Quando si visualizzano le informazioni sul file, viene convertito in ora locale. Per calcolare la differenza tra ora UTC e l'ora locale, utilizzare la scheda fuso orario dello Data e ora nel Pannello di controllo.

Server Microsoft Dynamics CRM 3.0

Nome del fileVersione del fileDimensione del fileDataOra
Crmmsg.dll1.2.3297.12316,08826-200610: 18
Mscrmcustom.dll3.0.5300.1283171,82409/07-200610: 26
Mscrmfastreassign.exe3.0.5300.129372,50420-Set-200606: 18
Crmhotfix.cdfNon applicabile98520-Set-200606: 23
Mscrmcustom.dll3.0.5300.1283171,82409/07-200610: 26

Microsoft Dynamics CRM 3.0 Professional Edition per provider di servizi

Nome del fileVersione del fileDimensione del fileDataOraHashPiattaforma
Mscrmfastreassign.exe3.0.5300.129372,50420-Set-200606: 18 MD5: B70A57F722F4FC45652597B40D3B5590
SHA1: 234DBAB6F0BF65E7EA55BD271A38A9BE0CA8B1B2
x 86

Informazioni sull'installazione

Installare questo aggiornamento rapido (hotfix) nei computer che eseguono il server di Microsoft Dynamics CRM 3.0.

avviso Può causare seri problemi se si modifica il Registro di sistema in modo errato mediante l'editor del Registro di sistema o utilizzando un altro metodo. Questi problemi potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non garantisce che sia possono risolvere questi problemi. La modifica del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente.

Nota Se i valori predefiniti sono piccoli, è necessario creare o modificare il valore di OleDbTimeout e il valore ExtendedTimeout. Lo strumento MSCRMFastReassign.exe può quindi elaborare tutti i record. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura.

Creare o modificare il valore OleDbTimeout

  1. Nell'editor del Registro di sistema, individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\MSCRM
  2. Fare doppio clic sul valore OleDbTimeout .

    Nota Se il valore OleDbTimeout non esiste, creare un valore OleDbTimeout. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Microsoft CRM , scegliere Nuovo e quindi fare clic su valore DWORD .
    2. Tipo OleDbTimeout .
  3. Nella finestra di dialogo Modifica valore DWORD selezionare decimale , digitare 600 nel campo dati valore e quindi fare clic su OK .

    Nota Il valore di 600 rappresenta 600 secondi. Per impostazione predefinita, il valore è 30 secondi.

Creare o modificare il valore ExtendedTimeout

  1. Nell'editor del Registro di sistema, individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\MSCRM
  2. Fare doppio clic sul valore ExtendedTimeout .

    Nota Se il valore ExtendedTimeout non esiste, creare un valore ExtendedTimeout. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Microsoft CRM , scegliere Nuovo e quindi fare clic su valore DWORD .
    2. Tipo ExtendedTimeout .
  3. Nella finestra di dialogo Modifica valore DWORD selezionare decimale , digitare 5400000 nel campo dati valore e quindi fare clic su OK .

    Nota Il valore di 5400000 rappresenta 5,400 secondi. Per impostazione predefinita, il valore è 900 secondi.
Per installare questo aggiornamento rapido (hotfix), attenersi alla seguente procedura:
  1. Spostare il file di MSCRMFastReassign.exe nella seguente cartella:
    C:\Program Files\Microsoft CRM\Tools
  2. Accedere al server Microsoft Dynamics CRM come utente che ricopra il ruolo di amministratore.
  3. Eseguire il file MSCRMFastReassign.exe.
  4. Nella finestra di dialogo Strumento riassegnazione di entità , selezionare l'utente nell'elenco Corrente di utente da cui si desidera riassegnare i record.
  5. Nell'elenco Nuovo utente , selezionare l'utente a cui si desidera riassegnare i record.
  6. Fare clic su Riassegna .

    Nota Non è possibile annullare questa azione.
Dopo aver completato il processo di riassegnazione, riceverai il messaggio seguente:
Si sono riassegnati correttamente tutte le entità al nuovo utente.
Utente precedente: User1
Nuovo utente: User 2
note
  • Il segnaposto di User1 rappresenta l'utente effettivo che si seleziona l'elenco di Utente corrente .
  • Il segnaposto di User2 rappresenta l'utente effettivo che si seleziona l'elenco di Nuovo utente .
  • Lo strumento potrebbe richiedere 90 minuti o più per riassegnare 900.000 record o più record, di base sulle prestazioni del server Microsoft Dynamics CRM e Microsoft SQL Server vengono utilizzati.
  • Per determinare il numero di record di un utente, è necessario eseguire una query nel database di Microsoft Dynamics CRM in SQL Query Analyzer o in SQL Server Management Studio. È necessario eseguire la query come un amministratore di Microsoft Dynamics CRM, perché i record che vengono visualizzati si basano sui record di cui l'utente ha accesso a o ha la visibilità per visualizzare. Se si desidera visualizzare i record appartenenti all'utente di altre entità, è necessario modificare FilteredContact per Filtered_EntityName . NomeEntità è il nome di altre entità, ad esempio FilteredAccount. Questa query calcola tempo richiederà lo strumento MSCRMFastReassign.exe per assegnare il record da un utente di Microsoft Dynamics CRM a un altro utente di Microsoft Dynamics CRM. Se una stima accurata del tempo per eseguire questo strumento è necessaria, è consigliabile eseguire questo strumento in una distribuzione di test che contiene una copia dei database di produzione Microsoft Dynamics CRM su hardware simili. Per determinare il numero di record di un utente, eseguire la query riportata di seguito nel database di Microsoft Dynamics CRM in SQL Query Analyzer o in SQL Server Management Studio, forma di Microsoft Dynamics CRM Administrator.
    SELECT OwnerIdName, count(*) as 'RecordCount'FROM FilteredContactGROUP BY OwnerIdNameORDER BY 'RecordCount'

Prerequisiti

Per applicare questo aggiornamento rapido (hotfix) non è richiesto alcun prerequisito.

Necessità di riavvio

Se richiesto, riavviare il computer dopo avere installato l'hotfix.

Informazioni sulla rimozione

Per rimuovere questo aggiornamento rapido (hotfix) da un computer che esegue Microsoft Windows Server 2003, Microsoft Windows XP o Microsoft Windows 2000, utilizzare lo strumento Installazione applicazioni nel Pannello di controllo.

Gli amministratori di sistema è in possono di utilizzare lo strumento Spuninst.exe per rimuovere questo aggiornamento rapido (hotfix) da un computer che esegue Microsoft Windows Server 2003, Microsoft Windows XP o Microsoft Windows 2000.

Lo strumento di Spuninst.exe si trova nella cartella %Windir%\$NTUninstallKB921235$\Spuninst.Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito riportato:
832475Descrizione delle funzionalità di nuova il programma di installazione del pacchetto per gli aggiornamenti software di Windows
Informazioni
Per informazioni sull'ottimizzazione delle prestazioni per CRM 3.0, fare clic sul seguente collegamento per vedere il white paper "Ottimizzazione di prestazioni di Microsoft Dynamics CRM 3.0 white paper": Per ulteriori informazioni sulla terminologia utilizzata per descrivere gli aggiornamenti software Microsoft, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
824684Descrizione della terminologia standard utilizzata per descrivere gli aggiornamenti software Microsoft
887283Aggiornamenti e hotfix software Microsoft Business Solutions CRM standard di denominazione dei pacchetti

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 921235 - Ultima revisione: 01/16/2015 01:57:27 - Revisione: 3.3

Microsoft CRM 3.0, Microsoft Dynamics CRM 3.0 Professional Edition for Service Providers

  • kbnosurvey kbarchive kbmt kbautohotfix kbmbsadministration kbhotfixserver kbqfe kbmbsmigrate KB921235 KbMtit
Feedback